🎧 Festival Nazionale Economia Civile inaugura con Premio Oxfam

🎧 Festival Nazionale Economia Civile inaugura con Premio Oxfam

Firenze, combattere le diseguaglianze e gettare le basi per una società più generativa, solidale e unita sono alcuni degli obiettivi del Festival Nazionale dell’Economia Civile, arrivato quest’anno alla sua terza edizione.

L’avvio del Festival si è tenuto presso la Sala d’Arme di Palazzo Vecchio con l’assegnazione del Premio “Combattere le disuguaglianze, si può fare” ideato da Oxfam Italia, in collaborazione con Amici di Salvataggio – Associazione Alessandra Appiano e con il patrocinio di RAI per il Sociale.

In podcast l’intervista a Roberto Barbieri, direttore generale di Oxfam Italia e all’Assessora all’educazione e welfare del Comune di Firenze, Sara Funaro, a cura di Gimmy Tranquillo.

Il riconoscimento – un’opera originale donata dall’artista Stefano Bergamaschi, alias Steve Barney – è stato consegnato a Giuseppe Smorto Per la Calabria non c’è cura (Il Venerdì di Repubblica) e Antonio Nasso per il docufilm Calabria oltre il Covid, il deserto della sanità e le storie di chi resiste (Repubblica.it), nella sezione Raccontare la disuguaglianza. A il Tango dell’intercultura presentato da Cies onlus/MateMù, associazione vincitrice del premio nella sezione Affrontare la disuguaglianza. E a Princes Industrie Alimentari, che viene premiata nella sezione Costruire alternative alla disuguaglianza, per aver promosso – con il progetto Lavoro senza frontiere – condizioni di lavoro etico nella inquinata filiera del pomodoro, attraverso l’assunzione regolare di 11 migranti.

Menzione speciale, nella sezione Raccontare la disuguaglianza, a Vito Finocchiaro per il progetto fotografico Frank, la rotta mediterranea.

Il Festival Nazionale dell’Economia Civile – nato da un’idea di Federcasse (l’Associazione Nazionale delle Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali, Casse Raiffeisen) che lo promuove insieme a Confcooperative, organizzato e progettato con NeXt (Nuova Economia Per Tutti) e SEC (Scuola di Economia Civile) e con il contributo di Fondosviluppo – si è ormai accreditato come un evento di interesse nazionale e internazionale sullo sviluppo sostenibile, la rigenerazione dei territori e della comunità e la valorizzazione delle buone pratiche imprenditoriali, amministrative e formative.

Nello splendido “Salone dei Cinquecento” di Palazzo Vecchio, esponenti istituzionali, del mondo accademico, economico, imprenditoriale e sociale si confronteranno soprattutto sul percorso di ripresa post pandemia individuato dal Next Generation EU e dal PNRR italiano e i 3 assi condivisi a livello europeo: digitalizzazione e innovazione, transizione ecologica, inclusione sociale. Strumenti che possono concretamente contrastare la crescita delle disuguaglianze.

Tante le personalità di spicco che parteciperanno alla terza edizione del Festival, già presentata in un evento con il Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli. Alla tre giorni di lavori prenderanno parte, tra gli altri, nomi di spicco a livello internazionale come Raghuram Rajan (Professore alla Booth School of Business dell’Università di Chicago), Angus Deaton (Premio Nobel per l’Economia 2015) e Jared Diamond (Professore di Geografia all’Università della California e Premio Pulitzer 1998).

Folta rappresentanza anche dal mondo politico con figure istituzionali come Andrea Orlando (Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali), Irene Tinagli (Presidente Commissione Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo), Patrizio Bianchi (Ministro dell’Istruzione), Stefania Giannini (ViceDirettrice Generale UNESCO per l’Educazione), Enrico Giovannini (Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili). E poi ancora interventi a tutto tondo con Mauro Berruto (Allenatore di pallavolo ed ex CT della nazionale italiana), Michela Spina (Portavoce dei Friday for Future Italia), Riccardo Di Stefano (Presidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria) e tanti altri.

Il programma dell’edizione 2021 del Festival Nazionale dell’Economia Civile

L'articolo 🎧 Festival Nazionale Economia Civile inaugura con Premio Oxfam da www.controradio.it.

🎧 Corri La Vita, domenica 26 settembre la XIX edizione

🎧 Corri La Vita, domenica 26 settembre la XIX edizione

Firenze, sarà Lorenzo Zazzeri, nuotatore fiorentino vincitore della medaglia d’argento nella staffetta 4×100 stile libero alle Olimpiadi di Tokyo, a dare il via alla XIX edizione di Corri La Vita domenica 26 settembre.

Madrina d’eccezione di Corri La Vita che quest’anno abbraccia tutta la Toscana tra sport e cultura, promuovendo la raccolta fondi per progetti dedicati alla prevenzione e cura del tumore al seno, sarà l’attrice e comica Angela Finocchiaro, che ha scelto di vivere nella campagna toscana.

In podcast l’intervista Bona Frescobaldi, presidente dell’Associazione Corri La Vita Onlus, e a Lorenzo Zazzeri, a cura di Gimmy Tranquillo.

Corri La Vita prenderà il via ufficialmente alle 10, quando Bona Frescobaldi, Presidente dell’associazione, Dario Nardella, sindaco di Firenze, Eugenio Giani, Presidente della Regione e Lorenzo Zazzeri spareranno il colpo del simbolico start.

Cultura e sport individuale, da svolgere all’aria aperta in compagnia di amici e famigliari, sono il binomio che anche quest’anno caratterizza CORRI LA VITA. Grazie a Toscana Tv, che dedicherà l’intera giornata alla manifestazione, sarà possibile restare connessi con i protagonisti, a partire dal collegamento live della mattinata. In programma anche le dirette sui social media nei canali ufficiali dell’evento (Facebook e Instagram ore 10:00, 11:00, 15:45, 17:30). Le dirette saranno condotte da Eva Edili di Lady Radio insieme ai membri del comitato organizzatore e tanti ospiti.

La mattina sarà principalmente dedicata all’attività fisica: dopo il riscaldamento in streaming con gli insegnanti della palestra Wellness Firenze Marathon, sarà dato lo start ufficiale dell’edizione 2021.

Previste le consuete premiazioni: “La vetrina più bella per CORRI LA VITA”; Sara Pagliai per il “Premio ERASMUS/Indire”, nonché la premiazione della nuova “Staffetta delle Botteghe”. Sarà inoltre consegnato un premio speciale ai tre gruppi più numerosi che indosseranno la maglia 2021: aziende, società sportive e palestre, associazioni, universitari, scuole.

Oltre all’attività fisica, spazio alla cultura: la manifestazione dà infatti la possibilità – nel pieno rispetto delle necessarie misure di sicurezza – di visitare gratuitamente, con prenotazione obbligatoria, più di 120 mete culturali selezionate in tutta la Toscana semplicemente indossando la maglietta ufficiale di CORRI LA VITA 2021 (grazie a un accordo con la Regione Toscana, il Ministero della Cultura e l’aiuto della Associazione Città Nascosta). Per facilitare l’accesso a questi luoghi sarà disponibile fino al 22 settembre sul sito il semplice e pratico sistema di prenotazione “saltalacoda”, che ha già fatto registrare più di 5mila persone.

L'articolo 🎧 Corri La Vita, domenica 26 settembre la XIX edizione da www.controradio.it.

Addio a Paolo Coccheri “Angelo” della carità a Firenze

Addio a Paolo Coccheri “Angelo” della carità a Firenze

E’ morto all’età di 85 anni a Firenze Paolo Coccheri, riferimento storico dell’aiuto agli ultimi e alle persone in condizioni di disagio. Fondatore degli  Angeli della Città e le Ronde della Carità.

Coccheri era ricoverato da qualche giorno in un istituto di riabilitazione a Firenze a seguito di una caduta. Sarebbe morto per una crisi respiratoria. La notizia si è diffusa nella tarda serata di ieri lasciando un vuoto e un senso di perdita umana e sociale in chi lo aveva conosciuto nelle sue molteplici e inarrestabili iniziative a sostegno del prossimo.

In redazione ricordiamo i fiumi di fax acetati e poi i comunicati chilometrici scritti di suo pugno, inconfondibili, che annunciavano attività di aiuto di strada e al contempo condividevano riflessioni, pensieri, stimoli vero l’amministrazione per fare sempre più e meglio rispetto a quella fascia di popolazione, oggi in crescente aumento, ai margini del tessuto sociale ed economico cittadino.

Chi lo ha conosciuto  ricorda la sua “folgorazione”: La Pira, il sindaco santo, e Fioretta Mazzei che lo ha portato per la prima volta alla messa degli emarginati la domenica mattina a San Procolo e da lì è cambiato tutto. Ha dedicato la sua vita alle “ronde della carità”, poi esportate in tutto il mondo. E poi gli “Angeli della città”, o il “Cocipa”, il comitato che aveva il compito di denunciare illegalità e degrado, i “cacciatori di briciole”, che raccoglievano i cibi avanzati  o gli “angeli costruttori”, per fare lavoretti nelle case di chi non poteva permetterselo.

L’ultima volta l’ho visto al Giardino dell’Ardiglione in Oltrarno. Chiedeva ai volontari di portargli i giornali durante il lockdown, da quel quartiere simbolo di tutto ciò a cui si era dedicato nella vita: la solidarietà, il guardare ai margini per non lasciare soli, il fornire aiuti concreti nel rispetto nell’autodeterminazione di ognuno.  Anche solo per fare sapere di esserci, che non si è soli e che la società non gira le spalle. E le spalle di quell’uomo alto e sorridente, vivo e tenace, nonostante l’età e le vicissitudini non hanno mai smesso di stare al fianco di chi ha bisogno, in una Firenze di cui ha sempre difeso l’anima popolare.

“un folle..un pazzo…un visionario…ma quanti pazzi come te servirebbero nel mondo”, scrive un utente sul profilo social dello stesso Coccheri e noi ci auguriamo che le sue tante attività continuino a rimanere vive per animare quella pazzia di cui tutti abbiamo bisogno.

 

L'articolo Addio a Paolo Coccheri “Angelo” della carità a Firenze da www.controradio.it.

Raccolta fondi per Teresa, figlia di Carmela, uccisa dal marito ad Altopascio

Raccolta fondi per Teresa, figlia di Carmela, uccisa dal marito ad Altopascio

Una donna di 51 anni è stata uccisa con coltellate in un’abitazione di Altopascio (Lucca). Adesso una raccolta fondi vuole aiutare la figlia e le nipoti

Femminicidio ad Altopascio avvenuto lo scorso 28 maggio quando Luigi Fontana, 54 anni, è uscito dalla sua abitazione dopo aver ucciso la moglie Maria Carmina, 51 anni.

Nel momento dell’omicidio, in casa, ci sono anche le due nipotine di Carmela e Luigi, due bambine di un anno e mezzo, di cui detengono anche l’affidamento.

La madre delle piccole è Teresa, 25 anni, figlia della coppia che, senza un compagno, ha scelto di farsi aiutare dai propri genitori nel crescerle. Le rimane il fratello Nicola, anche lui giovane e con una famiglia a cui pensare. A entrambi resta la disperazione di questo momento e l’angoscia per una situazione più grande di loro.

A questo si aggiungono le preoccupazioni per il futuro. La sua amica Eleonora, che le è accanto sin dal primo momento, ha deciso di lanciare questa raccolta fondi grazie alla piattaforma Eppela, che vuole dare il proprio contributo.

Il femminicidio è avvenuto ad Altopascio il giorno 28 maggio quando Maria Carmina, di 51 anni è stata uccisa con coltellate in un’abitazione di Altopascio (Lucca) dal marito, 54enne.

Ogni tre giorni in Italia avviene un femminicidio, nel 2020 sono stati 91 in totale.

 

L'articolo Raccolta fondi per Teresa, figlia di Carmela, uccisa dal marito ad Altopascio da www.controradio.it.

Raccolta fondi per Teresa, figlia di Carmela, uccisa dal marito ad Altopascio

Raccolta fondi per Teresa, figlia di Carmela, uccisa dal marito ad Altopascio

Una donna di 51 anni è stata uccisa con coltellate in un’abitazione di Altopascio (Lucca). Adesso una raccolta fondi vuole aiutare la figlia e le nipoti

Femminicidio ad Altopascio avvenuto lo scorso 28 maggio quando Luigi Fontana, 54 anni, è uscito dalla sua abitazione dopo aver ucciso la moglie Maria Carmina, 51 anni.

Nel momento dell’omicidio, in casa, ci sono anche le due nipotine di Carmela e Luigi, due bambine di un anno e mezzo, di cui detengono anche l’affidamento.

La madre delle piccole è Teresa, 25 anni, figlia della coppia che, senza un compagno, ha scelto di farsi aiutare dai propri genitori nel crescerle. Le rimane il fratello Nicola, anche lui giovane e con una famiglia a cui pensare. A entrambi resta la disperazione di questo momento e l’angoscia per una situazione più grande di loro.

A questo si aggiungono le preoccupazioni per il futuro. La sua amica Eleonora, che le è accanto sin dal primo momento, ha deciso di lanciare questa raccolta fondi grazie alla piattaforma Eppela, che vuole dare il proprio contributo.

Il femminicidio è avvenuto ad Altopascio il giorno 28 maggio quando Maria Carmina, di 51 anni è stata uccisa con coltellate in un’abitazione di Altopascio (Lucca) dal marito, 54enne.

Ogni tre giorni in Italia avviene un femminicidio, nel 2020 sono stati 91 in totale.

 

L'articolo Raccolta fondi per Teresa, figlia di Carmela, uccisa dal marito ad Altopascio da www.controradio.it.