Strade: basta a buche e transenne, arriva il Global Service di Firenze

Strade: basta a buche e transenne, arriva il Global Service di Firenze

Presentato oggi in Palazzo Vecchio il bando che verrà pubblicato entro la fine di agosto per la manutenzione, il monitoraggio e il pronto intervento sui 1.090 km di strade cittadine. Il contratto è di 3 anni estendibile a 6 per un finanziamento dai 27 ai 74 mila euro.

L’azienda o il gruppo di imprese che si aggiudicherà la gara avrà la responsabilità della realizzazione e della qualità degli interventi.
Sentiamo i dettagli dall’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti



Di seguito le slide di presentazione del Global service:
Global Service LUG 2017 (pdf)

L'articolo Strade: basta a buche e transenne, arriva il Global Service di Firenze proviene da www.controradio.it.

Careggi: uomo sorpreso a derubare pazienti

Careggi: uomo sorpreso a derubare pazienti

Firenze: ha rischiato il linciaggio da parte di alcuni familiari l’uomo trovato a derubare effetti personali dei pazienti del reparto di chirurgia oncologica.

L’uomo, un idraulico di 43 anni, è stato salvato dall’intervento di un agente di polizia penitenziaria libero dal servizio, che lo ha sottratto e portato in una stanza attigua. Per il 43enne, che aveva addosso gli effetti personali di almeno tre degenti, è scattato poi l’arresto da parte della polizia.

L’episodio è avvenuto ieri sera alle 20 nel padiglione San Luca dell’ospedale di Careggi, a Firenze. Il 43enne, già noto alle forze dell’ordine e residente in provincia di Firenze, era entrato nelle camere dei malati approfittando dell’ora delle visite, derubandoli di portafogli,
telefoni cellulari e effetti personali.

A sorprenderlo è stata la parente di un paziente, che ha iniziato a gridare facendo accorrere altre persone. L’agente di polizia penitenziaria, che si trovava nella sala di attesa della vicina terapia intensiva, ha sentito la grida ed è corso sul posto, trovando il malvivente circondato da una folla di persone, alcune delle quali stavano cercando di colpirlo. Così è intervenuto riportando la calma.

Dopo aver immobilizzato e portato 43enne in una stanza al riparo dalle altre persone, ha chiesto ad alcuni testimoni di chiamare il 113.

L'articolo Careggi: uomo sorpreso a derubare pazienti proviene da www.controradio.it.

Arno: apre il camminamento da piazza Poggi a Lungarno Torrigiani

Taglio del nastro col sindaco Dario Nardella questa sera alle ore 19, con un aperitivo aperto alla cittadinanza organizzato da Easy Living. Il percorso, animato da cinque installazioni dell’artista fiorentino Moradi,
offre ai visitatori una suggestiva palestra a cielo aperto partendo dalla spiaggia di San Niccolò e  arrivando sotto al Ponte Vecchio

Un percorso unico al mondo, che vanta una palestra a cielo aperto con vista su Palazzo Vecchio, yoga en plein air, un campo di beach volley e offre un camminamento lungo l’Arno, impreziosito dalle sculture dell’artista fiorentino Sedicente Moradi, cinque installazioni che rappresentano altrettanti animali tra il reale e il mitologico realizzate con il legno di risulta dell’Arno. L’inaugurazione è fissata per oggi mercoledì 26 luglio alle 19, alla presenza del sindaco Dario Nardella presso la Spiaggia sull’Arno – Easy Living, lo spazio estivo all’ombra della Torre di San Niccolò che festeggia i suoi primi 10 anni di attività durante i quali un luogo di degrado è stato trasformato in una delle spiagge urbane più grandi d’Europa.


L’evento inaugurerà il camminamento da Piazza Poggi a Lungarno Torrigiani organizzato in collaborazione con Publiacqua proprio per “ricordare il ruolo che ha l’Arno nel garantire l’approvvigionamento idrico della città e delle aree limitrofe”, un’altra occasione per consentire ai fiorentini di riappropriarsi del proprio fiume. Lungo la camminata sarà allestito un aperitivo aperto alla cittadinanza, con la collaborazione dei Renaioli e dello staff di Amblé: panzanella di mare, tramezzini gourmet, anguria e bevande fresche saranno servite, infatti, a bordo di piccole imbarcazioni, ormeggiate a fianco del percorso. Il Dragon Boat, l’imbarcazione da cerimonia, traghetterà sulla spiaggia il polistrumentista Claudio Corona Belgrave, per un concerto tra “acqua e terra”.

“Il percorso sull’Arno – dichiara l’associazione Piazzart, che gestisce Easy Living – aggiunge un altro tassello al progetto che abbiamo avviato negli ultimi 10 anni per trasformare la ‘spiaggia’ in un luogo per lo sport e per la vita all’aria aperta. Questo evento contribuisce alla riqualificazione urbana di una zona una volta degradata e poco utilizzata dai fiorentini. In questa logica abbiamo realizzato la palestra sulla sabbia con attrezzi in legno, tutte le settimane decine di persone si ritrovano qui per fare yoga gratuitamente, abbiamo realizzato uno spazio dedicato ai più piccoli con giochi in legno, sempre nello spirito di dialogo con la natura. Il nostro obiettivo è restituire ai fiorentini un pezzo di città, rendendolo fruibile per tutte le fasce di età”.

Ad accompagnare i partecipanti lungo il cammino le sculture in legno dell’artista Moradi, illuminate grazie al contributo di Silfi. Una serie di installazioni realizzate con la legna delle piene del fiume: dalla giraffa alta cinque metri e ispirata a quella che Lorenzo il Magnifico portò a Firenze alla fine del Quattrocento all’unicorno che guarda Ponte Vecchio fino grande coccodrillo e ai due cervi, metà animali metà alberi.

Per Sedicente Moradi, che su questo progetto si è confrontato con il sindaco Dario Nardella, il percorso tra San Niccolò e il Ponte Vecchio sarà “un camminamento ideale per vedere la città da un’altra prospettiva, mai vista finora”. “Queste opere vogliono suscitare una sorta di ‘familiare estraneità’ — spiega l’artista che ha una bottega in via delle Caldaie, nel cuore dell’Oltrarno — trovarsi al cospetto di animali che mai si incontrerebbero in riva all’Arno può farci entrare in contatto con la grande creatività fiorentina, quella che ha costruito un ideale di bellezza che vive ancora oggi: di fronte all’effimero di creature che possono essere spazzate via dal fiume in un momento di piena, si staglia la pretesa di eternità della Galleria degli Uffizi”.

Questo intervento è realizzato con il patrocinio del Comune di Firenze. L’accesso all’aperitivo lungo il camminamento sarà limitato a 300 persone (prenotazioni via mail a eventi@easylivingfirenze.it).

L'articolo Arno: apre il camminamento da piazza Poggi a Lungarno Torrigiani proviene da www.controradio.it.

Turismo gay friendly: Firenze, albergatori e ristoratori a scuola

Turismo gay friendly: Firenze, albergatori e ristoratori a scuola

L’assessora Concia ha annunciato che  partire da settembre verranno attivati corsi di sensibilizzazione per albergatori e ristoranti con l’obiettivo di migliorare sempre di più l’ospitalità delle strutture ricettive.

“L’Italia è, secondo una recente ricerca, al primo posto fra le mete desiderate dal turismo omosessuale ma molti non la scelgono perché la considerano un paese arretrato, tanto che è solo all’ottavo posto come destinazione dei turisti Lgbt. Quello che è accaduto in Calabria nei giorni scorsi a due turisti gay rifiutati da una struttura ricettiva, episodio gravissimo, non fa che alimentare ancora di più quest’idea”. L’assessora al turismo del Comune di Firenze Anna Paola Concia interviene su quanto accaduto in Calabria e spiega di essere al lavoro per superare questo gap culturale.

Nelle scorse settimane ha infatti incontrato Alessio Virgili, presidente dell’associazione Italiana Turismo Gay e Lesbica. “Firenze è una meta friendly per il turismo omosessuale” ha aggiunto Concia. “Per questo, insieme ad Alessio Virgili, abbiamo deciso di organizzare in collaborazione con il Firenze Convention & Visitors Bureau, a partire da settembre, corsi di sensibilizzazione per albergatori e ristoranti con l’obiettivo di migliorare sempre di più l’ospitalità delle nostre strutture ricettive. Purtroppo, come dimostra l’esperienza calabrese, gli omosessuali sono ancora sottoposti a discriminazione e per diventare sempre di più meta gay friendly bisogna sensibilizzare le strutture ricettive”.

L'articolo Turismo gay friendly: Firenze, albergatori e ristoratori a scuola proviene da www.controradio.it.

Firenze sempre più smart city con alleanza Comune-Enel

Firenze sempre più smart city con alleanza Comune-Enel

Firenze si candida a essere una delle Smart City più all’avanguardia d’Italia. Mobilità elettrica, pubblica e privata, ed efficienza energetica sono i punti cardine della collaborazione tra Comune di Firenze e Enel.

Di Firenze Smart City hanno parlato questa mattina a Palazzo Vecchio il Sindaco, Dario Nardella, l’amministratore delegato di Enel, Francesco Starace, l’assessore all’Urbanistica e Smart City del Comune di Firenze, Giovanni Bettarini, e il direttore della Divisione Global e-Solutions di Enel, Francesco Venturini. Un’occasione per fare il punto e annunciare gli ulteriori passi avanti dei progetti in corso che vedono impegnata l’azienda elettrica in stretto coordinamento con il Comune. Sul fronte della mobilità elettrica, novità in arrivo per le ricariche Fast Recharge Plus dedicate ai taxi elettrici, che permettono di ricaricare l’auto in circa 20 minuti: dopo le prime due stazioni di piazza Francia e via del Cavallaccio, sono state inaugurate questa mattina altre due stazioni di ricarica in controviale Guidoni e piazzale Donatello ed è stato concordato con il Comune e con i tassisti di Firenze l’installazione di due ulteriori colonnine in via Venosta e in un’altra posizione da definire.

Le infrastrutture Enel sono del tipo “pole station”, possono ricaricare a 3,3kW (slow) o a 22kW (quick) e garantiscono l’alimentazione dei veicoli di nuova generazione così come quella dei veicoli già circolanti con una ricarica ‘intelligente’ e ‘interoperabile’. L’interoperabilità è particolarmente importante perchè il possessore del mezzo elettrico, con la sua electric card fornita dal venditore di elettricità, può effettuare la ricarica indipendentemente dalla società di vendita con cui è contrattualizzato.

Comune di Firenze e Enel hanno inoltre presentato, in risposta alla call Uia (Urban Innovative Action) dell’Unione Europea, il progetto Furba (Florence Urban Rapid Bus Transport), che prevede l’attivazione di un corridoio di trasporto pubblico realizzato mediante 4 bus della lunghezza di 18 metri totalmente elettrici che garantirebbero un servizio con frequenza pari a 5 minuti.

Nell’ambito di tale progetto, Enel realizzerà una stazione di ricarica veloce (350kW) con pantografo, in grado di garantire la ricarica completa delle batterie del bus elettrico in 10 minuti e una stazione di ricarica V2G da 50 kW che consentirà anche di ottimizzare l’energia all’interno del deposito di parcheggio dei bus sfruttando l’energia prodotta da pannelli fotovoltaici (10 kW). La collaborazione tra il Comune di Firenze ed Enel è attiva anche sul fronte della banda ultralarga: Open Fiber – la joint venture paritetica tra Enel e Cdp per la creazione di un’infrastruttura su tutto il territorio nazionale con tecnologia Ftth (Fiber to the home) – a Firenze cablerà entro il 2019 circa l’80% delle unità immobiliari, con un investimento di circa 50 milioni di euro.

Le Fast Recharge Plus consentono di effettuare la ricarica veloce, in corrente alternata a 22-43 kW e continua a 50 kW, dei veicoli elettrici dedicati alla flotta dei taxi di Firenze. Il processo di ricarica è gestito da remoto attraverso il sistema “Electric Mobility Management” – Emm, fornendo inoltre servizi a valore aggiunto all’utente, quali informazioni in tempo reale sulla posizione della colonnine, stato di ricarica, possibilità di prenotazione, ed altri servizi. La realizzazione del sistema di colonnine super fast recharge per i tassisti è parte del più ampio progetto Replicate, che vede il Comune di Firenze e Enel partenrs e prevede investimenti per oltre 30 milioni di euro nelle tre città pilota di cui 25 finanziati dalla Commissione europea e il resto da privati. Nella città di Firenze verranno realizzati nei prossimi 5 anni investimenti per 10 milioni di euro nel quartiere di Novoli/Piagge/Cascine, realizzando un’azione complessa e integrata mirata a migliorare l’efficienza energetica (smartgrid, smartlighting, teleriscaldamento per oltre 700 utenti con seasonal storage solare, 600 dispositivi smart info), la mobilità sostenibile (trasformazione di 100 taxi con motore termico a motore elettrico, ampliamento rete ricarica elettrica con servizio fast recharge, app per i cittadini e i turisti), lo sviluppo dell’Ict e dell’internet of things IoT (urban control center con piattaforma comune alle tre città pilota, panchine smart, smartwaste), la resilienza e la sicurezza.

Ad oggi Firenze è il comune d’Italia con il maggiore numero di taxi 100% elettrici: sono 70 i tassisti, ha ricordato il sindaco Nardella, che hanno risposto infatti al bando pubblicato lo scorso giugno dal Comune per l’esercizio del servizio con mezzi a propulsione elettrica. In arrivo anche altre due stazioni di ricarica Fast Recharge Plus nei pressi dei caselli Firenze Nord e Firenze Sud, grazie al progetto europeo Eva+, vinto da Enel insieme a un consorzio di case automobilistiche e alla principale utility austriaca, che prevede l’installazione di 200 colonnine di ricarica veloce nel corridoio autostradale italiano e austriaco. Queste due nuove colonnine saranno utilizzabili non solo dai taxi ma anche da tutti i possessori di veicoli elettrici. Più in generale, sono 179 le infrastrutture di ricarica Enel a uso pubblico presenti a Firenze, un numero che pone il capoluogo toscano in testa alla classifica delle città con più colonnine di ricarica.

L'articolo Firenze sempre più smart city con alleanza Comune-Enel proviene da www.controradio.it.