Castiglion Fiorentino: picchia moglie incinta e figlia, denunciato

Castiglion Fiorentino: picchia moglie incinta e figlia, denunciato

Castiglion Fiorentino – L’aggressione sarebbe avvenuta al culmine di una lite. Ci sarebbero stati anche pregressi episodi simili.

Avrebbe picchiato la moglie incinta colpendo anche la loro figlia minorenne. Per questo un giovane straniero è stato denunciato dai carabinieri per lesioni e maltrattamenti in famiglia. Tutto sarebbe avvenuto stamani in un’abitazione di Castiglion Fiorentino (Arezzo). Secondo quanto riferito dai carabinieri il giovane, al culmine di una lite, avrebbe aggredito la moglie, anche lei straniera, finendo per colpire anche la figlia.

Da quanto poi ricostruito in base alla testimonianza dell’aggredita, pur non essendo stata mai presentata denuncia, ci sarebbero stati anche pregressi episodi violenti nei suoi confronti avvenuti con l’utilizzo di corpi contundenti. La donna è stata fatta accompagnare, insieme alla figlia minore, al pronto soccorso dell’ospedale di Arezzo per l’avvio del protocollo rosa. I militari stanno svolgendo ulteriori indagini e accertamenti sul caso.

 

L'articolo Castiglion Fiorentino: picchia moglie incinta e figlia, denunciato da www.controradio.it.

Castiglion Fiorentino, in scooter investe due bambine e scappa, denunciato

Castiglion Fiorentino, in scooter investe due bambine e scappa, denunciato

Castiglion Fiorentino – è successo venerdì. L’uomo, 52 anni, ha investito due bambine di 12 anni.

Un 52enne di Cortona (Arezzo) è stato denunciato dalla polizia municipale di Castiglion Fiorentino (Arezzo) per omissione di soccorso, fuga dopo l’incidente e lesioni stradali. Secondo quanto spiegato in una nota del Comune, l’uomo, in sella a un motorino, venerdì scorso ha investito due bambine di 12 anni che stava attraversando la strada sulle strisce pedonali, per poi darsi alla fuga. Una delle piccole è rimasta illesa, l’altra è stata ricoverata all’ospedale di Arezzo per accertamenti. Sequestrato il ciclomotore del 52enne, risultato “tra l’altro privo di assicurazione”.

L’investimento è avvenuto poco dopo le 17 del 13 maggio sulla sr 71, all’altezza della rotatoria di viale Mazzini. Le due bambine, si spiega sempre dal Comune, “dopo aver verificato, in entrambi i lati della carreggiata, che le macchine si erano fermate, hanno cominciato ad attraversare la strada. Improvvisamente un ciclomotore, proveniente da Cortona sorpassando i veicoli fermi” le ha travolte, Il conducente dello scooter è anche caduto a causa dell’impatto, rimettendosi poi in sella al ciclomotore e “dileguandosi”. Sul posto intervenuta la polizia municipale di Castiglion Fiorentino: grazie ai testimoni dell’investimento gli agenti, incrociando i dati della video sorveglianza, “hanno potuto individuare” il presunto “pirata della strada che nel frattempo era ritornato a casa”.

L'articolo Castiglion Fiorentino, in scooter investe due bambine e scappa, denunciato da www.controradio.it.

Lavoro: due morti in un solo giorno in Toscana

Lavoro: due morti in un solo giorno in Toscana

A Pietrasanta la prima morte sul lavoro: un uomo muore travolto da due lastre di marmo, poco dopo a Castiglion Fiorentino un’altra vittima, stava tagliando un ramo ed è caduto

Incidente mortale sul lavoro a Pietrasanta (Lucca) in un laboratorio di marmo. Secondo una ricostruzione un addetto, tra i 50 e i 60 anni di età, è rimasto travolto da due lastre di marmo in una ditta sulla via Aurelia. Sul posto l’automedica del 118. Intervenuti anche gli operatori della Prevenzione Igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro della Asl (Pisll), oltre alle forze dell’ordine per gli accertamenti del caso.

Cade da un albero facendo un volo di sei metri e muore: così invece un 73enne nell’Aretino che stava potando i rami. L’incidente è accaduto in un’azienda agricola di Castiglion Fiorentino (Arezzo). Sul posto sono arrivate automedica ed ambulanza del 118. I sanitari hanno effettuato tutte le operazioni per rianimare il paziente ma il 73enne è deceduto. I carabinieri e la polizia municipale, vista la dinamica e il luogo dell’incidente, e su disposizione del pm Elisabetta Iannelli hanno chiesto l’intervento degli ispettori Asl, ipotizzando che l’accaduto possa essere un incidente sul lavoro, ipotesi che al momento è da chiarire.

L'articolo Lavoro: due morti in un solo giorno in Toscana da www.controradio.it.

Lapide per morti Covid, come caduti di guerra

Lapide per morti Covid, come caduti di guerra

Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo, i morti di Covid come i caduti in guerra, infatti nel cimitero del comune toscano, c’è una lapide coi nomi di tutti i morti nel periodo del primo lockdown per Coronavirus, per i quali non era stato possibile fare i funerali.

La lapide è stata installata, a loro memoria, per volontà dell’amministrazione comunale. “A perenne ricordo dei miei concittadini defunti da marzo ad aprile di quest’anno a cui non fu possibile celebrare neanche i funerali e per i quali non furono affissi neanche i manifesti funebri a causa del lockdown – spiega il sindaco Mario Agnelli – ho deciso di dedicare loro una lapide all’ingresso del cimitero. Mi auguro fortemente che non sia più riproponibile una misura restrittiva del genere, disposta da qualunque Presidente del Consiglio o Governatore di turno. L’estremo saluto ai nostri cari rivolto in qualunque forma è un diritto di cui nessuno ci dovrà privare”.

Nei mesi scorsi, peraltro, il sindaco Agnelli, in accordo con i parroci, aveva firmato un’apposita ordinanza nella quale venivano indicate le chiese più capienti e gli spazi aperti più idonei dove poter celebrare i funerali religiosi al fine di renderli sempre e comunque possibili.

L'articolo Lapide per morti Covid, come caduti di guerra proviene da www.controradio.it.