Anche Pisa mobilitata contro il disegno di legge Pillon

Anche Pisa mobilitata contro il disegno di legge Pillon

La Casa della donna lancia una campagna contro il ddl del leghista Pillon con proiezioni e dibattiti a Pisa e nei comuni del Lungomonte. Sabato 10 novembre corteo cittadino

La Casa della donna inaugura il programma per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne con una serie di iniziative contro il disegno di legge su separazione e affido promosso dal senatore leghista Simone Pillon.

Si parte martedì 6 novembre con la proiezione, alle ore 20.30 presso il Cinema Arsenale, del film “L’affido. Una storia di violenza” di Xavier Legrand. Il film, premiato al Festival di Venezia con il Leone d’argento per la miglior regia, racconta il vissuto di un bambino al centro di una relazione violenta.

“Con la proiezione del film ‘L’affido’ – dichiara Carla Pochini presidente della Casa della donna – vogliamo lanciare una campagna di informazione e sensibilizzazione sul tema della separazione e dell’affido. Quella al cinema Arsenale è, infatti, solo la prima proiezione. Durante il mese di novembre proporremo il film anche nei vari comuni del Lungomonte pisano: a Calci il 14, a Vicopisano il 23, a Vecchiano e S. Giuliano Terme il 28. Accompagneremo le proiezioni del film a dibattiti pubblici sul ddl Pillon perché crediamo sia importante sensibilizzare le cittadine e i cittadini sui rischi di quel testo di legge per i diritti delle madri e dei loro figli”.

Ad opporsi al ddl Pillon non solo i centri antiviolenza e tante associazioni ma anche importanti organismi nazionali e internazionali, tra cui l’Onu che nei giorni scorsi ha inviato una lettera di richiamo al governo italiano. L’associazione nazionale dei centri antiviolenza (D.i.Re) ha lanciato una petizione online, che ha già raggiunto 100mila firme, e una grande mobilitazione nazionale che a Pisa vedrà due importanti appuntamenti.

Mercoledì 7 novembre la Casa della donna, insieme alla rete Non una di Meno e ad altre associazioni, ha organizzato un’assemblea pubblica sul Ddl Pillon alle ore 17.30 presso le Logge de Banchi, in cui interverranno l’avvocata Isabella Bartoli e la giurista Francesca Pidone del centro antiviolenza della Casa della donna. Per sabato 10 novembre è, invece, previsto un corteo cittadino in concomitanza con le manifestazioni che si terranno a Roma e in molte città italiane.

“Il film del regista francese Legrand con cui inauguriamo le iniziative contro il Ddl Pillon – spiega Giovanna Zitiello, coordinatrice del centro antiviolenza della Casa della Donna e consigliera dell’associazione nazionale Dire – racconta una storia molto vicina alla realtà italiana, una realtà che purtroppo potrebbe peggiorare ulteriormente se il disegno di legge Pillon venisse approvato. Quel testo di legge, infatti, propone un modello di famiglia non solo ideale e astratto ma pericoloso, dove i figli sono ‘oggetti’ da dividere a metà e le madri che denunciano i padri violenti passibili dell’accusa di alienazione genitoriale. Di fatto – prosegue Zitiello – questa legge armerà i padri violenti nei confronti delle donne e dei figli”.

L'articolo Anche Pisa mobilitata contro il disegno di legge Pillon proviene da www.controradio.it.

A Lucca Comics un fumetto del Cnr Pisa contro cyberbullismo

A Lucca Comics un fumetto del Cnr Pisa contro cyberbullismo

La Ludoteca del Registro parteciperà domani al Lucca Comics con un progetto per una navigazione consapevole in rete dei bambini

La Ludoteca del Registro. it, l’anagrafe dei domini italiani a marchio it, attiva presso i Cnr di Pisa, partecipa domani al Lucca Comics con il fumettista e illustratore bolognese Gabriele Peddes che ha sposato il progetto della Ludoteca per la navigazione consapevole in rete dei bambini e la lotta al cyber bullismo.

Il fumetto si intitola “Nabbovaldo ovvero le stagioni ad Internetopoli” e si ispira al romanzo “Marcovaldo ovvero le stagioni in città” di Italo Calvino il cui protagonista è un cittadino spaesato dai cambiamenti in corso e ormai quasi estraniato dalla natura e dalle sue stagioni. Peddes ha reinventato uno spaesato Nabbovaldo, nuovo arrivato in un mondo ormai intrinsecamente complesso, che cerca di capire in quale modo la rivoluzione di Internet abbia cambiato non solo la nostra vita pratica, ma il nostro stesso modo di entrare in contatto con gli altri.

Il fumetto è scaricabile gratuitamente dall’indirizzo www.ludotecaregistro.it/comics/ ed è una pubblicazione della Edizioni-Cnr. Al Lucca Comics verrà presentato anche un mazzo di carte da gioco realizzato sempre con fumetti di Peddes, che una volta mescolate, sparpagliate e devono essere ricomposte seguendo una storia che indirizza verso comportamenti contro il cyber bullismo e una navigazione in rete sicura e consapevole.

L'articolo A Lucca Comics un fumetto del Cnr Pisa contro cyberbullismo proviene da www.controradio.it.

Scoppio in laboratorio di chimica ateneo a Pisa, un ferito

Scoppio in laboratorio di chimica ateneo a Pisa, un ferito

Scoppio in un laboratorio di chimica dell’ateneo a Pisa. Evacuato il dipartimento, intervento dell’unità specializzata VVFF

Un uomo ha subito ustioni non gravi a una mano in seguito a un’esplosione, dovuta probabilmente a una reazione chimica, avvenuta all’interno di un laboratorio del dipartimento di Chimica dell’Università di Pisa. Per precauzione il dipartimento è stato evacuato e sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco specializzati in interventi di questo tipo.

Dopo l’esplosione, fanno sapere i pompieri, “è stato applicato il piano di emergenza con l’evacuazione temporanea del presidio accademico e sul posto sta operando la squadra Nbcr per rimuovere alcuni contenitori all’interno dei quali ci sono agenti chimici: l’evento è circoscritto all’interno di tre laboratori del dipartimento”. Sul posto sono presenti i vigili urbani e personale della Protezione civile del Comune di Pisa.

L'articolo Scoppio in laboratorio di chimica ateneo a Pisa, un ferito proviene da www.controradio.it.

Oltre 200 nuovi Carabinieri in arrivo in Toscana

Oltre 200 nuovi Carabinieri in arrivo in Toscana

Sta per concludersi, nelle diverse Scuole dell’Arma dei Carabinieri dislocate nel territorio nazionale, il corso formativo dei giovani Carabinieri selezionati per le file dell’Arma lo scorso anno

Tra questi, 177 Carabinieri saranno destinati alla Legione “Toscana” e saranno destinati esclusivamente alle Stazioni Carabinieri, con lo scopo di potenziare, già dal mese di novembre, il controllo del territorio di tutta la Regione.

Inoltre, ulteriori 30 Carabinieri, prima di essere destinati ai Reparti dell’Organizzazione Mobile e Speciale per poter svolgere servizio nel 6° Battaglione Toscana di Firenze e nel Reggimento “Tuscania” di Livorno, rinforzeranno le Stazioni delle città di Firenze, Pisa e Livorno.

L‘assegnazione di 207 giovani Carabinieri, in totale, destinati alle Stazioni Carabinieri della Toscana si inquadra nell’ambito delle iniziative tese a rendere sempre più aderente la risposta dell’Arma, attraverso il dispositivo di prevenzione posto in essere dalle Stazioni Carabinieri, alle richieste di sicurezza della cittadinanza (come si legge nella nota).

L'articolo Oltre 200 nuovi Carabinieri in arrivo in Toscana proviene da www.controradio.it.

Nuova caduta in Arno a Pisa, donna recuperata

Nuova caduta in Arno a Pisa, donna recuperata

I vigili del Fuoco del Comando di Pisa sono intervenuti in Lungarno Simonelli all’altezza del museo navale, per una persona caduta dalle spallette dal fiume Arno .

Per cause in corso di accertamento un uomo è caduto dalla spalletta finendo sul selciato sottostante. La persona è stata recuperata dai vigili del fuoco con l’ausilio dell’autoscala, utilizzando tecniche SAF (Speleo Alpino Fluviale), per poi essere affidata al personale del 118. Sul posto la Polizia di Stato per ricostruire la dinamica dell’incidente.

Il fenomeno delle cadute in Arno a Pisa vede un susseguirsi di casi, anche mortali, nonostante i divieti e i cartelli che avvertono della pericolosità di appoggiarsi alle spallette lungo il fiume.

L'articolo Nuova caduta in Arno a Pisa, donna recuperata proviene da www.controradio.it.