Firenze: 7 settembre inaugurazione nuova piazza dei Ciompi

Firenze: 7 settembre inaugurazione nuova piazza dei Ciompi

Una nuova piazza-giardino con area verde centrale e postazioni non fisse per ospitare fiere e mercati temporanei lungo il perimetro. È il nuovo volto di piazza dei Ciompi che sarà svelato venerdì 7 settembre alla presenza del sindaco Dario Nardella e degli assessori allo Sviluppo economico Cecilia Del Re e all’Ambiente Alessia Bettini.

A partire dalle 17, appuntamento con gli artisti del Cirk Fantastik e la Scuola di musica di Fiesole per festeggiare con i cittadini il completamento dei lavori di riqualificazione complessiva della piazza. Il nuovo disegno ha previsto la realizzazione di un’area verde centrale delimitata da siepi, con alberature laterali e un’aiuola a contornare il grande pino. Viene mantenuta la funzione mercatale con la collocazione di postazioni temporanee di vendita lungo le fasce perimetrali per realizzare fiere e mercati non alimentari con frequenza settimanale o mensile, a partire dalle prossime mostre di fiori e libri.

L’intervento di riqualificazione ha riguardato la realizzazione della pavimentazione lapidea in pietra forte tipo Alberese, rifinita con punzecchiatura; i cordoli esterni lungo la piazza sono stati realizzati in granito mentre per i cordoli interni è stata utilizzata la stessa pietra forte alberese di tipo fiammato. I marciapiedi di Borgo Allegri sono anch’essi stati realizzati in pietra forte Alberese, rifinita con rigatura a spina e cordoli in granito. Si è proceduto inoltre alla riqualificazione della pavimentazione stradale tra via Martiri del Popolo e via Buonarroti con sostituzione della vecchia pavimentazione in cls con materiale lapideo montato in ‘opera incerta’.

Nell’ambito dell’intervento, i gestori dei sottoservizi hanno colto l’occasione per la riqualificazione delle reti con particolare riferimento a fognature, acquedotto e linee telefoniche. Per una migliore vivibilità da parte dei cittadini la piazza è stata dotata di un giardino di estensione superiore a 500 mq, realizzato con percorsi pedonali in calcestruzzo architettonico e finiture in acciaio. Incrementato anche il livello di illuminazione della piazza con installazione di nove nuovi punti luce a led.

Come previsto da progetto, è stata realizzata un’area verde recintata centrale che si articola lungo percorsi che la attraversano longitudinalmente, bordati da aiuole fiorite di liriope muscari (liriope muscari), iperico (hypericum ‘Hidcote’), cisto (cistus ‘Alan Fradd’), salvia (salvia Microphylla), circondata peritralmente da una doppia siepe di rose bianche (Rosa ‘White Meidiland’) all’interno e tasso (Taxus Baccata) all’esterno della recinzione. Al centro dell’area recintata è stato mantenuto il preesistente esemplare isolato di Pino domestico.

Il resto dell’arredo verde è costituito da 12 alberi di aranci amari (Citrus aurantium) posti sui bordi della piazza (sui fronti lungo Borgo Allegri e via Buonarroti) sei per lato, in aiuole inserite nella pavimentazione con alla base una siepe di Mirto (Mirtus communis) da potare in forma obbligata.

La piazza conserva la sua tradizionale vocazione per fiere e mercati: a tal fine sono state installate delle infrastrutture per l’alimentazione elettrica per una fruizione anche durante il periodo invernale. La realizzazione dell’area centrale della piazza è stata sviluppata sotto il coordinamento e la direzione scientifica della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio di Firenze visto anche il ritrovamento di reperti archeologici di epoca moderna, e in misura più limitata di epoca tardo medioevale, rinascimentale e romana.

In collaborazione con la stessa Soprintendenza, è in fase di sviluppo un progetto pilota per la realizzazione di un sistema di comunicazione e diffusione multimediale, a testimonianza della storia della piazza, partendo dalle analisi archeologiche svolte in occasione del cantiere.

L'articolo Firenze: 7 settembre inaugurazione nuova piazza dei Ciompi proviene da www.controradio.it.

Caleidoscopio – The History of your dreams

Caleidoscopio – The History of your dreams

Al Parco dell’Acciaiolo di Scandicci in anteprima nazionale il 7 e l’8 luglio uno spettacolo che porta in scena la ricchezza culturale dei popoli migranti. Attori provenienti da 17 paesi del mondo si incontrano sul palcoscenico e trovano nel circo, nel teatro e nella musica strumenti per esprimere la propria diversità, senza pregiudizi

“Grazie al teatro si possono portare alla luce, mediante esempi viventi, le leggi eterne del cuore e dei sentimenti umani” affermava il poeta spagnolo Federico Garcìa Lorca.
Dalle sue parole prende spunto lo spettacolo CALEIDOSCOPIO – The History of your dreams presentato in anteprima nazionale sabato 7 luglio, con replica domenica 8 luglio, presso il Parco dell’Acciaiolo di Scandicci nell’ambito del festival di circo contemporaneo Cirk Fantastik! nello Chapiteau di El Grito (inizio spettacoli: sabato 7 ore 17.30 e domenica 8 ore 18.30; info e prenotazioni: tel. 3891824669 – info@cirkfantastik.comwww.cirkfantastik.com; prevendite disponibili online su Box Office; costo biglietti: 6 euro).
Caleidoscopio è il frutto del progetto Le Vie del Circo | Caleidoscopio sostenuto dal Mibact nell’ambito del bando MigrArti Spettacolo 2018: un percorso di lavoro artistico condotto da Natalia Bavar, Daniele Favilli, Francesco Gherardi e Tommaso Negri.
Lo spettacolo diretto da Giacomo Costantini della compagnia El Grito, ha come scopo quello di dare una lettura del presente attraverso l’incontro di persone legate a culture anche molto lontane fra loro. Culture che arrivano dall’Africa, dal medioriente, dal Sudamerica, per un totale di 17 paesi che incontrandosi sul palcoscenico, come in un crocevia di esperienze, trovano nel circo, nel teatro e nella musica strumenti per esprimere le proprie differenze, senza pregiudizi.
Grazie alla poliedricità di linguaggio delle arti della scena le attuali problematiche riguardanti il tema caldo delle migrazioni potranno essere fruite da un pubblico intergenerazionale e vario. Perché ogni persona sia vista come persona e non come un numero o una categoria. Caleidoscopio –  The History of your dreams è un’opportunità per raccontare ogni soggettività, con i suoi sogni, traumi e speranze di giovani ragazzi e ragazze che come tutti vogliono realizzarsi nelle loro vite.
PRENOTAZIONI & INFO:  tel. 3891824669
PREVENDITA: online su Box Office
BIGLIETTI: 6 euro

L'articolo Caleidoscopio – The History of your dreams proviene da www.controradio.it.

Cirk Fantastik arriva al parco dell’Acciaolo di Scandicci

Cirk Fantastik arriva al parco dell’Acciaolo di Scandicci

Da mercoledì 27 giugno fino a domenica 8 luglio. Nel programma di Open City Scandicci Estate dodici giorni di spettacoli di circo contemporaneo, laboratori gratuiti per bambini, concerti e dj set.

Cirk Fantastik! Festival di circo contemporaneo, teatro e musica insieme al Circo El Grito, una delle compagnie internazionali più riconosciute dal panorama europeo, arrivano a Scandicci al Parco dell’Acciaiolo da mercoledì 27 giugno fino a domenica 8 luglio.
Il Parco dell’Acciaiolo si trasformerà in uno spazio di spettacoli, musica, laboratori e incontri, uno spazio sociale, aperto a tutti, dove tra uno spettacolo e l’altro, tra  musica, food trucks con merende, aperitivi e chill out, potranno vivere a pieno l’atmosfera del circo per tutto il pomeriggio e la notte. Vi saranno spettacoli dentro la tenda con prezzi accessibili a tutti, spettacoli e concerti ad offerta libera, laboratori di circo gratuiti.
Due settimane intere dei tre migliori spettacoli della compagnia El Grito, che porta con sé “un esempio di straordinaria originalità e qualità che rappresenta sicuramente una tappa luminosa nel percorso di teatro-circo contemporaneo”.
Cirk Fantastik: Attivo dal 2010, con il progetto Le Vie del Circo vuole portare spettacoli e contenuti di rilevante bellezza, intensità e una particolare lettura del mondo nei parchi, piazze, luoghi pubblici e festival in modo da portare il teatro più vicino alla gente.
EL GRITO: Dalla Biennale Internazionale del Circo di Bruxelles all’Auditorium Parco della Musica di Roma, El Grito ha diffuso i propri spettacoli in tutta Europa declinando il circo contemporaneo nei suoi tre luoghi simbolo: la strada, il teatro, lo chapiteau. Con oltre mille repliche delle otto differenti produzioni, quello di El Grito è l’unico esempio di compagnia di circo contemporaneo che entra in maniera sistematica nei più prestigiosi centri culturali del Paese.

L'articolo Cirk Fantastik arriva al parco dell’Acciaolo di Scandicci proviene da www.controradio.it.