Massa: giornalista querela l’assessore Baratta

Massa: giornalista querela l’assessore Baratta

Arriva la querela, dal giornalista David Parenzo, per l’assessore al bilancio del comune di Massa, Pierlio Barratta. La causa sono le parole di quest’ultimo “un conto è la liberà di parola dietro cui si cela oggi il pensiero comune, un conto è la libertà di insulto” afferma Perenzo.

“Ho deciso di querelare l’assessore al bilancio del comune di Massa, Pierlio Baratta, per avermi definito in base alla fisiognomica lombrosiana, un rettile strisciante, un traditore e persona infima. Alla querela allegherò per l’assessore una copia del Manifesto degli scienziati razzisti, dove le persone venivano inquadrate e giudicate proprio in base agli stereotipi cui fa riferimento anche Baratta”.

A parlare è David Parenzo, il giornalista chiamato in causa in una conversazione tra l’assessore del comune di Massa, Pierlio Baratta, e Demone Scimmia, ex mattatore della trasmissione La Zanzara di Cruciani.

La conversazione è stata pubblicata (con il permesso dell’assessore) sul canale Youtube dello stesso Demone Scimmia, alias Luca da Cuneo.

Parenzo, in una nota dove dice che devolverà in beneficenza i soldi, spiega di non voler querelare “Demone Scimmia”, nonostante le sue parole: “non è una persona querelabile. E’ un personaggio borderline, grottesco, reso noto da una trasmissione radiofonica volutamente sopra le righe. Altro conto è un assessore di un comune, persona istituzionale”.

E all’assessore che oggi sul quotidiano La Nazione parla di “un dialogo con un ragazzo che ha bisogno di comprensione”, Parenzo replica: “Io non minimizzo. Non si può assecondare pubblicamente una persona, anche ammesso che sia disturbata. Un conto è la liberà di parola dietro cui si cela oggi il pensiero comune, un conto è la libertà di insulto”.

L'articolo Massa: giornalista querela l’assessore Baratta proviene da www.controradio.it.

Ballottaggio Massa: Comune pubblica simulazione risultato senza dicitura ‘prova’

Ballottaggio Massa: Comune pubblica simulazione risultato senza dicitura ‘prova’

La simulazione del Comune di Massa riportava i seguenti risultati elettorali: 21.262 voti per Volpi e 19.678 per il candidato del centrodestra Francesco Persiani. Inserite anche le schede nulle (462), quelle bianche (2.240) e il totale dei votanti 40.940.

E’ polemica a Massa (Massa Carrara) per una simulazione del risultato del ballottaggio del 24 giugno, pubblicata oggi sul sito dell’Amministrazione comunale, indicante la vittoria del candidato del centrosinistra e attuale sindaco uscente Alessandro Volpi, senza però riportare, erroneamente, la dicitura ‘prova’.

“Ecco la democrazia, la garanzia e l’onestà utilizzata dall’amministrazione – denuncia la Lega, attraverso uno dei candidati al Consiglio comunale, Guido Mottini, che ha fotografato la pagina del Comune e l’ha pubblicata sul suo profilo facebook-. Sul sito del Comune di Massa sono stati pubblicati i risultati elettorali di domenica 24 giugno, dove guarda caso danno vincente Volpi. Pubblicare un risultato falso soprattutto a quattro giorni dalle elezioni di ballottaggio, oltre a influenzare l’elettorato, è un fatto grave che denunceremo agli organismi preposti”.

“Un mero errore materiale – comunica invece l’Ufficio stampa del Comune di Massa -; si è trattato semplicemente di una prova sui sistemi informatici interni e su quelli on line, per testare la funzionalità del servizio che il Comune offre, sin dal 1994, il giorno delle votazioni e che permette sia di consultare i dati elettorali storici, sia di seguire, in diretta, la fase dello spoglio dei voti”. “Ci scusiamo del disagio – conclude la nota- e degli eventuali fraintendimenti arrecati agli utenti”.

L'articolo Ballottaggio Massa: Comune pubblica simulazione risultato senza dicitura ‘prova’ proviene da www.controradio.it.

Comunali Massa: candidati denunciano voti non conteggiati

Comunali Massa: candidati denunciano voti non conteggiati

Tra questi Tristan Paolo Menchini, candidato a Massa per una lista civica, che dichiara di essersi ‘auto votato’ nella sezione 47, dove però non risulta alcuna preferenza sul suo nome.

Sono numerosi i candidati al Consiglio comunale di Massa (Massa Carrara) che dopo le elezioni di domenica scorsa denunciano la mancanza di un consistente numero di voti a loro favore. Voti di cui si dicono “certi” ma che non risultano dal conteggio finale dello scrutinio.
A Giancarlo Casotti, candidato per un’altra lista civica, ‘mancano’ 14 voti per far scattare automaticamente il seggio in consiglio, senza aspettare il ballottaggio. Per questo ha presentato un esposto in Prefettura, per chiedere il riconteggio delle schede, a cui ha allegato le testimonianze di alcuni cittadini, che dichiarano di “aver votato per la sua lista e di aver espresso la preferenza per lui”, senza ritrovare però quei voti nelle loro sezioni.
Tra queste anche la dichiarazione di un rappresentante di lista: “chiedevo al presidente di ritenere valide due schede nelle quali era espressa la preferenza a Giancarlo Casotti, ma sono state dichiarate inspiegabilmente nulle”.
Le schede, nulle e contestate a Massa sono state 1088, secondo i dati raccolti dagli staff di Pd e Lega: in buona parte evidenzierebbero errori degli elettori nell’esprimere il voto disgiunto. Stamattina si è riunita anche la commissione elettorale del comune che sta controllando, come da prassi, i verbali, assieme a due rappresentanti per ogni lista.

L'articolo Comunali Massa: candidati denunciano voti non conteggiati proviene da www.controradio.it.

Anziani travolti e uccisi: arrestato autista furgone

Anziani travolti e uccisi: arrestato autista furgone

E’ stato arrestato per omicidio stradale dalla polstrada l’autista del furgone che all’alba ha travolto un gruppo di anziani alla periferia di Massa (Massa Carrara), uccidendone due e ferendone altri due.

Il furgone, secondo quanto appreso, avrebbe colpito in pieno il gruppetto che stava attraversando l’Aurelia sulle strisce pedonali. Anche l’autista del furgone, 43 anni, di Pietrasanta (Lucca), è rimasto leggermente ferito nell’incidente ed è stato trasportato all’ospedale Versilia dov’è stato sottoposto ad analisi per l’eventuale presenza di alcol o di sostanze stupefacenti.

La polizia stradale sta ora aspettando gli esiti delle controanalisi per avere la conferma sull’assunzione o meno di stupefacenti.

L'articolo Anziani travolti e uccisi: arrestato autista furgone proviene da www.controradio.it.

Incidenti sul lavoro: due operai gravi in Toscana

Incidenti sul lavoro: due operai gravi in Toscana

Sul territorio si sono verificati due gravi incidenti sul lavoro questa mattina. Un infortunio nella discarica di Podere Rota a Terranuova Bracciolini (Arezzo), ha coinvolto un operaio che ha preso un violento colpo al volto da uno sportello, l’altro è accaduto nella zona industriale apuana a Massa, dove un operaio è rimasto ferito a seguito di un’esplosione ed è stato necessario l’intervento dell’elisoccorso.

L’incidente all’interno della discarica di Podere Rota, in località di Piantravigne, a Terranuova Bracciolini, è accaduto intorno alle 9.00: un 45enne di Castel Focognano, che stava lavorando all’interno dell’impianto, ha preso un violento colpo al volto da uno sportello. Sul posto è arrivato il 118 che con un’ambulanza ha portato l’uomo all’ospedale valdarnese della Gruccia con un grave trauma commotivo. I sanitari hanno poi deciso il suo trasferimento, con l’elisoccorso Pegaso, al policlinico Le Scotte di Siena.
Un vasto incendio si è sviluppato all’interno della Sanac, una fabbrica nella zona industriale apuana a Massa (Massa Carrara) che tratta materiale edile refrattario: a seguito dell’esplosione avvenuta nel reparto di miscelazione un operaio è rimasto ferito ed è stato necessario l’intervento dell’elisoccorso per il suo trasferimento all’ospedale Cisanello di Pisa, dove è stato ricoverato con ustioni di terzo grado.
L’esplosione, intorno alle 9.00, è avvenuta all’interno di un contenitore di materiali da impastare prima della cottura. Le fiamme hanno attaccato sostanze come magnesio e alluminio e per questo sono stati necessari estintori speciali: l’incendio non può essere estinto con l’acqua. Sul posto i vigili del fuoco con rinforzi da Pisa, Lucca e Firenze per un totale di 20 uomini. Le operazioni di spegnimento sono ancora in corso.

L'articolo Incidenti sul lavoro: due operai gravi in Toscana proviene da www.controradio.it.