Follonica: in 1500 a fiaccolata, omicida coinvolto in inchieste di camorra

Follonica: in 1500 a fiaccolata, omicida coinvolto in inchieste di camorra

Erano oltre 1500 le persone presenti alla fiaccolata organizzata ieri sera dall’Amministrazione comunale a Follonica (Grosseto) dove Raffaele Papa, 29 anni, ha sparato e ucciso Salvatore De Simone e ferito il fratello Massimiliano. Ferita anche una 55enne. Papa, originario di casera, è stato in passato coinvolto in due inchieste di camorra.

Il corteo lungo e silenzioso, ha attraversato il centro storico. “Non dobbiamo aver paura di chiamare le cose con il loro nome: si tratta di tipiche dinamiche di stampo mafioso”, ha detto il sindaco Andrea Benini. “La criminalità va combattuta – ha concluso – e siamo qui per dare un senso e impegnarci concretamente”.

Raffaele Papa, il 29enne che ha sparato e ucciso Salvatore De Simone, 42 anni, e ferito il fratello Massimiliano e una donna che passava per caso in via Matteotti, dove l’uomo
ha estratto la pistola e ha fatto fuoco, è arrivato nella cittadina toscana sei o sette anni fa. Qui ha messo in piedi un’agenzia di pompe funebri, un’attività che a Grazzanise, in
provincia di Caserta, di dove è originaria la sua famiglia, era portata avanti già dai suoi nonni. Il 29enne però lavora anche nella gastronomia di cui è titolare il padre, Antonio Papa, e cui locali si trovano accanto all’hotel Stella dei fratelli De Simone.
Antonio Papa, in passato, era stato coinvolto in almeno due inchieste sulla camorra: Ex vice sindaco Dc di Grazzanise nel 1991, a 29 anni, venne sospeso dal prefetto perchè coinvolto in un’inchiesta che riguardava alcuni boss della zona (il Consiglio comunale fu sciolto l”anno dopo per infiltrazioni mafiose), è arrivato in Toscana solo da quattro anni.

L'articolo Follonica: in 1500 a fiaccolata, omicida coinvolto in inchieste di camorra proviene da www.controradio.it.