Arezzo: Cantarelli, in 120 si licenziano dopo fallimento

Arezzo: Cantarelli, in 120 si licenziano dopo fallimento

Alla casa di moda Cantarelli di Arezzo, ormai dichiarata fallita, non c’è stato nessun esercizio provvisorio e dunque ora i lavoratori scivolano verso il licenziamento e la mobilità.

Sono 120 su 218 totali i dipendenti della Cantarelli, l’azienda di sartoria da uomo con sede a Terontola nel comune di Cortona (Arezzo) che hanno deciso di licenziarsi dopo il fallimento decretato dal tribunale di Arezzo alcune settimana fa.

La procedura di licenziamento serve per ottenere la mobilità per due anni o, per chi ha nuove proposte, come spiegano i sindacati, per potervi aderire. Intanto, dopo l’incontro al ministero del Lavoro in programma ieri, si è sbloccata la questione relativa alla cassa integrazione rimasta bloccata per sei mesi. I lavoratori cominceranno a percepirla da luglio e riguarderà il periodo compreso da dicembre a maggio, mese del fallimento.

L'articolo Arezzo: Cantarelli, in 120 si licenziano dopo fallimento proviene da www.controradio.it.

Cortona: auto in un burrone, morto 84enne

Cortona: auto in un burrone, morto 84enne

Renato Postiferi, l’84enne di Cortona (Arezzo) di cui era stata denunciata ieri mattina la scomparsa dai familiari, è stato trovato morto all’interno della sua auto finita in un burrone dopo essere uscita di strada in località di Torreone.

I familiari avevano denunciato la scomparsa dell’uomo ieri mattina. La vettura, una Fiat Punto, con all’interno la vittima, è stata trovata in un dirupo profondo circa trenta metri. A dare l’allarme è stato un automobilista che intorno a mezzanotte e mezzo ha visto l’auto nel burrone e ha avvertito nell’immediato i soccorsi.

I vigili del fuoco sono arrivati con il verricello mentre all’interno dell’abitacolo veniva scoperto il corpo di una persona. È stato così allertato il 118 aretino e un medico si è calato nel dirupo constatando il decesso dell’ottantaquattrenne. Le ricerche di Renato Postiferi erano iniziate nella giornata di ieri, dopo che i familiari ne avevano denunciato la scomparsa ai carabinieri cortonesi. Rimane da chiarire la dinamica dell’incidente, la quale è stata affidata all’investigazione dei carabinieri.

L’uomo viveva con la famiglia a pochi chilometri dal luogo dell’incidente. I familiari hanno riferito che l’uomo si era allontanato per fare un breve giro in automobile, il necessario per rimettere in moto il mezzo e ricaricare la batteria.

L'articolo Cortona: auto in un burrone, morto 84enne proviene da www.controradio.it.

Cortona: auto in un burrone, morto 84enne

Cortona: auto in un burrone, morto 84enne

Renato Postiferi, l’84enne di Cortona (Arezzo) di cui era stata denunciata ieri mattina la scomparsa dai familiari, è stato trovato morto all’interno della sua auto finita in un burrone dopo essere uscita di strada in località di Torreone.

I familiari avevano denunciato la scomparsa dell’uomo ieri mattina. La vettura, una Fiat Punto, con all’interno la vittima, è stata trovata in un dirupo profondo circa trenta metri. A dare l’allarme è stato un automobilista che intorno a mezzanotte e mezzo ha visto l’auto nel burrone e ha avvertito nell’immediato i soccorsi.

I vigili del fuoco sono arrivati con il verricello mentre all’interno dell’abitacolo veniva scoperto il corpo di una persona. È stato così allertato il 118 aretino e un medico si è calato nel dirupo constatando il decesso dell’ottantaquattrenne. Le ricerche di Renato Postiferi erano iniziate nella giornata di ieri, dopo che i familiari ne avevano denunciato la scomparsa ai carabinieri cortonesi. Rimane da chiarire la dinamica dell’incidente, la quale è stata affidata all’investigazione dei carabinieri.

L’uomo viveva con la famiglia a pochi chilometri dal luogo dell’incidente. I familiari hanno riferito che l’uomo si era allontanato per fare un breve giro in automobile, il necessario per rimettere in moto il mezzo e ricaricare la batteria.

L'articolo Cortona: auto in un burrone, morto 84enne proviene da www.controradio.it.