Cinema, a Firenze flash mob delle sale: insegne accese per ripartire

Cinema, a Firenze flash mob delle sale: insegne accese per ripartire

In contemporanea con i Premi David di Donatello, in diretta stasera su Rai 1 alle 21.25, le sale cinematografiche italiane riaccenderanno, per una sera, le insegne e gli schermi, in attesa della riapertura e di un ritorno alla normalità.

Una specie di flash mob a cui aderiscono anche molte sale fiorentine e tra queste il Cinema Stensen (viale don Minzoni), con “la speranza che l’illuminazione serale delle nostre insegne e del nostro schermo – ha spiegato il direttore del cinema Michele Crocchiola – possa essere di buon auspicio per una imminente riapertura delle nostre sale e per accogliere nuovamente i nostri spettatori rimasti senza cinema per molte settimane”.

Il flash mob, organizzato da ANEC con hashtag #riaccendilcinema, intende lanciare un messaggio simbolico agli spettatori, agli operatori e alle istituzioni con il quale si sottolinea l’importante funzione sociale che le sale svolgono quotidianamente sul territorio come luoghi di incontro, partecipazione e scambio culturale e si evidenzia la necessità di un progetto strategico per il rilancio del settore. A seguito del lockdown, infatti, 1.600 strutture cinematografiche hanno sospeso la loro attività, per un totale di oltre 4.000 schermi su tutto il territorio nazionale.

L'articolo Cinema, a Firenze flash mob delle sale: insegne accese per ripartire proviene da www.controradio.it.

All’Odeon “Fellini100”, la retrospettiva sul regista per il centenario della nascita

All’Odeon “Fellini100”, la retrospettiva sul regista per il centenario della nascita

Il ciclo all’Odeon e allo Stensen di Firenze per i 100 anni dalla nascita del grande regista Fellini, si parte Lunedì 13 Gennaio con “Lo sceicco bianco”.

una grande retrospettiva con cinque capolavori di Federico Fellini, tutti in versione restaurata 4K e con i sottotitoli in inglese. Il ciclo è stato organizzato in occasione del centenario della nascita del grande regista italiano e fa parte di una serie di celebrazioni che si terranno sia in Italia che all’estero. I film sono: LO SCEICCO BIANCO (1952), I VITELLONI (1953), LA DOLCE VITA (1960), OTTO E MEZZO (1963), AMARCORD (1974), che saranno programmati uno per mese, sia all’Odeon che al Cinema Stensen.

La retrospettiva parte lunedì 13 Gennaio all’Odeon (ore 21) con LO SCEICCO BIANCO, il cui restauro 4K è stato presentato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia. Una coppia di sposini provinciali si reca a Roma in viaggio di nozze. Lei, appena può, fugge per andare a vedere il suo idolo, il divo dei fotoromanzi che interpreta il personaggio dello Sceicco Bianco (uno strepitoso Alberto Sordi). Dapprima la donna accetta la pesante corte dell’attore, ma poi si rende conto di quanto sia fasullo e torna dal marito che intanto ha avuto una sua avventura con una prostituta. Primo film interamente diretto da Fellini. Nonostante l’ottima interpretazione di Sordi il film alla sua uscita non fu un grande successo, ma venne in seguito molto rivalutato ed è oggi considerato, giustamente, un grande classico.

Due sposini in viaggio di nozze dalla provincia alla capitale romana. L’apparizione sull’altalena del bianco sceicco Alberto Sordi, divo divino solo sulla carta dei fotoromanzi. E dunque le illusioni del mondo dello spettacolo. Le benevoli prostitute della capitale, tra cui la Cabiria di Giulietta Masina. C’è già tutto il mondo felliniano in questo primo film firmato unicamente dal regista riminese (Luci del varietà è co-diretto con Alberto Lattuada). “Per la sceneggiatura mi rifeci ai racconti che avevo scritto per il ‘Marc’Aurelio’ in cui si riflettevano i miei pensieri sulla natura spietata delle storie d’amore, sull’amore giovanile che si confronta con la realtà dolceamara, sulla luna di miele che si irrancidisce, sulle delusioni dei primi tempi del matrimonio e sull’impossibilità di riuscire a conservare i romantici sogni iniziali” (Federico Fellini).

L'articolo All’Odeon “Fellini100”, la retrospettiva sul regista per il centenario della nascita proviene da www.controradio.it.

Natale e Capodanno allo Stensen con Lulu Wang e Woody Allen

Natale e Capodanno allo Stensen con Lulu Wang e Woody Allen

Non si ferma la programmazione del cinema Stensen di Firenze. Il 31 dicembre kit con spumante. Alla cassa del cinema i biglietti regalo da donare per Natale ad amici e parenti. Film di punta per questo periodo natalizio saranno “The Farewell – Una bugia buona”  e “Un giorno di pioggia a New York”

“The Farewell” di Lulu Wang è una commedia adatta a tutta la famiglia e candidata a 2 Golden Globe (Miglior Film straniero e Miglior Attrice di commedia), che ruota attorno a un finto matrimonio, architettato per riunire l’intera famiglia a Pechino. L’anziana nonna è infatti malata, ma, se tutti vogliono salutarla un’ultima volta, nessuno vuole rivelarle il reale motivo. Billi Wang, che è la più giovane e vive a New York, è l’unica che vorrebbe dire alla nonna la verità. Una commedia degli equivoci che troverà il suo lieto fine nella sintesi tra oriente e occidente. (in programmazione il giorno di Natale alle 16.30, 18.30 e 21)

Per la sera di fine anno, alle 21.00 la commedia di Woody Allen su due giovanissimi innamorati i cui piani per un weekend a New York si trasformano in una serie di rocambolesche avventure. Agli spettatori verrà regalato un mini kit di capodanno per festeggiare all’uscita del cinema. Il più fortunato vincerà una sorpresa ispirata al film. Dalle 19.30 la libreria Alzaia, accanto al Cinema, allestirà un apericena servito a buffet, a € 20, con primi caldi, specialità di fine anno, bevuta e caffè (consigliata la prenotazione al 392 4699631, anche via whatsapp).

Per tutti i ritardatari dei regali di Natale, presso la cassa del cinema (in orario di apertura) sono disponibili i biglietti regalo a 6 euro da donare ad amici e parenti.

Ingresso ai film 8 euro, ridotto 6 euro. Info www.stensen.org, viale don Minzoni 25, tel.: 055576551

L'articolo Natale e Capodanno allo Stensen con Lulu Wang e Woody Allen proviene da www.controradio.it.

Allo Stensen gli anni di piombo tra film e incontri

Allo Stensen gli anni di piombo tra film e incontri

Al Cinema Stensen di Firenze un ciclo di film e incontri sugli anni di piombo dal titolo “La memoria divisa: gli inizi degli anni di piombo nella storia e nel cinema”. Mercoledì 11 dicembre ospite il giornalista Gianni Barbacetto

“La memoria divisa: gli inizi degli anni di piombo nella storia e nel cinema”. Il 12 dicembre 1969, cinquant’anni fa, con l’attentato di Piazza Fontana si rivela la strategia della tensione e l’Italia entra negli anni di piombo. In quegli stessi mesi arrivarono nuovi film di Visconti, Cavani, Petri, Pontecorvo e tanti altri, dimostrando una vitalità culturale e di rappresentazione del nostro paese che poi si sarebbe in parte persa. Il cinema diventava specchio del malessere di una società e anticipatore di una tensione sociale e politica che non si sarebbe più spenta. La vita culturale, sociale e politica della fine degli anni sessanta andava a impattare sul nuovo decennio. 50 anni dopo la Fondazione Stensen propone un viaggio, breve e intenso, dentro un inverno che cambiò l’Italia moderna.

Si parte mercoledì mercoledì 11 dicembre – ore 20.30 con l’incontro “L’anniversario: Piazza Fontana.” con Gianni Barbacetto, giornalista e scrittore, autore di Piazza Fontana – il primo atto dell’ultima guerra italiana (Garzanti 2019) insieme alla proiezione di alcuni filmati cinematografici d’archivio. Modera Stefano Stefani.

Si prosegue mercoledì 14 gennaio alle 20.30 con il film “La caduta degli Dei” di Luchino Visconti, la cui prima proiezione al cinema fu il 16 ottobre 1969; martedì 21 gennaio alle 20.30 sarà la volta del film “Queimada” di Gillo Pontecorvo (prima proiezione al cinema 21 dicembre 1969) e martedì 11 febbraio alle 20.30 il film “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto” di Elio Petri (prima proiezione al cinema 12 febbraio 1970)

Tutti gli incontri e i film si terranno al Cinema Stensen, viale don Minzoni 25. Incontri a ingresso libero, ingresso ai film 6 euro. INFO

L'articolo Allo Stensen gli anni di piombo tra film e incontri proviene da www.controradio.it.

Il fumettista Igort protagonista allo Stensen

Il fumettista Igort protagonista allo Stensen

Martedì 3 dicembre il film tratto dal suo fumetto “5 è il numero perfetto”, con Toni Servillo. L’artista sarà presente in sala. Stensen, a Firenze dalle ore 21.00

Il fumettista Igort protagonista di una serata al Cinema Stensen. Appuntamento  martedì 3 dicembre alle ore 21, con il film “5 è il numero perfetto”, il film diretto da Igort e tratto dalla sua omonima graphic novel di successo, ambientato in una Napoli degli anni 70, piovosa e notturna. Igort sarà presente in sala

Il film segue le vicende di Peppino Lo Cicero, interpretato da Toni Servillo. Un camorrista di seconda classe in pensione che torna in pista dopo l’omicidio di suo figlio. Questo avvenimento tragico innesca una serie di azioni e reazioni violente ma è anche la scintilla per cominciare una nuova vita. Il film è la storia di un’amicizia tradita, ma anche di una seconda opportunità e di una rinascita. Tra gli altri attori del film Valerie Golino e Carlo Buccirosso.

Ingresso 8 euro, ridotto 6 euro. Info www.stensen.org, 055/576551

L'articolo Il fumettista Igort protagonista allo Stensen proviene da www.controradio.it.