Romeo & Giulietta di Franco Zeffirelli. Una mostra per il cinquantesimo anniversario del film

Romeo & Giulietta di Franco Zeffirelli. Una mostra per il cinquantesimo anniversario del film

Il prossimo 28 luglio si apre a Palazzo Piccolomini a Pienza una mostra per il cinquantesimo anniversario del celeberrimo film  ‘Romeo & Giulietta’, diretto da Franco Zeffirelli, girato nella città di Pio II nel 1968, prevalentemente negli interni del palazzo che nella finzione è casa Capuleti, dove i due giovani protagonisti, si incontrano per la prima volta a una festa da ballo.

WHAT IS A YOUTH? è il titolo della canzone che, nella ricostruzione della tragedia shakespeariana voluta dal geniale regista toscano, risuona all’interno del cortile del palazzo durante il ballo. La musica venne composta da Nino Rota, mentre il testo italiano fu scritto da Elsa Morante.

La mostra, oltre a ricordare l’anniversario dell’uscita del film, intende porre l’attenzione sugli usi e i costumi della casa del Rinascimento, così come risulta bene evidente dalla finzione cinematografica di Franco Zeffirelli: non a caso, per girare le scene del film, il regista scelse Palazzo Piccolomini, non solo per il suo carattere monumentale, ma anche per la sua autenticità conservativa di dimora rinascimentale.

Il percorso della mostra parte dal cortile, costituito da un loggiato a tre arcate, e dal giardino pensile, proseguendo al piano nobile del Palazzo: sala d’ingresso, sala da pranzo, sala della musica, camera di Pio II e biblioteca.

Le foto di set e le foto di scena, messe a disposizione dalla Fondazione Zeffirelli, saranno disposte nelle sale dove sono state scattate, in modo da far rivivere gli ambienti come se i personaggi del film si muovessero negli interni e li animassero di nuovo, offrendo al visitatore uno spaccato ancora più autentico della vita quotidiana del Rinascimento, così magistralmente ricostruita dal regista.

Insieme alle foto saranno esposti nelle sale anche i costumi di scena realizzati da Danilo Donati e vincitori nel 1969 del premio Oscar, oggi proprietà della Fondazione Cerratelli. Si avrà quindi la possibilità di ammirare da vicino dei capolavori di alta sartoria cinematografica all’interno dell’ambiente per cui sono stati concepiti.

L’esposizione è promossa dalla Società di Esecutori di Pie Disposizioni Onlus, che ha la cura per la valorizzazione del Palazzo Piccolomini e dalla Fondazione Zeffirelli, prodotta e gestita da Opera-Civita.

Nelle celebrazioni è stato coinvolto il Comune di Pienza che, a sua volta, ha chiamato a raccolta le altre città dove è stato girato il film, Gubbio e Tuscania, dove sarà allestita, anche in questo caso, una mostra con materiale messo a disposizione dall’archivio della Fondazione Zeffirelli.

INFO

 

 

L'articolo Romeo & Giulietta di Franco Zeffirelli. Una mostra per il cinquantesimo anniversario del film proviene da www.controradio.it.

Remo Anzovino “Musiche per il film The Cameramen”

Remo Anzovino “Musiche per il film The Cameramen”

Remo Anzovino è uno dei massimi esponenti della musica strumentale italiana musica il film “The Cameramen” con Buster Keaton. Sabato 21 luglio dalle 21.15 con ingresso libero (ma prenotazione obbligatoria)

Considerato da critica e pubblico uno dei più originali e innovativi compositori in circolazione, Remo Anzovino è uno dei massimi esponenti della musica strumentale italiana. Ha composto le musiche per i maggiori capolavori del cinema muto collaborando con le più prestigiose cineteche e partecipando ai principali festival internazionali.

Il cameraman (The Cameraman) è un film del 1928 diretto da Edward Sedgwick e, non accreditato, Buster Keaton, che interpreta anche il protagonista. Primo film di Keaton distribuito dalla Metro Goldwyn Mayer. Considerato uno dei grandi capolavori di Keaton. E’ conosciuto in Italia anche col titolo di Io… e la scimmia oppure Io e la scimmia

Apertura della piazza anticipata alle ore 20.00 per accedere gratuitamente ai luoghi d’arte più significativi attigui. Il MusArt Festival dal 17 al 28 luglio a pochi passi dal Duomo di Firenze, abbinerà grandi nomi della musica italiana e internazionale a visite d’arte, cultura e gourmet.

Per prenotarsi QUI

L'articolo Remo Anzovino “Musiche per il film The Cameramen” proviene da www.controradio.it.

Men/go Festival dall’11 al 14 luglio ad Arezzo

Men/go Festival dall’11 al 14 luglio ad Arezzo

In programma dall’11 al 14 luglio, il Men/go Festival uno dei punti di riferimento nel panorama musicale indipendente e promotore della diffusione della musica e della creatività giovanile, La nuova edizione si svolgerà nel parco Il Prato di Arezzo dall’11 al 14 luglio.

Quattro giorni di musica e appuntamenti, ogni sera a partire dalle ore 18 e a ingresso completamente gratuito, compongono un ricco programma. Tra gli artisti attesi sul palco quest’anno anche Cosmo, Frah Quintale, Joan Thiele, Willie Peyote, Gemitaiz, Bud Spencer Blues Explosion, Selton, Clap your hands Say Yeah, I Ministri, Coma_Cose, IvreaTronic, Paletti, Siberia, San Diego, Viito. Le serate del Festival saranno presentate da Alberto “Pernazza” Argentesi, presentatore televisivo e musicista, ex tastierista del gruppo Ex Otago.

Oltre al programma musicale che si contraddistingue per l’eterogeneità e la trasversalità, proponendo artisti che spaziano dall’indie pop  al cantautorato, passando per l’alt-rock e il rap, sono confermate anche le edizioni parallele del MENGO CULT, il palco letterario del Festival, in collaborazione con Inkorsivo, nel cuore di Piazza Grande, sotto il celebre loggiato del Vasari, e di MENGO CINEMA, presso l’arena Eden, in collaborazione con Associazione Doppio Sogno, ad arricchire la programmazione musicale con incontri, presentazioni e dibattiti di natura letteraria e cinematografica.

Tra i numerosi attesi ospiti del MENGO CINEMA, lunedì 9 luglio sarà il regista  Sergio Martino icona del cinema di genere anni 70′ e ’80, il primo ospite del festival, a seguire la proiezione del cult “L’allenatore nel pallone”. Venerdì 13 luglio alle 19.30 incontro con Cecilia Dazzi Roberto D’Ippolito e Gaia Bonsignore a seguire la proiezione del cortometraggio “Stella1” e, per rimanere in tema ‘spazio’, la serata proseguirà con “2001 Odissea nello Spazio”. Sabato 14 luglio alle 19.30 incontro con Edoardo Pesce e a seguire la proiezione di “Dogman”, mentre domenica 15 luglio dalle ore 19.30, l’attore Giuseppe Battison incontrerà il pubblico prima della proiezione del film “Zoran il mio nipote scemo”.

Annunciati anche gli incontri del MENGO CULT: mercoledì 11 luglio, a partire dalle ore 18.30, Giorgio Nardone, presenta “La paura delle malattie”, a moderare l’incontro Pier Luigi Rossi, Giacomo Cherici e Marzia Sandroni

Durante i giorni di Festival in collaborazione con Progetto5, dalle ore 21 fino alla fine di ogni serata, saranno attivi i laboratori e l’animazione per i bambini e sarà garantita la piena accessibilità a tutte le aree, con la promozione di azioni tese a sensibilizzare sul tema della disabilità e più in generale dello svantaggio.

Per consultare il PROGRAMMA nel dettaglio il sito ufficiale

 

L'articolo Men/go Festival dall’11 al 14 luglio ad Arezzo proviene da www.controradio.it.

“Vampyr” Ri-sonorizzazione dal vivo del film capolavoro di Carl Theodor Dreyer

“Vampyr” Ri-sonorizzazione dal vivo del film capolavoro di Carl Theodor Dreyer

Serpentu/Vampyr ri-sonorizzazione dal vivo del film capolavoro di Carl Theodor Dreyer Produzione originale Festival delle Colline. Mercoledì 11 luglio 2018 – Corte delle Sculture – Biblioteca Lazzerini – Prato

Alfred Hitchcock lo definì “l’unico film che valga la pena di vedere due volte”. “Vampyr” è uno dei più importanti film della storia del cinema, girato nel 1932 dal regista tedesco Carl Theodor Dreyer.

Fotogrammi che vedremo scorrere, in versione restaurata, sul grande schermo della Corte delle Sculture di Prato. E la colonna sonora sarà quella dei Serpentu, trio formato da Alessia Castellano, Lorenzo Cappelli e Mirko Maddaleno, musicisti attivi da anni nel panorama della musica indipendente (Blue Willa, Werner, Marlon Brando): due chitarre, violoncello, voci, percussioni e rumori, dediti sia alla scrittura di brani che all’improvvisazione libera.

Immerso in un’atmosfera fortemente onirica e caratterizzato da un selvaggio dialogo fra luci ed ombre, “Vampyr” è un horror fra il reale e l’immaginario, straripante di invenzioni visive che lasciano lo spettatore senza fiato. Produzione originale Festival delle Colline.

Mercoledì 11 luglio 2018 – ore 21.30 – ingresso gratuito INFO

Vampyr – Il vampiro (Vampyr – Der Traum des Allan Grey) è un film horror del 1932 diretto da Carl Theodor Dreyer.Liberamente ispirato ad alcune novelle di Joseph Sheridan Le Fanu, questo horror onirico affida il suo fascino più all’atmosfera e alla suggestione che alla tensione. I dialoghi sono ridotti al minimo, accompagnati da efficaci mix di rumori.

L'articolo “Vampyr” Ri-sonorizzazione dal vivo del film capolavoro di Carl Theodor Dreyer proviene da www.controradio.it.

Nuovo Cinema Puccini Garden, programma fino al 13 luglio

Nuovo Cinema Puccini Garden, programma fino al 13 luglio

Nuovo Cinema Puccini Garden Cortile della Ciminiera – Manifattura Tabacchi, Firenze con ingresso libero programma fino al 13 luglio 2018. Cinema, letture, incontri

Domenica 8 luglio ore 21.30

CINEMA Sorrentino vs Garrone “Le conseguenze dell’amore” di Paolo Sorrentino (100’) Opera seconda del regista premio Oscar Paolo Sorrentino. Un’occasione per riscoprire la storia dell’enigmatico Titta Di Girolamo (Toni Servillo) e del suo esilio forzato per conto della mafia. Un film unico ed ipnotico capace, come pochi, di svelarsi a piccole dosi e di tracciare le linee guida del cinema sorrentiniano.

Lunedì 9 luglio

ore 18.00  RACCONTI SOTTO LA TENDA – letture per bambini Il colibrì e il colore degli uccelli con Centrale dell’Arte

ore 21.30

CINEMA Gli imperdibili – Il cineforum dell’estate Arrival  di Denis Villeneuve (118’) Il decimo lungometraggio del regista canadese Denis Villeneuve tratta il tema di un possibile “incontro ravvicinato del terzo tipo” con forme di vita aliene arrivate sulla terra a bordo di enormi e misteriose astronavi. Il fascino e il potere del linguaggio che può condizionare il pensiero e il senso della vita condensati in un “piccolo” film, quasi intimo, ricco di effetti speciali.

martedì 10 luglio ore 21.30

THE LOST GENERATION  lettura scenica a cura di Pietro Grossi Ernest Hemingway: la vita nelle parole

mercoledì 11 luglio ore 21.30

CINEMA Inside the music – Dietro le quinte della grande musica Springsteen & I  di Bailie Walsh (124’)  La vita e la carriera del Boss attraverso gli occhi e le visioni dei suoi fan di tutto il mondo. Il rock diventato la colonna sonora di un’intera generazione in un documentario prodotto da Ridley Scott.

giovedì 12 luglio

ore 18.00 RACCONTI SOTTO LA TENDA – letture per bambini Il vaso vuoto (antica fiaba cinese) con Centrale dell’Arte

ore 21.30

CINEMA Italia oggi – piccoli e grandi successi Noi e la Giulia  di Edoardo Leo (115’) Ancora una commedia e ancora un film tratto da un libro (“Giulia 1300 e altri miracoli” di Fabio Bartolomei) per questo ciclo di piccoli grandi film italiani. Un film corale che funziona come un meccanismo ad orologeria per raccontare la storia (tragicomica) di un gruppo di “perdenti” capaci di sfidare la camorra.

venerdì 13 luglio ore 21.30

CINEMA Documentari – racconti dal mondo  Robert Doisneau – La lente delle meraviglie di Clementine Deroudille (83’) Straordinario ritratto di uno dei più grandi fotografi del 20° secolo, noto per capolavori immortali come “Il bacio” e per un approccio profondamente umanista verso l’Arte, realizzato grazie a un ricco archivio di immagini inedite e rarissimi video di repertorio.

INFO: All’interno del giardino è aperta tutti i giorni a partire dalle ore 18.00 la Griglieria del Mugello: griglieria e ristorante con specialità del Mugello, tortelli, pasta fatta in casa e tanto altro.  È presente un punto vendita de La libreria dei lettori, aperta tutte le sere.

Cortile della Ciminiera – Manifattura Tabacchi via delle Cascine 33 Firenze 055.362067

L'articolo Nuovo Cinema Puccini Garden, programma fino al 13 luglio proviene da www.controradio.it.