Pronto Badante a Greve in Chianti

Pronto Badante a Greve in Chianti

Pronto Badante, a Greve in Chianti apre il martedì: un nuovo servizio di orientamento e informazione per le famiglie a partire da domani, 19 giugno.

Sarà aperto tutti i martedì dalle ore 9.30 alle ore 11.30 il punto informativo rivolto alle famiglie e agli assistenti familiari negli spazi dell’Associazione Volontariato Grevigiano nell’ambito del Progetto Pronto Badante, promosso dalla Regione Toscana.

Lo sportello, in collaborazione con la Cooperativa sociale Coop 21, sarà gestito dai volontari dell’Associazione Avg. Con “Pronto Badante” apre a Greve in Chianti un servizio di sostegno rivolto alla persona anziana nel momento in cui si presenta, per la prima volta, una situazione di fragilità.

Il progetto garantisce un punto di riferimento per ricevere informazioni sui percorsi socio-assistenziali e un sostegno economico per l’attivazione di un rapporto di assistenza familiare con una/un badante. “Un servizio a supporto delle famiglie – dichiara l’assessore alle Politiche sociali Cristina Faini – attivo nella sede dell’associazione Avg che arricchisce il panorama dei servizi presenti sul territorio dell’Unione comunale a favore delle fasce deboli della popolazione”.

Le persone anziane che vivono sole o in famiglia per poter accedere al servizio devono avere almeno 65 anni; essere residenti in Toscana; trovarsi per la prima volta in un momento di difficoltà, fragilità o disagio; non avere già in atto un progetto di assistenza personalizzato (Pap) con i servizi territoriali. L’operatore assiste l’anziano e la famiglia anche nelle procedure on-line di Inps per quel che riguarda l’attivazione di un rapporto di assistenza familiare ed inoltre fornisce un tutoraggio per aiutare la famiglia e l’assistente familiare nelle prime fasi dell’attivazione del rapporto.

Lo spazio dove sarà attivato lo sportello è la sala riunione della sede dell’Avg, situata in via della Pace, 8 a Greve in Chianti. L’inaugurazione è prevista il 19 giugno alle ore 11. Ente capofila del progetto nella zona sud est fiorentina è la cooperativa Nomos.

L'articolo Pronto Badante a Greve in Chianti proviene da www.controradio.it.

Vino, boom del Chianti: eccellenza toscana sul mercato, si prepara al Vinitaly

Vino, boom del Chianti: eccellenza toscana sul mercato, si prepara al Vinitaly

Nel 2017 sono stati venduti circa 13 milioni di litri di vino, con un incasso record di quasi 70 milioni di euro (69.453.432 euro) raggiunto grazie al suo alto valore alla bottiglia di circa 4 euro; e se il trend del Chianti si confermerà anche per il 2018 il vino toscano è destinato a diventare anche il re delle vendite.

Il vino Chianti si prepara dunque al Vinitaly con nuComemeri record; la sua crescita è stata dell’8,5% nel 2017 e non ha rivali: prima fra tutte le denominazioni di origine protetta. Con 13.103.261 di litri è invece al secondo posto per le vendite nei supermercati, al primo posto di poco il Lambrusco (13.127.427). Sono i dati della ricerca sui consumi nella grande distribuzione, elaborata dall’istituto di ricerca Iri per Vinitaly, la fiera del vino dal 15 al 18 aprile a Verona.

Secondo i dati sulla grande distribuzione elaborati dal Consorzio Vino Chianti, da febbraio 2017 a febbraio 2018, la regione con più alti numeri di vendite è la Lombardia con quasi 4 milioni di bottiglie vendute, al secondo posto la Toscana con 3,3 milioni. Il Nord e il Centro si confermano le zone con più alti volumi. I formati più venduti sono le bottiglie da 0,75 l (48,9%).

“Siamo soddisfatti del trend in forte crescita del nostro vino nella grande distribuzione – dice Giovanni Busi, presidente del Consorzio Vino Chianti -. Questi numeri rilevano il consolidamento di anno in anno di quest’eccellenza toscana sul mercato. Continueremo a lavorare per incrociare nuova domanda e offerta. Il Consorzio ha il fondamentale compito di raccontare il prodotto del nostro territorio, far conoscere un brand che tiene alto il nome della Toscana nel mondo”.

“Per il secondo anno consuntivo – aggiunge Lorenzo Tersi, wine advisor per il Consorzio Vino Chianti – realizziamo crescite sia in volume e valore. Il Chianti consolida le posizioni al centro nord e cattura nuovi consumatori al sud.”

L'articolo Vino, boom del Chianti: eccellenza toscana sul mercato, si prepara al Vinitaly proviene da www.controradio.it.

Corte d’Appello conferma l’illegalità dei Tutor autostradali

Corte d’Appello conferma l’illegalità dei Tutor autostradali

Il sistema di monitoraggio del traffico nato a Greve in Chianti dovrà essere rimosso e distrutto. Ogni giorno di ritardo nell’operazione costerà una sanzione di 500 euro ad Autostrade per l’Italia. La replica di quest’ultima. “Tutor resta, verrà sostituito”.

A conclusione di una causa iniziata nel 2006 la Corte d’Appello di Roma ha concluso che il sistema di monitoraggio del trafficol autostradale denominato Tutor debba essere rimosso da tutti gli apparati e distrutto. La causa è che il sistema costituisce contraffazione del brevetto detenuto da Craft, un’azienda di Greve in Chianti, fondata da un ex tecnico della Galileo Romolo Donnini, assistito dal professor Vincenzo Vigoriti e dall’avvocato Donato Nitti.

Autostrade per l’Italia è probita dal produrre e commercializzare il sistema e dovrà, a sue spese, rimuovere i macchinari dalle strade. Per ogni giorno di ritardo verrà sanzionata con un ‘ammenda di 500 euro. Non verrà riconosciuto il danno per la vilazione del brevetto all’azienda creatrice, la Craft, ma Autostrade potrà aquistare la licenza.

Il Tutor non verrà rimosso dalla rete di Autostrade per l’Italia, ma sarà immediatamente sostituito con un nuovo sistema diverso da quello attuale. Lo comunica Autostrade per l’Italia, dopo la decisione della Corte d’Appello di Roma, che ha stabilito che i Tutor costituirebbero una forma di violazione del brevetto della Craft. La sentenza, inoltre, sarà impugnata presso la Corte di Cassazione da Autostrade, “le cui ragioni sono state riconosciute fondate da 4 precedenti sentenze di merito in tutti i gradi di giudizio”.

“Per evitare che vengano annullati i benefici del Tutor che ha ridotto del 70% il numero di morti sulla rete autostradale”, si legge ancora nella nota, Autostrade per l’Italia “si farà carico della sanzione pecuniaria prevista per mantenere attivo il sistema attuale fino alla sostituzione integrale degli apparati con altro sistema di rilevazione della velocità media, che avverrà entro tre settimane”. La decisione della Corte d’Appello di Roma, conclude la nota, “riconosce che non c’è stato alcun arricchimento da parte di Autostrade per l’Italia, non avendo la concessionaria ottenuto alcun vantaggio economico dall’utilizzo del sistema che ha come unico obiettivo quello di tutelare la sicurezza dei clienti, né alcun danno per Craft. Pertanto, la sentenza di oggi non prevede alcun indennizzo a beneficio di Craft per l’utilizzo del sistema”.

L'articolo Corte d’Appello conferma l’illegalità dei Tutor autostradali proviene da www.controradio.it.

Io sono chi, uno spettacolo sull’esperienza nelle RSA al Teatro della Limonaia

Io sono chi, uno spettacolo sull’esperienza nelle RSA al Teatro della Limonaia

Sabato 24 febbraio, alle ore 21, al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino si racconta, attraverso lo spettacolo Io sono chi, il progetto residenziale, durato 20 giorni, che ha coinvolto attivamente gli ospiti delle 4 RSA coinvolte attraverso  interviste informali, laboratori musicali e di arte visiva.

Il testo originale dello spettacolo, di Valerio Nardoni, è tratto dall’esperienza e dalle interviste realizzate tra dicembre 2016 e febbraio 2017 dalla cantattrice Alessia Arena durante la propria residenza artistica nelle RSA della Val di Pesa e del Chianti, suoi luoghi di origine.

Durante il progetto l’artista ha indagato la prospettiva degli anziani sul rapporto tra identità e relazione con il proprio corpo, spinta dalla riflessione che quando una persona entra in una casa di riposo si spoglia del proprio ambiente, rimanendo con un solo ed unico elemento identificativo: il proprio corpo.

Da qui l’affermazione: Io sono Chi, ovvero teatro di narrazione, di storie di corpi e di mani, di uomini e di donne; storie universali.

Sul palco Alessia Arena per raccontare tra parole e musica la vitalità del mondo delle residenze per anziani, tracciando una linea tra identità e relazione con il proprio corpo.

L’esperienza residenziale, da cui lo spettacolo scaturisce, è stata documentata da Il Gobbo e la Giraffa videoproduzioni, ed è poi divenuta parte integrante dello spettacolo come contributo video posto a chiusura dello stesso. Tale video è elemento narrativo dell’esperienza residenziale, ma soprattutto testimonianza che quanto posto sul palco è materia/storia viva.

Il progetto ha visto la collaborazione artistica di Daniela Morozzi, già vicina a tale tematica con lo spettacolo Mangiare bere dormire ~ Storie di badanti e badati!, di cui è stata protagonista.

La regia è di Matteo Marsan, attore/regista e direttore artistico del Teatro Alfieri di Castelnuovo Berardenga. Con il patrocinio e il contributo dell’Unione Comunale del Chianti Fiorentino, col supporto e contributo di RosaLibri, Tavarnelle Val di Pesa e Greve in Chianti, Villa San Martino e Istituto San Giuseppe, San Casciano Val di Pesa. Riconoscimenti : progetto finalista a #faigirarelacultura 2016,  Slinding Theaters 2017.

Alessia Arena, performer poliedrica, specializzatasi in musica barocca si è avvicinata al teatro frequentando l’Atelier für physisches Theater di Berlino. Dal 2013 si dedica al teatro canzone attraverso progetti da lei ideati che vedono come protagonisti figure significative del nostro tempo, sia per la loro storia umana che artistica, quali la visionaria poetessa Alda Merini in “Alda canta Ancora”, l’indomita cantante siciliana Rosa Balistreri in “A Piedi Nudi” e lo scrittore Gianni Rodari con Sergio Endrigo in “CantaBestiario” Con Io sono Chi l’artista apre una nuova strada nel suo percorso artistico, volta ad indagare direttamente sul campo quelle pieghe della nostra società, ancora oggi tenute fin troppo in ombra. Candidata alle Targhe Tenco 2016, finalista radiofonica al Premio Mia Martini 2015, è risultata vincitrice di numerosi premi tra i quali: Poggio Bustone 2016, Premio della Critica Bigazzi 2016; Premio Gozzano 2015, Rivelazione al Festival Sete Sois Sete Luas 2014.

L'articolo Io sono chi, uno spettacolo sull’esperienza nelle RSA al Teatro della Limonaia proviene da www.controradio.it.

Firenze, allerta ghiaccio dalla mezzanotte alle 13 di domani

Firenze, allerta ghiaccio dalla mezzanotte alle 13 di domani

Allerta con codice giallo emessa dal Centro funzionale regionale. Possibili i fenomeni pericolosi per il trasporto e i problemi per la distribuzione di servizi

Allerta ghiaccio domani a Firenze. Il Centro funzionale regionale (Cfr) ha emesso, per la zona che riguarda anche la nostra città, il bollettino di valutazione delle criticità con cui stabilisce, dalla mezzanotte alle 13 di domani, venerdì 29 dicembre, codice giallo per il rischio ghiaccio. Oltre Firenze sono interessati anche i Comuni di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa.

Nel bollettino del Cfr si sottolinea che sono possibili fenomeni occasionalmente pericolosi per l’incolumità delle persone, in grado di causare disagi e danni a carattere locale ma anche problemi negli spostamenti, temporanei o localizzati problemi alla circolazione stradale, localizzati ritardi nei collegamenti terrestri, ferroviari ed aerei. Possibili anche problemi alla reti di distribuzione di servizi (acqua, luce, gas, telefonia) con localizzate interruzioni.

L'articolo Firenze, allerta ghiaccio dalla mezzanotte alle 13 di domani proviene da www.controradio.it.