IL GRANDE DITTATORE al cinema Odeon

Venerdì 8 Gennaio (ore 21) Odeon Firenze, in collaborazione con la Cineteca di Bologna, presenta in anteprima nazionale, la versione restaurata di uno dei film più importanti e coraggiosi della storia del cinema, IL GRANDE DITTATORE (1940) di Charlie Chaplin.


“Mentre ero a metà del Dittatore cominciai a ricevere allarmanti comunicazioni da parte della United Artists. L’ufficio Hays li aveva avvertiti che stavo per cacciarmi nei guai. Anche quelli della sede inglese erano molto preoccupati all’idea di un film antihitleriano e dubitavano che lo si potesse proiettare in Gran Bretagna. Ma io ero deciso a tirare avanti, perché Hitler doveva essere messo alla berlina. Se avessi conosciuto gli orrori dei campi di concentramento tedeschi non avrei potuto fare Il Dittatore; non avrei certo potuto prendermi gioco della follia omicida dei nazisti. Ma ero ben deciso a mettere in ridicolo le loro mistiche scemenze sulla purezza del sangue e della razza. [...] Altre lettere preoccupatissime mi furono spedite dall’ufficio di New York, per implorarmi di non fare il film, dichiarando che non sarebbe mai stato proiettato né in Inghilterra né in America. Ma io ero deciso a portarlo a termine, avessi anche dovuto noleggiare personalmente le sale da proiezione” (Charlie Chaplin).

Dal film: “L’avidità ha avvelenato i nostri cuori, ha precipitato il mondo nell’odio, ci ha condotto a passo d’oca a far le cose più abiette.
Abbiamo i mezzi per spaziare, ma ci siamo chiusi in noi stessi; la macchina dell’abbondanza ci ha dato povertà; la scienza ci ha trasformato in cinici; l’abilità ci ha resi duri e cattivi.
Pensiamo troppo e sentiamo poco.
Più che macchinari, ci serve umanità.
Più che abilità, ci serve bontà e gentilezza”.

THE GREAT DICTATOR | IL GRANDE DITTATORE (USA, 1940, 126′) – Un film di Charlie Chaplin – Versione restaurata originale con sottotitoli in italiano
Venerdì 8 Gennaio ore 21
Cinema Odeon | Piazza Strozzi | Firenze

TEMPI MODERNI

Giovedì 18 dicembre (ore 21) Odeon Firenze, in collaborazione con la Cineteca di Bologna presenta una serata-evento dedicata a uno dei film più importanti della storia del cinema: TEMPI MODERNI (MODERN TIMES) di Charlie Chaplin, che verrà proposto in versione originale restaurata. Il film viene inoltre presentato con le musiche originali composte da Chaplin, eseguite dall’Orchestra NDR Radiophilharmonie diretta da Timothy Brock e registrate nel 2006.

“Modern Times è tutt’altro che un ‘film a tema’ e se Chaplin effettivamente si schiera a favore degli uomini contro la società e le sue macchine, la sua dichiarazione non si situa sul piano della contingenza politica o sociologica, ma unicamente su quello morale, e sempre attraverso lo stile. Il movimento creatore prende sempre avvio dall’espressione comica e il significato che sviluppa è innanzitutto la perfetta messa in scena di una situazione. […] Modern Times appare come la sola favola cinematografica che sappia cogliere lo sconforto dell’uomo del XX secolo di fronte alle meccaniche sociali e tecnologiche. Questo ritorno alle origini burlesche (confermato dalla presenza di vecchi compagni come Chester Conklin e Henry Bergman) dunque, non è affatto una regressione, poiché la tecnica della comicità si purifica, e al contatto con il grande tema che orchestra acquista un’ampiezza e un rigore classici. […] È vero che nel 1936, con il cinema parlato, si erano imposti dei nuovi stili comici, da una parte quello della commedia americana (Frank Capra), dall’altro, il delirio assurdo del fratelli Marx e di W.C. Fields. Il film di Chaplin, completamente muto, appariva allora desueto e anacronistico. Ma il tempo, cancellando le prospettive, lo restituisce al suo classicismo e rivela chiaramente che al di là degli stili, l’importante è lo stile. È più che lo stile, il genio”. (André Bazin)

Cinema Odeon | Piazza Strozzi | Firenze

La Febbre dell’Oro

Appuntamento oggi lunedì 3 febbraio, alle ore 20.30 al Cinema Portico (Via Capodimondo, 66) con uno dei grandi classici del cinema muto e del cinema in generale La febbre dell’oro (The Gold Rush-1925) di Charlie Chaplin.Per chi già conosce il film sarà un’occasione imperdibile per godersi il film tornato a nuova vita; per i più giovani si tratterà di una vera prima visione, dal momento che i film del grande Chaplin non trovano più spazio nella normale programmazione cinematografica e televisiva.

File:The gold rush 09.jpg
Dopo il successo della passata stagione, torna la collaborazione tra Quelli della Compagnia di Fondazione Sistema Toscana e le sale di Firenze al Cinema: una serie di appuntamenti con film restaurati, anteprime, opera cinema e tanto altro.Tra gli appuntamenti più attesi, CinemAdHoc, il progetto di Quelli della Compagnia in collaborazione col Festival dei Popoli che porta nelle sale i migliori documentari in anteprima e quelli premiati nei più importanti festival internazionali, e una data speciale il 7 Aprile in collaborazione con Lo Schermo dell’Arte Film Festival. Il primo appuntamento è appunto al Cinema Portico con la versione restaurata dalla Cineteca di Bologna all’interno del progetto Cinema Ritrovato, di The Gold Rush (La febbre dell’oro) di Charlie Chaplin, capolavoro immortale finalmente riportato alla versione originale che racconta le peripezie tragicomiche e sentimentali di Charlot ai tempi della corsa all’oro nel Klondyke.