Rossi: Pd e Art 1-Mdp uniti per comunali ed europee

Rossi: Pd e Art 1-Mdp uniti per comunali ed europee

“Quello sotto, su campo rosso, è il simbolo dell’alleanza progressista dei socialisti e democratici al parlamento europeo. Non ha senso che si vada divisi. Il tema è la ricostruzione della sinistra: è giusto dire le cose con chiarezza e assumersene le responsabilità. Io penso che i compagni di Art 1, che non intendono seguire l’estrema sinistra di Rifondazione e di Potere al popolo, devono allearsi con il Pd alle elezioni amministrative, quindi fare una scelta chiara in tutta Italia e anche nella mia regione, dove si vota in importanti città come Livorno, Prato e Firenze”.

Lo ha scritto sul proprio profilo facebook il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, postando un’immagine del simbolo del Gruppo Socialisti e Democratici al Parlamento europeo.
“Ieri Zingaretti ha posto ad Art 1 il problema delle alleanze, riferendosi in modo esplicito alle tre città della mia regione – ha ripreso il governatore -. Io da tempo ho detto come la penso e cioè che allearsi con il Pd alle amministrative è l’unica scelta possibile. Credo che adesso sia necessaria una risposta al segretario del Pd con un pronunciamento netto da parte dei vertici nazionali di Art 1”.
“Alle elezioni europee l’idea di una lista unitaria e aperta è, a mio avviso, ancora di più l’unica giusta; dopo la voglia di contarsi di +Europa e di Pizzarotti che si stanno assumendo una responsabilità non da poco – ha continuato -. Ipotizzare una propria lista da parte di Art 1 è semplicemente sbagliato, perché si correrebbe il rischio di disperdere i voti e di non raggiungere la soglia necessaria per entrare nel parlamento europeo. Io penso che Pd e Art 1 devono mettersi d’accordo tenendo conto del fatto che già ora sono insieme nel gruppo ‘socialisti e democratici'”.
“Un richiamo a questo gruppo, scrivendo anche nel simbolo sulla scheda le parole ‘socialisti e domocratici’, non può certo dispiacere al Pd, che di quel gruppo è componente fondamentale, e allo stesso tempo consentirebbe a molti di noi e a molti elettori di potersi riconoscere in uno schieramento europeo in cui il riferimento al socialismo è naturale e non è sentito come qualcosa da nascondere”, ha evidenziato Rossi.
“In ogni caso non esistono soluzioni B e il mio voto non andrà ad una lista che rischia di non raggiungere il 4% – ha concluso il presidente della Regione Toscana -. Lo scontro politico alle elezioni europee è uno scontro epocale che chiama in causa i valori fondamentali della nostra civiltà democratica e della costruzione europea. Sottovalutare la portata di questo scontro con proposte inadeguate è un grave errore politico che non può permettersi chi vuole impegnarsi a ricostruire una sinistra forte e popolare. Occorre dare un messaggio di unità e di riscatto, evitando frammentazioni, divisioni e rancori che l’elettorato di sinistra non capirebbe e non sarebbe disposto a tollerare”.

L'articolo Rossi: Pd e Art 1-Mdp uniti per comunali ed europee proviene da www.controradio.it.

Livorno, città all’avanguardia grazie ai lampioni intelligenti a led

Livorno, città all’avanguardia grazie ai lampioni intelligenti a led

Filippo Nogarin, sindaco di Livorno: ‘progetto unico in Italia’. Sottosegretario nazionale Pa: ‘prima esperienza di smart city su scala urbana, da replicare in altre città’.

Sostituire tutti i lampioni della città con lampade a led, installare sistemi di telecontrollo e telegestione su ogni palo della luce, implementare la dotazione con sensori capaci di incamerare i dati sui flussi di traffico, sulla disponibilità dei posteggi e sulle emissioni di Co2 e non solo in atmosfera. Mettere a rete l’intero sistema sfruttando la piattaforma Pell (Public energy living lab) dell’Enea, l’ente nazionale per le nuove tecnologie e l’energia. Sono i passaggi chiave del progetto di nuova illuminazione presentato dal Comune di Livorno.

“Da due anni lavoriamo – ha spiegato il sindaco Filippo Nogarin – a questo progetto unico in Italia, che entro maggio comincerà a dare i primi frutti. Livorno diventerà la prima città a sviluppare un ecosistema intelligente che si appoggerà sulla rete più capillare possibile, quella elettrica che alimenta i nostri lampioni. Che cesseranno di essere solo punti luce ma diventeranno pali intelligenti, così come lo diventeranno i 40 impianti semaforici cittadini”.

Da un lato, ha aggiunto Nogarin, “sostituendo tutti i punti luci con 16 mila led, saremo in grado abbattere i consumi fino al 70%, dall’altro avremo a disposizione una rete smart che raccoglierà una serie di dati che ci consentiranno di incrementare i servizi ai cittadini, regolando i semafori in base ai flussi di traffico, prevedendo un’onda luminosa nelle zone pedonali in base al passaggio delle persone, raccogliendo in tempo reale i dati sulla emissioni di Co2 in atmosfera in tutta la città e mappando costantemente l’offerta di parcheggi liberi informando i cittadini attraverso una app”.

“Quella di Livorno – ha sottolineato il sottosegretario alla Pubblica amministrazione, Mattia Fantinati – è la prima esperienza di smart city su scala urbana e noi intendiamo replicare questo modello nelle altre città italiane”.

L'articolo Livorno, città all’avanguardia grazie ai lampioni intelligenti a led proviene da www.controradio.it.

Livorno, rapinarono diversi negozi, 3 denunciati

Livorno, rapinarono diversi negozi, 3 denunciati

Uno è minorenne. Operazione della squadra mobile di Livorno. Fondamentale l’attività della polizia scientifica che ha rilevato impronte utili.

La squadra mobile di Livorno ha individuato e denunciato tre persone ritenute responsabili di altrettanti furti avvenuti nei giorni scorsi in alcuni esercizi commerciali del centro cittadino. Si tratta di un 33enne, un ventenne e un giovane ancora minorenne. Il primo, secondo i poliziotti, ha danneggiato la porta di un bar e rubato 200 euro dal registratore di cassa, mentre gli altri due hanno preso di mira un negozio di cosmetici e un fioraio prelevando circa 200 euro in contanti, oltre a danneggiare le porte d’ingresso dei due negozi.

In tutti i casi è stata fondamentale, spiega una nota della questura, “oltre alla visione delle telecamere interne, l’attività svolta dalla polizia scientifica che, in sede di sopralluogo, ha rilevato impronte utili per l’identificazione certa degli autori dei furti”.

L'articolo Livorno, rapinarono diversi negozi, 3 denunciati proviene da www.controradio.it.

Livorno, rapinarono diversi negozi, 3 denunciati

Livorno, rapinarono diversi negozi, 3 denunciati

Uno è minorenne. Operazione della squadra mobile di Livorno. Fondamentale l’attività della polizia scientifica che ha rilevato impronte utili.

La squadra mobile di Livorno ha individuato e denunciato tre persone ritenute responsabili di altrettanti furti avvenuti nei giorni scorsi in alcuni esercizi commerciali del centro cittadino. Si tratta di un 33enne, un ventenne e un giovane ancora minorenne. Il primo, secondo i poliziotti, ha danneggiato la porta di un bar e rubato 200 euro dal registratore di cassa, mentre gli altri due hanno preso di mira un negozio di cosmetici e un fioraio prelevando circa 200 euro in contanti, oltre a danneggiare le porte d’ingresso dei due negozi.

In tutti i casi è stata fondamentale, spiega una nota della questura, “oltre alla visione delle telecamere interne, l’attività svolta dalla polizia scientifica che, in sede di sopralluogo, ha rilevato impronte utili per l’identificazione certa degli autori dei furti”.

L'articolo Livorno, rapinarono diversi negozi, 3 denunciati proviene da www.controradio.it.

‘Arcipelago pulito’, best practice toscana esempio per UE

‘Arcipelago pulito’, best practice toscana esempio per UE

Lo afferma l’eurodeputata Pd, Simona Bonafè, a proposito di ‘Arcipelago Pulito’, pratica toscana nata da una cooperativa di pescatori di Livorno.

Da oggi i pescatori che portano a terra i rifiuti finiti accidentalmente nelle loro reti non ne diventano più automaticamente produttori, non trovandosi così costretti a scegliere se ributtare in mare o assumersi i costi di smaltimento. Una bella vittoria portata a casa oggi con il voto del Parlamento europeo sul testo finale della direttiva sul Port reception facility, (direttiva europea sugli impianti portuali di raccolta per il conferimento dei rifiuti delle navi) in difesa dei pescatori e dell’ambiente. Il testo votato, come da me richiesto in un emendamento, recepisce i principi messi in pratica dal progetto ‘Arcipelago pulito'”. Lo afferma l’eurodeputata del Pd, Simona Bonafè.

Arcipelago pulito, ricorda Bonafè in una nota, è “una best practice toscana, prima in Italia e in Europa che ha fatto da apripista grazie al coinvolgimento di una cooperativa di pescatori di Livorno e alcuni pescherecci impegnati nella raccolta della plastica che galleggia o si deposita sui fondali. Adesso la parola passa agli Stati membri e chiediamo al Governo e al ministro Costa che recepisca subito la direttiva in modo da attuare una vera politica di difesa dell’ambiente, della salute dei cittadini, del patrimonio ittico e del lavoro dei pescatori. Vediamo se almeno in questo dai proclami passano ai fatti”.

“L’Europa ha seguito l’esempio della Toscana e di questo – conclude Bonafè – ne sono particolarmente orgogliosa: una buona pratica che riconosce i pescatori quali figure fondamentali per un mare più pulito”.

L'articolo ‘Arcipelago pulito’, best practice toscana esempio per UE proviene da www.controradio.it.