Arezzo, operai intossicati in azienda di metalli preziosi

Arezzo, operai intossicati in azienda di metalli preziosi

Questa mattina alle ore 7:45, ad Arezzo, quattro operai sono rimasti intossicati presso lo stabilimento Chimet di Badia al Pino.

Gli operai dell’azienda, specializzata nel recupero di metalli preziosi e nel trattamento di rifiuti speciali, si trovavano su una torre ad effettuare la manutenzione ai filtri dei forni della lavorazione, ad una altezza di circa 15 metri, quando è avvenuto l’incidente.

I Vigili del fuoco del Comando di Arezzo, hanno raggiunto i quattro operai che si trovavano in prossimità del filtro, per uno di loro, in forte stato confusionale, si è reso necessario immobilizzarlo sulla spinale ed è stato evacuato tramite un cestello da cantiere e affidato al personale medico del 118. Gli altri operai sono scesi dalla torre in autonomia e sono stati presi in carico dal personale sanitario. Fra questi, un operaio, 50enne, aretino, è stato portato all’ospedale di Careggi (Firenze) con l’elisoccorso.

Sul posto, oltre che le forze dell’ordine, è intervenuto anche il personale NBCR (NUCLEARE – BIOLOGICO – CHIMICO – RADIOLOGICO), che hanno rilevato la presenza di monossido di carbonio, e quello  del PISLL (Prevenzione Igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro).

(NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO)

L'articolo Arezzo, operai intossicati in azienda di metalli preziosi proviene da www.controradio.it.