Il bilancio 2018 del presidente Rossi – VIDEO

FIRENZE - Vicenda Bekaert e l'incendio dei Monti Pisani, ma anche gli investimenti a Piombino, gli interventi dopo l'alluvione di Livorno, il contrasto alla marginalità sociale e misure per la Salute.

Il bilancio 2018 del presidente Rossi – VIDEO

FIRENZE - Vicenda Bekaert e l'incendio dei Monti Pisani, ma anche gli investimenti a Piombino, gli interventi dopo l'alluvione di Livorno, il contrasto alla marginalità sociale e misure per la Salute.

Alluvione Livorno, dalla Regione altri 20 milioni per chiudere tutti gli interventi

LIVORNO - Venti milioni in aggiunta ai 65 già stanziati per concludere tutti gli interventi post alluvione a Livorno, Collesalvetti e Rosignano. Ne ha dato notizia stamani il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, che in qualità di commissario per l'emergenza ha fatto un sopralluogo sui cantieri dei territori colpiti il 10 settembre 2017 e un bilancio dei lavori realizzati. Ad accompagnarlo, l'assessore Cristina Grieco e il consigliere regionale Francesco Gazzetti. Con loro, sul posto, la vicesindaca di Livorno Stella Sorgente e l'assessore Alessandro Aurigi, il sindaco di Collesalvetti Lorenzo Bacci e l'assessore Demi.

"Il mio mandato di commissario scadrà l'8 marzo del 2019 - ha detto Rossi - oggi posso dire che il nostro impegno è stato massimo e i risultati raggiunti, d'intesa con i Comuni, importanti. Ma vogliamo chiudere questo mandato con uno sforzo ulteriore aggiungendo 20 milioni ai 65 già stanziati, di cui 48 regionali e 17 statali, portando quindi complessivamente le risorse a 85 milioni. Con questi interventi possiamo dire che metteremo Livorno in condizioni di far fronte a un evento analogo a quello del 10 settembre".

I 20 milioni aggiunti saranno utili a proseguire i lavori per lo stombamento del Rio Maggiore (tutti i tre i lotti) e la risagomatura dell'Ardenza per adeguarne la portata a un evento eccezionale.

"La Regione Toscana ha messo la gran parte dei fondi - ha proseguito Rossi - la mia richiesta è la stessa che ho fatto a tutti i Governi, da quello Monti in poi: che per l'assetto idrogeologico da Roma arrivino le stesse risorse che ha messo la Regione. Mi auguro che questa risposta, che gli altri governi non mi hanno dato, la si possa avere dall'attuale. Ieri il presidente del consiglio Conte ha parlato di un intervento straordinario sull'assetto idrogeologico del paese, se lo fa noi ci siamo, e lo ringrazio. La Toscana ha dimostrato che sta lavorando da anni e con risultati anche significativi che i cittadini possono vedere".

Lavori post alluvione Livorno, sopralluogo di Rossi che inaugura gli interventi al Cateratto (Collesalvetti)

FIRENZE – Si è aperto con l'inaugurazione degli interventi al fosso Cateratto, in località Stagno, nel comune di Collesalvetti, il sopralluogo del presidente Enrico Rossi, in qualità di commissario, sui luoghi dell'evento calamitoso e dall'alluvione che colpirono Livorno, Rosignano Marittimo e Collesalvetti il 9 e 10 settembre 2017.

Inaugurazione degli interventi sul fosso Cateratto  –   Sono giunti al termine i lavori per la messa in sicurezza del fosso Cateratto. Finanziato per un ammontare complessivo di 1 milione e 800mila euro  all'interno del terzo atto integrativo dell'Accordo di programma sottoscritto tra il Ministero dell'ambiente e la Regione Toscana il 3 novembre 2010, finalizzato alla programmazione ed al finanziamento di interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico, l'intervento è stato attuato dal Consorzio 4 Basso Valdarno ed è strettamente connesso con l'alluvione del 9 e 10 settembre, che ha messo a dura prova tutto il reticolo idrografico minore.

Dopo lo scavo di un primo tratto dell'alveo del fosso Cateratto eseguito in somma urgenza nel tratto da via K. Marx e via Suese ,subito dopo il disastro alluvionale e terminato a inizio 2018, i lavori del primo stralcio, per un importo di 360.000 euro, si sono concentrati sulla realizzazione di opere (palificate in legno e scogliere in blocchi di pietra) a consolidamento e protezione sia del fondo e delle sponde del fosso interessate da evidenti fenomeni erosivi e di frana, che a presidio delle strutture presenti (ponti, muri, etc.) sempre nel tratto compreso tra la via Suese e via K. Marx nel tratto urbano di Stagno.

In concomitanza con l'esecuzione del primo stralcio erano stati avviati i lavori, anche questi pressoché conclusi, del secondo stralcio del progetto, consistente nell'adeguamento delle sezioni idrauliche che prevede lo scavo dell'alveo nel tratto compreso tra via Karl Marx e l'impianto idrovoro ubicato in prossimità del torrente Ugione a Sud del bacino idrografico del fosso Cateratto, consolidamenti spondali mediante palificate in legno e scogliere in blocchi di pietra, la realizzazione di una pista di servizio permanente sulla sponda destra (che sarà utilizzata anche per l'accesso dei mezzi in fase di manutenzione ordinaria del corso d'acqua), nonché opere accessorie. Per un importo totale di 1.440.000,00 di euro.

Intervento in Piazza delle Carrozze in località Montenero (adeguamento del fosso Stringaio) – In questa area è in corso un intervento attuato dal Comune di Livorno e finanziato per 1 milione e 770mila euro all'interno del Piano degli Interventi. Al momento oltre ad aver rimosso la tombatura del tratto iniziale del corso d'acqua con adeguamento della sezione idraulica, è stato terminato lo spostamento dei sottoservizi e i lavori stanno procedendo con la stombatura del tratto finale sotto la piazza, fino a ricollegarsi con il tratto con sezione a volta di dimensioni adeguate.

Intervento in Piazza delle Carrozze, muro in destra a valle della piazza – Sono in fase di ultimazione i lavori per l'intervento attuato sempre dal Comune di Livorno e finanziato per 600mila euro all'interno del Piano degli interventi. Il cantiere vuole ripristinare e  consolidare l'alveo del fosso della Banditella mediante la realizzazione di un muro di sponda in cemento armato fondato su pali e rivestito in pietrame a facciavista.

L'attuale proposta di Piano prevede il finanziamento dell'intervento "Rio Maggiore e Rio Ardenza - Adeguamenti idraulici e nuove opere per la riduzione del rischio" per un importo complessivo pari a circa 13 milioni di euro.
Tali risorse permetteranno la realizzazione dei seguenti interventi:
Lotto 1-stralcio funzionale 1: stombamento e adeguamento del tratto 4 del Rio Maggiore, zona stadio comunale Armando Picchi.
Stralcio 1 – Deviazione Fosso Forcone con conseguente spostamento dell'immissione sul Rio Ardenza a valle della Ferrovia

Collesalvetti, insieme a Calci e Vicopisano, esentati dal tributo di bonifica 2018 - Dopo la visita e l'inaugurazione del Cateratto, il soprallugo del presidente Rossi si è concentrato a Montenero dove sono aperti due cantieri con i lavori in corso o in via di ultimazione. Ma prima  del trasferimento Rossi ha annunciato, insieme al Consorzio di bonifica CB4, che in concomitanza con l'emissione del ruolo 2018 e la consegna in questi giorni degli avvisi di pagamento del tributo di bonifica 2018, sono stati esentati dal pagamento i cittadini e gli imprenditori che hanno subito gravi disagi a seguito dell'evento alluvionale che ha colpito Collesalvetti (1851 proprietà per una superficie di 71 ettari), e ugualmente i cittadini di Calci e Vicopisano che sono stati interessati dall'incendio del Monti Pisani dello scorso settembre (1492 proprietà per una superficie complessiva di circa 1190 ettari). La norma inserita nel Piano di Classifica prevede infatti esenzioni dal tributo di bonifica quando si siano verificate situazioni del tutto eccezionali.