Crolla muro collina a Montelupo: 5 famiglie evacuate

Crolla muro collina a Montelupo: 5 famiglie evacuate

Cinque famiglie sono state evacuate dai pompieri da altrettante abitazioni sopra la collina di Montelupo Fiorentino il cui muro di contenimento, in cemento armato, è parzialmente franato in un posteggio distruggendo alcune auto in sosta.

Secondo una ricostruzione del Comune gli abitanti hanno sentito un boato e poi c’è stato il crollo del muro che appena qualche mese fa era stato dipinto dall’artista di strada Ligama. Ricerche sono in corso per eventuali persone tra le macerie ma al momento non risulta nessun coinvolto, ci sono solo evidenti ingenti danni materiali.
Intanto per precauzione sono state evacuate le cinque famiglie. Due hanno trovato un alloggio da parenti, alle altre tre sta provvedendo l’amministrazione comunale. Chiuse via Marconi e la passerella pedonale sul fiume Pesa. Il sindaco di Montelupo Giulio Masetti sta rientrando da Milano dove si trovava per recarsi sul luogo della frana. Sul posto anche la protezione civile.
“Ho sentito prima un boato, poi l’urlo di alcune ragazze che avevano appena parcheggiato ed hanno fatto appena in tempo a mettersi in salvo dal crollo delle macerie. Le auto in sosta lungo il fiume Pesa sono rimaste integre, ma quelle che erano dalla parte del muro andate distrutte”. Lo racconta una testimone della frana avvenuta ieri sera a Montelupo Fiorentino (Firenze), Sara Bandini, che ha assistito al crollo mentre stava lavorando in un bistrot. “È successo in un attimo: il muro è caduto tutto insieme, velocemente, c’è stato un boato”, racconta ancora. Lo stesso locale ha dato la prima assistenza sia ai 15 evacuati dalle case sulla sommità della collina, rimaste in piedi ma attualmente non accessibili, sia alle ragazze fuggite dal parcheggio. “Il muro presentava delle crepe ma erano state monitorate – ricorda la testimone – Avevano fatto dei lavori e dei controlli a settembre, inserendo delle specie di gabbie di contenimento”.

L'articolo Crolla muro collina a Montelupo: 5 famiglie evacuate proviene da www.controradio.it.

Torna agibile il Palasport di Montelupo F.no

Torna agibile il Palasport di Montelupo F.no

Dal prossimo lunedì il palasport di Montelupo Fiorentino (Firenze) tornerà disponibile per la comunità. La copertura dell’immobile lo scorso 26 agosto era stato danneggiato da un violento temporale e dal vento forte.

Il Comune fa sapere che la ditta incaricata dal municipio ha rimosso le parti pericolanti e applicato una struttura provvisoria al tetto. Inoltre lunedì scorso era stato dato il nulla osta anche all’utilizzo dell’adiacente stadio. Quest’ultimo infatti era stato chiuso a causa della pericolosità di alcune parti del tetto del palazzetto che si erano staccate.

Nella nota si legge che inizieranno i lavori che erano stati già previsti per la costruzione definiva del nuovo tetto. Le operazioni dureranno per circa due mesi e non interferiranno sulle attività delle squadre di pallavolo e delle atlete di ginnastica artistica e ritmica, conclude il comune.

L'articolo Torna agibile il Palasport di Montelupo F.no proviene da www.controradio.it.

Arno: vietata la pesca e l’immersione

Arno: vietata la pesca e l’immersione

Il Comune di Montelupo Fiorentino (Firenze) ha emesso un’ordinanza per impedire la raccolta e il consumo della ‘sinotaia quadrata’. Il provvedimento è conseguente all’abitudine di molte persone di nazionalità cinese di immersi nei fiumi per raccogliere questa specie di lumache d’acqua dolce per cibarsene, anche a rischio della propria incolumità. Le autorità competenti si dicono preoccupate anche per carica batterica presente nelle acque disponendo il divieto di pesca e di immersione.

La sintonia quadrata si tratta di un mollusco di origini asiatiche  immesso da qualche tempo in corsi d’acqua toscani, come Ombrone Pistoiese e Arno. Già dallo scorso anno il Comune di Montelupo  aveva emesso un’ordinanza di divieto di balneazione in Arno. Tuttavia,di recente, l’Arpat ha individuato nelle acque fluviali “alti livelli di carica batterica tali da esporre i consumatori di questi gasteropodi a rischi reali per la loro salute, ad esempio – fa sapere l’Arpat – per la escherichia coli il cui livello massimo consentito è 230mnp/100g, mentre quello rilevato è 54000mnp/100g: oltre 234 volte il limite”. Al momento, i referti escludono la presenza del virus dell’epatite A e il batterio della salmonella.
Il Comune fa sapere di avere invitato la Regione e il Nas affinché “venga firmato un decreto che blocchi la pesca e il consumo di questi molluschi, oltre che per accertare la destinazione di questi prodotti e il possibile commercio, anche a tutela della comunità cinese stessa”.

L'articolo Arno: vietata la pesca e l’immersione proviene da www.controradio.it.

Maltempo: forte temporale scoperchia tetto palasport Montelupo F.no

Maltempo: forte temporale scoperchia tetto palasport Montelupo F.no

Intervento dei vigili del fuoco a Montelupo Fiorentino (Firenze) dove un violento temporale ha provocato ingenti danni alla copertura del palazzetto dello sport, che si sarebbe sollevata su un lato.

E’ successo nel pomeriggio di ieri durante una tempesta, con tanta pioggia e un vento forte. La copertura è stata danneggiata poco prima dell’arrivo di ragazze che avevano l’allenamento di pallavolo. Alcuni passanti hanno visto in diretta lo scoperchiamento del palazzetto e hanno chiamato il 115. Secondo i dati del Centro Funzionale Regionale su Montelupo sono caduti circa 30 millimetri di pioggia in pochi minuti.
Il palazzetto di Montelupo F.mo

Il Palasport di Montelupo Fiorentino (Firenze) è stato dichiarato non agibile dopo il distacco, per una ampia estensione, della lamiera che correda la copertura del tetto, secondo quanto fa sapere il sindaco Paolo Masetti.

Inoltre, il forte vento e la pioggia del temporale del pomeriggio hanno provocato danni anche all’interno della struttura. Confermato, infine, che non ci sono persone ferite. Sul posto è intervenuta anche la polizia municipale oltre ai vigili del fuoco.

L'articolo Maltempo: forte temporale scoperchia tetto palasport Montelupo F.no proviene da www.controradio.it.

Montelupo F.no, apre al pubblico Villa Ambrogiana

Montelupo F.no, apre al pubblico Villa Ambrogiana

La villa medicea, che ha ospitato l’ex ospedale psichiatrico giudiziario (Opg) di Montelupo Fiorentino (Firenze), non era mai stata aperta al pubblico.

La villa medicea dell’Ambrogiana, che ha ospitato l’ex ospedale psichiatrico giudiziario (Opg) di Montelupo Fiorentino (Firenze), apre per la prima volta al pubblico con un programma che a marzo vedrà visite guidate, convegni e una speciale giornata d’apertura con il Fondo Ambiente Italiano (Fai) della Toscana. L’appuntamento rientra in ‘Primavera in Villa’, iniziativa presentata oggi in Consiglio regionale insieme a altri appuntamenti in programma a Montelupo Fiorentino e a Scandicci (Firenze). Presenti il presidente dell’Assemblea toscana Eugenio Giani e i sindaci di Montelupo Fiorentino Paolo Masetti, e di Scandicci (Firenze) Sandro Fallani.

L’apertura dell’Ambrogiana, grazie a una convenzione con il Demanio, ha sottolineato il sindaco Masetti, “è un primo passo dell’impegno dell’amministrazione affinché il complesso della villa medicea mantenga una funzione pubblica e torni a far parte della comunità”. Legata alla celebre produzione ceramica di Montelupo è invece la mostra ‘Di tutti i colori. Racconti di ceramica, dalla fabbrica di Firenze all’industria al design’, dal 16 marzo al 28 luglio, che racconterà la storia delle ceramiche di Montelupo attraverso i secoli. Ultimo evento sarà ‘Doppio Circuito’ in cui le imprese di Scandicci si apriranno agli artisti della ceramica per creazioni originali che saranno esposte nelle piazze dei due comuni dal 6 aprile.

“Un progetto che unisce arte contemporanea e lavoro – ha spiegato Fallani – con otto imprese che si confronteranno con le idee di artisti contemporanei”. Per Giani, “tra Montelupo e Scandicci c’è un sodalizio molto stretto per iniziative che valorizzano la creatività umana che emerge in questa parte della Toscana, iniziative legate alla laboriosità artigiana, alla cultura, alla bellezza dei luoghi che questi due Comuni riescono a proporre a tutta la Toscana”.

L'articolo Montelupo F.no, apre al pubblico Villa Ambrogiana proviene da www.controradio.it.