Il tesoro nascosto di Casa Siviero

Il tesoro nascosto di Casa Siviero  sarà la visita in forma di spettacolo nelle stanze del Museo Casa Siviero, sul Lungarno Serristori 1, prevista per domenica 25 maggio e la successiva domenica 1 giugno  dalla Regione in collaborazione con la Compagnia Teatrale Piccoli Principi. L’evento vedrà un attore e un’attrice, nei ruoli del professore e dell’addetta all’accoglienza, guidare un gruppo di visitatori attraverso un itinerario fuori dal comune nelle stanze della famosa casa-museo.

 Attraverso la visita in forma di spettacolo, il luogo percorso diventerà sede di esperienza: il visitatore avrà modo di viverne gli spazi, i concetti, i pensieri che stanno alla base della sua costituzione. E’ la presenza attiva di qualcuno disposto a recepirla, infatti, la condizione indispensabile affinché si manifesti la ricchezza di un luogo.Per questo motivo la preziosità di un museo non è data solo dal valore delle opere che custodisce, ma anche da quanto il visitatore vi apporta: la sua sensibilità, le sue conoscenze, il suo patrimonio culturale. In ogni museo sono per questo esposti tanti tesori, ma solo uno è “nascosto”: il visitatore stesso.L’ingresso alle due rappresentazioni per mattinata (la prima fissata alle 10, la seconda alle 11:30) è gratuito. I posti sono limitati a 20 per visita, si raccomanda pertanto la prenotazione telefonando ai numeri seguenti tra le ore 14 e le ore 18: 055 8877950 oppure 333 6886017.

ARTIGIANARTE 2013

All’ Obihall (Lungarno A.Moro) il 16 e il 17 novembre mostra-mercato di antiquariato e artigianato
COLLEZIONARE A FIRENZE – ARTIGIANARTE 2013

COLLEZIONARE A FIRENZE - ARTIGIANARTE 2013Cosa si può trovare girando fra i numerosi banchi? Di tutto e di più, perché tutto è collezionabile. Si va dai piccoli mobili all’oggettistica d’arredamento (ventagli, piatti, candelieri, orologi, lampadari)  vetri, cristallo, ferro, bronzo, argenti di provenienza sia italiana che estera. Girando è possibile scovare il vintage firmato (vestiti, cappelli, borse, scarpe e la famosa bigiotteria americana), il giocattolo d’epoca (auto e trenini in latta, bambole di celluloide, panno e porcellana).
Da segnalare il collezionismo cartaceo con le cartoline, i giornali, i libri e le stampe, la pubblicità d’epoca, le foto, le etichette, i calendari, i santini, le tessere e tanti altri piccoli pezzi di carta che qualcuno ha scovato nel cassetto del nonno o collezionato per anni. Una mostra mercato nella quale cercare e dialogare. Accanto all’antiquariato e al collezionismo gli artigiani con specializzazioni particolari e soprattutto l’artigianato creativo con oggetti di particolare bellezza e modelli unici. Insomma antiquariato, modernariato e creatività contemporanea