Grosseto: da oggi XXI edizione del “Festival Resistente”

Grosseto: da oggi XXI edizione del “Festival Resistente”

Da oggi fino al 27 aprile al Cassero Senese di Grosseto si terrà la XXI edizione del “Festival Resistente”. L’evento, realizzato dall’omonima associazione in collaborazione con ANPI, ARCI e ISGREC e altre associazioni, prevede concerti, mostre, teatro, stand gastronomici, laboratori, artigianato e presentazioni di libri, tutti a ingresso gratuito, per festeggiare la Liberazione dell’Italia dal fascismo.

Numerosi gli incontri previsti per il “Festival Resistente”: il primo, a cura della Fondazione Bianciardi dal titolo “Altre Resistenze. Letture scelte” a cura di Massimiliano Marcucci e Lucia Matergi, si terrà oggi alle 17. A seguire l’inaugurazione delle due mostre in programma: “Gli anni migliori”, tratta dalle tavole del graphic novel di Stefano Casini a cura di Isgrec, e “Birmania: oltre la repressione” di Marco Bueni.

Tra gli incontri in programma il 25 aprile alle 16 si terrà la presentazione del progetto “Costituzione e migranti” a cura della Sezione ANPI “E. Palazzoli” di Grosseto e sabato 27 aprile alle 17.30 la presentazione della ricerca “Lavoro e risultati dei volontari del servizio civile a cavallo del 2017-2018 sull’intreccio fra storia, memoria e giovani nell’Italia di oggi, lungo la via dell’educazione alla pace”.

Per i libri si segnalano venerdì 26 alle 18 “A casa del popolo. Antropologia e storia dell’associazionismo ricreativo”, di Antonio Fanelli (edizioni Donzelli) e la versione in forma di reading sempre il 26 alle 19.30  di “Combattevamo i fascisti per mare e per terra”  di Alessandro Angeli con le musiche di Dario Canal e la voce di Mirio Tozzini. Infine sabato 27, alle 18.30, a cura di Istituto Gramsci Grosseto,  “La lunga eclissi. Passato e presente del dramma della sinistra”, di Achille Occhetto (edizioni Sellerio). Partecipano l’autore e il giornalista Flavio Fusi.

Tanta la musica in programma. Mercoledì 24 aprile alle 19 la BAM – Banda Armata Maremmana e il recital “Invisibili” e nella stessa serata il live set di Emenél e The Sweet life society. Il 25 aprile si apre alla tradizione e ai canti popolari con i dieci anni dei Briganti di Maremma (alle 17.30) a cui seguiranno gli Irata (ore 19), letture e musiche per non dimenticare. Venerdì 26 si svolgerà la finale del contest musicale giunto alla nona edizione e dalle 22.30 i Dirotta su Cupi a rivisiteranno i brani di cantautori italiani . L’ultima giornata riserva alle 22 i Tre pazzi avanti tra folk e musica d’autore e alle 22.30 Giancane in concerto. Ogni serata sarà chiusa dai P’Artigiani del rock.

Tra le altre iniziative i laboratori e spettacoli per i più piccoli (25 e 27 aprile), il pranzo Resistente per il 25 aprile e tanti stand di associazioni e artigiani.

L'articolo Grosseto: da oggi XXI edizione del “Festival Resistente” proviene da www.controradio.it.

Muore dopo caduta in cisterna a testa in giù

Muore dopo caduta in cisterna a testa in giù

E’ morto un uomo che ieri sera a Marina di Grosseto (Grosseto) è caduto in una cisterna, situata nel seminterrato del bar in cui lavorava.

La vittima si chiamava Massimo Tango e aveva 47 anni. Secondo i carabinieri è finito dentro la cisterna, che era piena d’acqua, a testa in giù probabilmente perché scivolato. Dopo aver perso conoscenza è rimasto sott’acqua per alcuni minuti prima dell’arrivo dei soccorsi.

Trasferito in urgenza all’ospedale Le Scotte di Siena con l’elicottero Pegaso è poi deceduto nella notte. Proseguono gli accertamenti dei carabinieri su dinamica e cause dell’episodio.

L'articolo Muore dopo caduta in cisterna a testa in giù proviene da www.controradio.it.

Muore dopo caduta in cisterna a testa in giù

Muore dopo caduta in cisterna a testa in giù

E’ morto un uomo che ieri sera a Marina di Grosseto (Grosseto) è caduto in una cisterna, situata nel seminterrato del bar in cui lavorava.

La vittima si chiamava Massimo Tango e aveva 47 anni. Secondo i carabinieri è finito dentro la cisterna, che era piena d’acqua, a testa in giù probabilmente perché scivolato. Dopo aver perso conoscenza è rimasto sott’acqua per alcuni minuti prima dell’arrivo dei soccorsi.

Trasferito in urgenza all’ospedale Le Scotte di Siena con l’elicottero Pegaso è poi deceduto nella notte. Proseguono gli accertamenti dei carabinieri su dinamica e cause dell’episodio.

L'articolo Muore dopo caduta in cisterna a testa in giù proviene da www.controradio.it.

Grosseto: quattro indagati per frode su accise alcolici

Grosseto: quattro indagati per frode su accise alcolici

Venti perquisizioni sono scattate stamani in società, studi di commercialisti e abitazioni private in più città italiane per un’inchiesta della guardia di finanza coordinata dalla procura di Grosseto, su una presunta frode fiscale nel settore delle accise sugli alcolici.

Come spiegato in una nota del procuratore del capoluogo maremmano, Raffaella Capasso, “gli illeciti posti in essere dagli indagati allo stato integrano un’ingente evasione nel settore dell’accisa e dell’Iva quantificata in circa due milioni di euro”. Le perquisizioni sono state condotte dalla Gdf di Grosseto con l’ausilio dei colleghi delle altre città e con la collaborazione di personale dell’Agenzia delle Dogane. Le operazioni di polizia giudiziaria sono state condotte su Grosseto e Arezzo e nelle province di Udine, Bolzano, Novara, Genova, Ancona, Viterbo, Napoli, Avellino, Caserta e Palermo. Al centro dell’inchiesta “ingenti movimentazioni di bevande alcoliche meramente ‘cartolari’ tra Stati dell’Ue e, in alcuni casi, anche extra Cee: essenzialmente i prodotti venivano immessi in consumo sul territorio dello Stato illegalmente nonostante dalle dichiarazioni doganali si evincesse l’acquisto, da parte del ‘deposito fiscale’ sito in Grosseto, degli stessi alcolici”.

L'articolo Grosseto: quattro indagati per frode su accise alcolici proviene da www.controradio.it.

Marina di Grosseto: fiamme in casa, salvati 5 cani

Marina di Grosseto: fiamme in casa, salvati 5 cani

Incendio nella notte in via del Marinaio a Marina di Grosseto: le fiamme hanno danneggiato un’abitazione, disabitata, e un magazzino dove c’erano cinque cani messi in salvo dai vigili del fuoco.

Durante l’intervento la squadra dei pompieri ha anche provveduto a mettere in sicurezza una bombola di gas che si trovava all’interno dell’abitazione. Il forte calore aveva infatti fatto saltare la valvola di sicurezza provocando l’uscita del gas verso l’alto.
L’intervento è durato circa quattro ore e mezzo. Le cause dell’incendio sono in corso di accertamento.

L'articolo Marina di Grosseto: fiamme in casa, salvati 5 cani proviene da www.controradio.it.