Prato: blitz del Noe contro smaltimento rifiuti tessili

Prato: blitz del Noe contro smaltimento rifiuti tessili

Le perquisizioni da parte dei carabinieri del Noe di Firenze, Brescia e Caserta, scattate all’alba, hanno interessato anche le province di Caserta, Pistoia e Lucca, ma anche appartamenti e studi di professionisti nelle zone di Prato e Bergamo, dove risiedono alcuni degli indagati e dove le aziende avrebbero le sedi legali.

Una vasta operazione contro gli smaltimenti illeciti dei rifiuti prodotti nel distretto tessile di Prato è in corso dall’alba. Anche la polizia municipale è all’opera per le perquisizioni disposte dalla procura. L’indagine negli scorsi mesi ha già portato al controllo e al sequestro di un impianto di gestione rifiuti nella periferia della città Toscana.

Gli investigatori cercano documenti, atti amministrativi, fatture, ma anche e-mail e dati telematici per ricostruire la complessa ed occulta rete di contatti che, tra agosto 2018 e gennaio 2019, avrebbe consentito agli indagati di smaltire illecitamente, in Italia e all’estero, centinaia di tonnellate di rifiuti tessili.

I militari hanno intercettato due container che dai documenti di trasporto dovevano contenere materiale tessile recuperato, mentre erano pieni di cascami tessili frammisti a plastica, carta ed altre tipologie di rifiuti per circa 50 tonnellate. I container sono stati sequestrati, insieme a materiale informatico e alla documentazione, dalla quale emergono elementi per ritenere che parte dell’attività illecita si svolgesse anche in Polonia e Bulgaria.

L'articolo Prato: blitz del Noe contro smaltimento rifiuti tessili proviene da www.controradio.it.

‘Cantiere Scuola Teatro’: da oggi a Pistoia con Fondazione Toscana Spettacolo

‘Cantiere Scuola Teatro’: da oggi a Pistoia con Fondazione Toscana Spettacolo

Tre giorni di confronto per offrire strumenti di dialogo fra scuola e teatro. In occasione del suo trentennale, Fondazione Toscana Spettacolo onlus propone “Cantiere Scuola Teatro – Fare, vedere, crescere con il teatro”, un’iniziativa che intende favorire il dialogo fra il mondo della scuola e del teatro, rivolgendosi a insegnanti, dirigenti e operatori.

L’iniziativa, dal respiro nazionale, è in programma al Teatro Bolognini di Pistoia da oggi fino al 13 aprile 2019 e rappresenta un’occasione importante per offrire strumenti concreti di intervento, studiare modelli di collaborazione istituzionale e mettere in comune progetti per il futuro. Dal mondo della cultura e dello spettacolo, fra gli altri, Lino Guanciale, Curzio Maltese, Daniela Morozzi, Daniel Pennac, Alessandro Preziosi, Virgilio Sieni, Gabriele Vacis, Pamela Villoresi. Per le istituzioni, Maria Luisa Amante (Mibac), Monica Barni (vicepresidente Regione Toscana), Giovanni Di Fede (Indire), Filippo Fonsatti (Federvivo), Cristina Grieco (assessore Istruzione, formazione e lavoro Regione Toscana), Ernesto Pellecchia (direttore generale Ufficio Scolastico Regionale, Miur), Alessandro Tomasi (sindaco di Pistoia), e le onorevoli Rosa Maria Di Giorgi (Camera dei Deputati) e Michela Montevecchi (Senato).
Con relazioni, dibattiti, laboratori e spettacoli il Cantiere Scuola Teatro vuole affrontare
modalità operative e punti di vista diversi e complementari: Fare teatro, Vedere teatro, Crescere con il teatro.

Tante le presenze previste per il Cantiere, oltre 280 prenotazioni dalla Toscana e da molte
regioni italiane: il 70% insegnanti, il 20% operatori e artisti (compagnie, associazioni, teatri), il 10% istituzioni e amministrazioni.

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.toscanaspettacolo.it

Gimmy Tranquillo ha intervistato Beatrice Magnolfi, presidente Fondazione Toscana Spettacolo onlus

L'articolo ‘Cantiere Scuola Teatro’: da oggi a Pistoia con Fondazione Toscana Spettacolo proviene da www.controradio.it.

Pistoia: 40enne evade da domiciliari per vedere partita in tv

Pistoia: 40enne evade da domiciliari per vedere partita in tv

E’ evaso dai domiciliari per vedere in tv la squadra del cuore al bar vicino a casa, ma è stato subito arrestato dalla polizia che proprio in quel momento stava facendo un servizio di controllo. A raccontare l’accaduto la stessa polizia.

Protagonista un 40enne pistoiese, che è comunque poi tornato agli arresti a casa dopo il processo per direttissima. Secondo quanto spiegato martedì sera, gli agenti, durante il controllo, non hanno trovato nella sua abitazione l’uomo, ai domiciliari per reati contro il patrimonio.

Sarebbe stato il padre del quarantenne a riferire alla polizia che il figlio si trovava al bar per vedere Cagliari-Juventus. E così in effetti era: la polizia lo ha trovato al locale che stava guardando la partita. Il 40enne è stato portato in questura e arrestato per evasione, venendo comunque poi rimesso ai domiciliari.

L'articolo Pistoia: 40enne evade da domiciliari per vedere partita in tv proviene da www.controradio.it.

24enne fugge con libri biblioteca Pistoia, denunciato

24enne fugge con libri biblioteca Pistoia, denunciato

Un 24enne originario di Pistoia, attualmente dimorante a Padova dove frequenta l’università, è stato denunciato per il furto di nove libri all’interno della biblioteca San Giorgio di Pistoia, avvenuto stamani.

A dare l’allarme sono stati i dipendenti della biblioteca, che hanno cercato anche di rincorrere il giovane e che hanno poi chiamato il 113. Il 24enne è stato fermato alla stazione di Pistoia dalla polizia ferroviaria, mentre stava per salire sul treno diretto a Firenze, dove poi avrebbe preso quello per Padova.

Gli agenti hanno trovato nel borsone dell’uomo nove libri di letteratura italiana che recavano i bollini di catalogazione della biblioteca. Il 24enne è stato denunciato alla locale procura della Repubblica per il reato di furto aggravato mentre i volumi sono stati sottoposti a sequestro poiché costituenti corpo di reato.

L'articolo 24enne fugge con libri biblioteca Pistoia, denunciato proviene da www.controradio.it.

Opificio delle Pietre Dure e Pistoia, visite con Enjoy Firenze

Opificio delle Pietre Dure e Pistoia, visite con Enjoy Firenze

Una visita esclusiva ai laboratori di restauro dell’Opificio delle Pietre Dure e una gita fuori porta per conoscere Pistoia e la sua arte: sono queste le idee per l’ultimo weekend di marzo (sabato 30 e domenica 31) proposte da “Enjoy Firenze®”, il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscana in compagnia di esperti e archeologi e storici dell’arte, a cura di Cooperativa Archeologia.

Appuntamento sabato 30 alle 10.00 con la visita in esclusiva ai laboratori di restauro dell’Opificio delle Pietre Dure, ospitati nella sede storica di via degli Alfani. Considerati centro di eccellenza a livello mondiale per il restauro dei bronzi e delle terrecotte, i laboratori sono celebri anche per il “commesso” fiorentino.

Grazie all’Opificio la tradizione del commesso, che risale in linea diretta al laboratorio artistico fondato dai Medici nel 1588 , è stata tramandata fino ad oggi così come la sofisticata manualità che consente di restaurare questi “mosaici” di pietre pregiate, ad un livello di specializzazione che solo l’Opificio oggi detiene.

Durante la visita ai laboratori, in compagnia di un restauratore dell’Opificio, saranno eccezionalmente visibili alcune importanti opere ora in restauro, come la Porta sud del Battistero, opera di Andrea Pisano.

Ad arricchire il fine settimana di Enjoy, domenica 31 è in programma la gita fuori porta a Pistoia, che guiderà i partecipanti in un itinerario tutto da scoprire, attraverso l’arte e la storia della città, dalle opere di grandi artisti come Michelozzo, Arnolfo di Cambio, i Della Robbia, Giovanni Pisano, e poi ancora la via Francigena, e il barocco di Bernini. Dopo una passeggiata nel centro storico, è prevista la visita alla Cattedrale di San Zeno, e al magnifico altare argenteo.

Questa opera di oreficeria  “architettonica” venne realizzata tra 1287 e 1456, e coinvolse i maggiori artigiani e artisti dell’epoca, fra i quali anche un giovanissimo Filippo Brunelleschi. Definito recentemente dallo storico dell’arte Paolucci un ponte fra Pistoia e Santiago di Compostela, l’altare è il simbolo della devozione della città a San Jacopo e specchio della sua ricchezza artistica nel XIII secolo.

Per ulteriori informazioni www.enjoyfirenze.it. Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it

opificio

L'articolo Opificio delle Pietre Dure e Pistoia, visite con Enjoy Firenze proviene da www.controradio.it.