Busitalia: aumentano i trasporti per il Mugello

Busitalia: aumentano i trasporti per il Mugello

Ulteriori cinque nuovi autobus arricchiscono la flotta di Busitalia Sita Nord, la società del Gruppo FS Italiane che si occupa del trasporto su gomma.

Presentati oggi a Barberino di Mugello (FI) dal Direttore Regionale Toscana di Busitalia – Sita Nord, Stefano Bonora, dalla Vice Sindaca di Barberino Sara Di Maio e dall’Assessore Regionale Vincenzo Ceccarelli, i nuovi mezzi Mecerdes Intouro, lunghi 12 metri con un’offerta di 49 posti a sedere e 28 in piedi, dotati di dispositivi per il trasporto disabili, sono destinati ai servizi di trasporto locale che l’azienda svolge nel Mugello.

Consentiranno un sensibile abbassamento dell’età media dei mezzi in circolazione, sostituendo gli autobus più vetusti.

Caratterizzati dalla livrea di Busitalia, in linea con i treni della flotta di Trenitalia per i servizi passeggeri regionali, anche i nuovi autobus per i servizi extraurbani rispondono alle politiche aziendali in materia di rinnovo del parco.

Elevati standard di sicurezza, massimo comfort sia per i clienti sia per il conducente e benefici per l’ambiente e classe Euro 6 per ridurre al minimo le emissioni nocive ed i consumi. Inoltre, è migliorata l’accessibilità dei passeggeri a mobilità ridotta attraverso una pedana elettro idraulica.

I 5 nuovi Mercedes Intouro, valore dell’investimento di circa 900 mila Euro, sono stati acquistati con il contributo del 55% della Regione Toscana.

Fanno parte del lotto di 25 autobus, che saranno consegnati entro fine febbraio 2019, dedicati ai servizi extraurbani della Toscana, in particolare sulle linee del Mugello, Chianti e per il collegamento Firenze-Siena. Continua così il piano di rinnovo della flotta Busitalia per la Toscana avviato nel 2014, i 25 autobus si aggiungono ad ulteriori 33 acquistati nel corso degli ultimi anni.

 

busitalia

L'articolo Busitalia: aumentano i trasporti per il Mugello proviene da www.controradio.it.

Licenziamenti alla Vega di Barberino, sciopero e presidio

Licenziamenti alla Vega di Barberino, sciopero e presidio

La Vega di Barberino di Mugello, azienda che opera nella produzione in materiale composito e acciai speciali, in vari settori tra cui difesa, nautica e dell’illuminazione, ha deciso di licenziare quattro dei 25 lavoratori in organico.

Per Fabio Ammavuta della Fiom Cgil di Firenze è “una decisione inaccettabile, le difficoltà asserite dall’azienda non possono ricadere sui lavoratori. Se ci sono problemi si apra un tavolo di confronto con il sindacato per individuare insieme le soluzioni più opportune”. In solidarietà nei confronti dei colleghi, e per manifestare la preoccupazione per le prospettive occupazionali in azienda, i lavoratori sono in sciopero oggi dalle 9,30 alle 11,30 in concomitanza dell’incontro previsto presso l’Ispettorato del Lavoro di Firenze dove verranno discussi i licenziamenti annunciati dalla Vega srl. Durante lo sciopero i lavoratori stanno effettuando un presidio davanti ai cancelli dell’azienda in via della Lora a Barberino di Mugello.

L'articolo Licenziamenti alla Vega di Barberino, sciopero e presidio proviene da www.controradio.it.