FIRENZE, MINACCIA PASSANTI CON UN COLTELLO: ARRESTATO.

 Passanti

E’ stato arrestato il 49enne italiano, di origini lombarde che, armato di coltello, ha minacciato dei passanti tra piazza dell’Unità e via Panzani. Numerose le chiamate al 113.

Ha iniziato a minacciare i passanti brandendo un coltello, ieri poco dopo le 13 tra piazza dell’Unità e via Panzani, nel centro storico di Firenze, scatenando il panico e provocando un fuggi fuggi generale di persone, tra cui molti turisti.

Gli agenti sono intervenuti a seguito delle numero chiamate arrivate alla centrale del 113. L’uomo, un 49enne italiano, già noto alle forze dell’ordine, è stato circondato dai poliziotti nella vicina piazza Madonna degli Aldobrandini, e poi immobilizzato e disarmato.  Prima di essere bloccato l’uomo aveva anche rovesciato un cassonetto e danneggiato lo specchietto retrovisore di un furgone in sosta. Per lui è scattato l’arresto. Dovrà rispondere delle accuse di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e possesso ingiustificato di coltello.

The post FIRENZE, MINACCIA PASSANTI CON UN COLTELLO: ARRESTATO. appeared first on Controradio.

TURISMO, NARDELLA: “DIFFICILE LIMITARE ACCESSI A FIRENZE”

Turismo Regolamento unesco: federalberghi contro Palazzo Vecchio

“Firenze è molto diversa Venezia” ha detto il sindaco Nardella: “difficile vietare accessi alle persone: faremo confusione tra lavoratori, residenti e visitatori.”

“Ogni città attivi i suoi strumenti” si è espresso così il sindaco Nardella circa il controllo del flusso di turisti.  A margine di una iniziativa, il sindaco Dario Nardella ha risposto ai cronisti che gli chiedevano se anche nel capoluogo toscano, come potrebbe presto avvenire in quello veneto, in Piazza San Marco, sarebbe possibile porre limitazioni di accesso a determinate aree del centro, come presidio contro l’invasione crescente dei turisti.

Secondo il sindaco le situazione delle due città, entrambe “campionesse” del turismo nazionale e globale, non sono “paragonabili: anzitutto perché la città di Firenze presenta meno della metà dei turisti di Venezia- ha detto Nardella- in secondo luogo perché le caratteristiche morfologiche, geografiche urbanistiche di Venezia sono uniche, infine perché Firenze ha una popolazione del centro molto attiva con uffici, istituzioni culturali, università: diventa difficile vietare il transito alle persone in certe aree pubbliche del centro, rischieremmo di far confusione tra lavoratori, residenti, visitatori”.

“Tuttavia- prosegue Dario Nardella- dobbiamo lavorare per prevenire quello che stiamo vedendo accadere a Venezia.  Ogni città deve mettere in pratica i propri strumenti. Il nostro nemico- conclude il sindaco- è il turismo mordi e fuggi”.

The post TURISMO, NARDELLA: “DIFFICILE LIMITARE ACCESSI A FIRENZE” appeared first on Controradio.

TURISMO, NARDELLA: “DIFFICILE LIMITARE ACCESSI A FIRENZE”

Turismo Regolamento unesco: federalberghi contro Palazzo Vecchio

“Firenze è molto diversa Venezia” ha detto il sindaco Nardella: “difficile vietare accessi alle persone: faremo confusione tra lavoratori, residenti e visitatori.”

“Ogni città attivi i suoi strumenti” si è espresso così il sindaco Nardella circa il controllo del flusso di turisti.  A margine di una iniziativa, il sindaco Dario Nardella ha risposto ai cronisti che gli chiedevano se anche nel capoluogo toscano, come potrebbe presto avvenire in quello veneto, in Piazza San Marco, sarebbe possibile porre limitazioni di accesso a determinate aree del centro, come presidio contro l’invasione crescente dei turisti.

Secondo il sindaco le situazione delle due città, entrambe “campionesse” del turismo nazionale e globale, non sono “paragonabili: anzitutto perché la città di Firenze presenta meno della metà dei turisti di Venezia- ha detto Nardella- in secondo luogo perché le caratteristiche morfologiche, geografiche urbanistiche di Venezia sono uniche, infine perché Firenze ha una popolazione del centro molto attiva con uffici, istituzioni culturali, università: diventa difficile vietare il transito alle persone in certe aree pubbliche del centro, rischieremmo di far confusione tra lavoratori, residenti, visitatori”.

“Tuttavia- prosegue Dario Nardella- dobbiamo lavorare per prevenire quello che stiamo vedendo accadere a Venezia.  Ogni città deve mettere in pratica i propri strumenti. Il nostro nemico- conclude il sindaco- è il turismo mordi e fuggi”.

The post TURISMO, NARDELLA: “DIFFICILE LIMITARE ACCESSI A FIRENZE” appeared first on Controradio.

Nuovo parcheggio per scooter

In arrivo 60 posti per scooter in pieno centro storico.Il parcheggio nei locali dell’ex Tribunale in via dell’Anguillara. Sessanta posti per scooter a due passi dall’area pedonale di San Firenze.


Oggi la giunta comunale ha approvato, su proposta dell’assessore alla mobilità Filippo Bonaccorsi, l’istituzione di un nuovo parcheggio a pagamento per moto e scooter in via dell’Anguillara. Si tratta di uno spazio in passato utilizzato dal Tribunale e quindi lasciato libero al momento del trasferimento delle funzioni giudiziarie al Palagiustizia di Novoli. I locali sono posti al piano terra in via dell’Anguillara ai numeri civici 45R e 47R, appena prima dell’inizio dell’area pedonale di San Firenze, e necessitano di alcuni lavori di adeguamento che saranno effettuati da SAS, che poi gestirà il parcheggio.
“È il secondo posteggio per scooter che istituiremo in centro dopo l’esperienza molto positiva della struttura in via del Parione – dichiara l’assessore Bonaccorsi – e la filosofia è la stessa: il recupero di spazi pubblici lasciati vuoti, quello di via del Parione dall’Università e quello di via dell’Anguillara dal Tribunale, e il loro immediato utilizzo per dare risposta alle esigenze dei cittadini”.
“Parcheggiare in centro storico per gli scooter e motocicli è un problema – sottolinea l’assessore – e spesso assistiamo a situazioni di vera e propria sosta selvaggia. Vogliamo che i cittadini rispettino le regole ma vogliamo anche dare loro la possibilità di rispettarle. E questo parcheggio, come pure con quello di via del Parione, va appunto in questa direzione”.
I locali di via dell’Anguillara potranno ospitare fino a 60 tra ciclomotori e motocicli e saranno gestiti da SAS con le stesse modalità già utilizzati in via del Parione. Quindi apertura tutti i giorni, festivi compresi, con orario 6.30-21.30 e tariffa di 1 euro per ogni accesso