Convento S. Marco a Firenze: pochi frati, si avvicina la chiusura

Convento S. Marco a Firenze: pochi frati, si avvicina la chiusura

Il convento domenicano di San Marco, importante realtà religiosa fiorentina attiva dal ‘400, dove hanno vissuto pensatori ed artisti, tra i quali il Beato Angelico , Savonarola, e, nello scorso secolo anche il ‘sindaco santo’ di Firenze, Giorgio La Pira, si avvia verso la chiusura.

Ventilata da tempo per il progressivo assottigliamento della comunità di frati che vi risiedono, attualmente ne sono rimasti sei nella struttura, è ora ufficiale: come racconta oggi la stampa locale, l’ordine dei Domenicani ha firmato il decreto di soppressione del convento, e adesso solo Papa Francesco, al quale alcuni dei frati di San Marco si appellano, potrebbe scongiurare la decisione.

Non è servita una petizione internazionale che ha fatto il giro del mondo, finendo per essere sottoscritta da oltre 18mila firmatari, né il passo indietro ai domenicani chiesto dallo stesso cardinale e arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori. Quando diventerà effettiva la chiusura, i frati verranno trasferiti in altre strutture domenicane, prima tra tutte quella vicina del complesso di Santa Maria Novella.

Non ci saranno effetti per le attività della chiesa, che proseguiranno inalterate, così come per quelle del museo (dove sono custoditi capolavori del Beato Angelico, Frà Bartolomeo, Ghirlandaio). La biblioteca invece perderà la sua autonomia e diventerà un fondo ‘collegato’ a quella di Santa Maria Novella.

L'articolo Convento S. Marco a Firenze: pochi frati, si avvicina la chiusura proviene da www.controradio.it.

Prezzo paste maggiorato dal peso del vassoio, multe in pasticcerie fiorentine

Prezzo paste maggiorato dal peso del vassoio, multe in pasticcerie fiorentine

Facevano pagare biscotti e paste con tutto il peso del vassoio: per questo due note pasticcerie fiorentine sono state controllate e i titolari multati dalla polizia municipale. Sanzioni per 172€ ad entrambe le pasticcerie.

I controlli sono scattati ieri da parte degli agenti della polizia municipale in quattro note pasticcerie della periferia nord di Firenze. In due non sono state riscontrate irregolarità ma nelle altre le cose sono andate in modo diverso. Gli addetti al bancone infatti non toglievano il peso del vassoio, ovvero la tara, quando andavamo a pesare i prodotti da banco come pasticceria mignon o biscotti, con il risultato che il prezzo finale richiesto al consumatore era maggiorato rispetto al dovuto. Sono quindi scattate sanzioni per 172 euro per ciascuna pasticceria.

L'articolo Prezzo paste maggiorato dal peso del vassoio, multe in pasticcerie fiorentine proviene da www.controradio.it.

Aggredirono 6 giovani a Pistoia, 28 denunciati dai carabinieri 

Aggredirono 6 giovani a Pistoia, 28 denunciati dai carabinieri 

L’esito dell’indagine dei carabinieri del nucleo di Pistoia, dopo l’aggressione premeditata nei confronti di sei giovani, avvenuta l’11 ottobre 2017 all’interno dei giardini pubblici di Monteoliveto a Pistoia, ha portato a ventotto denunce per lesioni aggravate e rapina.

I 28 giovani denunciati, la maggior parte dei quali residenti o domiciliati a Pistoia e provincia, di cui 18 stranieri di varia nazionalità, hanno un’età compresa fra 16 e 25 anni e 13 sono minori. Quindici dei denunciati sono già conosciuti alle forze dell’ordine e due hanno lo status di rifugiato e sono ospiti in una struttura d’accoglienza di Prato.
I ragazzi aggrediti, di età compresa fra 16 e i 18 anni, erano quattro residenti a Firenze e due nel comune di Agliana (Pistoia).  Nel parapiglia furono i due aglianesi ad avere la peggio: dopo le cure dei sanitari al pronto soccorso di Pistoia vennero dimessi con prognosi di 15 e 10 giorni. Per i fiorentini che erano con loro solo qualche contusione. Minacciati anche con coltelli e percossi con bastoni i due ragazzi di Agliana, vennero rapinati del portafoglio e dei telefoni cellulari, che poi sarebbero stati ceduti a persone residenti a Prato e non più rinvenuti. Ancora non sono chiari i motivi dell’aggressione, maturata probabilmente nell’ambito dello spaccio di piazza e per questo le indagini dei carabinieri proseguono.

L'articolo Aggredirono 6 giovani a Pistoia, 28 denunciati dai carabinieri  proviene da www.controradio.it.

Roberta Ragusa: appello Logli, figlio prima volta in aula 

Roberta Ragusa: appello Logli, figlio prima volta in aula 

E’ in corso stamani davanti alla Corte d’assise d’appello di Firenze il processo di secondo grado contro Antonio Logli, l’uomo già condannato in primo grado per omicidio e distruzione del cadavere della moglie Roberta Ragusa, scomparsa da San Giuliano Terme (Pisa) tra il 13 e il 14 gennaio 2012 e mai più ritrovata. Il figlio, Daniele Logli, per la prima volta ad un udienza.

Logli era stato condannato con rito abbreviato a 20 anni per l’omicidio della moglie, Roberta Ragusa. L’udienza si svolge in Camera di consiglio, a porte chiuse. Nella storia processuale della vicenda Ragusa è presente oggi, per la prima volta ad una udienza, il figlio Daniele Logli. Presenti anche alcuni parenti della donna scomparsa. Ad inizio processo la difesa di Logli ha chiesto di riaprire parte dell’istruttoria per sentire nuovi testimoni, ma dopo un breve ritiro in Camera di consiglio la Corte ha respinto la questione preliminare e il processo ha ripreso con la requisitoria della procura generale. Il processo è seguito all’esterno da diverse troupe televisive.

L'articolo Roberta Ragusa: appello Logli, figlio prima volta in aula  proviene da www.controradio.it.

Prato fa ricorso al Tar contro nuova pista Peretola

Prato fa ricorso al Tar contro nuova pista Peretola

Luigi Salvadori, presidente di Confindustria Firenze: “Prato si era schierata favore dell’aeroporto,  qui troviamo un sindaco che improvvisamente va contro”.

Il Comune di Prato fa ricorso al Tar contro il decreto di Via per la nuova pista dell’aeroporto di Firenze “solo da un punto di vista ideologico: e questo mi sembra un qualcosa, e parlo solo personalmente, di inaccettabile”. Lo ha affermato Luigi Salvadori, presidente di Confindustria Firenze, interpellato dai giornalisti a proposito
dei ricorsi al Tar annunciati da alcuni Comuni, fra cui appunto
Prato.

“Prato si era schierata e si sta schierando a favore dell’aeroporto con tutto il suo tessuto imprenditoriale – ha detto Salvadori, a margine di un convegno sulle startup innovative – e qui troviamo un sindaco che improvvisamente va contro, senza avere alcuna negatività di impatto ambientale sull’area di Prato”. “Non siamo preoccupati da un punto di vista di iter amministrativo – prosegue -, perché la nuova pista si farà sicuramente. Siamo preoccupati dal comportamento della politica che è molto ondivago e va sempre alla ricerca di consensi vari, senza mai dare delle certezze agli elettori”.

L'articolo Prato fa ricorso al Tar contro nuova pista Peretola proviene da www.controradio.it.