Arezzo: cade dal tetto, operaio grave

Arezzo: cade dal tetto, operaio grave

Arezzo: incidente sul lavoro questa mattina alle 11 in via Landi dove un operaio di 42 anni mentre stava eseguendo lavori su un tetto è caduto ed ha riportato politraumi.

Sul posto un’auto infermierizzata, un’ambulanza, polizia e ispettori del lavoro. L’uomo è stato trasportato al policlinico Le Scotte di Siena. Le sue condizioni sono in corso di valutazione da parte dei medici.

(notizia in aggiornamento)

L'articolo Arezzo: cade dal tetto, operaio grave da www.controradio.it.

Arezzo: cade dal tetto, operaio grave

Arezzo: cade dal tetto, operaio grave

Arezzo: incidente sul lavoro questa mattina alle 11 in via Landi dove un operaio di 42 anni mentre stava eseguendo lavori su un tetto è caduto ed ha riportato politraumi.

Sul posto un’auto infermierizzata, un’ambulanza, polizia e ispettori del lavoro. L’uomo è stato trasportato al policlinico Le Scotte di Siena. Le sue condizioni sono in corso di valutazione da parte dei medici.

(notizia in aggiornamento)

L'articolo Arezzo: cade dal tetto, operaio grave da www.controradio.it.

Nuovo incendio a Levane (Ar), azienda orafa in fiamme

Nuovo incendio a Levane (Ar), azienda orafa in fiamme

Un incendio si è sviluppato in un’azienda orafa a Levane (Arezzo), vicino ai fabbricati industriali completamente distrutti dal rogo il 2 aprile scorso.

Sul posto intervenuti dalla notte scorsa i  vigili del fuoco con squadre da Montevarchi, Figline, Arezzo e il nucleo Nbcr (Nucleare, biologico, chimico e radiologico) da Firenze. Una densa colonna di fumo era visibile dal capannone. Nelle vicinanze non ci sono
abitazioni.  (Notizia in aggiornamento)

Una settimana fa andò distrutta  gran parte dello stabilimento “Valentino”, compreso il reparto produttivo. Le operazioni di spegnimento avevano  visto impegnati anche venerdì scorso, uomini del comando di Arezzo e dei distaccamenti di Montevarchi, Cortona, Bibbiena e Pratovecchio. In supporto al personale dei vigili del fuoco di Arezzo anche uomini e mezzi provenienti dal Comando di Firenze e dai distaccamenti di Figline Valdarno e Firenze Ovest.

Le fiamme, sviluppatesi poco dopo la mezzanotte nel capannone, per cause ancora da accertare da parte dei vigili del fuoco e dei carabinieri di San Giovanni Valdarno, hanno distrutto l’azienda e il materiale in pelle, nonché i macchinari contenuti all’interno. Data l’ora, non c’erano dipendenti all’interno della struttura, e nessuna persona è rimasta coinvolta. L’incendio ha attaccato anche tre fabbriche vicine ma è stato bloccato da 15 squadre dei vigili del fuoco, prima che le fiamme interessassero una ditta con forni per la galvanica. Sul posto per tutto il giorno i vigili del fuoco per bonificare la zona che è stata
posta sotto sequestro. Nessuna ipotesi è stata formulata circa la causa. Spetterà ai
tecnici dei vigili del fuoco espletare tutte le perizie del caso che poi saranno analizzate insieme ai carabinieri. L’azienda era stata aperta tre anni fa nella zona industriale di Levane, nella parte compresa nel comune di Bucine e da lavoro a 160 dipendenti
per i quali sono state aperte subito le procedure per la cassa integrazione.

“Avrebbe potuto essere un disastro ancora peggiore, se i vigili del fuoco non fossero riusciti a contenere l’incendio ed evitare che si estendesse alle fabbriche vicine”. Cosi il sindaco di Bucine (Arezzo) Nicola Benini, rimasto tutta la notte a visionare l’andamento dell’incendio che ha  distrutto lo stabilimento Valentino shoes di Levane.

L'articolo Nuovo incendio a Levane (Ar), azienda orafa in fiamme proviene da www.controradio.it.

Incendio Bucine: stabilimento Valentino in fiamme, video testimonianza

Incendio Bucine: stabilimento Valentino in fiamme, video testimonianza

Un vasto incendio ha colpito da stamani, a Levane (Arezzo), diversi capannoni industriali in un’area all’ingresso del paese. Sul posto, in via Valiani, sono intervenuti i vigili del fuoco oltre ai carabinieri e a personale del 118.

Distrutta anche gran parte dello stabilimento “Valentino”, compreso il reparto produttivo. Le operazioni di spegnimento hanno  visto impegnati, uomini del comando di Arezzo e dei distaccamenti di Montevarchi, Cortona, Bibbiena e Pratovecchio. In supporto al personale dei vigili del fuoco di Arezzo anche uomini e mezzi provenienti dal Comando di Firenze e dai distaccamenti di Figline Valdarno e Firenze Ovest.

Le fiamme, sviluppatesi poco dopo la mezzanotte nel capannone, per cause ancora da accertare da parte dei vigili del fuoco e dei carabinieri di San Giovanni Valdarno, hanno distrutto l’azienda e il materiale in pelle, nonché i macchinari contenuti all’interno. Data l’ora, non c’erano dipendenti all’interno della struttura, e nessuna persona è rimasta coinvolta. L’incendio ha attaccato anche tre fabbriche vicine ma è stato bloccato da 15 squadre dei vigili del fuoco, prima che le fiamme interessassero una ditta con forni per la galvanica. Sul posto per tutto il giorno i vigili del fuoco per bonificare la zona che è stata
posta sotto sequestro. Nessuna ipotesi è stata formulata circa la causa. Spetterà ai
tecnici dei vigili del fuoco espletare tutte le perizie del caso che poi saranno analizzate insieme ai carabinieri. L’azienda era stata aperta tre anni fa nella zona industriale di Levane, nella parte compresa nel comune di Bucine e da lavoro a 160 dipendenti
per i quali sono state aperte subito le procedure per la cassa integrazione.

“Avrebbe potuto essere un disastro ancora peggiore, se i vigili del fuoco non fossero riusciti a contenere l’incendio ed evitare che si estendesse alle fabbriche vicine”. Cosi il sindaco di Bucine (Arezzo) Nicola Benini, rimasto tutta la notte a visionare l’andamento dell’incendio che ha  distrutto lo stabilimento Valentino shoes di Levane.

La video testimonianza di una dipendente

L'articolo Incendio Bucine: stabilimento Valentino in fiamme, video testimonianza proviene da www.controradio.it.

“Lo spettatore digitale”: quinta edizione del Festival dello Spettatore ad Arezzo

“Lo spettatore digitale”: quinta edizione del Festival dello Spettatore ad Arezzo

Il festival ideato e promosso dalla Rete Teatrale Aretina organizzato con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Toscana e del Comune di Arezzo, avrà luogo venerdì 23 ottobre.

L’emergenza sanitaria legata alla pandemia ha portato gli artisti e le artiste a sperimentare una fusione di linguaggi e di mezzi per dare vita a spettacoli fruibili in forma digitale. In osservanza al nuovo DPCM  gli incontri potranno essere seguiti dal pubblico in diretta streaming sulla pagina Facebook della Rete Teatrale Aretina.

Alle ore 14,30 presso il Teatro Pietro Aretino, inizia la giornata di studi “Lo spettatore digitale”, con la presentazione di Sonar, la piattaforma per il teatro digitale creata da Straligut Teatro.

Fra gli invitati Laura Gemini, docente di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi all’Università di Urbino, Michele Trimarchi, docente di Economia della Cultura all’Università di Bologna, gli artisti digitali Federica Patti e Francesco Marcantoni.

La giornata proseguirà con la prima nazionale dello spettacolo di teatro danza per ragazzi e ragazze al Teatro Petrarca alle ore 18.

Alle ore 20 (partenza dal parcheggio Rossellino) il pullman dello spettatore porterà il pubblico al Teatro Verdi di Monte San Savino per assistere allo spettacolo “Segnale d’allarme – La mia battaglia”, scritto, diretto e interpretato da Elio Germano.
E’ possibile consultare il programma nel sito

 

L'articolo “Lo spettatore digitale”: quinta edizione del Festival dello Spettatore ad Arezzo proviene da www.controradio.it.