Odeon Firenze: omaggio a tre donne che hanno segnato il cinema, il teatro e la musica del Novecento

Odeon Firenze: omaggio a tre donne che hanno segnato il cinema, il teatro e la musica del Novecento

Domenica 8 Marzo giornata  speciale al Cinema Odeon di Firenze che per la Festa della Donna ha in programma un triplo appuntamento dedicato a tre donne che hanno segnato  il cinema, il teatro e la musica del Novecento

Ore 16 lo spettacolo teatrale FRIDA KAHLO: AMOR Y REVOLUCION. Frida la pittrice, Frida la poetessa, Frida la comunista, Frida l’amante. Tante definizioni per un’unica, eccezionale artista impossibile da ingabbiare in una categoria. “Amor y Revolución” è un testo originale basato sugli scritti di Frida: attraverso lettere, poesie, pagine del diario e canzoni, lo spettacolo ripercorre la turbolenta, dolorosa ed appassionata vita dell’artista messicana. Della sua complessità Frida era perfettamente ed orgogliosamente consapevole, tanto da usare spesso il tema del doppio per parlare di sé, della distinzione fra due sue anime, opposte e complementari. Ad accompagnare le due Frida la musica, per raccontare anche ciò che le parole non riescono. Quattro musicisti, i Puerto Sureño, sottolineano ed esaltano i momenti più intensi dello spettacolo.

Alle ore 18.30 l’omaggio alla grande regista francese Agnès Varda, scomparsa un anno fa con CLEO DE 5 A 7 in una nuova versione restaurata 4K. Una giovane cantante aspetta un referto medico, sicura di essere molto malata. D’un tratto, nella sua vita di ragazza egoista e viziata, s’insinua una nuova emozione che le apre gli occhi: la paura della morte. Il film è un ritratto di Clèo colta nell’ansia dell’attesa. Clèo cammina per le strade del suo quartiere, Montparnasse, e si fa notare. Il film sarà preceduto dal cortometraggio (8′), sempre diretto da Agnès Varda, REPONSE DES FEMMES: Antenne 2 chiede a sette registe di rispondere in sette minuti alla domanda: “Che cos’è una donna?”. Agnès Varda risponde con un ciné-tract: alcune donne discutono di sesso, desiderio, pubblicità e bambini (averne o non averne). Una donna nuda e incinta che danza e ride a squarciagola suscitò allora proteste scritte di alcuni telespettatori.

Alle ore 20.30 la replica straordinaria del film-evento sul gigante della musica d’autore LEONARD COHEN e la sua musa ispiratrice, MARIANNE IHLEN. La magia della Grecia e la storia di un amore intenso capace di ispirare alcune delle più belle canzoni del poeta della musica. Inserito da Rotten Tomatoes tra i migliori film del 2019.  A Hydra, il poeta canadese cercava la pace che gli occorreva per scrivere. È proprio per narrare questa esperienza che nasce l’ultimo documentario di Nick Broomfield, composto da filmati d’archivio, testimonianze, immagini di repertorio. Un amore breve e intenso il loro, iniziato nel 1960 proprio sull’idilliaca isola.

Cinema Odeon | Piazza Strozzi | Firenze

Tel. 055-214068

www.odeonfirenze.com

L'articolo Odeon Firenze: omaggio a tre donne che hanno segnato il cinema, il teatro e la musica del Novecento proviene da www.controradio.it.

They shall not grow old di Peter Jackson arriva al cinema Odeon

They shall not grow old di Peter Jackson arriva al cinema Odeon

Al Cinema Odeon il film-evento diretto dal grande Peter Jackson ( de “Il Signore degli Anelli”)  They shall not grow old (Per sempre giovani), uno dei più rivoluzionari documentari mai realizzati sulla Prima Guerra Mondiale. Giovedì 5 marzo ore 21.15

Impiegando tecnologie all’avanguardia nel rimettere mano a filmati e audio d’archivio vecchi più di un secolo, Peter Jackson rende omaggio agli uomini che hanno vissuto in prima persona la Grande Guerra. Immergendosi negli archivi della BBC e dell’Imperial War Museum di Londra, il regista esplora la realtà della guerra mettendo in evidenza l’atteggiamento dei giovani soldati nei confronti del conflitto: come mangiavano, come riposavano, come costruivano legami e come speravano in un futuro roseo.

Ma Jackson non si limita al lavoro del reporter, dell’abile montatore di materiale pre-esistente. Dopo aver osservato la fase della preparazione al conflitto, dell’addestramento e della partenza in formato quattro terzi e in bianco e nero, allarga l’immagine fino a farla diventare panoramica e la colora attraverso l’intervento del 3D e della computer grafica. Ricrea effetti sonori ad hoc che rendono impressionanti le esplosioni, il frastuono, il fragore dei movimenti sul campo.

Il documentario evocativo si ibrida con un vero e proprio war movie, con tanto di doppiaggio di alcuni soldati inquadrati dalle riprese reali. Osservandone il labiale e i movimenti, Peter Jackson prova a reinterpretare le loro parole, le loro espressioni, persino i loro sentimenti. “They Shall Not Grow Old – Per sempre giovani” ricorda un esercito di giovanissimi che non sarebbero mai riusciti ad invecchiare, partiti per la guerra con entusiasmo patriottico e uno zaino contenente un solo cambio di calzini, convinti che l’Inghilterra non poteva che vincere e pronti a fare tutto ciò che sarebbe stato loro ordinato.

Cinema Odeon | Piazza Strozzi | Firenze

Biglietto: euro 10

www.odeonfirenze.com

L'articolo They shall not grow old di Peter Jackson arriva al cinema Odeon proviene da www.controradio.it.

All’Odeon “Fellini100”, la retrospettiva sul regista per il centenario della nascita

All’Odeon “Fellini100”, la retrospettiva sul regista per il centenario della nascita

Il ciclo all’Odeon e allo Stensen di Firenze per i 100 anni dalla nascita del grande regista Fellini, si parte Lunedì 13 Gennaio con “Lo sceicco bianco”.

una grande retrospettiva con cinque capolavori di Federico Fellini, tutti in versione restaurata 4K e con i sottotitoli in inglese. Il ciclo è stato organizzato in occasione del centenario della nascita del grande regista italiano e fa parte di una serie di celebrazioni che si terranno sia in Italia che all’estero. I film sono: LO SCEICCO BIANCO (1952), I VITELLONI (1953), LA DOLCE VITA (1960), OTTO E MEZZO (1963), AMARCORD (1974), che saranno programmati uno per mese, sia all’Odeon che al Cinema Stensen.

La retrospettiva parte lunedì 13 Gennaio all’Odeon (ore 21) con LO SCEICCO BIANCO, il cui restauro 4K è stato presentato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia. Una coppia di sposini provinciali si reca a Roma in viaggio di nozze. Lei, appena può, fugge per andare a vedere il suo idolo, il divo dei fotoromanzi che interpreta il personaggio dello Sceicco Bianco (uno strepitoso Alberto Sordi). Dapprima la donna accetta la pesante corte dell’attore, ma poi si rende conto di quanto sia fasullo e torna dal marito che intanto ha avuto una sua avventura con una prostituta. Primo film interamente diretto da Fellini. Nonostante l’ottima interpretazione di Sordi il film alla sua uscita non fu un grande successo, ma venne in seguito molto rivalutato ed è oggi considerato, giustamente, un grande classico.

Due sposini in viaggio di nozze dalla provincia alla capitale romana. L’apparizione sull’altalena del bianco sceicco Alberto Sordi, divo divino solo sulla carta dei fotoromanzi. E dunque le illusioni del mondo dello spettacolo. Le benevoli prostitute della capitale, tra cui la Cabiria di Giulietta Masina. C’è già tutto il mondo felliniano in questo primo film firmato unicamente dal regista riminese (Luci del varietà è co-diretto con Alberto Lattuada). “Per la sceneggiatura mi rifeci ai racconti che avevo scritto per il ‘Marc’Aurelio’ in cui si riflettevano i miei pensieri sulla natura spietata delle storie d’amore, sull’amore giovanile che si confronta con la realtà dolceamara, sulla luna di miele che si irrancidisce, sulle delusioni dei primi tempi del matrimonio e sull’impossibilità di riuscire a conservare i romantici sogni iniziali” (Federico Fellini).

L'articolo All’Odeon “Fellini100”, la retrospettiva sul regista per il centenario della nascita proviene da www.controradio.it.

Le novità dell’Odeon per il mese di gennaio

Le novità dell’Odeon per il mese di gennaio

Questa settimana l’attesissimo “Piccole Donne” di Greta Gerwig, dalla prossima  due importanti eventi con il nuovo film d’arte “Leonardo: Le opere” e il nuovo ciclo “Fellini 100”, che parte con Lo Sceicco Bianco (versione restaurata 4K)!

10-22 Gennaio: LITTLE WOMEN (PICCOLE DONNE) il film scritto e diretto da Greta Gerwig, è una nuova versione cinematografica dell’omonimo e celeberrimo romanzo di Louisa May Alcott, pubblicato per la prima volta nel 1868. La storia è quella delle giovani sorelle March, Meg (Emma Watson), Jo (Saoirse Ronan), Beth (Eliza Scanlen) e Amy (Florence Pugh), quattro giovani donne determinate a seguire i propri sogni, alle prese con i classici problemi della loro età, sullo sfondo della Guerra Civile Americana. Nel cast del film troviamo anche Laura Dern nel ruolo della mamma, Marmee March, Timothée Chalamet in quello del giovane Theodore ‘Laurie’ Laurence, Meryl Streep nei panni della zia March, oltre a Chris Cooper, Bob Odenkirk e Louis Garrel che interpreta Friedrich Bhaer.

GUARDA IL TRAILER:

13-15 Gennaio: LEONARDO LE OPERE l’emozionante film d’arte che chiude il ciclo di celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci.La produzione pittorica del genio del Rinascimento sarà infatti al centro di questo film, che presenta sul grande schermo i dipinti del Maestro in qualità Ultra HD. Le opere includeranno, tra le altre, La Gioconda, L’Ultima cena, La Dama con l’ermellino, Ginevra de ‘Benci, La Madonna Litta, La Vergine delle Rocce. L’obiettivo è quello di ripercorrere, attraverso il prisma della sua pittura, anche la vita di Leonardo (1452-1519): l’inventiva, le capacità scultoree, la lungimiranza nell’ambito dell’ingegneria militare e la capacità di districarsi nelle vicende politiche del tempo. INFO

13 Gennaio: FELLINI 100 – LO SCEICCO BIANCO. In versione restaurata, parte all’Odeon il progetto FELLINI 100, che in collaborazione con la Cineteca di Bologna, proporrà al pubblico, per tutto il 2020, alcuni tra i più celebri film di Federico Fellini, tutti in versione restaurata 4K, in occasione delle celebrazioni per i 100 anni dalla nascita del grande regista italiano. INFO

L'articolo Le novità dell’Odeon per il mese di gennaio proviene da www.controradio.it.

Cinema Odeon anteprima nazionale del nuovo film di Ken Loach

Cinema Odeon anteprima nazionale del nuovo film di Ken Loach

Mercoledì 1 Gennaio (ore 16.30 – 18.30 – 21) al Cinema Odeon di Firenze si apre il nuovo anno con l’anteprima nazionale del nuovo film di Ken Loach, che ha commosso l’ultimo Festival di Cannes, Sorry we missed you (versione originale con sottotitoli in italiano)

L storia di Ricky e Abby Turner, che, dopo il crollo finanziario del 2008, lottano contro la precarietà degli ultimi anni in quel di Newcastle, cercando di non far mancare nulla ai loro bambini. Proprio la loro disastrosa condizione lavorativa – lei badante a domicilio, lui fattorino mal pagato – e conseguentemente finanziaria li mette di fronte a una dura realtà: non diventeranno mai indipendenti e non avranno mai una casa di loro proprietà, se continueranno ad agire così. Ma un’allettante opportunità irrompe improvvisamente nella loro vita, quando Abby vende la propria auto per permettere a Ricky di acquistare un furgone. Con il nuovo mezzo l’uomo inizia a fare consegne per conto proprio, purtroppo sorgeranno nuovi problemi che metteranno gravemente a rischio l’unità, finora così solida, dei Turner.

Sorry We Missed You prende il titolo dalla frase standard stampata sugli avvisi di consegna lasciati dai corrieri ai destinatari dei pacchi in consegna che non hanno trovato in casa. In questo suo nuovo film, infatti, Loach racconta per l’ennesima volta le fatiche dei lavoratori più umili: che, in questo caso, sono appunto corrieri schiavizzati e costretti tour de force impensabili per rispettare scadenze, orari e numero di consegne imposte loro dai datori di lavoro e dalle leggi spietate dell’e-commerce, che comporta dinamiche pratiche e umane spesso invisibili e non considerate da coloro che acquistano con un click dai loro computer e dai loro smartphone. Proprio attorno a uno dei questi avvisi di consegna poi, Loach e il suo storico sceneggiatore Paul Laverty hanno costruito uno degli snodi chiave dell’andamento drammatico del film. Di parziale ispirazione per la storia del film è stata la vera vicenda di Don lane, un corriere che morì nel gennaio del 2018 dopo aver saltato diversi appuntamenti ospedalieri per la cura del diabete da cui era affetto per lavorare senza interruzione nel periodo di Natale e non incorrere in multe di 150 sterline per mancate consegne come gli era accaduto in precedenza.

Il film resterà in programmazione al Cinema Odeon fino a Lunedi 6 Gennaio.

 

 

L'articolo Cinema Odeon anteprima nazionale del nuovo film di Ken Loach proviene da www.controradio.it.