Il Carnevale dei Quartieri fiorentini

Il Carnevale dei Quartieri fiorentini

In occasione dei colori e dei lazzi del Carnevale i Quartieri fiorentini ospiteranno nelle proprie strade eventi a tema per intrattenere le famiglie. Proponiamo un sintetico quadro delle varie iniziative, Quartiere per Quartiere.

Quartiere 1

10 febbraio, ore 14-18, Piazza Ognissanti, Il Carnevale dei Bambini, a cura di Associazione Borgognissanti. Animazioni no stop, giochi, gonfiabili, zucchero filato, brigidini, croccante, trenino elettrico e truccabimbi; in conclusione verrà bruciata la maschera di Stenterello.

Quartiere  2

Martedì 13 febbraio, ore 15,30, a Villa Arrivabene va in scena una gustosa festa di Carnevale a base di giochi e di travestimenti. Si comincia con maschere, laboratori per bambini e una grande sfida a Firenzopoli, gioco di ruolo in salsa viola.  Alle 17 è il turno della merenda e alle 18 gran finale con la premiazione della maschera più originale.

Quartiere 3

Sabato 10 febbraio, a partire dalle ore 14, si terrà la dodicesima edizione del Carnevale della Nave a Rovezzano. L’iniziativa,  organizzata da SRMS Nave a Rovezzano, Centro Diurno Linar, GSD Albereta Calcio e Circolo Parrocchiale  avrà come tema e ambientazione la favola di “Peter Pan”.

Come di consueto il Centro Commerciale Naturale ‘Punti di Incontro’  organizza il Carnevale per le strade di Gavinana (via Datini, via d’Antiochia, piazza Gualfredotto e contrade). Domenica 11 febbraio, ore 15, partenza del corteo da via d’Antiochia con carri allegorici e sfilate in maschera. Lungo il percorso saranno  allestiti banchi e stand gastronomici.

Sabato 10 febbraio, ore 15, al Galluzzo, ritrovo in maschera sul piazzale della chiesa di San Giuseppe,  con intrattenimenti e giochi per bambini e ragazzi. Alle ore 15:45 dal piazzale della chiesa inizierà la sfilata per le vie del paese a seguito del carro allegorico, fino alla casa del Popolo del Galluzzo dove, oltre all’animazione, sarà offerto un piccolo rinfresco. L’iniziativa è realizzata da Centro Sportivo Galluzzo, Misericordia, Casa del Popolo e parrocchia di San Giuseppe.

13 febbraio, ore 16,30,  via Giampaolo Orsini, Festa per bambini, a cura dei commercianti della strada, con conclusione al Teatro Affratellamento e animazione finale.

Quartiere 4

Domenica 11 febbraio, ore 14 in Piazza Isolotto. Corteo per le strade del quartiere con arrivo Parco di Villa Vogel attorno alle 15,30.  Il corteo è legato ai temi della pace con la partecipazione delle diverse comunità con gli abiti tradizionali. In conclusione momenti di spettacolo con canti, offerte di cibo e danze tradizionali dei vari popoli.

Quartiere 5

10 febbraio, ore 16,30, Cinema Teatro Castello, La grande sfida tra il riccio e la lepre, spettacolo di burattini;

11 febbraio, ore 15, giardini di San Piero a Quaracchi, festa carnevalesca con animazione musicale e giochi per bambini. In caso di maltempo la manifestazione viene rinviata al 18 febbraio con le identiche modalità e gli stessi orari.

12 febbraio, ore 14,30, piazza delle Medaglie d’Oro, maschere, laboratori, giocolerie, magia.

Altri eventi

11 febbraio, ore 15,30, Science Attack! Maschere Stellari,Laboratorio per bambini (dai 6 anni), c/o Fondazione Scienza e Tecnica e Planetario di Firenze, via Giusti 29. Le costellazioni del nostro cielo diventano maschere di un Carnevale originale e colorato.
Prenotazione obbligatoria 055-2343723  iscrizioni@fstfirenze.it
13 febbraio, ore 21, Teatro Verdi, Concerto di Carnevale, con musiche di Prokof’ev, Dvořák, Mozar

L'articolo Il Carnevale dei Quartieri fiorentini proviene da www.controradio.it.

Incontro Palazzo Vecchio-Tram Spa: confermata tabella marcia linea 3

Incontro Palazzo Vecchio-Tram Spa: confermata tabella marcia linea 3

Venerdì notte l’elettrificazione della primo tratto della linea 3 e la notte successiva arriva il tram per le prove. Confermata la data di messa in funzione della linea 3.

Si è svolta questa mattina la riunione tra Amministrazione e i vertici del concessionario Tram Spa e delle ditte che stanno realizzando le linee 2 e 3 della tramvia. Per quanto riguarda la linea 3 è confermata la messa in esercizio per il 30 giugno prossimo; sulla linea 2 sono in corso approfondimenti sulla tempistica. La riunione è stata aggiornata a martedì prossimo.

Si conferma per la notte tra giovedì 8 e venerdì 9 febbraio l’elettrificazione del primo tratto della linea 3 (quello a doppio binario tra largo Brambilla a piazza Dalmazia e i due a binario singolo in via Vittorio Emanuele II fino a via Mazzoni e in via Corridoni fino a via Bini) mentre la notte successiva, tra il 9 e il 10 febbraio, arriverà il tram che sarà utilizzato per le prove sui binari. Il mezzo arriverà con un trasporto eccezionale alla mezzanotte del 10 febbraio percorrendo un preciso itinerario concordato con la Polizia Municipale.

Il convoglio arriverà da viale XI Agosto per via Sestese-via Reginaldo Giuliani-via Santo Stefano in Pane-via Dino del Garbo fino a entrare nel cantiere di viale Morgagni dove il tram verrà sarà scaricato. Il mezzo per il trasporto eccezionale poi uscirà da via Dino del Garbo-via Santo Stefano in Pane-via Reginaldo Giuliani in direzione uscita città.

Oltre ai divieti di sosta in via Reginaldo Giuliani, via Santo Stefano in Pane, via Dino del Garbo, saranno istituite alcune chiusure temporanee delle direttrici via Dino del Garbo-viale Morgagni-via Santo Stefano in Pane e viale Morgagni verso via Caccini. Sarà chiusa anche l’intersezione tra via Santo Stefano in Pane-via Dino del Garbo-viale Morgagni: di conseguenza i veicoli provenienti da via Dino del Garbo non potranno transitare verso via Reginaldo Giuliani. La corsia riservata ai mezzi di soccorso da piazza Dalmazia verso via Caccini sarà interrotta solo al momento dell’attraversamento del convoglio come pure la direttrice via Caccini-piazza Dalmazia.

L'articolo Incontro Palazzo Vecchio-Tram Spa: confermata tabella marcia linea 3 proviene da www.controradio.it.

Tramvia, Nardella: “Ditte rispettino tempi”

Tramvia, Nardella: “Ditte rispettino tempi”

Il sindaco è stato interrogato riguardo ad un poossibile slittamento nella concusione dei lavori, prevista per fine febbraio: “Il compito nostro è quello di vigilare. Non sarà qualche scaramuccia con le ditte che ci spaventa”. Domani incontro sindaco imprese per fare il punto.

Rispetto ai tempi di realizzazione delle nuove linee tramviarie a Firenze “ci sono degli impegni che le ditte hanno preso. Credo che le ditte debbano confermare questi impegni che hanno sottoscritto di loro pugno”.

Così il sindaco Dario Nardella, oggi a margine di una iniziativa, ha risposto a chi gli chiedeva se ci fosse il rischio di slittamenti nella consegna dei lavori, prevista a fine febbraio, e nella messa in esercizio delle nuove linee, annunciata dall’amministrazione entro l’estate.

“Il compito nostro è quello di vigilare – ha aggiunto -. Quello che conta comunque è che stiamo andando avanti: abbiamo accelerato i ritmi, i cittadini vedono sotto i loro occhi di giorno in giorno i cantieri che vanno avanti. Stiamo parlando della più grande opera tramviaria mai fatti in Italia negli ultimi 50 anni, è una delle opere pubbliche più importanti del Paese. Quindi non sarà qualche scaramuccia con le ditte che ci spaventa”.

Noi abbiamo un obiettivo, e facciamo di tutto per portarlo in fondo”. Proprio domani ci sarà un incontro con le aziende che stanno portando avanti l’intervento, che Nardella definisce “una riunione come ne faccio tante. Ogni mese convoco tutte le aziende della tramvia per fare il punto”.

L'articolo Tramvia, Nardella: “Ditte rispettino tempi” proviene da www.controradio.it.

Firenze: abusivismo commerciale, raffica di controlli e sequestri nel finesettimana

Firenze: abusivismo commerciale, raffica di controlli e sequestri nel finesettimana
Per quanto riguarda il finesettimana sono stati 1.533 i sequestri di oggetti all’interno del Quadrilatero Romano tra aste da selfie, ombrelli, impermeabili, articoli usati e articoli di bigiotteria. Tra i servizi effettuati l’intervento di ieri alla Loggia del Pesce dove, in una sorta di mercatino abusivo dell’usato, sono stati sequestrati 518 oggetti di seconda mano (tra cui scarpe, lettori di CD, casse acustiche e altri articoli elettronici usati).

L'articolo Firenze: abusivismo commerciale, raffica di controlli e sequestri nel finesettimana proviene da www.controradio.it.

L’importanza del coraggio alla Pergola: dialogo sul libro di Paolo Crepet

L’importanza del coraggio alla Pergola: dialogo sul libro di Paolo Crepet

Oggi, 5 febbraio, alle ore 18, Paolo Crepet e Gabriele Lavia dialogano al Teatro della Pergola sull’ultimo libro dello psichiatra e scrittore, Il coraggio. Crescere, educare, vivere, edito da Mondadori.

Il volume offre a genitori, educatori e anche ai nativi digitali, un ipotetico inventario di alcune declinazioni del coraggio in vari ambiti dell’esperienza umana (il coraggio di educare, dire no, ricominciare, avere paura, scrivere, immaginare, creare).

“È concepito – spiega Crepet – come un’associazione di idee, un brain-storming, per stimolare adulti e non ancora adulti a credere in se stessi, ad affermare le proprie idee e vocazioni, la propria libertà e autonomia, per non rinunciare ai sogni e costruirsi la giusta dose di autostima”.

Il coraggio di cui parla Paolo Crepet è soprattutto quello che dobbiamo inventarci tutti noi per creare un mondo nuovo, quello che i giovani devono ritrovare per iniziare un nuovo rinascimento ideale ed etico.

Un tempo il coraggio, nella sua accezione di ardimento fisico, era solo opera dell’umano, poi le macchine se ne sono impossessate: non più il guerriero armato delle sue mani, ma di mitragliatrici, carri armati, lanciafiamme, cacciabombardieri. Un po’ come accade ora con la tecnologia: fino a trent’anni fa occorreva pronunciarsi, scrivere, telefonare e quindi esporsi. Oggi si può comunicare, anzi si è indotti a farlo, senza un’interfaccia umana, senza rischi né paura di compromettersi. E le umane virtù vengono delegate a ciò che umano non è. A partire dal suo ultimo libro edito da Mondadori, Il coraggio. Crescere, educare, vivere, Paolo Crepet dialoga con Gabriele Lavia al Teatro della Pergola, lunedì 5 febbraio, ore 18, sul coraggio e la forza d’animo che stanno diventando sempre più astrazioni virtuali, svuotate di senso, per uomini e donne che vagano senza bussola, giovani accecati dal presente e vecchi incartapecoriti nel ricordo. L’ingresso all’incontro è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

“Ho voluto parlare di coraggio perché il coraggio manca – spiega Crepet – ‘coraggio’ è parola sacra, luce della vita, senza la quale non possiamo fare nulla. Viviamo in una realtà complicata che ha bisogno di coraggio, soprattutto da parte dei giovani, per essere reinterpretata: il coraggio di intraprendere il futuro, di rischiare, immaginare, avere una visione del mondo. Il coraggio è la forza del cuore: a metà strada tra la mente e le viscere, la ragione e la passione”.

Dunque, l’obiettivo del testo è fronteggiare “la più grande urgenza sociale odierna” e nel farlo lo psichiatra e scrittore parte dalla convinzione che la parola ‘coraggio’ debba essere reinventata, non attualizzata: se essa fa riferimento a una forza morale, c’è da chiedersi che cosa significhi oggi possederla e consolidarla. Ma solo partendo da qui si può pensare il futuro.

“Il coraggio – conclude Paolo Crepet – è proprio quella forza che tende a immaginare il futuro, è l’elemento visionario che fa la differenza nelle scelte umane. In questo preciso momento storico c’è bisogno di tanto coraggio per affrontare ed inventare il futuro. Quanto alle nuove generazioni, il coraggio è anche paura, consapevolezza dei propri limiti, ma anche l’energia per superali. Il mio libro vuole stimolare tutti a credere in se stessi e a sognare con coraggio”.

L’ingresso all’incontro è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

L'articolo L’importanza del coraggio alla Pergola: dialogo sul libro di Paolo Crepet proviene da www.controradio.it.