Pisa, droga ‘a debito’ per reclutare pusher minori, 3 arresti

Pisa, droga ‘a debito’ per reclutare pusher minori, 3 arresti

Polizia scopre una gang di spaccio dietro alcune minacce ed aggressioni ai danni di minori.

Aveva allestito una rete di spaccio di droga con spacciatori giovanissimi, talvolta minorenni che poi per ‘liberarsi’ e sfuggire alle minacce erano costretti a pagare somme ingenti. Così la squadra mobile di Pisa ha arrestato in esecuzione di tre custodie cautelari in carcere, un albanese di 24 anni, da molti anni residente in città, e due complici ventenni, pisani accusati a vario titolo di rapina, estorsione, spaccio di marijuana, hashish e cocaina e porto abusivo d’armi.

L’indagine, coordinata dalla procura di Pisa, da tempo monitorava episodi di violenza, maturati in ambienti di giovanissimi, a volte poco più che adolescenti. Sono risse nei locali, aggressioni, atti di vandalismo e scorribande: sembravano singoli atti di bullismo e invece erano rappresaglie maturate nell’ambito dello spaccio. Anche grazie ai racconti delle vittime, i poliziotti hanno ricostruito che l’albanese si avvaleva di pusher pisani, spesso studenti, a volte minori. Uno straniero forniva ai ragazzi considerevoli quantitativi di droga, anche 100 grammi alla volta, per lo più hashish e cocaina, lasciando credere di poter pagare comodamente. Invece ben presto chiedeva di rientrare delle somme di denaro e se i ragazzi non erano in grado di pagare il debito li costringeva a spacciare altra droga oppure, se si rifiutavano, insieme ai due complici, li picchiava e minacciava anche con una pistola giocattolo senza tappo rosso e simile a un’arma vera.

La svolta nell’inchiesta c’è stata a fine gennaio quando sul litorale un 18enne è stato picchiato e minacciato di morte con la pistola. Inizialmente l’aggredito ha provato a negare ma poi i poliziotti lo hanno convinto a parlare. Nelle perquisizioni a casa, gli agenti hanno sequestrato circa 9.000 euro in contanti e stupefacenti pronti allo spaccio più la pistola-giocattolo.

L'articolo Pisa, droga ‘a debito’ per reclutare pusher minori, 3 arresti proviene da www.controradio.it.

Pisa, Ciampi (Pd): ‘Campagna Lega scortata da forze dell’ordine’

Pisa, Ciampi (Pd): ‘Campagna Lega scortata da forze dell’ordine’

26 i comuni nel Pisano in vista delle elezioni amministrative. Lucia Ciampi, deputata Pd, ha detto che le forze dell’ordine impiegate per la scorta leghista ‘verranno distolte dalla tutela dell’ordine pubblico’.

“E’ inaccettabile e gravissimo che venga militarizzata la provincia di Pisa per scortare la campagna elettorale della Lega, tenendo impegnati decine di agenti delle forze dell’ordine che non potranno quindi essere impiegati per altre importanti e necessarie azioni di pubblica sicurezza”. Lo denuncia la deputata del Pd Lucia Ciampi, che ha presentato un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Interno Matteo Salvini.

“Il questore di Pisa su indicazione del prefetto – riferisce la parlamentare dem – in vista delle prossime elezioni amministrative che riguardano nella provincia ben 26 comuni, ha infatti disposto, a quanto sappiamo per Giuliano Terme e Calcinaia, ma molto probabilmente anche per tutti gli altri territori interessati dal voto, una capillare e continua assistenza solo alle iniziative promosse dalla Lega”. Per Ciampi, “volantinaggi, banchetti e gazebo saranno quindi ‘protetti’ da non si sa bene quale minaccia in luoghi pacifici dove non si sono mai registrati particolari episodi di violenza causati dalle differenti ideologie politiche”.

“Un utilizzo così massiccio non solo di agenti di polizia e carabinieri ma anche di polizia locale e guardia di finanza – osserva ancora l’esponente Pd -, non potrà essere impiegato in altre operazioni a sostegno dell’ordine pubblico e per assicurare sicurezza e tutela, quelle vere, ai cittadini”.

“Forse Salvini e i suoi seguaci hanno paura che i presidi della Lega possano essere anche oggetto di civili e pacate contestazioni – conclude Ciampi – visti i disastri che il governo nazionale sta causando e il massiccio uso delle forze dell’ordine, proprio come nei regimi autoritari, viene utilizzato come deterrente per sconsigliare qualsiasi tipo di dissenso”.

L'articolo Pisa, Ciampi (Pd): ‘Campagna Lega scortata da forze dell’ordine’ proviene da www.controradio.it.

Polonia: precipita da quinto piano, muore 24enne italiano

Polonia: precipita da quinto piano, muore 24enne italiano

Un giovane italiano è morto nei giorni scorsi in Polonia durante una vacanza insieme ad alcuni amici precipitando per circostanze ancora non chiarite dal quinto piano di un appartamento preso in affitto a Varsavia.

La vittima, Salvatore Cipolletti, 24 anni, è originaria di Ponsacco (Pisa), e si trovava nella capitale polacca dal 7 marzo insieme a due amici anche loro provenienti dalla Valdera. La morte risalirebbe al 9 marzo ma la notizia è stata diffusa oggi dalla stampa pisana. Sull’episodio indaga la polizia di Varsavia. Secondo quanto si è appreso, il giovane sarebbe precipitato durante una serata trascorsa insieme ai due amici italiani e a altri due polacchi e non sono ancora state chiarite le circostanze della caduta.
Le autorità polacche indagano a 360 gradi e non escludono alcune ipotesi: dall’incidente alla caduta accidentale in seguito a un malore per l’eventuale abuso di sostanze fino all’omicidio.
I familiari del giovane si trovano in Polonia e sono assistiti dall’ambasciata italiana ma la salma di Cipolletti non è ancora stata restituita alla famiglia e tornerà in Italia insieme ai parenti solo nei prossimi giorni quando le autorità polacche avranno terminato gli accertamenti scientifici sul corpo del ventiquattrenne.

L'articolo Polonia: precipita da quinto piano, muore 24enne italiano proviene da www.controradio.it.

Pisa, in centinaia per il Carnevale Antirazzista

Pisa, in centinaia per il Carnevale Antirazzista

Il folto corteo ha raggiunto il municipio di Pisa dove ha disposto 47 barchette di carta colorate per ricordare il caso della Sea Watch.

Centinaia di persone hanno partecipato al Carnevale Antirazzista organizzato da molte associazioni pisane (Progetto Rebeldia, Arciragazzi, Arte Migrante Pisa, Africa Insieme, Un Ponte per…, Fratelli dell’uomo Toscana, Chicco di Senape, Sinistra per…, Scuola Mondo San Giuliano, Unità Migranti Pisa, Mondostazione), e tra queste molte rappresentanze delle diverse comunità migranti cittadine. Lo hanno reso noto oggi i promotori dell’evento.

“I bambini – è spiegato in una nota – hanno indossato le ali indomabili fatte durante i Laboratori Uccelli Migratori di Arciragazzi che hanno preceduto l’evento, mostrando una netta determinazione a voler mettere il “becco” in questo loro presente”. Un corteo gioioso e colorato ha attraversato l’asse pedonale fino a raggiungere il municipio dove davanti all’ingresso sono state disposte 47 barchette di carta colorate, per ricordare il caso della Sea Watch “uno degli sbarchi più osteggiati da un Governo messo in ginocchio dalla potenza vitale di quelle 47 persone approdate poi nel porto di Catania: senza dimenticare gli altri sbarchi strumentalizzati dalla propaganda leghista, né le morti nel mar Mediterraneo, né la legge Salvini, incostituzionale e discriminatoria, quelle barchette chiedono di tornare nel Mediterraneo per attività di search and rescue, chiedono l’apertura dei porti e un’accoglienza dignitosa per i migranti”.

L'articolo Pisa, in centinaia per il Carnevale Antirazzista proviene da www.controradio.it.

Pisa: cadavere su riva Arno in centro, fra ipotesi possibile caduta

Pisa: cadavere su riva Arno in centro, fra ipotesi possibile caduta

Il cadavere di un uomo con evidenti ferite alla testa è stato trovato stamani lungo la riva dell’Arno in pieno centro a Pisa.

Sul posto è intervenuta la polizia e non è ancora chiaro che cosa sia accaduto anche se non è escluso che l’uomo sia precipitato di notte dalla spalletta soprastante e da un’altezza di circa sei metri. La vittima potrebbe essersi addormentata e poi essere caduta nel sonno.

Il sopralluogo della polizia scientifica è ancora in corso e nella zona è anche arrivato il sostituto procuratore Aldo Mantovani. Secondo quanto si è appreso il cadavere sarebbe stato trovato con la faccia riversa sul terreno.

L'articolo Pisa: cadavere su riva Arno in centro, fra ipotesi possibile caduta proviene da www.controradio.it.