Pisa, Sviluppo Navicelli: “corte dei conti accerta 4,2 mln di danni”

Pisa, Sviluppo Navicelli: “corte dei conti accerta 4,2 mln di danni”

La coalizione Diritti in comune: “denuncia fatta nell’ottobre del 2015;  tre anni fa, fu lo stesso Filippeschi a definirci sciacalli per le nostre segnalazioni”.

“Un danno erariale di 4,2 milioni di euro per le fideiussioni tossiche consegnate negli anni scorsi dalla Sviluppo Navicelli, la società pisana che ha venduto i terreni a Ikea e poco dopo è fallita, a garanzia dei permessi a costruire che le sono stati concessi”. Lo denuncia la coalizione Diritti in comune (Prc, Possibile e Una città in comune) dando conto della risposta del sindaco Marco Filippeschi a un ‘question time’ sull’argomento.

“E’ questa – sottolinea il consigliere comunale e candidato a sindaco, Ciccio Auletta – la conclusione a cui è arrivata la Procura della Corte dei Conti, sulla base dell’attività istruttoria svolta dalla Guardia di Finanza, alla luce della scoperta e denuncia fatta nell’ottobre del 2015 dal nostro gruppo consiliare, anche con una segnalazione alla stessa Corte e alla Procura della Repubblica. E giova ricordare che, tre anni, fu lo stesso Filippeschi a definirci sciacalli per le nostre segnalazioni”. Diritti in Comune ricostruisce la vicenda ricordando pure che “nel 2009 la Sviluppo Navicelli, aveva consegnato al Comune due fideiussioni della Union Credit Finanziaria spa, società che non era abilitata a rilasciare fideiussioni per gli appalti pubblici, essendo stata cancellata, in quanto priva dei requisiti necessari, dagli elenchi delle società abilitate”.

L'articolo Pisa, Sviluppo Navicelli: “corte dei conti accerta 4,2 mln di danni” proviene da www.controradio.it.