Selfie, il film che racconta la realtà napoletana con gli occhi di 2 adolescenti

Selfie, il film che  racconta la realtà napoletana con gli occhi di 2 adolescenti

Allo Stensen di Firenze il film “Selfie”, che racconta la realtà napoletana con gli occhi di 2 adolescenti. Giovedì 30 maggio ore 21, il regista presente in sala

La realtà dei quartieri napoletani vista con gli occhi di due ragazzini, che filmano le loro giornate con un telefonino. E’ il film “Selfie” di Agostino Ferrante (presente in sala), in programma alle 21, giovedì 30 maggio allo Stensen (viale don Minzoni 25, ingresso 8 euro), il primo film italiano interamente girato con video selfie e acclamato al festival di Cannes.

E’ la storia di Alessandro e Pietro che hanno 16 anni e vivono nel Rione Traiano di Napoli. Sono amici fraterni, abitano a pochi metri di distanza, uno di fronte all’altro, separati da Viale Traiano dove Davide, un ragazzo coetaneo dei due è stato ucciso da un carabiniere che lo aveva scambiato per un latitante. Alessandro ha trovato un lavoro da cameriere mentre Pietro cerca un posto da parrucchiere. I due hanno accettato la proposta del regista di riprendersi con il telefonino raccontando così la loro quotidianità di ragazzi come tanti altri nel mondo. Aiutati dalla guida del regista, i due interpretano se stessi, oltre che fare da cameraman, guardandosi sempre nel display del cellulare, come fosse uno specchio in cui rivedere la propria vita. Per i protagonisti e per lo spettatore è l’occasione di confrontarsi con uno spaccato di vita troppo spesso negato dagli stereotipi della malavita campana. Il regista ha voluto raccontare la stessa realtà di “Gomorra” in maniera diversa. “Volendo raccontare quella realtà dal punto di vista di chi la vive, ho pensato che poteva essere un’idea, una provocazione, inquadrare gli occhi di chi guarda invece che ciò che viene guardato. Tanto quello che loro vedono lo sappiamo, ce lo immaginiamo”.

 

L'articolo Selfie, il film che racconta la realtà napoletana con gli occhi di 2 adolescenti proviene da www.controradio.it.

Il cibo protagonista di “Si fa di sabato!” allo Stensen

Il cibo protagonista di “Si fa di sabato!” allo Stensen

Prosegue il 6 aprile alle 11:30 al Cinema Stensen di Firenze “Si fa di sabato!”, la trasmissione live di Controradio con Paolo Hendel, Daniela Morozzi, Gaia Nanni e Raffaele Palumbo. In collaborazione con la Città Metropolitana di Firenze e Publiacqua.

Tema della puntata, il cibo. Ne parleranno Leonardo Torrini, trippaio di Gavinana, dove ha il suo chiosco, e membro esecutivo di SlowFood Toscana. La dottoressa Francesca Faldi, dietista e nutrizionista, si occupa di malattie legate al cibo e fa parte dello staff Laurenziana Basket. Jean-Michel Carasso, pioniere della cucina multietnica in Italia, esperto enciclopedico di ricette e spezie del mondo, proprio a Firenze ha iniziato la sua carriera di chef.

Per la rubrica “Genio Fiorentino” sarà presente Maurizio Lombardi. Attore, regista e autore, lo abbiamo visto di recente in TV nelle serie “Il nome della rosa” e “I Medici”, ma anche “I delitti del BarLume” e molte altre. Le sue interpretazioni al cinema vantano ruoli e collaborazioni importanti, ma è al teatro che Lombardi deve la sua passione per la recitazione. Il 9 aprile torna sul palcoscenico con “L’uomo rondine” da lui scritto, diretto e interpretato.

In ogni appuntamento si tiene un focus sulle attività e sugli eventi del territorio fiorentino, in cui saranno raccontati i progetti in corso d’opera e futuri. A parlarne sabato 6 aprile sarà il consigliere metropolitano Andrea Ceccarelli.

Chiuderanno il live con brani sul cibo (a chilometro zero) gli ormai famosi Duova.

L’ingresso è libero, diretta su Controradio e su Facebook.

L'articolo Il cibo protagonista di “Si fa di sabato!” allo Stensen proviene da www.controradio.it.

“Cambiare la scuola per cambiare il paese” allo Stensen di Firenze

“Cambiare la scuola per cambiare il paese” allo Stensen di Firenze

“Cambiare la scuola per cambiare il paese”, venerdì 29 marzo alle 16 allo Stensen di Firenze (via don Minzoni 25c). Incontro tra dirigenti scolastici, insegnanti, personale Ata, studenti, genitori, cittadini per discutere di idee sulla scuola.

Di seguito il comunicato stampa dell’evento:

“Cambiare la scuola per cambiare il Paese”: siamo un gruppo di persone di scuola che si riconoscono all’interno dell’area politico-culturale generalmente denominata “progressista”. Intendiamo promuovere un’iniziativa rivolta a dirigenti scolastici, insegnanti, personale Ata, studenti, genitori, ma anche a tutti i cittadini.

Di fronte alle rapide trasformazioni che investono la modernità, riteniamo necessario aprire una riflessione collettiva sul ruolo che la scuola può e deve avere nel rinnovamento del Paese. Un Paese che vorremmo aperto, solidale, inclusivo.

Crediamo necessario ricominciare a parlare e ad ascoltarci, mobilitare le nostre intelligenze per cambiare dal basso le scuole e dare un contributo di idee alle forze politiche e sociali che hanno la responsabilità delle decisioni.
Per questo abbiamo pensato ad un appuntamento per incontrarci e discutere insieme. Ci ritroveremo venerdì 29 marzo alle 16 presso il cinema Stensen di Firenze (via don Minzoni 25c), ingresso libero.
Saranno previsti interventi brevi di 5 minuti per dare a tanti la possibilità di parlare. Chiediamo di porre le principali questioni che interessano, quello che ognuno di noi sente importante e urgente in questo momento”.

Oltre ai i promotori dell’iniziativa, saranno presenti Eraldo Affibati, scrittore e insegnante, Francesca Chiavacci, presidente nazionale Arci, Umberto Broccoli, archeologo e saggista, Raffaele Palumbo, giornalista di Controradio. Verrà inoltre proiettato un video di Liliana Segre, senatrice a vita e superstite dell’Olocausto. Altre personalità hanno espresso interesse e stanno valutando la loro partecipazione.
Sono attesi in quanto invitati a fare un intervento i candidati sindaco di area progressista per il Comune di Firenze Dario Nardella, Antonella Bundu, Andrés Lasso, Mustafa Watte, Gabriele Giacomelli.

Interverranno:
– Ludovico Arte, Dirigente scolastico
– Giuseppe Bagni, presidente nazionale CiDi (associazone professionale di formazione per i docenti)
– Giulio Mannucci, Dirigente scolastico
– Alessandro Rapezzi, docente

Chi è interessato a fare un intervento può scrivere a: cambiarescuolapercambiarepaese@gmail.com

L'articolo “Cambiare la scuola per cambiare il paese” allo Stensen di Firenze proviene da www.controradio.it.

Dafne, allo Stensen anteprima nazionale del film di Federico Bondi

Dafne, allo Stensen anteprima nazionale del film di Federico Bondi

Martedì 19 marzo al Cinema Stensen di Firenze l’anteprima nazionale di “Dafne”, il nuovo film del regista fiorentino Federico Bondi. Alla proiezione sarà presente il regista insieme al cast. Vincitore del Premio Fipresci nella sezione Panorama dell’ultima Berlinale, “Dafne” sarà nelle sale italiane dal 21 marzo, Giornata Mondiale delle Persone con Sindrome di Down

Il film è la storia di Dafne, interpretata dall’esordiente Carolina Raspanti. Lei ha trentacinque anni, un lavoro che le piace, amici e colleghi che le vogliono bene. Ha la sindrome di Down e vive insieme ai genitori, Luigi (Antonio Piovanelli) e Maria (Stefania Casini). L’improvvisa scomparsa della madre manda in frantumi gli equilibri familiari: Dafne è costretta ad affrontare non solo il lutto ma anche a sostenere Luigi, sprofondato nella depressione. Grazie all’affetto di chi le sta intorno, alla propria determinazione e consapevolezza, Dafne trova la forza di reagire e cerca invano di scuotere il padre. Fino a quando un giorno accade qualcosa di inaspettato: intraprenderanno insieme un cammino in montagna verso il paese natale di Maria e, nel tentativo di guardare avanti, scopriranno molto l’uno dell’altra.

“Qualche anno fa – racconta il regista Federico Bondi – vidi alla fermata dell’autobus un padre anziano e una figlia con la sindrome di Down che si tenevano per mano. Fermi, in piedi, tra il via vai di macchine e passanti mi apparvero come degli eroi, due sopravvissuti. Dafne nasce da questa immagine-emozione, la scintilla che mi ha spinto ad approfondire. Sono entrato con curiosità in un mondo che non conoscevo, finché ho avuto la fortuna di incontrare Carolina Raspanti, con cui è nata un’amicizia fondamentale non solo per il film ma anche per la mia vita. Sul set, la sua presenza si è rivelata un esempio per tutti: Carolina non subisce la propria diversità ma la accoglie, ci dialoga, vive la sua condizione con matura serenità”.

INFO  www.stensen.org 055-576551
Ingresso 8 euro Biglietti in prevendita al Cinema Stensen

L'articolo Dafne, allo Stensen anteprima nazionale del film di Federico Bondi proviene da www.controradio.it.

“Si fa di Sabato” del 16 marzo allo Stensen

“Si fa di Sabato” del 16 marzo allo Stensen

Sabato 16 marzo alle 11.15 al Cinema Stensen di Firenze (ingresso libero), un nuovo appuntamento con “Si fa di sabato” la nuova trasmissione live di Controradio.

Paolo Hendel, Daniela Morozzi, Gaia Nanni e Raffaele Palumbo parleranno con grandi ospiti del tema della puntata: la felicità, in tutte le sue declinazioni. Ci sarà un’intervista di Paolo Hendel a Michele Serra, lo scrittore Vanni Santoni con il suo ultimo libro “I fratelli Michelangelo”, il prof. Stefano Bartolini, docente di Economia politica e sociale presso l’Università di Siena con il suo saggio “Manifesto per la felicità – come passare dalla società del ben-avere a quella del ben–essere”, il Sindaco di Firenze Dario Nardella con un sondaggio sui fiorentini, ed Elena Molini divenuta sul web un caso nazionale con la sua libreria chiamata “piccola farmacia letteraria”, una cura dell’anima attraverso i libri.

Big dello spettacolo, esperti dalla ricerca scientifica e personalità della cultura, della rete o del giornalismo per riflettere, con il sorriso, sull’attualità: questo è il filo rosso dei nove appuntamenti organizzati da Controradio, veri e propri show diretti e improvvisati live da Paolo Hendel, Daniela Morozzi e Gaia Nanni, coordinati da Raffaele Palumbo, scritti da Marco Vicari e Matteo Marsan, che ogni sabato, fino al 27 aprile, toccheranno i maggiori teatri e cinema del capoluogo toscano.

L’appuntamento sarà trasmesso in diretta radiofonica sulle frequenze di Controradio (FM 93.6 – 98.9), e in video sulla pagina Facebook Controradio Firenze. In ogni appuntamento si terrà un focus sulle attività e sugli eventi del territorio fiorentino, in cui saranno raccontati i progetti in corso d’opera e futuri.

Si fa di sabato proseguirà poi il 23 marzo allo Spazio Alfieri, il 30 marzo al Teatro di Rifredi, il 6 aprile al Cinema Stensen, il 13 aprile allo Spazio Alfieri e infine il 27 aprile al Cinema La Compagnia. Ingresso libero agli incontri. Il programma è realizzato con il sostegno di Publiacqua e della Città Metropolitana di Firenze.

Per ulteriori informazioni  www.controradio.it

L'articolo “Si fa di Sabato” del 16 marzo allo Stensen proviene da www.controradio.it.