Stalle aperte nel Mugello

L’oro bianco del Mugello è il “Latte Mukki selezione Mugello”. Con tanti altri prodotti favolosi, come lo yogurt da bere.

E quello di domenica prossima, 15 maggio, sarà un appuntamento imperdibile, per grandi e piccini. Perché si potranno vedere da vicino le mucche che producono questo genuino e gustoso oro bianco. Torna, come consuetudine, l’appuntamento “Stalle aperte nel Mugello” che quest’anno si svolge a Borgo San Lorenzo. Con tante sorprese. Soprattutto per i bambini, nel “Mugello da fiaba”, manifestazione in programma a Villa Pecori Giraldi dal 12 al 15 maggio.

stalle aperte nel mugello

“Stalle aperte nel Mugello – Sulla Via del latte”: Mukki, in collaborazione con l’Unione Montana dei Comuni del Mugello e il Comune di Borgo San Lorenzo, organizza la consueta visita alle stalle del latte Selezione Mugello e Podere Centrale, lungo “ La Via del Latte”.

L’evento principale si svolgerà nel parco di Villa Pecori Giraldi a Borgo San Lorenzo con la degustazione di prodotti derivati dal latte e la mungitura in diretta delle mucche, oltre alla possibilità di partecipare ai laboratori per bambini di “Mugello da Fiaba”.

Si potranno visitare le stalle che conferiscono il latte alla Mukki. E si potrà così percorrere un itinerario suggestivo che si sviluppa sulla “Via del Latte” – nei comuni di Scarperia e San Piero, Barberino del Mugello, Borgo San Lorenzo e Vicchio – ed assistere alla vita di fattoria, imparare a conoscere gli animali e apprendere tutti i segreti della mungitura. Le visite sono previste in orario: 9-12 e 14-18. Ad ogni ora dal piazzale di Villa Pecori partiranno i pulmini per la visita alle stalle vicine. Info su: www.mukki.it e www.mugellotoscana.it

 

Un latte favoloso in un “Mugello da Fiaba”. La manifestazione dedicata ai bambini, dal 12 al 15 maggio, propone diverse attività. Tema di questa edizione è la cucina, protagonista sarà “l’Oste Borlotto” che farà conoscere la tradizione gastronomica mugellana grazie alle storie, alle favole, alle illustrazioni. I bimbi potranno divertirsi nel ChiniLab e partecipare ai laboratori, mentre il parco si trasformerà in un giardino incantato con giochi e animazione. E si potrà fare anche un delizioso break: un pic-nic con i buonissimi prodotti della Mukki e degustare in anteprima il nuovissimo gusto amarena dello yogurt da bere Mugello.

Info: 055 849661 – www.comune.borgo-san-lorenzo.fi.it – www.borgodeibambini.it

 

Caccia al tesoro fotografica: nell’occasione si svolgerà anche “Instameet #StalleAperte16”, una caccia al tesoro fotografica: il social media team dell’Unione dei Comuni del Mugello organizza in collaborazione con Mukki e Tuscanybuzz un pomeriggio fotografico e mangiareccio visitando il centro storico di Borgo San Lorenzo, alcune stalle e una buonissima merenda immersi tra le verdi colline mugellane. Ritrovo: ore 14 piazza Dante, lato palazzo comunale Borgo San Lorenzo (max 30 partecipanti; iscrizione gratuita con registrazione su Eventbrite obbligatoria)

 

L’oro bianco del Mugello è il “Latte Mukki selezione Mugello”. Con tanti altri prodotti favolosi, come lo yogurt da bere. 
E quello di domenica prossima, 15 maggio, sarà un appuntamento imperdibile, per grandi e piccini. Perché si potranno vedere da vicino le mucche che producono questo genuino e gustoso oro bianco. Torna, come consuetudine, l’appuntamento “Stalle aperte nel Mugello” che quest’anno si svolge a Borgo San Lorenzo. Con tante sorprese. Soprattutto per i bambini, nel “Mugello da fiaba”, manifestazione in programma a Villa Pecori Giraldi dal 12 al 15 maggio. 

“Stalle aperte nel Mugello – Sulla Via del latte”: Mukki, in collaborazione con l’Unione Montana dei Comuni del Mugello e il Comune di Borgo San Lorenzo, organizza la consueta visita alle stalle del latte Selezione Mugello e Podere Centrale, lungo “ La Via del Latte”. 
L’evento principale si svolgerà nel parco di Villa Pecori Giraldi a Borgo San Lorenzo con la degustazione di prodotti derivati dal latte e la mungitura in diretta delle mucche, oltre alla possibilità di partecipare ai laboratori per bambini di “Mugello da Fiaba”. 
Si potranno visitare le stalle che conferiscono il latte alla Mukki. E si potrà così percorrere un itinerario suggestivo che si sviluppa sulla “Via del Latte” – nei comuni di Scarperia e San Piero, Barberino del Mugello, Borgo San Lorenzo e Vicchio – ed assistere alla vita di fattoria, imparare a conoscere gli animali e apprendere tutti i segreti della mungitura. Le visite sono previste in orario: 9-12 e 14-18. Ad ogni ora dal piazzale di Villa Pecori partiranno i pulmini per la visita alle stalle vicine. Info su: www.mukki.it e www.mugellotoscana.it 

Un latte favoloso in un “Mugello da Fiaba”. La manifestazione dedicata ai bambini, dal 12 al 15 maggio, propone diverse attività. Tema di questa edizione è la cucina, protagonista sarà “l’Oste Borlotto” che farà conoscere la tradizione gastronomica mugellana grazie alle storie, alle favole, alle illustrazioni. I bimbi potranno divertirsi nel ChiniLab e partecipare ai laboratori, mentre il parco si trasformerà in un giardino incantato con giochi e animazione. E si potrà fare anche un delizioso break: un pic-nic con i buonissimi prodotti della Mukki e degustare in anteprima il nuovissimo gusto amarena dello yogurt da bere Mugello. 
Info: 055 849661 – www.comune.borgo-san-lorenzo.fi.it – www.borgodeibambini.it 

Caccia al tesoro fotografica: nell’occasione si svolgerà anche “Instameet #StalleAperte16”, una caccia al tesoro fotografica: il social media team dell’Unione dei Comuni del Mugello organizza in collaborazione con Mukki e Tuscanybuzz un pomeriggio fotografico e mangiareccio visitando il centro storico di Borgo San Lorenzo, alcune stalle e una buonissima merenda immersi tra le verdi colline mugellane. Ritrovo: ore 14 piazza Dante, lato palazzo comunale Borgo San Lorenzo (max 30 partecipanti; iscrizione gratuita con registrazione su Eventbrite obbligatoria) Tag ufficiali #stalleaperte16 #mugellogram #tuscanybuzz #mukkigram 

Firenze e sviluppo urbano

Firenze e sviluppo urbano. Firenze è stata selezionata tra le 21 città europee finaliste del prestigioso concorso “Mayors Challenge”, indetto da Bloomberg Philanthropies per le idee innovative in grado di migliorare la qualità della vita dei cittadini. Il premio sarà di 5 milioni di euro per il Comune vincitore e di un milione per i classificati dal secondo al quinto posto; i progetti hanno l’obiettivo di proporre soluzioni creative e inedite ai grandi problemi che affliggono i governi di tutte le grandi città: dall’inquinamento alla disoccupazione giovanile, dall’invecchiamento della popolazione all’impegno civile, dallo sviluppo economico alla sicurezza pubblica.

Il Comune di Firenze ha scelto  una proposta che da sempre è in cima all’agenda dell’amministrazione comunale: il recupero dei fondi abbandonati di botteghe e negozi che progressivamente hanno tirato già il bandone e restano chiusi e inutilizzati. Un tema di dimensioni globali e molto sentito a Firenze, dove l’abbandono delle attività di vicinato è molto diffuso e in certe zone, come l’Oltrarno, ha raggiunto il 40%. L’idea sviluppata dal Servizio di Promozione economica del Comune è nata dopo un intenso confronto con categorie economiche ed operatori, e prevede di ‘aggredire’ il problema con una serie di attività forti e integrate. “La bottega del terzo millennio”, questo il nome del progetto, si sviluppa su vari piani: destinare gli spazi da recuperare ad artigiani, artisti e creativi non solo fiorentini ma provenienti da tutto il mondo; mettere a disposizione ‘vaucher’ per le ristrutturazioni dei fondi; stabilire percorsi amministrativi semplificati (già peraltro previsti dal nuovo Regolamento Edilizio) con un apposito ufficio comunale ad hoc; individuare dei ‘tutor’ sul territorio che possano far integrare i nuovi imprenditori con le realtà del tessuto urbano di riferimento e con i Centri commerciali naturali; creare degli showroom in luoghi ben visibili dove anche chi ha la propria bottega in luoghi poco frequentati possa esporre e vendere i propri prodotti; ed infine, idea forte del progetto, creare una piattaforma con un social network dedicato, che permetta lo scambio di informazioni tra operatori di tutto il mondo e favorisca il crowfounding; idea sul modello della piattaforma Brickstarter, nata in Finlandia con l’obiettivo di trasformare in progetti concreti le idee legate allo sviluppo urbano, considerata una delle più promettenti e innovative a livello internazionale. Il progetto è stato reliazzato con la collaborazione del Dipartimento di Architerrura dell’Università di Firenze, l’incubatore “The Hub” ed alcune start up toscane del mondo digitale.
I progetti arrivati a Bloomberg sono stati 155 da undici paesi europei; i finalisti parteciperanno al Bloomberg Idee Camp, conferenza di due giorni prevista a Berlino nel mese di giugno. Una giuria indipendente di 12 membri giudicherà le proposte, basandosi su quattro criteri principali: la visione, il potenziale di impatto, piano di attuazione e l’essere esportabili in altre città. I finalisti, oltre a Firenze, sono Amsterdam, Atene, Barcellona, Bologna, Bristol, Brno, Cardiff, Danzica, Kirkless, Cracovia, Lisbona, Londra, Madrid, Schaerbeek, Sofia, Stara Zagoria, Stoccolma, L’Aia, Varsavia e York.
La missione di Bloomberg Philanthropies è quella di garantire una migliore qualità della al maggior numero di persone e i temi che affronta si concentrano su cinque aree chiave: Salute pubblica, Ambiente, Istruzione, Innovazione della pubblica amministrazione (che comprende la Mayors Challange) e le arti. Nel 2013 Bloomberg Philanthropies ha distribuito 452 milioni dollari.

Mostra Internazionale dell’ Artigianato

Dal 24 aprile al 1 maggio 2014 dalle ore 10 alle 23 la Fortezza da Basso di Firenze ospita la 78 edizione della Mostra Internazionale dell’ Artigianato. Un luogo straordinario dove scoprire le vie dell’artigianato e della tradizione, sorprendersi lungo i sentieri dell’innovazione, appassionarsi tre le strade del gusto, divertirsi in un calendario di eventi e spettacoli no stop.

Artigianato e oltre. La 78° edizione ospita artigiani provenienti da oltre 55 paesi esteri e da tutta Italia.  Abbigliamento e accessori, arredamento e complementi, gioielli, argenteria, oggettistica e articoli da regalo, enogastronomia: prodotti artigianali tipici, tra ispirazioni etniche e forme classiche dell’handmade, fino agli antichi sapori della tradizione.
Orario di apertura al pubblico:
tutti i giorni dalle 10.00 alle 23.00, ultimo giorno chiusura ore 22.00

 

 

Il Mercatale 2014

Torna il Mercatale, il meglio dei prodotti agricoli del territorio dal produttotre al consumatore.Sabato 1° e domenica 2 marzo in piazza della Republica per poi spostarsi da aprile in piazza S.M.NovellaUn’occasione e da non perdere per conoscere e acquistare i migliori prodotti agricoli del nostro territorio, dal produttore al consumatore: sabato 1° e domenica 2 marzo torna in piazza della Repubblica l’ormai tradizionale appuntamento con il Mercatale di Firenze, dove 78 aziende agricole e 9 artigiani presentano il meglio della filiera corta.

E dunque, secondo la stagionalità, sarà possibile acquistare vino, olio, verdure, frutta, cereali, legumi, polli ed eccellenze toscane come lo zafferano, i tartufi, il fagiolo zolfino, il cecino rosa, la cipolla di Certaldo, il pollo del Valdarno, i marroni; oltre prodotti trasformati quali miele, salumi, formaggi, farine, biscotti. Tutti rigorosamente ‘dal produttore al consumatore’ e tutti di altissima qualità, per riscoprire la stagionalità della frutta e della verdura ed avere la certezza della loro provenienza.
Il Mercatale è un progetto promosso dal Comune di Firenze (assessorati alle Politiche del territorio e allo Sviluppo economico, con il contributo della Regione Toscana) al quale aderiscono organizzazioni di categoria e associazioni dei produttori, insieme per “promuovere e valorizzare l’agricoltura del nostro territorio, valore fondamentale per la nostra economia e per la nostra identità culturale” spiega l’assessore all’Ambiente Caterina Biti.
Quello del 1° e 2 marzo sarà l’ultimo appuntamento del Mercatale in piazza della Repubblica: a partire da aprile infatti il mercato si trasferirà in piazza Santa Maria Novella.
Questo il calendario 2014:
Piazza della Repubblica:
Sabato 1 marzo – Domenica 2 marzo
Piazza Santa Maria Novella:
Sabato 5 aprile – Domenica 6 aprile
Sabato 3 maggio
Sabato 7 giugno
Sabato 5 luglio
Sabato 6 settembre
Sabato 4 ottobre
Sabato 8 novembre – Domenica 9 novembre
Sabato 6 dicembre – Domenica 7 dicembre – Lunedì 8 dicembre.

Scandicci festeggia il nuovo centro città

Scandicci festeggia il nuovo centro città. Street band, voci bianche, trampolieri, street food e visite al nuovo Auditorium sabato 30 novembre 2013 a partire dalle 16,30 fino a tutta la sera in piazza della Resistenza a Scandicci, per l’inaugurazione del nuovo Centro della città a tre anni e quindici giorni dalla posa della prima pietra (era il 15 novembre 2010). Alla festa partecipano il progettista Richard Rogers, il Sindaco Simone Gheri e il Presidente di Scandicci Centro Massimo Mucci Beltrami.

Il taglio del nastro sarà collettivo, all’imbrunire, con la contemporanea accensione delle luci del nuovo Centro. Durante la festa a partire dalle 17,30 i partecipanti possono visitare l’Auditorium, dove viene proiettato un video con l’evoluzione del cantiere dalla prima pietra fino alla conclusione dei lavori. Il Sindaco ha rivolto l’invito all’inaugurazione a tutti i cittadini, con particolare riguardo agli alunni e agli studenti delle scuole.
Fin dalla sua apertura piazza della Resistenza è wifi free ed è dotata di un sistema di amplificazione wireless per musica e messaggi, alimentato con pannelli fotovoltaici, offerto dalla ditta produttrice Powersoft di Scandicci.
Durante la festa si esibiscono il Coro delle voci bianche di Scandicci e di Firenze, l’orchestra della scuola media Fermi di Scandicci, la Sound street band, cantiere Ikrea con l’animazione di strada, i Gogmagog con la lettura di testi sul tema della città, la filarmonica Bellini, una cover band dei Beatles e a seguire un dj set in piazza.
Per il nuovo Centro di Scandicci Richard Rogers ha progettato la stazione della tramvia, la nuova piazza della Resistenza, l’Auditorium, un edificio di 31 metri per uffici, palazzi per la residenza e negozi (una galleria commerciale con 15 esercizi e 60 nuovi occupati già inaugurata lo scorso 3 ottobre). L’area è interamente pedonalizzata. A realizzare il progetto è stata l’associazione d’imprese Scandicci Centro srl che si è aggiudicata il bando europeo per il project financing, indetto dal Comune di Scandicci. Il costo di costruzione è stato di 33.950.000 euro. Nel nuovo Centro sono stati costruiti spazi residenziali per 7258 metri quadri (per 80 appartamenti), ambienti per il commercio per 2363 mq, superfici direzionali per 3962 metri quadri e 2697 metri quadri per l’Auditorium.