Migranti: Boldrini in visita a prete Pistoia, presidio Forza Nuova

Migranti: Boldrini in visita a prete Pistoia, presidio Forza Nuova

In occasione della visita domani di Laura Boldrini a Vicofaro, a Pistoia, nella parrocchia di don Massimo Biancalani, prete impegnato nell’accoglienza ai migranti, Forza Nuova annuncia un presidio di protesta; anche CasaPound ha annunciato una manifestazione che si svolgerà dalle 11 alle 13 in piazza San Francesco.

L’iniziativa è stata promossa, spiega in una nota Emiliano Mari, segretario provinciale di Forza Nuova a Pistoia, per ribadire che l’ex presidente della Camera “è un ospite sgradito”: “le sue idee riguardo all’immigrazione minano il tessuto sociale della provincia” e la convivenza civile”. Mari ribadisce inoltre la volontà politica di Forza Nuova “di chiudere i centri di accoglienza di Vicofaro e Ramini”: vi risiedono spacciatori di droga fatti passare per richiedenti asilo”.

“L’azione di personaggi come Biancalani e la Boldrini – precisa Leonardo Cabras, coordinatore di Forza Nuova per il Centro Italia – rappresenta il peggior mondialismo ostile alla sopravvivenza del popolo italiano. Le loro pseudo-battaglie a favore dell’invasione, col consueto corollario di diffusione di droga e delinquenza, rappresentano uno Stato ed una Chiesa ormai traditori dei loro rispettivi mandati. A questa azione ostile ed anti-italiana risponderanno i soldati politici di Forza nuova”.

“È già una vergogna che i fascisti di Forza Nuova e loro alleati si presentino sulle piazze illudendosi sulla indifferenza e la mancanza di memoria storica della gran parte degli italiani. La tracotanza con la quale pretendono di impedire agli altri di incontrarsi, discutere, manifestare è semplicemente intollerabile”. Così in una nota l’esponente del Pd Vannino Chiti in merito all’annunciato presidio di Forza Nuova domani.

Ricordando che il prete è stato oggetto di “continue provocazioni fasciste”, Chiti non ha dubbi che “prefetto e questore non autorizzeranno manifestazioni di disturbo”, che “magistratura e forze dell’ordine sapranno garantire l’ordine democratico fondato sulla Costituzione. Faccio appello ai cittadini: è importante rispondere in modo unitario, non violento, isolando i fascisti e impedendo così le loro provocazioni. Si possono avere idee diverse sull’accoglienza dei migranti come su tante altre questioni politiche: non è consentito averne sulla democrazia, la libertà, il rifiuto del fascismo e di ogni totalitarismo. Mi auguro che anche il sindaco sappia dire una parola chiara e forte. Pistoia non deve diventare un teatro dove i fascisti cercano di attuare le loro impostazioni reazionarie di intolleranza, inciviltà, non rispetto dei diritti democratici”.

 

L'articolo Migranti: Boldrini in visita a prete Pistoia, presidio Forza Nuova proviene da www.controradio.it.

Droga: otto arresti nel Pistoiese

Droga: otto arresti nel Pistoiese

Quattro mesi di investigazione e osservazione per smembrare il gruppo di spacciatori di origine nigeriana che da tempo operava nello spazio urbano di Montecatini: otto persone arrestate.

Operazione antidroga della polizia di di Pistoia, che stamani ha arrestato otto persone di nazionalità nigeriana (sette uomini e una donna), residenti nei comuni di Montecatini (Pistoia) e Pescia (Pistoia), poiché gravemente indiziate del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Sei degli otto arresti sono stati eseguiti in esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misure cautelari, emessa dal gip su richiesta del pm titolare delle indagini Claudio Curreli, a seguito di indagini svolte dalla squadra mobile e supportate da intercettazioni telefoniche e servizi di osservazione sul territorio, che hanno consentito di individuare una rete di spacciatori di piazza che operava nei comuni di Montecatini Terme, Massa e Cozzile (Pistoia) e Pescia nel periodo compreso tra marzo e luglio del 2017.

Gli altri due soggetti sono stati arrestati in flagranza di reato, durante una perquisizione eseguita in via Boccaccio a Montecatini Terme, poiché trovati in possesso di 2,3 kg di marijuana già confezionata in piccoli pacchetti e pronta per essere spacciata.

“Fondamentale – ha spiegato in conferenza stampa il questore vicario di Pistoia, Giampaolo Patruno -, sia la location, Montecatini (Pistoia) sia l’aver disarticolato questo gruppo di individui extracomunitari , appartenente all’etnia nigeriana, che operava sullo spaccio in piazza, che per noi è fondamentale, in quanto è un reato che crea molto disturbo alla popolazione. Abbiamo anche sequestrato un ingente quantitativo di sostanza stupefacente”.

“Un’operazione complessa – ha aggiunto il dirigente della squadra mobile di Pistoia Antonio Fusco – che con tutti i servizi investigativi e di osservazione è durata quattro mesi, e ha coinvolto nella fase finale anche reparti provenienti da Firenze, unità cinofile antidroga, e la collaborazione dei commissariati di Montecatini e Pescia (Pistoia), nella fase odierna dell’esecuzione delle misure sul territorio”.

“La provenienza della droga – ha detto ancora Fusco – è sempre quella del circuito nigeriano. Dico sempre perché è una costante che ormai da qualche anno stiamo verificando attraverso le nostre operazioni: inizialmente con l’eroina che veniva dall’Olanda mentre attualmente stiamo riscontrando anche un ingresso sul mercato delle droghe leggere come l’hashish e soprattutto della marijuana, come dimostra anche il sequestro che abbiamo effettuato oggi”

L'articolo Droga: otto arresti nel Pistoiese proviene da www.controradio.it.

Pistoia: manifestazione di CasaPound il 21 aprile

Pistoia: manifestazione di CasaPound il 21 aprile

Dalle ore 11 alle ore 13, in piazza San Francesco (Pistoia), CasaPound scende in piazza in concomitanza con la presenza in città dell’ex presidente della Camera Laura Boldrini, ospite nella parrocchia di don Massimo Biancalani, il prete impegnato nell’accoglienza ai migranti.

In una nota Casapound spiega che: “dopo i continui arresti di stranieri per spaccio di droga, lo scandalo ‘White Wash’ con il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina da parte di funzionari pubblici e la crescente insofferenza cittadina verso il problema dell’immigrazione irregolare e chi ci specula sopra per interesse economico e/o visibilità personale, abbiamo deciso di scendere in strada a ribadire con fermezza la nostra posizione: stop immigrazione, uscire dal progetto Sprar e maggiori controlli sui centri di accoglienza con immediata chiusura di tutti quelli non a norma”, temi su cui “ci piacerebbe conoscere anche il parere dell’amministrazione comunale, in particolare del sindaco che fino ad oggi non ha ancora espresso una posizione chiara in merito”.
Ma Casapound sottolinea che: “la data che abbiamo scelto per la manifestazione non è casuale. Sabato infatti l’ex-presidente della Camera Laura Boldrini, attuale parlamentare di ‘Liberi e Uguali’, sarà ospite a Vicofaro di Massimo Biancalani: due personaggi simbolo della sinistra che sogna di sostituire gli italiani con i migranti” e “Vicofaro è da tempo al centro di polemiche per la numerosa presenza di immigrati irregolari, più volte protagonisti di risse e traffico di droga”.
La nostra manifestazione, aggiunge la formazione di estrema destra, “avrebbe dovuto svolgersi proprio in Santa Maria Maggiore ma la questura ha deciso nei giorni scorsi di negarci il permesso adducendo motivazioni così pretestuose da far pensare ad una scelta dovuta a pressioni politiche. Noi sabato saremo comunque in Piazza San Francesco dalle ore 11 alle 13 ed invitiamo tutti a partecipare”.

L’articolo Pistoia: manifestazione di CasaPound il 21 aprile proviene da www.controradio.it.

Pistoia ospita collezione Marino Marini inedita 

Pistoia ospita collezione Marino Marini inedita 

La collezione semi-permanente sarà cosituita da 60 opere e verrà allestita a Palazo del Tau. Ripercorsa tutta la carriera artistica del maestro Marini.

Ha aperto oggi i battenti una nuova collezione semi-permanente, costituita da 60 opere, allestita in quattro sale del Palazzo del Tau, sede della Fondazione Marino Marini di Pistoia, dedicata all’artista pistoiese innamorato del colore e della forma. Dalle prime acqueforti, realizzate come studente dell’Accademia di Brera negli anni 1917-1918, alle opere che siglano gli ultimi anni della sua vita, al centro di una parabola simbolica, gioiosa e colorata che vedono il maestro di Pistoia nel 1978 riconciliarsi con il mondo, ballare e divertirsi con i giochi di equilibrio, i salti e le acrobazie del mondo circense.
Nelle sessanta opere, molte delle quali mai viste e provenienti dal ricco patrimonio di proprietà della Fondazione Marino Marini (che annovera complessivamente oltre 4mila capolavori), c’è tutta l’essenza del pensiero di Marino: figurativo, astratto, pittorico, scultoreo, materico e sensibile. La collezione semi-permanente arricchisce quattro sale del Museo negli spazi che la Fondazione ha riorganizzato e rinnovato con l’obiettivo di sostenere l’idea di una piccola grande capitale della cultura e dell’arte che continua a palpitare, dopo aver raccolto i frutti della stagione da record dello scorso anno. L’evento ha un carattere di unicità: mostra il talento proteiforme dell’artista e la presenza, sin dagli albori, di quei semi che nel corso della carriera si evolveranno.
“E’ un’operazione culturale ad ampio raggio in cui raccontiamo da nuovi punti di vista l’avventura artistica di un grande protagonista del ventesimo secolo, l’arte aperta, trasversale, accogliente, internazionale di un Marino che non finisce di stupirci – dichiarano Ambra Tuci e Francesco Burchielli, rispettivamente coordinatrice degli eventi e responsabile della collezione della Fondazione Marino Marini -. Per lui la pittura non costituiva un aspetto accessorio e propedeutico alla scultura, rivestiva al contrario un ruolo di primo piano, pur essendo poco conosciuta. Sono tantissimi i lavori originali, compiuti in maniera autonoma, che superano il tradizionale repertorio figurativo animato da cavalli, cavalieri, pomone e giocolieri”. A testimoniare il genio pittorico di Marino e delle sue relazioni con lo scenario internazionale, la Fondazione tira fuori dai depositi una sequenza di 24 composizione astratte, parte di un più numeroso corpo di opere, complessivamente quasi il doppio, dipinte nella primavera del 1960, con le quali l’artista si avvicina all’amico Jackson Pollock e lo reinterpreta.

L'articolo Pistoia ospita collezione Marino Marini inedita  proviene da www.controradio.it.

Pirata della strada investe bimba di due anni e mezzo, appello dei carabinieri

Pirata della strada investe bimba di due anni e mezzo, appello dei carabinieri

Una bambina di due anni e mezzo è ricoverata in rianimazione al pediatrico Meyer di Firenze dopo essere stata investita da un’automobile che non si è fermata.

L’incidente è avvenuto alle 10.30 di ieri lungo la via Vecchia Fiorentina a Quarrata (Pistoia) ma è stato reso noto oggi dai carabinieri che hanno diffuso un appello per risalire alla vettura. I militari non escludono anche l’ipotesi che il conducente non si sia reso conto di aver investito la piccola, che stava camminando lungo la strada insieme ai genitori.

Sono stati quest’ultimi a portare poi la piccola all’ospedale di Prato da dove è stata poi trasferita al Meyer. I militari ricercano un’auto “station wagon di colore blu scuro o simile” che “sarebbe transitata attorno alle 10,30 a Pistoia in via Vecchia Fiorentina-1ø tronco, a forte velocità con direzione Pistoia”. Chi avesse notizie utile è “pregato di contattare il 112 oppure i comandi di Pistoia o Quarrata dei carabinieri (rispettivamente ai numeri 0573-9721 e 0573-72038).

L'articolo Pirata della strada investe bimba di due anni e mezzo, appello dei carabinieri proviene da www.controradio.it.