A Cango al via da stasera lo spettacolo “Dreamparade”

A Cango al via da stasera lo spettacolo “Dreamparade”

Si terrà a Cango, (via S.Maria 25 Firenze), da mercoledì 11 a sabato 14 dicembre, intorno alle 21:00 circa, la  prima nazionale di Dreamparade,  spettacolo con la coreografia di Marina Giovannini.

L’opera trae ispirazione da Parade, balletto messo in scena dai Balletti Russi di Diaghilev nel 1917. “Parade, -spiega Giovannini, – è un magnifico strumento che mi permette di dialogare con un giovane corpo di ballo attorno al punto di incontro tra arte e vita. È un atto senza storia, lontanissimo dal romanticismo di inizio secolo e forse incomprensibile, allora, per il pubblico del balletto. È una delle prime voci che in tutto il mondo dell’arte, chiedeva di fare i conti con una nuova necessità: è in quel periodo storico che diventa indispensabile lo sguardo dell’altro, non c’è un racconto da seguire, è la realtà che chiede di essere ri-vista.

Sulle tracce di un balletto così distante cronologicamente da noi,-conclude la coreografa,- Dreamparade ricrea un paesaggio surreale capace di trasportarci laddove la realtà non prevale, consentendoci di plasmare il pensiero e continuare a sognare, tutti quanti, spettatori e attori della nostra vita.  Dreamparade è una vertigine, siamo sul limite tra finito e infinito”.

coreografia Marina Giovannini

interpretazione Compagnia Opus Ballet, direzione artistica Rosanna Brocanello

Aura Calarco, Sofia Galvan, Stefania Menestrina, Giulia Orlando, Riccardo Papa, Jennifer Lavinia Rosati,  Emanuel Josè Viana Santos, Frederic Zoungla

produzione Compagnia Opus Ballet

in collaborazione con Centro nazionale di produzione Virgilio Sieni

 

Inoltre, sempre negli spazi di Cango Cantieri Goldonetta, è possibile assistere allo spettacolo “la democrazia del corpo” – un progetto del Centro nazionale di produzione, – che intende rappresentare un contesto di esperienze nell’ambito dei linguaggi del corpo e della danza, posti in risonanza con le altre arti allo scopo di tracciare un laboratorio continuo di ricerca, che indaghi la postura dell’uomo nell’abitare il mondo.

Fino al 29 dicembre 2019, performance, pratiche, residenze, coproduzioni, creazioni site specific si svilupperanno sotto la direzione artistica di Virgilio Sieni, in via Santa Maria 25 a Firenze. Artisti di fama internazionale si incrociano con le azioni e le riflessioni di un nutrito gruppo di giovani coreografi, nell’intento di dar vita a un tessuto organico d’incontri e verifiche.

 

Prenotazione consigliata: tel. 055 2280525 biglietteria@virgiliosieni.it

INFO: CANGO | Centro nazionale di produzione Virgilio Sieni

Via Santa Maria 23/25, Firenze | tel. 055.2280525 www.virgiliosieni.it

 

L'articolo A Cango al via da stasera lo spettacolo “Dreamparade” proviene da www.controradio.it.

A Villa Bardini ingresso gratuito per ricordo Isadora Duncan

A Villa Bardini ingresso gratuito per ricordo Isadora Duncan

Villa Bardini ricorda l’anniversario della morte della danzatrice Isadora Duncan e la chiusura della mostra a lei dedicata con due giornate ad ingresso gratuito. Porte aperte sabato 14 e sabato 21 settembre per consentire ai visitatori di ammirare la mostra allestita al terzo e al quarto piano della villa, e poi il giardino Bardini (la gratuità non comprende la visita al Giardino di Boboli).

L’esposizione “A passi di danza. Isadora Duncan e le arti figurative tra Ottocento e avanguardia”, precisa una nota, è la prima mostra in Italia dedicata a questa importante artista; è a cura di Maria Flora Giubilei e di Carlo Sisi in collaborazione con Rossella Campana, Eleonora Barbara Nomellini e Patrizia Veroli, ed è promossa da Fondazione Cr Firenze e da Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron con il patrocinio del Comune di Firenze.

Sono esposti 170 pezzi fra dipinti, sculture e documenti, fra i quali fotografie inedite, che ripercorrono il legame con l’Italia di colei che rivoluzionò le teorie accademiche della danza, per avviare una moderna e innovativa visione del corpo femminile, e del suo movimento, nello spazio, prendendo le mosse dall’influenza che ebbe nel contesto internazionale.

La mostra chiuderà domenica 22 settembre e, per l’occasione, sabato 21, alle ore 17, sarà replicata la performance ‘Vita’, una delle iniziative collaterali ispirate alla figura della danzatrice, all’interno del progetto ‘Atleta donna’, a cura del Centro Nazionale di produzione Virgilio Sieni/Accademica del gesto.

“Siamo lieti di poter offrire due nuove occasioni – affermano Luigi Salvadori e Jacopo Speranza, rispettivamente presidenti di Fondazione Cr Firenze e di Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron – per celebrare la figura di Isadora Duncan. L’esposizione è stata un’occasione importante di dialogo con la città, e non solo, su temi sempre attuali che questa figura ha saputo evocare”.

L'articolo A Villa Bardini ingresso gratuito per ricordo Isadora Duncan proviene da www.controradio.it.