Ztl estiva a Firenze, dal 7 giugno scatta la revoca della finestra il giovedì e venerdì

Ztl estiva a Firenze, dal 7 giugno scatta la revoca della finestra il giovedì e venerdì

Dopo la sperimentazione dello scorso anno, il Comune conferma l’orario lungo. Torna il potenziamento dei trasporto pubblico e predisposte tariffe scontate per l’uso del carsharing e per i parcheggi di struttura

Giovedì 7 giugno torna la ztl notturna no stop. Dopo due mesi dall’avvio del provvedimento classico che prevede lo stop ai non autorizzati nelle sere di giovedì, venerdì e sabato dalle 23 alle 3 del giorno successivo, con il primo fine settimana di giugno scatta la versione estesa. Si tratta della revoca della finestra 20-23 nelle sere di giovedì e venerdì durante i quali, quindi, la ztl nei settori A, B e O sarà non stop dalle 7.30 alle 3 del giorno successivo. Nessun cambiamento invece per il sabato, in cui viene confermata la finestra (dalle 16) e la riaccensione delle porte telematiche dalle 23, e per i settori F e G.

“Abbiamo lavorato per rendere ancor più accessibile il centro storico – dichiarano gli assessori allo sviluppo economico Cecilia Del Re e alla mobilità Stefano Giorgetti – grazie al trasporto pubblico e a una serie di promozioni attivate dagli operatori di car-sharing e da Firenze Parcheggi. La novità è che le agevolazioni per i parcheggi nelle serate di ztl estiva notturna saranno valide per tutti, senza bisogno di convenzioni tra i gestori dei locali e Firenze Parcheggi, come previsto invece lo scorso anno. Un modo anche per promuovere i parcheggi di struttura che si trovano ai lati del centro storico e abituare ancora di più i cittadini a utilizzare queste strutture e più in generale i mezzi di trasporto alternativi disponibili in città”.

“Come Amministrazione abbiamo deciso di riproporre quanto sperimentato l’anno scorso perché l’esperienza è stata positiva – sottolinea l’assessore Giorgetti – e perché nei due mesi appena passati in cui è stata in vigore la ztl estiva con la finestra, sono emerse criticità per quanto riguarda, in particolar modo, la sosta. Ricordo che, come abbiamo già spiegato alle stesse categorie economiche, da settembre quando saranno in esercizio le linee 2 e 3 e attivata la collegata riorganizzazione del Tpl su gomma la ztl sarà al centro di una ridefinizione complessiva. Sarà quella l’occasione per ripensare tutti i vari aspetti, compreso il trasporto merci”.

“Con la ztl estiva notturna – aggiunge l’assessora Del Re – parte anche una nuova tariffa taxi, Happy taxi centro storico, che permetterà di raggiungere un locale del centro storico con 7 euro a persona quando si viaggia in più di due persone. Tariffa che sarà valida tutti i giorni dell’anno. Nei prossimi giorni partirà una campagna di comunicazione per informare i cittadini su mezzi e agevolazioni promosse in occasione della ztl estiva notturna”.

Sul fronte del trasporto pubblico previsto l’incremento delle corse fino alle 2.30 circa nei giorni di giovedì, venerdì e sabato per le sei linee forti in modo da collegare i quartieri periferici al centro. Si tratta ancora delle linee 6, 11, 14, 17, 22 e 23. A questo si aggiunge il servizio già attivo fino alle 24 della linea D che percorre il centro storico (in particolar modo la zona dell’Oltrarno) dalla stazione di Santa Maria Novella a piazza Ferrucci e ritorno. Niente bis invece per la linea C3 che collega la stazione Leopolda-Porta a Prato a piazza Beccaria visti i risultati poco significativi dello scorso anno. Confermato l’orario prolungato fino alle 2 di notte per la tramvia nei giorni di venerdì e sabato.

CAR-SHARING: PROMOZIONI ZTL NO STOP (7 GIUGNO–5 OTTOBRE)
Enjoy
Via col 20
Acquisto di un voucher dal valore di 25 euro al prezzo di 20 euro all’interno dell’applicazione mobile di Enjoy (riduzione del 20% della tariffa del servizio di car sharing, che passa da 0,25 euro/minuto a 0,20 euro/minuto).
Car2go
5 euro in omaggio e iscrizione free
Iscrizione gratuita con 5 euro di guida in omaggio tramite Inserimento del codice J18_LC_FLO/ZTL  in fase di registrazione
Addumacar
Tariffe promo per veicoli Citroen C0 e Pegeut ION
Tariffa Fast (0,10 euro/min), Tariffa Medium (0,07 euro/min) o Tariffa Easy (0,01 euro/min) per la guida di alcuni veicoli attivi in città.
Share&Go
Free 5
5 min di corsa gratuita negli orari e nel periodo della ZTL estiva.

PROMOZIONI PARCHEGGI (7 GIUGNO–5 OTTOBRE)
Riduzione del 50 % della tariffa ordinaria per i giorni di giovedì e venerdì nella fascia oraria 20-3 (per ingresso dopo le 20 e uscita prima delle 3) per il periodo 7 giugno-5 ottobre per i parcheggi di Porta al Prato, Stazione-Fortezza Fiera, Parterre e Alberti.

TARIFFA HAPPY TAXI
“Happy Taxi centro storico” usufruibile tutti i giorni della settimana dalle 20 alle 06, da e per tutti i locali del centro storico, nonché dai locali del piazzale Michelangelo, verso una o più destinazioni del Comune di Firenze nella stessa direzione, con tariffa di 7 euro a persona per un minimo di 3 ad un massimo di 6 persone.

L'articolo Ztl estiva a Firenze, dal 7 giugno scatta la revoca della finestra il giovedì e venerdì proviene da www.controradio.it.

Promozioni economiche di 80mila euro a favore dei commercianti

Promozioni economiche di 80mila euro a favore dei commercianti

Firenze, presentato oggi in Palazzo Vecchio un pacchetto di promozioni economiche di 80mila euro a favore dei commercianti cittadini, per cofinanziare eventi e iniziative di promozione, nelle zone interessate da cantieri e lavori per le infrastrutture.

Comunicazione ‘social’, fidelity card, animazione sulla ‘public history’ delle botteghe e del quartiere, ma anche formazione qualificata per commercianti: sono solo alcuni degli promozioni che potranno essere sostenuti con il contributo complessivo di 80mila euro messo a disposizione dall’amministrazione comunale per il 2018.

Le misure di intervento previste saranno attuare attraverso specifici avvisi pubblici. La prima riguarda la valorizzazione di sei aree interessate dai lavori per la realizzazione di infrastrutture, con conseguenti disagi e ripercussioni sul tessuto commerciale e artigiano locale: si tratta delle zone di piazza San Jacopino (Quartiere 1), piazza delle Cure (Quartiere 2), Galluzzo (Quartiere 3), piazza dell’Isolotto (Quartiere 4), piazza Dalmazia-via di Novoli (Quartiere 5). La seconda misura cofinanzia iniziative di valorizzazione delle altre aree della città, attraverso progetti di animazione e promozione economica programmati da Centri commerciali naturali o da associazioni di commercianti.

Nella valutazione delle proposte sarà data priorità all’originalità dei progetti, alla capacità di valorizzare i settori economici individuati, ma anche alla sostenibilità organizzativa ed economica della proposta. Il proponente dovrà essere un soggetto senza scopo di lucro, con sede principale e operativa nel Comune di Firenze. I progetti dovranno essere realizzati sul territorio del Comune, con una richiesta di contributo economico che non potrà superare i 10mila euro per ciascun progetto sulla prima misura (a copertura al massimo del 75% del budget complessivo) e i mille euro sulla seconda (a copertura al massimo del 50%) per un totale di 20mila euro. Oltre al contributo economico, il supporto dell’Amministrazione potrà riguardare la promozione dell’evento attraverso gli strumenti di comunicazione istituzionale come la Rete Civica del Comune di Firenze, il sistema del Digital Signage cittadino, il portale Eventi, gli uffici informazioni turistiche e i totem informativi.

Il progetto è stato presentato dall’assessora allo Sviluppo economico Cecilia Del Re e dai presidenti Maurizio Sguanci (Quartiere 1), Michele Pierguidi (Quartiere 2), Alfredo Esposito (Quartiere 3), Mirko Dormentoni (Quartiere 4) e Cristiano Balli (Quartiere 5).

 

L’articolo Promozioni economiche di 80mila euro a favore dei commercianti proviene da www.controradio.it.

Promozioni economiche di 80mila euro a favore dei commercianti

Promozioni economiche di 80mila euro a favore dei commercianti

Firenze, presentato oggi in Palazzo Vecchio un pacchetto di promozioni economiche di 80mila euro a favore dei commercianti cittadini, per cofinanziare eventi e iniziative di promozione, nelle zone interessate da cantieri e lavori per le infrastrutture.

Comunicazione ‘social’, fidelity card, animazione sulla ‘public history’ delle botteghe e del quartiere, ma anche formazione qualificata per commercianti: sono solo alcuni degli promozioni che potranno essere sostenuti con il contributo complessivo di 80mila euro messo a disposizione dall’amministrazione comunale per il 2018.

Le misure di intervento previste saranno attuare attraverso specifici avvisi pubblici. La prima riguarda la valorizzazione di sei aree interessate dai lavori per la realizzazione di infrastrutture, con conseguenti disagi e ripercussioni sul tessuto commerciale e artigiano locale: si tratta delle zone di piazza San Jacopino (Quartiere 1), piazza delle Cure (Quartiere 2), Galluzzo (Quartiere 3), piazza dell’Isolotto (Quartiere 4), piazza Dalmazia-via di Novoli (Quartiere 5). La seconda misura cofinanzia iniziative di valorizzazione delle altre aree della città, attraverso progetti di animazione e promozione economica programmati da Centri commerciali naturali o da associazioni di commercianti.

Nella valutazione delle proposte sarà data priorità all’originalità dei progetti, alla capacità di valorizzare i settori economici individuati, ma anche alla sostenibilità organizzativa ed economica della proposta. Il proponente dovrà essere un soggetto senza scopo di lucro, con sede principale e operativa nel Comune di Firenze. I progetti dovranno essere realizzati sul territorio del Comune, con una richiesta di contributo economico che non potrà superare i 10mila euro per ciascun progetto sulla prima misura (a copertura al massimo del 75% del budget complessivo) e i mille euro sulla seconda (a copertura al massimo del 50%) per un totale di 20mila euro. Oltre al contributo economico, il supporto dell’Amministrazione potrà riguardare la promozione dell’evento attraverso gli strumenti di comunicazione istituzionale come la Rete Civica del Comune di Firenze, il sistema del Digital Signage cittadino, il portale Eventi, gli uffici informazioni turistiche e i totem informativi.

Il progetto è stato presentato dall’assessora allo Sviluppo economico Cecilia Del Re e dai presidenti Maurizio Sguanci (Quartiere 1), Michele Pierguidi (Quartiere 2), Alfredo Esposito (Quartiere 3), Mirko Dormentoni (Quartiere 4) e Cristiano Balli (Quartiere 5).

 

L’articolo Promozioni economiche di 80mila euro a favore dei commercianti proviene da www.controradio.it.

Nuovo regolamento per la tutela delle attività storiche

Nuovo regolamento per la tutela delle attività storiche

🔈Firenze, l’assessora allo sviluppo economico di Palazzo Vecchio, Cecilia del Re, ha presentato il nuovo regolamento per la tutela delle attività storiche.

L’amministrazione Nardella, avvalendosi anche di uno studio dell’Università di Firenze e, sfruttando l’articolo 52 del codice dei beni culturali, ha fatto una mappatura dei circa 200 esercizi storici in città per predisporre un nuovo regolamento che li tuteli e li valorizzi.

Tutelare la permanenza delle attività commerciali storiche in città, attraverso un divieto di trasformazione e impegnando il proprietario del fondo a mantenere i vincoli anche in caso di cessazione dell’attività.

È l’obiettivo del nuovo regolamento che dice stop alle trasformazioni e mette un freno alla rendita, considerando le attività storiche come elementi del patrimonio culturale cittadino.

Le nuove norme, che sono state presentate oggi in Palazzo Vecchio, hanno avuto il via libera della giunta nel corso dell’ultima seduta, su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re.

Viene introdotto un divieto di trasformazione alle attività storiche in relazione ad alcuni elementi che l’Amministrazione è interessata a tutelare e che saranno individuati per ciascun esercizio da un’apposita commissione tecnica. Inoltre, in caso di cessazione, il proprietario del fondo dovrà comunque impegnarsi a trovare un’attività che rispetti i vincoli imposti su quell’attività.

Sia la richiesta di trasformazione, che quella di cancellazione dalla lista delle attività storiche dovrà passare dal vaglio del Consiglio comunale.

Il regolamento, che dopo l’approvazione dovrebbe entrare in vigore tra circa 3 mesi, è stato accolto favorevolmente dalle associazioni di categoria. Prima, dicono, non eravamo nemmeno visti.

Sulla base dell’analisi condotta dalla commissione tecnica, le attività commerciali saranno suddivise in tre categorie: eccellenze storiche (categoria A), che saranno sottoposte a vincolo perché dotate di caratteristiche di pregio che l’amministrazione vuole tutelare; attività tradizionali (categoria B), che pur avendo più di 50 anni di anzianità, non saranno sottoposte ad alcun vincolo; ambulanti storici (categoria C).

Gli ambiti oggetto di indagine sono stati tre: elementi artistici e architettonici legati quindi all’immobile, all’insegna e agli arredi fissi e mobili; tipo di attività, quindi di lavorazione e servizi venduti; contesto urbano nel quale l’attività si inserisce (attività di servizio alla residenza o nel quale ci sono attività similari, per cui la perdita di quella attività costituirebbe una perdita per la città).

Altra novità riguarda l’adesione alla lista delle attività storiche, che non avverrà più solo su base volontaria ma anche su iniziativa dell’amministrazione.

Nel dettaglio, per essere considerate storiche le attività in sede fissa dovranno essere in possesso di una serie di requisiti: esercitare la stessa attività (in termini di tipologia di servizi o di genere merceologico) da almeno 50 anni in immobili siti nel Comune di Firenze, mantenendo inalterata (o comunque riconoscibile) l’originaria denominazione o insegna, a prescindere dall’eventuale passaggio di proprietà o affitto d’impresa; esercitare, fin dalla costituzione dell’impresa, la propria attività nella stessa sede, o in una sede analoga per posizione o significato storico, sociale o ambientale; svolgere attività di rilevante interesse per il mantenimento e il consolidamento delle tradizioni economiche, culturali, sociali e dell’immagine della città ai sensi delle convenzioni Unesco.

Per l’inserimento poi nella categoria delle ‘eccellenze storiche’ le attività dovranno presentare una o più delle 10 caratteristiche di pregio individuate dallo studio scientifico dell’Università di Firenze.

Il regolamento si applica a tutte le attività storiche presenti sul territorio del Comune di Firenze, non solo a quelle del centro storico.

Gimmy Tranquillo ha intervistato l’assessora Cecilia Del Re:

L'articolo Nuovo regolamento per la tutela delle attività storiche proviene da www.controradio.it.

‘Artigianato&Aperitivo’, trekking urbano per scoprire botteghe fiorentine

‘Artigianato&Aperitivo’, trekking urbano per scoprire botteghe fiorentine

🔈Firenze, otto appuntamenti di trekking urbano alla scoperta delle antiche botteghe artigiane e dei quartieri del centro storico di Firenze.

Torna da maggio a novembre la seconda edizione di ‘Artigianato&Aperitivo’, l’iniziativa firmata Artex-Centro per l’Artigianato artistico e tradizionale della Toscana, in collaborazione con Officina Creativa e Comune di Firenze, Cna Firenze, Confartigianato Imprese Firenze, Oltrarno Promuove 2.0 e Andare a Zonzo.

Quest’anno le escursioni di ‘Artigianato&Aperitivo’ si estendono dall’Oltrarno a Sant’Ambrogio, San Niccolò e al centro storico della città, con nuove tappe in via Palazzuolo.

Le escursioni sono pensate per chi esce da lavoro e, in compagnia, vuole rilassarsi facendo una passeggiata in città. Una guida accompagnerà i visitatori alla scoperta del quartiere, poi ci sarà la visita in una bottega artigiana, infine un aperitivo.

“Un esperimento riuscito che quest’anno si allarga coinvolgendo non solo l’Oltrarno ma altri importanti luoghi di Firenze da valorizzare, promuovendo al contempo le nostre straordinarie botteghe”, ha commentato durante la presentazione dell’incontro in Palazzo Vecchio l’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re

Gimmy Tranquillo ha intervistato l’assessore allo Sviluppo economico del Comune di Firenze, Cecilia Del Re:

Programma:
3 maggio 2018 “I Rucellai. Storia di un colore orientale”, visita al centro storico/stazione, alla bottega artigiana Il Bussetto, aperitivo a La Boite
17 maggio 2018 “Artigiani scomparsi, visita in Santo Spirito, alla bottega artigiana Studio Arti Plastiche Joyce Terreni, aperitivo da Italian Tapas
31 maggio 2018 “Un viaggio di andata e ritorno al cuore della religiosità cittadina”, visita in San Niccolò, alla bottega artigiana Gioiellerie Dari, aperitivo da Il Rifrullo
14 giugno 2018 “La Firenze esoterica”, visita in San Frediano, alla bottega Sagliano – Concetti Sartoriali, aperitivo da Il Bovaro
27 settembre 2018 “Le leggende sepolte”, visita nel centro storico/stazione, alla bottega artigiana Ubaldo Baldini Bronzista, aperitivo da A Casa Ca.Fe.
11 ottobre 2018 “Il capolavoro della letteratura”, visita in Santo Spirito, alla bottega artigiana L’Ippogrifo Stampe d’Arte, aperitivo da Volume
25 ottobre 2018 “La città rossa: tra logge e brigate di festanti”, alla bottega artigiana Cecilia Falciai – Decorazioni Artistiche Scagliola e Mosaico, aperitivo da La Sosta dei Papi
8 novembre 2018 “Vasari, che ingegno! Dagli uffici di Cosimo I al passaggio aereo più famoso del mondo”, visita su Ponte Vecchio, nella bottega artigiana Legatoria Il Torchio, aperitivo da Amblè

L'articolo ‘Artigianato&Aperitivo’, trekking urbano per scoprire botteghe fiorentine proviene da www.controradio.it.