Pisa, Teatro Nuovo: debutta “L’amore all’età di Giulietta”

Pisa, Teatro Nuovo: debutta “L’amore all’età di Giulietta”

Giovedì 9 maggio alle ore 21.00, al Cinema Teatro Nuovo di Pisa andrà in scena “L’amore all’età di Giulietta”, una rivisitazione della tragedia shakespeariana a cura della compagnia Policardia Teatro, diretto da Andrea Elodie Moretti.

Cinque adolescenti interpreteranno i personaggi principali del dramma tratto da Romeo e Giulietta di William Shakespeare. Lo spettacolo debutta dopo uno studio del testo durata quindici anni e in questa nuova versione il regista esplora e rielabora i contenuti fondamentali dell’opera.

Nella pièce “L’Amore all’età di Giulietta” viene messo in scena l’Amore incondizionato personificato da Giulietta che ha il compito di mettere l’innamorato di fronte all’impegno, alla verità e alla sincerità nelle parole e nelle azioni. Giulietta non ha dubbi a scegliere la via della morte pur di continuare ad incarnare, insieme a Romeo, l’ideale dell’Amore incondizionato.

Lo spettacolo vedrà in scena: Simone Sommariva, Elodie Moretti, Viola Palagi, Nicola Dalle Mura, Silvia Valente, Matteo Giordano Biondi, Cecilia Delle Fratte, Elena Tagliagambe, Caterina Ardizzon, Beatrice Lombardi, Maria Giulia Cabiddu, Pietro Anastasi, Gabriele Finzi, Andrea Aquilante, Filippo Cancellotti, Francesco Loi, Massimiliano Baccelli, Andrea Tassinari, Giuseppe Leonardi, Giuliano Turri.

La compagnia Policardia Teatro nasce con lo scopo di diffondere l’arte del teatro tra i bambini e i ragazzi a Viareggio. Attualmente, con il lavoro di 12 attori/formatori, opera nella formazione teatrale con corsi di teatro in oltre venti istituti scolastici della Toscana e organizza laboratori e corsi di teatro privati per bambini, ragazzi ed adulti.

L'articolo Pisa, Teatro Nuovo: debutta “L’amore all’età di Giulietta” proviene da www.controradio.it.

Pisa, Teatro Nuovo: debutta “L’amore all’età di Giulietta”

Pisa, Teatro Nuovo: debutta “L’amore all’età di Giulietta”

Giovedì 9 maggio alle ore 21.00, al Cinema Teatro Nuovo di Pisa andrà in scena “L’amore all’età di Giulietta”, una rivisitazione della tragedia shakespeariana a cura della compagnia Policardia Teatro, diretto da Andrea Elodie Moretti.

Cinque adolescenti interpreteranno i personaggi principali del dramma tratto da Romeo e Giulietta di William Shakespeare. Lo spettacolo debutta dopo uno studio del testo durata quindici anni e in questa nuova versione il regista esplora e rielabora i contenuti fondamentali dell’opera.

Nella pièce “L’Amore all’età di Giulietta” viene messo in scena l’Amore incondizionato personificato da Giulietta che ha il compito di mettere l’innamorato di fronte all’impegno, alla verità e alla sincerità nelle parole e nelle azioni. Giulietta non ha dubbi a scegliere la via della morte pur di continuare ad incarnare, insieme a Romeo, l’ideale dell’Amore incondizionato.

Lo spettacolo vedrà in scena: Simone Sommariva, Elodie Moretti, Viola Palagi, Nicola Dalle Mura, Silvia Valente, Matteo Giordano Biondi, Cecilia Delle Fratte, Elena Tagliagambe, Caterina Ardizzon, Beatrice Lombardi, Maria Giulia Cabiddu, Pietro Anastasi, Gabriele Finzi, Andrea Aquilante, Filippo Cancellotti, Francesco Loi, Massimiliano Baccelli, Andrea Tassinari, Giuseppe Leonardi, Giuliano Turri.

La compagnia Policardia Teatro nasce con lo scopo di diffondere l’arte del teatro tra i bambini e i ragazzi a Viareggio. Attualmente, con il lavoro di 12 attori/formatori, opera nella formazione teatrale con corsi di teatro in oltre venti istituti scolastici della Toscana e organizza laboratori e corsi di teatro privati per bambini, ragazzi ed adulti.

L'articolo Pisa, Teatro Nuovo: debutta “L’amore all’età di Giulietta” proviene da www.controradio.it.

Toscana Pride 2019: “Favolose Ribelli” slogan della manifestazione

Toscana Pride 2019: “Favolose Ribelli” slogan della manifestazione

Sabato 6 luglio a Pisa si terrà il Toscana Pride 2019, la manifestazione dell’orgoglio LGBTQIA+* (lesbico, gay, bisessuale, transgender, queer, intersessuale e asessuale) che quest’anno si muove lungo l’asse che unisce le radici del Movimento LGBT+* (i Moti di Stonewall del 1969) alle lotte dei giorni nostri.

“In un momento in cui la storia sembra tornare indietro, in cui odio e violenza strisciano nelle nostre strade e nelle nostre città, in cui l’attacco alle nostre vite arriva da istituti che dovrebbero garantirci, riprendiamo il filo della nostra storia, ci riappropriamo delle nostre radici di resistenza, di ribellione e di continuo transito verso la felicità. Rivendichiamo la favolosità come la pratica politica e di lotta che ci ha insegnato a trasformare le lacrime in risate, a sovvertire lo stigma con irriverenza e autoironia, a continuare a ballare con determinazione sul dolore. Siamo state, siamo e saremo Favolose Ribelli”. Nelle parole di introduzione al documento politico del Toscana Pride 2019, il Comitato delle 13 associazioni promotrici, ha racchiuso il senso della manifestazione dell’orgoglio LGBTQIA+*, attraverso il messaggio di rivendicazione della prima manifestazione contro la violenza sugli uomini e sulle donne omosessuali che si è tenuta proprio a Pisa nel 1979. Quarant’anni dopo il primo Corteo del Movimento Omosessuale Italiano e cinquanta anni dopo Stonewall, si torna a marciare.

Favolose Ribelli è lo slogan della campagna di comunicazione del Toscana Pride 2019, la manifestazione dell’orgoglio LGBTQIA+*. “Uno slogan che esprime la volontà e l’urgenza di ribellarsi e resistere all’avanzata sullo scenario europeo ed italiano dei movimenti nazionalisti e reazionari che hanno nel loro mirino i diritti civili e sociali di tutte quelle soggettività che, anche con la loro sola esistenza, mettono in crisi il modello egemone bianco, maschio, cisgender, eterosessuale, abile e ricco” – spiega il portavoce del Toscana Pride 2019 Junio Aglioti Colombini.

Possono essere sintetizzati in 6 macro-aree, gli obiettivi culturali, legislativi e sociali contenuti nel documento politico del Toscana Pride 2019:  “Affettività e famiglie” con la piena equiparazione di tutte le famiglie attraverso il riconoscimento della responsabilità genitoriale, del diritto all’adozione piena, del matrimonio egualitario; “Contrasto alle discriminazioni e tutela dei diritti umani” attraverso leggi contro i crimini d’odio e a tutela delle persone omosessuali, bisessuali, transgender, intersex, asessuali e non binarie tutte; “Educazione alle differenze” attraverso la promozione di una cultura inclusiva che valorizzi ogni soggettività all’interno dei sistemi scolastici, sanitari, sportivi, servizi pubblici ecc. e un’educazione socio-affettiva inclusiva di tutti i modelli di sessualità e relazioni interpersonali. Formazione agli organi di stampa e alle forze dell’ordine per una narrazione accurata ed inclusiva delle persone bisessuali, asessuali, intersex e transgender; “Salute e prevenzione” intese come benessere psicologico, fisico e sessuale di ogni persona, rivendicando il diritto a un’assistenza consapevole e specificatamente formata, in un contesto culturale che tenda alla depatologizzazione dei vissuti delle persone transgender e intersex, alla prevenzione da tutte le infezioni sessualmente trasmissibili e all’eliminazione dello stigma verso le persone che vivono con HIV; “Autodeterminazione” completa ed incondizionata dei corpi, fornendo strumenti informativi che garantiscano la piena realizzazione e il riconoscimento a tutte le identità, anche quelle che non si definiscono in base ad un’espressione binaria, transgender o gender non conforming, non solo a livello sociale ma anche giuridico ad esempio semplificando il procedimento amministrativo per il cambio dei documenti anagrafici; “Lavoro” con la promozione di ambienti lavorativi rispettosi di tutte le soggettività e che garantiscano equità di trattamento.

Inoltre nella piattaforma politica del Toscana Pride di quest’anno sono centrali altri temi come:  l’accoglienza e l’esercizio dell’asilo politico per le persone provenienti da paesi con legislazioni discriminatorie e antiumane, la concreta applicazione della legge 194 sull’IVG nei Consultori toscani, il diritto all’affettività e alla sessualità delle persone con disabilità, il sostegno ai centri Anti Violenza di genere, l’eliminazione dello stigma sul lavoro sessuale incoraggiando una narrazione che distingua nettamente i fenomeni di tratta e sfruttamento dalla pratica libera ed autodeterminata.

Si può aderire al Toscana Pride scrivendo a: adesioni@toscanapride.eu

L'articolo Toscana Pride 2019: “Favolose Ribelli” slogan della manifestazione proviene da www.controradio.it.

Pisa: scoperti e sanzionati 300 “furbetti” che eludevano ticket

Pisa: scoperti e sanzionati 300 “furbetti” che eludevano ticket

Sono soprattutto le prestazioni specialistiche gli obiettivi principali dei ‘furbetti’ delle esenzioni, cittadini che, attestando al momento della visita redditi al di sotto delle soglie previste, hanno potuto usufruire, a Pisa, gratuitamente di circa 300 servizi forniti dal sistema sanitario nazionale.

Le fiamme gialle pisane, come reso noto dalla guardia di finanza, in collaborazione con i funzionari dell’Asl, “hanno individuato i 300 trasgressori incrociando le risultanze tratte dalle rispettive banche dati” perché è spiegato in una nota, “colpire questi fenomeni rappresenta anche una forma di tutela nei confronti della fasce economicamente più deboli, titolari del diritto di esenzione, e un’affermazione del principio di solidarietà e coesione sociale”. “Ora – conclude la guardia di finanza – i responsabili, non solo dovranno rifondere il denaro illecitamente sottratto alle casse dell’Erario, ma saranno costretti a pagare anche una sanzione amministrativa”.

L'articolo Pisa: scoperti e sanzionati 300 “furbetti” che eludevano ticket proviene da www.controradio.it.

Pisa: fiamme in casa, due bimbi in ospedale per precauzione

Pisa: fiamme in casa, due bimbi in ospedale per precauzione

Due bambini sono stati trasportati al pronto soccorso per accertamenti, a titolo precauzionale, a causa di un principio di incendio che ha interessato l’appartamento dove vivono con i genitori.

Sul posto, in  località San Biagio a Pisa, questa mattina intorno alle 6.15,  sono intervenuti i vigili del fuoco. In casa erano presenti quattro persone.
Le fiamme non hanno causato danni strutturali, né coinvolto persone.

L'articolo Pisa: fiamme in casa, due bimbi in ospedale per precauzione proviene da www.controradio.it.