Arezzo, picchiavano anziani, in 3 vogliono patteggiare

Arezzo, picchiavano anziani, in 3 vogliono patteggiare

Castel San Niccolò (Arezzo). I 3 indagati concordano pena. Altri 4 verso processo.

Nella vicenda di percosse, ingiurie e minacce agli anziani, ospiti nella casa di riposo di Castel San Niccolò (Arezzo), il gup ha preso atto delle richieste dei sette imputati, ex dipendenti della struttura, e si è riservato la decisione sul prosieguo del procedimento.

Nell’udienza preliminare in tre hanno chiesto nuovamente di patteggiare dopo che, in una fase precedente dell’udienza, si era opposto il pm Marco Dioni dato che aveva ritenuto la pena richiesta troppo bassa. In questo caso le parti avrebbero concordato 2 anni. Altri due hanno chiesto il rito abbreviato mentre i restanti due andranno a processo ordinario.Davanti al gup è stata inoltrata anche la richiesta di costituzione di due parti civili. La decisione entro luglio.

L’inchiesta, coordinata dalla procura di Arezzo, ha visto indagate sei donne e un uomo, operatori sanitari italiani, tra i 40 e i 60 anni. Secondo i carabinieri le indagini hanno consentito di scoprire le violenze che avvenivano all’interno della struttura: schiaffi, insulti e maltrattamenti. La vicenda emerse un anno fa.

L'articolo Arezzo, picchiavano anziani, in 3 vogliono patteggiare proviene da www.controradio.it.

Casentino: bulli di paese picchiano coetaneo, denunciati

Casentino: bulli di paese picchiano coetaneo, denunciati

Hanno picchiato un coetaneo durante una sagra di paese ma la vittima ha trovato il coraggio di raccontare il fatto ai genitori e due giovanissimi, ma già con la fama di ‘picchiatori’, sono stati denunciati dai carabinieri. L’episodio, solo l’ultimo di una serie, è avvenuto a Strada in Casentino, una frazione del comune di Castel San Niccolò (Arezzo), durante una sagra paesana nel luglio scorso.

La vittima è un loro coetaneo della zona. I due, uno appena maggiorenne, l’altro 17enne, si sarebbero avvicinati e, trovando un casuale pretesto, lo avrebbero pestato colpendolo con calci e pugni. Il ragazzino è finito al pronto soccorso, riportando lesioni giudicate guaribili in 10 giorni. Grazie al sostegno dei genitori il ragazzo ha trovato il coraggio di denunciare l’episodio. A quel punto sono scattate le indagini e i carabinieri di Strada sono riusciti a risalire all’identità dei due ragazzi. Due nomi e due volti già loro noti per episodi simili. È scattata la denuncia, non la prima, per lesioni personali.

L'articolo Casentino: bulli di paese picchiano coetaneo, denunciati proviene da www.controradio.it.