Dafne, allo Stensen anteprima nazionale del film di Federico Bondi

Dafne, allo Stensen anteprima nazionale del film di Federico Bondi

Martedì 19 marzo al Cinema Stensen di Firenze l’anteprima nazionale di “Dafne”, il nuovo film del regista fiorentino Federico Bondi. Alla proiezione sarà presente il regista insieme al cast. Vincitore del Premio Fipresci nella sezione Panorama dell’ultima Berlinale, “Dafne” sarà nelle sale italiane dal 21 marzo, Giornata Mondiale delle Persone con Sindrome di Down

Il film è la storia di Dafne, interpretata dall’esordiente Carolina Raspanti. Lei ha trentacinque anni, un lavoro che le piace, amici e colleghi che le vogliono bene. Ha la sindrome di Down e vive insieme ai genitori, Luigi (Antonio Piovanelli) e Maria (Stefania Casini). L’improvvisa scomparsa della madre manda in frantumi gli equilibri familiari: Dafne è costretta ad affrontare non solo il lutto ma anche a sostenere Luigi, sprofondato nella depressione. Grazie all’affetto di chi le sta intorno, alla propria determinazione e consapevolezza, Dafne trova la forza di reagire e cerca invano di scuotere il padre. Fino a quando un giorno accade qualcosa di inaspettato: intraprenderanno insieme un cammino in montagna verso il paese natale di Maria e, nel tentativo di guardare avanti, scopriranno molto l’uno dell’altra.

“Qualche anno fa – racconta il regista Federico Bondi – vidi alla fermata dell’autobus un padre anziano e una figlia con la sindrome di Down che si tenevano per mano. Fermi, in piedi, tra il via vai di macchine e passanti mi apparvero come degli eroi, due sopravvissuti. Dafne nasce da questa immagine-emozione, la scintilla che mi ha spinto ad approfondire. Sono entrato con curiosità in un mondo che non conoscevo, finché ho avuto la fortuna di incontrare Carolina Raspanti, con cui è nata un’amicizia fondamentale non solo per il film ma anche per la mia vita. Sul set, la sua presenza si è rivelata un esempio per tutti: Carolina non subisce la propria diversità ma la accoglie, ci dialoga, vive la sua condizione con matura serenità”.

INFO  www.stensen.org 055-576551
Ingresso 8 euro Biglietti in prevendita al Cinema Stensen

L'articolo Dafne, allo Stensen anteprima nazionale del film di Federico Bondi proviene da www.controradio.it.

L’attore Rutger Hauer star al Lucca Film festival e Europa Cinema 2019

L’attore Rutger Hauer star al Lucca Film festival e Europa Cinema 2019

La star internazionale Rutger Hauer, attore cult per le sue interpretazioni leggendarie in Blade Runner e Ladyhawke, sarà uno degli ospiti dell’edizione 2019 del Lucca Film Festival e Europa Cinema dal 13 al 21 aprile

Con Joe Dante, Mick Garris e Philip Gröning, l’attore olandese diventa la quarta star internazionale annunciata per la prossima edizione del Lucca Film Festival, rendendo ancor più ricco il red carpet di quest’anno. Durante il festival Hauer riceverà il Premio alla Carriera dell’edizione 2019, sarà uno dei componenti della giuria internazionale del concorso lungometraggi e terrà una masterclass dedicata al tema del “futuro”.

L’omaggio a Rutger Hauer sarà caratterizzato da un evento unico e performativo dal titolo Tears in rain per celebrare il film Blade Runner (1982) di Ridley Scott, ambientato a Los Angeles proprio nel 2019. L’evento si terrà il 20 aprile dalle ore 19:00 alle 02:00, nell’ambito di Effetto Cinema Notte, una delle sezioni protagoniste del festival organizzata grazie al sostegno della Fondazione Banca del Monte di Lucca. L’attore presenzierà a questa manifestazione che mira a ricreare l’atmosfera futuristica del film grazie a un’ambientazione animata da figuranti in costumi cyberpunk e dalla colonna sonora di Vangelis musicata dal vivo.

Il festival omaggerà l’attore olandese con la proiezione di una selezione dei suoi film, per ripercorrere una carriera che lo ha portato a prendere parte a oltre 80 pellicole.

INFO FESTIVAL

L'articolo L’attore Rutger Hauer star al Lucca Film festival e Europa Cinema 2019 proviene da www.controradio.it.

L’attore Rutger Hauer star al Lucca Film festival e Europa Cinema 2019

L’attore Rutger Hauer star al Lucca Film festival e Europa Cinema 2019

La star internazionale Rutger Hauer, attore cult per le sue interpretazioni leggendarie in Blade Runner e Ladyhawke, sarà uno degli ospiti dell’edizione 2019 del Lucca Film Festival e Europa Cinema dal 13 al 21 aprile

Con Joe Dante, Mick Garris e Philip Gröning, l’attore olandese diventa la quarta star internazionale annunciata per la prossima edizione del Lucca Film Festival, rendendo ancor più ricco il red carpet di quest’anno. Durante il festival Hauer riceverà il Premio alla Carriera dell’edizione 2019, sarà uno dei componenti della giuria internazionale del concorso lungometraggi e terrà una masterclass dedicata al tema del “futuro”.

L’omaggio a Rutger Hauer sarà caratterizzato da un evento unico e performativo dal titolo Tears in rain per celebrare il film Blade Runner (1982) di Ridley Scott, ambientato a Los Angeles proprio nel 2019. L’evento si terrà il 20 aprile dalle ore 19:00 alle 02:00, nell’ambito di Effetto Cinema Notte, una delle sezioni protagoniste del festival organizzata grazie al sostegno della Fondazione Banca del Monte di Lucca. L’attore presenzierà a questa manifestazione che mira a ricreare l’atmosfera futuristica del film grazie a un’ambientazione animata da figuranti in costumi cyberpunk e dalla colonna sonora di Vangelis musicata dal vivo.

Il festival omaggerà l’attore olandese con la proiezione di una selezione dei suoi film, per ripercorrere una carriera che lo ha portato a prendere parte a oltre 80 pellicole.

INFO FESTIVAL

L'articolo L’attore Rutger Hauer star al Lucca Film festival e Europa Cinema 2019 proviene da www.controradio.it.

“La Fuga”, esordio alla regia della regista pistoiese Sandra Vannucchi, in tour nei cinema della Toscana

“La Fuga”, esordio alla regia della regista pistoiese Sandra Vannucchi, in tour nei cinema della Toscana

“La Fuga”, opera prima della regista pistoiese Sandra Vannucchi, finalista all’Efa Young Audience Award 2018 e premiato a numerosi festival internazionali, arriva in tour nella sua terra natale, la Toscana, distribuito da Lo Scrittoio.Il film è interpretato dalla giovane attrice fiorentina Lisa Ruth Andreozzi, Donatella Finocchiaro e Filippo Nigro

Girato tra Pistoia e Roma, “La Fuga” vede come protagonisti due attori noti al grande pubblico: Donatella Finocchiaro – Premio FICE 2018 e fresca di candidatura ai David di Donatello 2019 – e Filippo Nigro, che interpretano i genitori della giovane protagonista, l’attrice fiorentina Lisa Ruth Andreozzi.

Prima tappa del viaggio sarà il capoluogo toscano, Firenze, dove il film sarà in programma al cinema Spazio Alfieri (www.spazioalfieri.it) nelle giornate di giovedì 14 (ore 20.00), venerdì 15 (ore 18.30) e sabato 16 marzo (ore 16.15). Alle proiezioni saranno presenti la regista Vannucchi e l’attrice protagonista Andreozzi, che introdurranno il film e incontreranno il pubblico in sala.

Sempre venerdì 15 marzo, alle 20.30, la pellicola sarà al Cinema Giometti di Prato , dove sarà introdotta dall’intervento della regista, dell’attrice protagonista e dal produttore Michael King.

Il tour proseguirà poi con due eventi speciali proprio a Pistoia, dove il film, accompagnato da regista, protagonista e produttore, sarà presentato al Cinema Roma (www.cinemaromapistoia.it/) domenica 17, ore 20.30 e lunedì 18, ore 21.30.

“La Fuga” racconta di Silvia, una bambina di undici anni curiosa e vivace, che vive una situazione familiare complessa, segnata dalla depressione cronica della madre e dalle continue incomprensioni e difficoltà di comunicazione con il padre. La malattia della madre rende estremamente fragili gli equilibri nei rapporti tra genitori e figli. Sogni e aspirazioni di questi ultimi, anche molto semplici, restano inascoltati in una quotidianità in cui ciascuno appare concentrato principalmente su se stesso e i propri problemi. Silvia ha il grande desiderio di visitare Roma, ma in famiglia resta sempre inascoltata; capendo che nessuno le permetterà di realizzare il suo sogno decide di scappare, determinata a visitare la città per conto proprio. Durante il viaggio in treno incontra una ragazza rom, Emina, con cui instaura subito un forte legame di amicizia. La fuga di Silvia si rivelerà così capace di innescare un processo di crescita e di trasformazione in Silvia stessa e in tutti coloro che la circondano.

L'articolo “La Fuga”, esordio alla regia della regista pistoiese Sandra Vannucchi, in tour nei cinema della Toscana proviene da www.controradio.it.

“Diabolik sono io” al cinema solo per 3 giorni, dall’11 al 13 marzo 2019

“Diabolik sono io” al cinema solo per 3 giorni,  dall’11 al 13 marzo 2019

Il docu-film che propone un inedito identikit del mitico ladro creato dalle sorelle Giussani. Un’indagine avvincente sul mistero del primo disegnatore di Diabolik, inspiegabilmente scomparso senza lasciare tracce dopo aver consegnato le tavole del primo albo della saga. Scopri la programmazione in Toscana

È il ladro che più di ogni altro è entrato nella leggenda, un fenomeno assoluto del mondo del fumetto con milioni di copie vendute

Nato nel 1962 dalla fantasia di Angela e Luciana Giussani e protagonista dell’omonima testata, DIABOLIK è tuttora uno dei fumetti più venduti in Italia e un’icona assoluta del mondo della letteratura disegnata. Ora, per la prima volta, la storia di questo straordinario personaggio verrà raccontata in un docu-film prodotto da Anthos Produzioni con Rai Cinema in collaborazione con la casa editrice Astorina.

Nelle salecome evento speciale solo per tre giorni, l’11, 12, 13 marzo,  guiderà gli spettatori attraverso la storia dell’intuizione di due giovani ed entusiaste imprenditrici milanesi nei primi anni ‘60, le sorelle Giussani, capaci di dar vita al Re del Terrore e al suo mondo. Oltre a mostrare rari materiali d’archivio della casa editrice, il docu-film, scritto da Mario Gomboli assieme a Giancarlo Soldi, che ne firma anche la regia, si rivelerà anche un’indagine avvincente che cercherà una possibile spiegazione del mistero legato ad Angelo Zarcone (interpretato dall’attore Luciano Scarpa), il disegnatore del Numero Uno di Diabolik, inspiegabilmente scomparso senza lasciare tracce dopo aver completato le tavole di quel primo albo.

Di Zarcone, soprannominato ‘il tedesco’ per la carnagione chiara e i capelli biondi, si sa soltanto che dopo aver consegnato alla redazione Astorina le tavole de Il re del terrore, il primo numero di Diabolik, sparì senza lasciare recapiti. Sembrava essersi volatilizzato. Si narra che nel 1982, in occasione del ventennale della testata, Angela e Luciana assoldarono persino il famoso investigatore Tom Ponzi per ritrovare Zarcone, ma il misterioso disegnatore si era come dissolto nel nulla. Un uomo in fuga, un latitante, un’ombra nera che si aggira nella notte, cosa succederebbe se quel disegnatore si trovasse oggi a cercare se stesso? Chi troverebbe? Angelo Zarcone oppure Diabolik?

Dopo il suo esordio nel 1962, il fumetto dedicato a Il Re del Terrore, dal nome del primissimo albo, raggiunse in breve tempo altissime tirature diventando un fenomeno di costume studiato da sociologi ed esperti di comunicazione. Da oltre cinquant’anni Diabolik viene edito senza interruzioni e ha superato gli 850 episodi pubblicati; i primi numeri della serie hanno raggiunto elevate quotazioni di mercato nel collezionismo. Dalla sua nascita ad oggi Diabolik ha venduto quasi 150 milioni di copie.

PROGRAMMAZIONE IN TOSCANA

Firenze Odeon Portico The Space UCI Cinemas Firenze
Livorno The Space
Lucca Moderno
Pisa Odeon
Pistoia Roma
Poggibonsi Politeama
Prato Omnia Center
Viareggio Odeon

L'articolo “Diabolik sono io” al cinema solo per 3 giorni, dall’11 al 13 marzo 2019 proviene da www.controradio.it.