Fugge in motorino alla vista dei carabinieri, ma cade e si ferisce: arrestato

Fugge in motorino alla vista dei carabinieri, ma cade e si ferisce: arrestato

Arrestato per resistenza a pubblico ufficiale un ragazzo di 20 anni che alla vista dei carabienieri è fuggito finendo contro un muro.

Fugge con il ciclomotore alla vista dei carabinieri ma va a sbattere contro un muro e si frattura un piede: arrestato per resistenza a pubblico ufficiale un 20enne di nazionalità marocchina, irregolare in Italia e già espulso nell’ottobre 2017.

Il fatto è accaduto stanotte, intorno alle 2.30, ad Agliana (Pistoia). I militari erano intervenuti per un allarme antifurto scattato in una ditta del luogo. Constatato che si trattava di un falso allarme, i carabinieri hanno ripreso il normale servizio di controllo del territorio imbattendosi nel giovane a bordo di un ciclomotore, risultato poi di proprietà di un parente, che alla vista della pattuglia si è dato alla fuga e dopo avere imboccato un tratto di strada contromano è andato ad impattare contro il muro che delimita il corso del fiume Ombrone. Il giovane rialzatosi dopo l’urto ha tentato di proseguire la fuga a piedi ma è stato subito bloccato.

I militari hanno fatto intervenire un’ambulanza del 118 perché nell’urto il giovane era rimasto ferito ad un piede. Il 20enne, privo anche di patente di guida, è stato ricoverato all’ospedale San Jacopo per una frattura al piede destro e piantonato in stato di arresto per resistenza a pubblico ufficiale.

L'articolo Fugge in motorino alla vista dei carabinieri, ma cade e si ferisce: arrestato proviene da www.controradio.it.

Aggredirono 6 giovani a Pistoia, 28 denunciati dai carabinieri 

Aggredirono 6 giovani a Pistoia, 28 denunciati dai carabinieri 

L’esito dell’indagine dei carabinieri del nucleo di Pistoia, dopo l’aggressione premeditata nei confronti di sei giovani, avvenuta l’11 ottobre 2017 all’interno dei giardini pubblici di Monteoliveto a Pistoia, ha portato a ventotto denunce per lesioni aggravate e rapina.

I 28 giovani denunciati, la maggior parte dei quali residenti o domiciliati a Pistoia e provincia, di cui 18 stranieri di varia nazionalità, hanno un’età compresa fra 16 e 25 anni e 13 sono minori. Quindici dei denunciati sono già conosciuti alle forze dell’ordine e due hanno lo status di rifugiato e sono ospiti in una struttura d’accoglienza di Prato.
I ragazzi aggrediti, di età compresa fra 16 e i 18 anni, erano quattro residenti a Firenze e due nel comune di Agliana (Pistoia).  Nel parapiglia furono i due aglianesi ad avere la peggio: dopo le cure dei sanitari al pronto soccorso di Pistoia vennero dimessi con prognosi di 15 e 10 giorni. Per i fiorentini che erano con loro solo qualche contusione. Minacciati anche con coltelli e percossi con bastoni i due ragazzi di Agliana, vennero rapinati del portafoglio e dei telefoni cellulari, che poi sarebbero stati ceduti a persone residenti a Prato e non più rinvenuti. Ancora non sono chiari i motivi dell’aggressione, maturata probabilmente nell’ambito dello spaccio di piazza e per questo le indagini dei carabinieri proseguono.

L'articolo Aggredirono 6 giovani a Pistoia, 28 denunciati dai carabinieri  proviene da www.controradio.it.

Usano tombino per spaccare le vetrate di due locali e rubare nel Pistoiese

Usano tombino per spaccare le vetrate di due locali e rubare nel Pistoiese

Hanno utilizzato un tombino per infrangere la vetrata di due locali, un bar e un ristorante, per poi rubare all’interno. E’ accaduto in provincia di Pistoia, ad Agliana e a Quarrata. In quest’ultimo caso il proprietario del ristorante colpito si è anche leggermente ferito: nel tentativo di inseguire i ladri.

Il primo colpo è avvenuto in un bar ad Agliana attorno alle 2 di ieri pomeriggio. Un cittadino ha segnalato al 112 in via Como la fuga a piedi di due individui, uno dei quali con passamontagna ancora calzato e un registratore di cassa in mano, poi riusciti a dileguarsi su un furgone Ford. Il registratore di cassa trafugato conteneva pochi spiccioli, molto più gravi i danni causati alla vetrata, sfondata con il coperchio in ghisa di un tombino stradale.
Poco dopo le quattro, questa volta a Quarrata, due sconosciuti hanno lanciato un tombino contro la porta di un ristorante di via vecchia Fiorentina, ma sono stati messi in fuga dal proprietario che era ancora all’interno del locale e che, nel tentativo di inseguirli, si è appunto ferito candeno a terra. I due fuggitivi, dalle testimonianze raccolte, potrebbero essere stranieri. Non vi sono indicazioni sull’eventuale mezzo utilizzato per la fuga. Anche in questo caso i danni hanno riguardato la porta a vetri d’ingresso che è stata sfondata

L'articolo Usano tombino per spaccare le vetrate di due locali e rubare nel Pistoiese proviene da www.controradio.it.

Agliana (Pt): fiamme in casa, sei intossicati lievi

Agliana (Pt): fiamme in casa, sei intossicati lievi

Principio di incendio in un’abitazione ad Agliana (Pistoia), in via Panaro, questa mattina intorno alle 10. Sono rimaste coinvolte, per una leggera intossicazione provocata dal fumo inalato, sei persone (quattro adulti e due minorenni).

I sei intossicati sono stati trasportati in codice giallo in ospedale per accertamenti dal personale del 118. Sul posto per spegnere le fiamme sono intervenuti i vigili del fuoco. Il 118 ha soccorso gli intossicati con un’automedica e quattro ambulanze (Pubblica Assistenza Croce verde Pistoia, Misericordia di Montale, Misericordia di Quarrata, Misericordia di Pistoia). Sono in corso le indagini per accertare i motivi dell’incendio.

L'articolo Agliana (Pt): fiamme in casa, sei intossicati lievi proviene da www.controradio.it.

Pistoia, lasciano solo il figlio per punizione dentro centro commerciale, denunciati

Pistoia, lasciano solo il figlio per punizione dentro centro commerciale, denunciati

I genitori del piccolo, 9 anni, lo avevano intenzionalmente lasciato dentro un negozio di giochi dopo le bizze seguite al rifiuto di compargli un giocattolo

L’avevano lasciato per punizione in un negozio di giocattoli del “Centro Agliana” di via Berlinguer a Montale (Pistoia), perché aveva fatto le bizze al rifiuto di comprargli un giocattolo. E’ accaduto ad un bambino di nove anni trovato in lacrime dal personale addetto alla vigilanza che ha avvisato il 112 che ha denunciato i genitori per abbandono di minore. I militari hanno cercato, insieme al personale dell’esercizio, di tranquillizzare il bambino accertando che si trovava lì da solo da oltre mezz’ora confuso in mezzo alla clientela, e stava cercando disperatamente i genitori che invece lo avevano intenzionalmente abbandonato nel negozio.

Il padre 43enne e la madre 34enne rintracciati dopo circa un’ora, si sono presentati presso l’esercizio per recuperare il figlio. La vicenda, è stata segnalata dai militari sia alla procura ordinaria che al tribunale dei minori di Firenze.

L'articolo Pistoia, lasciano solo il figlio per punizione dentro centro commerciale, denunciati proviene da www.controradio.it.