PM: a coniugi Renzi pagati studi mai fatti

PM: a coniugi Renzi pagati studi mai fatti

La procura di Firenze ha notificato oggi l’avviso di conclusione delle indagini ai genitori dell’ex Presidente del Consiglio. Al centro dell’inchiesta una vicenda di fatture false per operazioni inesistenti basate su due incarichi  per studi di fattibilità relativi all’outlet The Mall di Reggello.

Secondo i pm Christine von Borries e Luca Turco tali studi di fattibilità in realtà non sono mai stati effettuati mentre invece sarebbe corso il pagamento a favore delle società dei Renzi, in particolare alla Eventi6 “procurando a Laura Bovoli amministratore di diritto e a Tiziano Renzi amministratore di fatto un ingiusto profitto” con pari danno per la Tramor srl. I fatti risalgono al 2015. Luigi Dagostino era amministratore di  Tramor srl, mentre  la Party e la Eventi6 facevano capo a Tiziano Renzi moglie Laura Bovoli.

La fattura per la Party è di 20.000 euro più 4.400 euro di Iva per lo studio di un’area destinata al ‘food’ in un nuovo insediamento commerciale nei pressi di The Mall; l’altra fattura, a favore della Eventi6, è di 140.000 euro più 30.800 di Iva e riguarda lo studio di una “struttura ricettiva e food con i relativi incoming asiatici e la logistica da e per i vari trasporti pubblici (Ferrovie-Aeroporti)”. Dagostino, indagato nel ruolo di amministratore di fatto della Tramor, è accusato anche di truffa per aver attestato la veridicità della fattura da 140.000 euro più Iva con il successivo amministratore della Tramor, Remì Leonforte, il quale fu così indotto ad autorizzare il pagamento.

L’avviso di conclusione delle indagini riporta anche il testo di una e-mail del 6 luglio 2016 inviata da Dagostino al manager Carmine Rotondaro, all’epoca procuratore speciale del gruppo Kering, di cui la Tramor faceva parte. Dagostino, ormai non più amministratore della Tramor, scriveva nell’e-mail a cui era allegata la fattura emessa dalla Eventi6: “Buongiorno caro, ti pregherei di mettere in pagamento urgentemente per i motivi che ti ho spiegato. Un abbraccio. Luigi”.

L'articolo PM: a coniugi Renzi pagati studi mai fatti proviene da www.controradio.it.

Firenze: assolti indagati per valorizzazione Ippodromo Le Mulina

Firenze: assolti  indagati per valorizzazione Ippodromo Le  Mulina

Assolti dal gup di Firenze, con la formula ‘perche’ il fatto non sussiste’, i tre indagati nell’ambito dell’inchiesta per turbativa d’asta relativa alla valorizzazione dell’ippodromo Le Mulina di Firenze.

Si tratta di Oliviero Fani, 58 anni, di Scandicci (Firenze), Guo Sheng Zheng,34enne cinese residente a Campi Bisenzio (Firenze), e Massimo Cortini, 53 anni, di Firenze. Per tutti e tre il pm Christine Von Borries aveva chiesto il rinvio a giudizio per la vicenda de Le Mulina.

Fani e Zheng erano gli amministratori della Pegaso, la societa’ a cui il comune di Firenze aveva assegnato la gara dopo il ritiro del secondo raggruppamento d’imprese, Rti Park Lives, guidato da Cortini. Nell’ambito dell’inchiesta nel dicembre del 2016 furono effettuate anche perquisizioni negli uffici di Palazzo Vecchio.

L'articolo Firenze: assolti indagati per valorizzazione Ippodromo Le Mulina proviene da www.controradio.it.