Terremoto Mugello: sciame scosse notte rilevato da strumenti 

Terremoto Mugello: sciame scosse notte rilevato da strumenti 

Prosegue lo sciame sismico nel Mugello. Gli strumenti dell’Ingv hanno registrato una nuova sequenza di sette scosse a bassa magnitudo nella notte, tra le 3 e le 4, con epicentro nel comune di Barberino di Mugello, non avvertite dalla popolazione. Le scosse hanno mosso i sismografi fino a far rilevare 1.7 di magnitudo come punta massima. Per dare ricovero a chi è rimasto senza casa sono rimasti aperti anche la notte scorsa i centri di accoglienza alla palestra delle scuole medie di Barberino di Mugello e nei box dell’autodromo del Mugello di Scarperia.

A Barberino, il comune più colpito in Mugello dal terremoto del 9 dicembre scorso, è stato attivato un conto corrente per le donazioni a sostegno della popolazione colpita dal sisma. E’ quanto comunica l’amministrazione comunale in una nota. Si tratta di un conto corrente intestato alla locale sezione del ‘Pro Loco per Barberino’, Banco Fiorentino Mugello – Impruneta – Signa Iban: IT60 J083 2537 7300 0000 0209 438. La causale per le donazioni sarà ‘Sisma Mugello’. “Un Comitato di garanti, composto da persone di riconosciuta e indiscussa moralità e indipendenza, avrà il compito di valutare le proposte per l’ utilizzo dei fondi e di garantire trasparenza nella gestione delle risorse”, prosegue la nota. Sulla stessa lunghezza d’onda il Comune di Scarperia e San Piero, dove la comunicazione è attesa per domani, in quanto il consiglio della locale Pro Loco si riunisce questa sera.
Il Comune ha emesso ieri sera un’ordinanza di riduzione della ‘zona rossa’ dove sono specificate le aree che, al momento, e per un tempo ancora indefinito, rimangono interdette ma che consente subito la riapertura di alcuni tratti di centro storico, in particolare intorno al corso Bartolomeo Corsini. Ciò, si spiega dal Comune, dopo altre verifiche dei vigili del fuoco e della Regione Toscana, e dopo che il Comune stesso ha notificato ordinanze di inagibilità per edifici di questi tratti. Installate per motivi di sicurezza barriere che però consentono il passaggio pedonale

L'articolo Terremoto Mugello: sciame scosse notte rilevato da strumenti  proviene da www.controradio.it.

Michela Murgia: “Istruzioni per diventare fascista” al Corsini di Barberino

Michela Murgia: “Istruzioni per diventare fascista” al Corsini di Barberino

Al Teatro Corsini di Barberino del mugello, martedì 30 aprile Michela Murgia porta il suo reading-spettacolo “Istruzioni per diventare fascista”, tratto dall’omonimo libro pubblicato da Einaudi.

Accompagnata sul palco da Francesco Medda Arrogalla, compositore elettronico e live performer, Michela Murgia svela come manipolando gli strumenti democratici si può rendere fascista per anni un intero paese senza nemmeno dirla mai la parola “fascismo”, facendo in modo che il linguaggio fascista sia accettato socialmente in tutti i discorsi.

Come si legge nelle note dello spettacolo: “Provare ad affermare il fascismo sul piano delle idee è lungo, complicato e conflittuale e alla fine si rivela inutile. Se si agisce sul metodo, invece, le cose verranno da sé. Poiché in politica metodo e contenuto sono la stessa cosa, il metodo fascista ha il potere della trasmutazione alchemica: se applicato senza preclusione ideologica trasforma in fascista chiunque lo faccia proprio”.

Questo monologo offre istruzioni di metodo e in particolare istruzioni di linguaggio, l’infrastruttura culturale più manipolabile che abbiamo. Le parole generano comportamenti e chi controlla le parole di tutti controlla i comportamenti di tutti. È da lì, dai nomi che diamo alle cose e da come le raccontiamo, che il fascismo può affrontare la sfida di tornare contemporaneo. Se riusciamo a convincere un democratico al giorno a usare una parola che gli abbiamo dato noi, quella sfida possiamo vincerla. In coda al monologo un piccolo test per misurare il grado di apprendimento raggiunto e valutare i progressi nell’adesione al fascismo.

L'articolo Michela Murgia: “Istruzioni per diventare fascista” al Corsini di Barberino proviene da www.controradio.it.

Michela Murgia: “Istruzioni per diventare fascista” al Corsini di Barberino

Michela Murgia: “Istruzioni per diventare fascista” al Corsini di Barberino

Al Teatro Corsini di Barberino del mugello, martedì 30 aprile Michela Murgia porta il suo reading-spettacolo “Istruzioni per diventare fascista”, tratto dall’omonimo libro pubblicato da Einaudi.

Accompagnata sul palco da Francesco Medda Arrogalla, compositore elettronico e live performer, Michela Murgia svela come manipolando gli strumenti democratici si può rendere fascista per anni un intero paese senza nemmeno dirla mai la parola “fascismo”, facendo in modo che il linguaggio fascista sia accettato socialmente in tutti i discorsi.

Come si legge nelle note dello spettacolo: “Provare ad affermare il fascismo sul piano delle idee è lungo, complicato e conflittuale e alla fine si rivela inutile. Se si agisce sul metodo, invece, le cose verranno da sé. Poiché in politica metodo e contenuto sono la stessa cosa, il metodo fascista ha il potere della trasmutazione alchemica: se applicato senza preclusione ideologica trasforma in fascista chiunque lo faccia proprio”.

Questo monologo offre istruzioni di metodo e in particolare istruzioni di linguaggio, l’infrastruttura culturale più manipolabile che abbiamo. Le parole generano comportamenti e chi controlla le parole di tutti controlla i comportamenti di tutti. È da lì, dai nomi che diamo alle cose e da come le raccontiamo, che il fascismo può affrontare la sfida di tornare contemporaneo. Se riusciamo a convincere un democratico al giorno a usare una parola che gli abbiamo dato noi, quella sfida possiamo vincerla. In coda al monologo un piccolo test per misurare il grado di apprendimento raggiunto e valutare i progressi nell’adesione al fascismo.

L'articolo Michela Murgia: “Istruzioni per diventare fascista” al Corsini di Barberino proviene da www.controradio.it.

Barberino M.lo, investe cognata dopo lite per l’eredità

Barberino M.lo, investe cognata dopo lite per l’eredità

La donna, dopo esser stata colpita frontalmente, è stata ricoverata all’ospedale di Borgo San Lorenzo (FI). Gravi le ferite riportate, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Un idraulico di 49 anni, incensurato, è stato arrestato ed accusato del reato di tentato omicidio aggravato dai futili motivi per aver investito intenzionalmente la cognata con la sua auto. E’ successo in via Vespucci a Barberino del Mugello (Firenze). La donna, una pensionata di 65 anni, si trova ricoverata all’ospedale di Borgo San Lorenzo (Firenze). Secondo quanto spiegato dai carabinieri, non sarebbe in pericolo di vita.

L’investimento sarebbe avvenuto non lontano da casa della 65enne, che nell’incidente ha riportato numerose fratture. Secondo i primi accertamenti dei carabinieri, fino ad oggi i dissapori tra i due, relativi ad una questione ereditaria, non erano mai sfociati in episodi violenti.

L'articolo Barberino M.lo, investe cognata dopo lite per l’eredità proviene da www.controradio.it.

Barberino M.lo, investe cognata dopo lite per l’eredità

Barberino M.lo, investe cognata dopo lite per l’eredità

La donna, dopo esser stata colpita frontalmente, è stata ricoverata all’ospedale di Borgo San Lorenzo (FI). Gravi le ferite riportate, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Un idraulico di 49 anni, incensurato, è stato arrestato ed accusato del reato di tentato omicidio aggravato dai futili motivi per aver investito intenzionalmente la cognata con la sua auto. E’ successo in via Vespucci a Barberino del Mugello (Firenze). La donna, una pensionata di 65 anni, si trova ricoverata all’ospedale di Borgo San Lorenzo (Firenze). Secondo quanto spiegato dai carabinieri, non sarebbe in pericolo di vita.

L’investimento sarebbe avvenuto non lontano da casa della 65enne, che nell’incidente ha riportato numerose fratture. Secondo i primi accertamenti dei carabinieri, fino ad oggi i dissapori tra i due, relativi ad una questione ereditaria, non erano mai sfociati in episodi violenti.

L'articolo Barberino M.lo, investe cognata dopo lite per l’eredità proviene da www.controradio.it.