8 dicembre, Firenze ‘si accende’ con F-LIGHT

8 dicembre, Firenze ‘si accende’ con F-LIGHT

Firenze, presentato il programma di F-LIGHT, Firenze Light Festival, che dopo il grande successo delle scorse edizioni, dall’8 dicembre ‘accenderà’ la città per un mese rivestendo di una nuova luce i monumenti e le piazze.

F-LIGHT proporrà video-mapping, proiezioni, giochi di luce, mostre e installazioni artistiche, attività educative, visite speciali nei musei, spettacoli e incontri culturali.

Il festival, promosso dal Comune di Firenze e organizzato da MUS.E, con la direzione artistica di Sergio Risaliti, quest’anno nasce all’insegna della genialità di Leonardo da Vinci, di cui si celebreranno nel 2019 i cinquecento anni dalla morte.

Come di consueto saranno coinvolti numerosi spazi della città: su tutti Ponte Vecchio, Palazzo Vecchio, Palazzo Medici Riccardi, Piazza Santa Maria Novella e l’Oltrarno, con un’attenzione particolare alle Torri e alle Porte della città e ai quartieri fuori dal centro storico.

Al centro di F-light c’è sempre la luce, fonte di energia universale ed il titolo quest’anno evoca l’illuminarsi della mente, il pensiero che supera i limiti della conoscenza per osare il nuovo, per sperimentare, per innovare. I simboli del festival saranno perciò la fiammella che accende un lume nella notte, il filamento che si riscalda, la rete neuronale che si accende.

F-light prenderà ufficialmente il via sabato 8 dicembre: dopo i saluti di fronte all’albero di Natale nel cortile di Palazzo Vecchio alle ore 16:30, il Sindaco si dirigerà in Piazza Duomo per l’accensione, attesa, del grande abete di fronte alla cattedrale.

A seguire verrà accesa una delle nuove installazioni di F-light: in Piazza Santa Maria Novella, di fronte alla meravigliosa facciata della basilica, sarà inaugurato un grande albero di luminarie: un cono di 18 metri composto da rosoni luminosi, ispirato ai motivi architettonici e agli intarsi nel marmo della facciata della basilica, ma anche una reinterpretazione moderna del classico abete, simbolo per eccellenza del Natale. L’installazione è resa possibile grazie alle più prestigiose strutture alberghiere della piazza: Hotel Roma, WTB Hotels, J.K. Place e Grand Hotel Minerva.

Sempre in Piazza Santa Maria Novella, uno dei luoghi di F-light sarà il Museo Novecento. Il loggiato esterno, eccezionalmente animato da fasci di colore, accompagnerà i visitatori a scoprire le mostre in corso: su tutte la straordinaria esposizione di Medardo Rosso (a partire dal 20 dicembre), che torna ad essere celebrato a Firenze dopo oltre un secolo, e la mostra L’anno zero di Maria Lai, una affascinante selezione dei suoi celebri presepi realizzati in terracotta, legno, stoffa, filo, sabbia.

Tra i monumenti più conosciuti nel mondo, Ponte Vecchio anche in questa edizione si trasformerà temporaneamente in una tela: un suggestivo videomapping celebrerà infatti la genialità di Leonardo Da Vinci, con un progetto curato da Sergio Risaliti e realizzato da The Fake Factory.

Bellezza e utilità, esperienza contemplativa dell’arte e scienza al servizio dell’uomo: un doppio binario che vede in Leonardo, nelle sue creazioni artistiche e nelle sue sperimentazioni una perfetta sintesi. Il lightshow di Ponte Vecchio è sostenuto da Firenze Fiera: l’83esima Mostra Internazionale dell’Artigianato, che si svolgerà durante la primavera del 2019, celebrerà, infatti, l’anniversario leonardiano ponendo un’attenzione particolare ai temi dell’eccellenza artigianale e manifatturiera.

Sempre a Leonardo sarà dedicata una mostra digitale d’impianto didattico nella Sala d’Armi di Palazzo Vecchio: un’esperienza multimediale incentrata sulla ricostruzione-evocazione delle vicende storiche che portarono allo scontro tra fiorentini e milanesi, nonché alla committenza del Soderini, quindi alla sfida artistica tra Leonardo e Michelangelo cui il Gonfaloniere chiese di raffigurare in affresco la Battaglia di Anghiari e quella di Cascina sulle pareti del Sala del Gran Consiglio di Palazzo Vecchio. La proposta è curata da Sergio Risaliti con Carlo Francini, Referente Centro Storico Patrimonio Mondiale UNESCO, e realizzata da Fake Factory. L’iniziativa è organizzata grazie a SOGEMI Invest – Galileo Consulting for Communication.

Con i suoi 95 metri di altezza la Torre d’Arnolfo domina la città: in occasione di F-light, grazie alla collaborazione e alla sponsorizzazione tecnica di Linea Light Group, le più sofisticate tecnologie in campo illuminotecnico trasformeranno il camminamento di ronda in una spettacolare parete LED animata.

Sempre in Piazza della Signoria, una luce particolare illuminerà le pareti e le volte della Loggia de’ Lanzi: grazie a SilfiSpa i capolavori di Benvenuto Cellini, del Giambologna e le sculture romane saranno avvolte da un’atmosfera magica e delicata. Sul monumento sarà inoltre proiettato il logo “F-light your mind”, titolo dell’edizione di quest’anno del festival, insieme all’hashtag #EnjoyRespectFirenze, la campagna di sensibilizzazione lanciata dalla Città di Firenze per ricordare quali sono i comportamenti sbagliati e quali invece le “buone pratiche” per vivere la città.

Altra sede storica coinvolta sarà Palazzo Medici Riccardi: dopo la nuova illluminazione permanente della facciata esterna su Via Cavour, realizzata da SilfiSpa e inaugurata a novembre, durante il Festival prenderà vita anche il Giardino Mediceo: grazie a ISIA e MBVision una delle pareti del cortile diventerà una tela di proiezione che ospiterà il lavoro di giovani creativi e designer impegnati in un confronto creativo con alcune tematiche leonardiane. Anche il Cortile di Michelozzo prenderà vita grazie a una illuminazione cromatica che ne valorizzerà le eleganti linee rinascimentali.

Dopo i recenti interventi di recupero e restauro, un’illuminazione scenografica valorizzerà il palazzo della Camera di Commercio, grazie a fasci di luce che daranno risalto tanto agli elementi architettonici su Lungarno Diaz quanto le facciate su Piazza Mentana e Piazza dei Giudici.

Ospite fisso della manifestazione la Rinascente in Piazza della Repubblica, con la sua cascata di luci led; nel palinsesto anche il Mercato Centrale, con un’installazione artistica di Marco Lodola.

????????????????????????????????????

Le Torri e le Porte storiche della città, da anni al centro di una monumentale opera di restauro e valorizzazione, saranno accese per tutta la durata del festival. Tutti i giorni, dalle 18 alle 24, saranno illuminate la Torre della Zecca, Torre di San Niccolò, Porta al Prato, Porta Romana, Porta San Gallo, Porta San Frediano.

Per la prima volta F-Light uscirà inoltre dal centro storico, e toccherà tutti i cinque quartieri cittadini, con una luminaria d’artista che verrà installata in cinque diversi punti: la fontana della Fortezza da Basso, Piazza Niccolò Tommaseo a Settignano per il Q2, Piazza Elia dalla Costa nel Q3, la Passerella delle Cascine all’Isolotto per il Q4 e il Parco di San Donato a Novoli, per il Q5. Le luminarie d’artista sono a cura di Gasparotto Srl.

E nel quartiere di Campo di Marte, l’Artemio Franchi, la casa dell’ACF Fiorentina, si mostrerà sotto una nuova veste scenografica. Grazie ad un nuovo impianto led e ad una regia illuminotecnica curata da ENGIE, player dell’energia e dei servizi, lo stadio si tingerà dei colori della ACF Fiorentina e dei 4 quartieri del calcio storico di Firenze.

Infine, tradizione ormai “storica” di F-light, confermato l’impegno nel lasciare un “segno permanente” sulla città, oltre alle attività temporanee del periodo natalizio: dopo la Loggia del Pesce, la Basilica di Santa Croce, il mercato e la chiesa di Sant’Ambrogio e i recenti interventi su Palazzo Medici Riccardi e via Cavour, quest’anno grazie a SilfiSpa verrà portata una nuova illuminazione permanente per la facciata della Basilica di San Miniato – che celebra quest’anno il Millenario – e in Piazza Santissima Annunziata. Per quanto riguarda San Miniato, la nuova illuminazione valorizzerà ancor di più la Basilica, con la possibilità di regie a luce colorata da “accendere” in occasioni speciali. Obiettivo della nuova illuminazione di Santissima Annunziata è invece quello di dare maggiore attrattività e vivibilità alla piazza, che avrà un nuovo volto notturno, con il potenziamento dell’illuminazione del loggiato e la valorizzazione della Basilica, di cui sarà illuminata anche la parte alta, e con una nuova luce anche per la Statua Equestre di Ferdinando I de’ Medici.

L'articolo 8 dicembre, Firenze ‘si accende’ con F-LIGHT proviene da www.controradio.it.

Subito rimossa “scritta vergognosa su Scirea e Heysel fuori dal Franchi”

Subito rimossa “scritta vergognosa su Scirea e Heysel fuori dal Franchi”

Firenze, una brutta scritta “Heysel -39, Scirea brucia all’inferno”, è stata vergata a vernice nera, fuori dallo stadio Franchi, prima della partita Fiorentina-Juventus, su un muro all’esterni della zona del prefiltraggio, a qualche centinaio di metri dallo stadio, nei pressi del Palasport Mandela Forum.

La scritta è comparsa sul lato da cui solitamente arrivano i tifosi ospiti, anche quelli della Juventus, e da cui ripartono dopo le partite, ed è stata notata dalla polizia durante le ispezioni del pre-gara intorno allo stadio e potrebbe esser stata fatta la notte scorsa.

Il sindaco Dario Nardella l’ha fatta subito cancellare e con un post su Twitter ha confermato poi che “Una squadra di pronto intervento ha cancellato le scritte vergognose su Scirea e Heysel fuori dal Franchi, opera di qualche idiota che non rappresenta il vero cuore di Firenze”.

Dura però era stata la reazione immediata del vicepresidente bianconero Pavel Nedved: “Difficile commentare scritte così quando il nostro capitano omaggia quello della Fiorentina e loro oltraggiano la memoria del nostro” aveva detto a Sky, riferendosi al mazzo di fiore deposto da Chiellini sotto la Fiesole in ricordo di Astori. “E’ inaccettabile, triste, diseducativo e vergognoso. Non lo dico per fare polemica, ma lo dico per risolvere un problema che non è di Firenze, ma di tutti gli stadi”.

Mentre il tecnico cella Juventus, Massimiliano Allegri commentava: “È una questione di educazione e di rispetto, non dipende dalle singole tifoserie, ma da persone singole. Chi ha scritto certe cose andrebbe quasi arrestato ma finché avvengono cose così senza trovare una soluzione è un qualcosa di diseducativo”.

Al termine della gara arrivava anche la condanna, attraverso i canali ufficiali del club, di Andrea Della Valle ”Come società condanniamo con forza il contenuto delle scritte ingiuriose e irrispettose nei confronti dell’ex capitano della Juventus Gaetano Scirea e delle vittime dell’Heysel”.

Con lui, anche il tecnico viola Stefano Pioli aveva poco prima condannato fermamente la vergognosa scritta apparsa e poi subito rimossa in zona stadio.

Quindi il presidente onorario della Fiorentina, contestato di nuovo dagli ultrà della curva Fiesole dopo un periodo di tregua, ha commentato la sconfitta subita dalla propria squadra contro la Juve: ”Mi dispiace soprattutto per i tifosi, la Fiorentina era partita bene, purtroppo quando sbagli con squadre come la Juve vieni subito punito. Ora subito con la testa alla prossima partita”.

Sulla scritta è intervenuto anche Matteo Renzi: “Chi ha scritto le frasi contro Gaetano Scirea e contro i morti dell’Heysel non è degno di Firenze e della sua storia di civiltà. Un gesto idiota, da condannare senza esitazione da parte di tutti. Bene ha fatto il sindaco Nardella a dare ordine di rimuoverle subito”.

 

L'articolo Subito rimossa “scritta vergognosa su Scirea e Heysel fuori dal Franchi” proviene da www.controradio.it.

In arrivo due autovelox in Via San Domenico

In arrivo due autovelox in Via San Domenico

Firenze, la giunta comunale ha approvato nell’ultima seduta, la seconda fase nell’ambito del Progetto David, che riguarda il tratto di ingresso/uscita di via San Domenico.

Tra le novità previste dal progetto negli 800 metri circa di via San Domenico, tra piazza Edison e via Forese Donati, la rimodulazione delle isole salvagente a centro strada, il miglioramento della visibilità degli attraversamenti pedonali, la realizzazione di due box per altrettanti autovelox e di 40 posti auto e di 6 stalli per moto.

“Con questo progetto completiamo la messa in sicurezza del sistema piazza Edison-via di San Domenico – dichiara l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti – dando una risposta alle criticità legate in particolar modo all’eccessiva velocità dei veicoli. Sono stati previsti interventi mirati alla riduzione della velocità tra cui l’installazione di due autovelox e di miglioramento della percezione degli attraversamenti pedonali. Inoltre, nel ridisegno complessivo saranno recuperati 40 posti auto e 6 posti moto, fortemente richiesti dai residenti. Nell’occasione sarà effettuata anche la manutenzione di carreggiata e marciapiedi dove necessario”.

Alla base del progetto l’intenzione dell’Amministrazione di riqualificare via San Domenico sia dal punto di vista della manutenzione che da quello del miglioramento delle condizioni di sicurezza per i pedoni e in generale per i veicoli.

In concreto saranno rimodulate le isole salvagenti presenti in modo da creare la deviazione di traiettoria in entrambi i sensi di marcia ottenendo così un effettuo dissuasivo contro la velocità eccessiva.

Di conseguenza verranno leggermente ridotti i marciapiedi (che però resteranno di almeno 1,5 metri di larghezza) e questo consentirà anche di realizzare 40 nuovi posti auto e 6 stalli per moto.

Sempre per ridurre la velocità dei veicoli saranno realizzati due box per autovelox (di fronte al numero civico 83 e di fronte al numero civico 15, poco prima dell’incrocio con via del Frullino) e contestualmente il limite di velocità sarà portato a 30 chilometri all’ora.

Interventi sono previsti anche per migliorare la visibilità degli attraversamenti pedonali: per le strisce sarà usato un materiale termoplastico particolare più evidente rispetto alla normale vernice; ai lati saranno poi posizionati due lampioni con lampade a led e pannelli con luci lampeggianti per potenziare l’illuminazione e renderli gli attraversamenti più visibili. Anche per le isole salvagenti saranno utilizzarti materiali per migliorare la visibilità.  Previsti interventi di manutenzione dei marciapiedi e di risanamento a tratti della carreggiata. Il tutto per un investimento previsto di 510mila euro.

L'articolo In arrivo due autovelox in Via San Domenico proviene da www.controradio.it.

Chiavi della città a Rose Busingye

Chiavi della città a Rose Busingye

Firenze, l’infermiera ugandese Rose Busingye, presidente del Meeting Point International Kampala Uganda, da anni al servizio di donne e bambini malati di Aids in uno dei paesi più poveri del mondo, ha ricevuto oggi, le Chiavi della città.

A consegnare l’onorificenza a Rose Busingye, l’assessore al welfare Sara Funaro nell’ambito del convegno “All’origine della gratuità”, evento che da otto anni celebra e raccoglie le esperienze del mondo del volontariato organizzato da Voltonet, Compagnia delle Opere Sociali, Misericordia di Firenze con il sostegno di Cesvot, della Fondazione CR Firenze e l’adesione di molte associazioni.

All’evento, che ha ricordato il sacerdote don Paolo Bargigia, padre spirituale di tanti giovani e portato via dalla Sla due anni fa, ha preso parte anche il cardinale Giuseppe Betori.

“E’ un onore accogliere Rose e consegnarle le Chiavi di Firenze – ha affermato l’assessore Funaro -, una donna che ha portato avanti un’esperienza unica nel suo genere con una passione e un entusiasmo davvero contagiosi. Grazie alla sua attività Rose è riuscita a ridonare speranza e voglia di lottare a tante donne malate di Aids: proprio oggi celebriamo la Giornata mondiale contro questa malattia e questo riconoscimento assume quindi un significato più importante. Ma Rose in Uganda accoglie anche i bambini orfani e ha dato vita a una scuola di comunità per far avere a tanti giovani un futuro differente”.

L’evento si è svolto nel Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio ed è stato preceduto dall’inaugurazione della mostra “Soli Mai: due anni di gratuità”, progetto artistico di Leonardo Pasquinelli che ha catturato con le immagini e le parole l’essenza delle relazioni che si son create in questi mesi tra alcuni anziani di Firenze e i volontari che ogni settimana li raggiungono a casa e trascorrono del tempo insieme.

Il progetto è realizzato da Montedomini con il sostegno del Comune di Firenze e della Fondazione CR Firenze e con il contributo di diverse associazioni.

L'articolo Chiavi della città a Rose Busingye proviene da www.controradio.it.

Controlli sull’uso dei cellulari alla guida

Controlli sull’uso dei cellulari alla guida

Firenze, con un comunicato sulla rete civica, Palazzo Vecchio fa sapere che la prossima settimana, l’attenzione della Polizia Municipale, per tutelare la sicurezza alla guida, sarà rivolta in particolare all’uso dei cellulari mentre si guida.

Dal 3 all’8 dicembre infatti, nel mirino degli agenti dell’Autoreparto ci saranno il controllo e la repressione dell’uso dei cellulari alla guida dei veicoli, e nel corso di tutta la settimana verranno impiegate numerose pattuglie in divisa ed una in borghese, sia la mattina che il pomeriggio.

La Polizia Municipale ricorda che l’uso del cellulare alla guida senza ausilio di apparecchi a vivavoce o auricolari, oltre che essere una condotta molto pericolosa, è punito con la sanzione di 161 euro ed il taglio di 5 punti dalla patente.

La sanzione prevede il ritiro della patente ai fini della sospensione (la cui durata è decisa dal Prefetto) nel caso in cui la violazione venisse reiterata nel biennio.

L'articolo Controlli sull’uso dei cellulari alla guida proviene da www.controradio.it.