FIRENZE, ZTL NO STOP: PER COMITATI BUONA LA PRIMA

Giugno Ztl

A tutela delle esigenze di vivibilità dei residenti il comitato Manoiquandosidorme ha dato l’ok a Ztl 24h: “primi giorni Ztl di Sant’Ambrogio efficaci ma sia una Ztl efficiente e non colabrodo.”

Il comitato Manoiquandosidorme ha fatto sapere in un comunicato che sostiene con forza la richiesta di Ztl 24h per tutto il centro storico di Firenze “al fine di soddisfare basilari esigenze di vivibilità per i residenti”. Tra questi si annoverano “la tutela della salute minacciata dall’inquinamento acustico e ambientale, diritto a tenere il proprio autoveicolo non lontano dalla propria abitazione, tutela della mobilità pedonale, soprattutto per le fasce più deboli, come disabili, bambini e vecchi”.

Per il comitato la particolare struttura urbanistica della città “con le sue stradine strette, la fragilità dei suoi monumenti e il pregio architettonico di tutti i suoi edifici ed arredi antichi”, non sarebbero  in grado di accogliere il massiccio assalto degli autoveicoli privati dei numerosissimi visitatori. I primi giorni dell’attuale ZTL a fascia oraria lunga nella zona di Sant’Ambrogio avrebbero “confermato che quando applicata con rigore (la notte del giovedì, venerdì e sabato, con la presenza della polizia Municipale) i risultati sono straordinariamente positivi”.

Un via libera, dunque, da parte del comitato che, tuttavia, mette in luce la “mancanza di una telecamera all’inizio di via dell’Agnolo rende invece ancora più critica questa zona durante tutti gli altri giorni”. Si fa notare anche che “per il buon funzionamento della Ztl 24h per tutto il centro storico è necessario che  da parte dell’Amministrazione Comunale se ne garantisca la tenuta attraverso deterrenti efficaci”. Insomma “non può essere una ZTL colabrodo”.

Si chiede, inoltre, l’attivazione di “mezzi di trasporto sostitutivi, in particolare bussini elettrici per far sì che tutti possano entrare in centro pur non usando il loro autoveicolo”. Ecco perché “i parcheggi collocati fuori della città devono essere resi economicamente più accessibili”. Il no secco arriva alla possibilità di aprire la Ztl ai veicoli del car sharing: “stanno diventando sempre di più e vengono abbandonate dove capita, riteniamo che i diritti non si debbano poter comprare.”

“Ricordando che le vie pedonalizzate, a suo tempo tanto osteggiate dai commercianti sono risultate alla prova dei fatti le più favorevoli al commercio” conclude il comunicato “i Comitati si dichiarano disponibili a mettere a disposizione la loro capillare esperienza sul territorio affinché la ZTL24h possa attuarsi”.

The post FIRENZE, ZTL NO STOP: PER COMITATI BUONA LA PRIMA appeared first on Controradio.

A FIRENZE ARRIVANO NUOVE PATTUGLIE DI POLIZIA CINESI

pattuglia polizia cinese Firenze

Fino al 24 giugno i nuovi “rinforzi” dalla Cina pattuglieranno strade e piazze del centro storico. Affiancate da agenti Polizia di Stato, gireranno in uniforme e disarmati.

Da oggi, fino al 24 giugno, fiorentini e turisti potranno contare sulla presenza in città di pattuglie ‘miste': gli agenti della polizia italiana saranno affiancati da tre poliziotti cinesi. A fare da cornice all’iniziativa, nata nell’ottica di una sempre più radicata cooperazione internazionale di polizia, saranno soprattutto le vie e le piazze del centro storico, vale a dire le zone maggiormente interessate dal turismo a partire da piazza Duomo.

Gli agenti della polizia cinese, in uniforme e disarmati saranno affiancati da agenti della polizia di Stato ed avranno il compito prevalente di assistere i colleghi italiani nelle ordinarie attività istituzionali di controllo del territorio e di tutela della sicurezza pubblica, agevolando i turisti cinesi nei rapporti con le autorità locali e con le rappresentanze diplomatiche e consolari. Il servizio di pattugliamento congiunto verrà svolto, parallelamente, anche nelle città di Roma, Milano e Napoli.

Si sperimenta con successo quel che  da anni con altri Paesi dimostra come lo scambio di “best practices” e una cooperazione internazionale ancora più stretta con i partner mondiali sia un’ottima soluzione operativa per affrontare le criticità del sistema sicurezza. A Roma l’iniziativa è stata presentata a Piazza di Spagna alla presenza dell’Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese Ruiyu Li.

The post A FIRENZE ARRIVANO NUOVE PATTUGLIE DI POLIZIA CINESI appeared first on Controradio.

‘BAGNATURA SAGRATI’ FIRENZE, DI GIORGI: “POLEMICHE STRUMENTALI”

Di Giorgi polemiche strumentali

La vicepresidente del Senato Di Giorni su ‘bagnatura sagrati': “Polemica strumentale,  i beni monumentali  vanno rispettati. Servono politiche contro ‘cattivo’ turismo.”

“La scelta di proteggere da un uso improprio i sagrati delle chiese  all’interno del perimetro Unesco non solo è legittima ma anche necessaria”. Lo afferma la vicepresidente del Senato Rosa Maria di Giorgi, a proposito della polemica sull’uso degli idranti per pulire i sagrati del centro storico a Firenze.

“Non a caso tale regola è prevista, oltre che dal regolamento comunale del Comune di Firenze che fu approvato proprio durante gli anni in cui svolgevo il ruolo di consigliera, ma anche dai regolamenti  dell’Unesco. In tutto il mondo si chiede rispetto dei beni monumentali, Firenze, che è un vero e proprio scrigno d’arte all’aperto, non può fare altrimenti, anche perché perché i beni storico monumentali vanno preservati e dunque  protetti in quanto deteriorabili – dichiara la senatrice Di Giorgi – Gli amministratori di Firenze hanno il diritto ed anche il dovere di proteggere il tesoro d’arte e di cultura che sono chiamati a governare, bene ha fatto dunque il sindaco Dario Nardella ad intervenire”.

“Firenze è interessata da flussi turistici in costante crescita (+ 30% negli ultimi 7 anni, +4% nel 2016) – conclude la vicepresidente –  rispetto a questi dati servono politiche accorte che evitino il rischio di un ‘consumo’ turistico non in linea con la storia e la cultura delle nostre città”.

The post ‘BAGNATURA SAGRATI’ FIRENZE, DI GIORGI: “POLEMICHE STRUMENTALI” appeared first on Controradio.

Notte Bianca ZTL dalle 19,30

Notte Bianca ZTL dalle 19,30. Eventi e iniziative con la Notte Bianca fiorentina in programma a cavallo tra mercoledì 30 aprile e giovedì 1 maggio. Molto nutrito il programma che, come di consueto, si svolgeranno nelle piazze e strade cittadine. Quindi, per consentire il regolare svolgimento della manifestazioni, è stata predisposta una serie di provvedimenti di circolazione come la ztl notturna straordinaria, la pedonalizzazione del centro e le modifiche per il trasporto pubblico.


Ztl notturna dalle 19.30
La maggior parte dei provvedimenti prenderà il via alle 19.30, orario in cui scatterà in anticipo nella versione notturna estiva in vigore dal 4 aprile. Ovvero le zone della ztl diurna A e B comprese all’interno dei viali e le ulteriori due aree individuate specificatamente per il provvedimento notturno, ovvero settori F e G: il primo corrisponde grossomodo a San Niccolò fino al viale dei Colli (a partire da piazza Ferrucci), il secondo riguarda l’area tra piazza Piave e piazza Cavalleggeri. Le porte telematiche rimarranno quindi accese per 24 ore, dalle 7.30 di mercoledì alle 7.30 di giovedì.
In vigore anche i provvedimenti collaterali alla ztl notturna: l’istituzione del senso unico in viale Poggi (con direzione da via dei Bastioni a viale Galilei), la chiusura parziale della corsia di destra di viale Giovine Italia in prossimità di piazza Piave (prechiusura del varco della ztl presente nella piazza), la chiusura parziale della corsia di canalizzazione di via Duca degli Abruzzi direttrice viale Giovine Italia-via dell’Agnolo (prechiusura dell’accesso ztl di via dell’Agnolo).
Scatta la zona pedonale
Sempre alle 19.30 di mercoledì e fino alle 6 di giovedì sarà istituita una grande zona pedonale in centro storico: l’area sarà quella compresa nel perimetro via dei Benci (tratto Ponte alle Grazie-Corso Tintori), Corso Tintori, piazza Cavalleggeri, via Tripoli, via delle Casine, via Ghibellina, via delle Conce, via dell’Agnolo, via Santa Verdiana, piazza Ghiberti, via della Mattonaia, Borgo La Croce (incluso), piazza Sant’Ambrogio (inclusa), via dei Pilastri, via degli Alfani, via della Pergola, via Sant’Egidio, piazza Santa Maria Nuova, via dei Bufalini, via dei Servi (tratto via dei Bufalini-via del Castellaccio), via dei Servi (tratto via del Castellaccio-via Alfani – inclusa), via degli Alfani, via Guelfa, via dei Ginori (inclusa), via Taddea (tratto via dei Ginori-via Rosina – inclusa), via Rosina, piazza del Mercato Centrale, via Santa Chiara, via Nazionale, largo Alinari, piazza Stazione, via Santa Caterina da Siena, via della Scala (tratto via Santa Caterina da Siena-via dell’Albero), via dell’Albero, via Maso Finiguerra, via Melegnano, Ponte Vespucci, via Sant’Onofrio, piazza dei Nerli (inclusa), via di Camaldoli (inclusa), piazza Tasso (inclusa, eccetto le carreggiata di collegamento tra viale Pratolini e viale Petrarca e tra viale Petrarca e via del Campuccio), via del Campuccio, via dei Serragli (tratto via del Campuccio-piazza della Calza), piazza della Calza (eccetto direttrice di collegamento via dei Serragli-Porta Romana), via Romana (inclusa), piazza San Felice (inclusa), piazza Pitti (inclusa), via Guicciardini (inclusa), piazza Santa Felicita (inclusa), via dei Bardi (tratto via Guicciardini-piazza Santa Maria Soprarno – inclusa), piazza Santa Maria Soprarno (inclusa, eccetto carreggiata di collegamento tra lungarno Torrigiani e via dei Bardi), lungarno Torrigiani, Ponte alle Grazie. In deroga sarà consentito il transito ai mezzi di soccorso e delle forze di polizia.
All’interno della zona interdetta rimarranno in vigore le discipline delle aree pedonali già in vigore, come quella del Duomo, di piazza Signoria, via di Tornabuoni, di Por Santa Maria e di piazza Pitti.
Il trasporto pubblico
Per quanto riguarda il trasporto pubblico, la tramvia viaggerà tutta la notte. Il servizio Ataf sarà potenziato sulle linee 6, 14, 17, 22, 23 e 37 con l’incremento del numero di vetture in circolazione alcune delle quali saranno in servizio per tutta la notte. Il servizio aggiuntivo sarà effettuato dalle 21 alle 6.
Per consentire lo svolgimento degli eventi e delle manifestazioni previste dal programma alcune strade saranno pedonalizzate e quindi le linee che le attraversano verranno deviate. Inoltre in previsione del notevole afflusso di persone, alcune zone non pedonalizzate saranno comunque difficilmente percorribili dai mezzi del trasporto pubblico