Firenze Short Film Festival

La Limonaia di Villa Strozzi ospita quest’anno la prima edizione del Firenze Short Film Festival, rassegna di cortometraggi provenienti sia dal territorio nazionale che dall’estero, organizzata da Tuttafirenze, Arseniko ed Officine Creative. Gli occhi delle telecamere saranno puntati su Firenze: i lavori in concorso avranno in comune l’abilità di scoprire le molte anime della città, di catturarne aspetti insoliti, originali e suggestivi. Tra i principali intenti del Festival, quello di dare spazio alla creazione di qualità, con una speciale attenzion al mondo delle piccole produzioni.

some image

Il Firenze Short Film Festival vuole essere infine un catalizzatore e un laboratorio di idee, sollecitando accanto a realizzazioni di alto livello anche forme di creatività più “libera” ed estemporanea.Il Festival, alla sua prima edizione, si propone come punto d’incontro tra la città di Firenze e il cinema, con una speciale attenzione al mondo del cortometraggio e con il desiderio di favorire e stimolare la creatività in ogni sua forma. L’idea è quella di scoprire, assieme ad autori di ogni provenienza, le facce nascoste e inattese di Firenze, e i differenti punti di vista sulla città, restituiti attraverso la lente di una macchina da presa. Per prendere visione del bando di concorso andare alla pagina   http://www.firenzeshortfilm.it/regolamento.html#concorso .

 

August Osage County

Dal 6 al 12 febbraio per la rassegna Original Sound è in programma al cinema Odeon August Osage County (I segreti di Osage County).Il film,costato 20 milioni di dollari il film ne ha incassati 28 in patria ,ricevendo però dalla critica americana un’accoglienza discreta ma non eccezionale. Di valore assoluto il cast che presenta due nomination ai premi Oscar,la non protagonista Julia Roberts e la “solita” Meryl Streep ,assecondate da comprimari di lusso come  Ewan McGregor, Chris Cooper, Abigail Breslin, Benedict Cumberbatch, Juliette Lewis e Sam Shepard.

L’omonima pièce teatrale di Tracy Letts da cui il film è tratto ha vinto il Premio Pulitzer ed è andata in scena per la prima volta sul palco del leggendario Steppenwolf Theatre di Chicago nell’estate del 2007, prima di esordire a Broadway nel dicembre dello stesso anno. Le rappresentazioni sono continuate con successo in una tournée internazionale e nel 2008 la pièce è stata insignita di cinque Tony Awards, tra cui quello per la Migliore Commedia. L’Oklahoma delle “grandi pianure”, dove in estate il caldo è soffocante. Beverly e Violet Weston (Shepard e Streep) portano avanti stancamente il loro lungo matrimonio. Lui, poeta e professore, beve. Lei s’impasticca come se non ci fosse un domani. All’improvvisa sparizione dell’uomo, la casa tornerà a riempirsi: le tre figlie (Roberts, Nicholson, Lewis), ormai lontane una con le altre, si ritrovano nel luogo dove sono cresciute. Una alle prese con il matrimonio agli sgoccioli, l’altra (apparentemente) ancora sola, e la terza, la svampita, accompagnata da un cialtrone che le ha promesso mari e monti. Verrà tutto a galla, anche le cose più insospettabili di un passato che sembrava sepolto. John Wells riunisce un cast di stelle per portare sullo schermo la pièce premiata con il Pulitzer di Tracy Letts (anche autore, tra gli altri, di Killer Joe e senatore Lockhart nel serial Homeland). Nella migliore tradizione dei film-teatrali, August: Osage County affida alla parola e agli stati d’animo i cambi di ritmo di un racconto solido e strutturato. Facilitato, in questo, dalla verve di attori straordinari: oltre alla Streep e alla Roberts – candidate all’Oscar – rubano la scena i comprimari di lusso, come la zia Margo Martindale, lo zio Chris Cooper e il cugino Benedict Cumberbatch.

I SEGRETI DI OSAGE COUNTY | AUGUST: OSAGE COUNTY
Un film di John Wells, con Meryl Streep, Julia Roberts, Ewan Mc Gregor
Versione originale con sottotitoli | Original version with Italian subtitles
Giovedì 6 Febbraio: 16.00, 18.30, 21.00 | February, Thursday 6: 4.00, 6.30, 9.00 pm
Venerdì 7 Febbraio: 19.30, 22.00 | February, Friday 7: 7.30, 10.00 pm
Sabato 8 Febbraio: 16.00, 18.30, 21.00 | February, Saturday 8: 4.00, 6.30, 9.00 pm
Domenica 9 Febbraio: 16.00, 18.30, 21.00 | February, Sunday 9: 4.00, 6.30, 9.00 pm
Lunedì 10 Febbraio: 16.00, 18.30, 21.00 | February, Monday 10: 4.00, 6.30, 9.00 pm
Martedì 11 Febbraio: 16.00, 18.30, 21.00 | February, Tuesday 11: 4.00, 6.30, 9.00 pm
Mercoledì 12 Febbraio: 16.00 | February, Wednesday 12: 4.00 pm
Cinema Odeon | Piazza Strozzi | Firenze

La Febbre dell’Oro

Appuntamento oggi lunedì 3 febbraio, alle ore 20.30 al Cinema Portico (Via Capodimondo, 66) con uno dei grandi classici del cinema muto e del cinema in generale La febbre dell’oro (The Gold Rush-1925) di Charlie Chaplin.Per chi già conosce il film sarà un’occasione imperdibile per godersi il film tornato a nuova vita; per i più giovani si tratterà di una vera prima visione, dal momento che i film del grande Chaplin non trovano più spazio nella normale programmazione cinematografica e televisiva.

File:The gold rush 09.jpg
Dopo il successo della passata stagione, torna la collaborazione tra Quelli della Compagnia di Fondazione Sistema Toscana e le sale di Firenze al Cinema: una serie di appuntamenti con film restaurati, anteprime, opera cinema e tanto altro.Tra gli appuntamenti più attesi, CinemAdHoc, il progetto di Quelli della Compagnia in collaborazione col Festival dei Popoli che porta nelle sale i migliori documentari in anteprima e quelli premiati nei più importanti festival internazionali, e una data speciale il 7 Aprile in collaborazione con Lo Schermo dell’Arte Film Festival. Il primo appuntamento è appunto al Cinema Portico con la versione restaurata dalla Cineteca di Bologna all’interno del progetto Cinema Ritrovato, di The Gold Rush (La febbre dell’oro) di Charlie Chaplin, capolavoro immortale finalmente riportato alla versione originale che racconta le peripezie tragicomiche e sentimentali di Charlot ai tempi della corsa all’oro nel Klondyke.

Giornata della memoria 2014

Ancora un appuntamento per la giornata della memoria, anzi un doppio appuntamento oggi Giovedì 30 Gennaio, al Lyceum Club Internazionale di Firenze (via Alfani, 48).Aprirà la giornata Ida Zatelli, Professore ordinario di Lingua e Letteratura Ebraica all’Università di Firenze e vicepresidente dell’Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo, che terrà una conferenza dal tema “Memoria e riparazione del male”.A seguire verrà proiettato il bellissimo film “Train de vie” di Radu Mihaileanu, regista ebreo franco-rumeno figlio di un deportato che riuscì a fuggire da un campo di concentramento nazista. Si tratta di una commedia farsesca dalla cornice tragica che racconta la favola di un intero villaggio ebraico dell’Europa centro-orientale che, nel 1941, si mimetizza in finto treno di deportazione per evitare la cattura da parte dei veri soldati nazisti. Il film ha vinto il Sundance Film Festival del 1999.
Evento organizzato dalla sezione Letteratura del Lyceum Club Internazionale di Firenze presieduta da Enza Biagini.
Ingresso libero.

Il caso Mattei

Oggi, mercoledì 29 gennaio, alle 20,30 in programma al cinema Odeon la versione restaaurata de Il caso Mattei,capolavoro di Francesco Rosi con GianMaria Volontè.

Prosegue infatti la rassegna “Cinema Visionaries“, presentata da Gucci Museo e The Film Foundation di Martin Scorsese, in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana che porterà a Firenze otto pellicole restaurate. Un’occasione imperdibile per rivedere alcuni dei più importanti capolavori della storia del cinema restaurati nel loro splendore originale. Dal 2006 Gucci è impegnata ad aggiungere ogni anno un film a una collezione di pellicole restaurate attraverso il lavoro di The Film Foundation di Martin Scorsese. Non c’è modo più efficace per trasmettere il messaggio dell’importanza della conservazione che quello di fornire al pubblico l’opportunità di vedere in prima persona questi tesori cinematografici.

Il Caso Mattei, di Francesco Rosi
Cinema Odeon,mercoledì 29 gennaio ore 20,30 Introduce la giornalista Laura Delli Colli
Verrà proposta al pubblico fiorentino una video-intervista esclusiva al grande maestro del cinema Francesco Rosi
Ingresso libero, fino ad esaurimento posti