Toscana: rubavano in appartamenti, 12 arresti

Toscana: rubavano in appartamenti, 12 arresti

Dodici uomini, di età compresa tra i 20 e i 47 anni, sono stati arrestati ieri dalla squadra mobile della questura di Firenze, con l’accusa di far parte di una banda specializzata in furti in appartamento. Undici sono finiti in manette in esecuzione di una misura di custodia cautelare in carcere, per uno è stata disposta la misura dei domiciliari.

Almeno 29 i furti che avrebbero messo a segno in abitazioni di tutta la Toscana, mentre i proprietari dormivano. Ulteriori dettagli sono stati forniti durante una conferenza stampa alle 10,30 in questura a Firenze, alla presenza del procuratore capo Giuseppe Creazzo.
I malviventi agivano di notte, quando i proprietari dormivano, approfittando nella maggior parte dei casi delle finestre lasciate aperte per il caldo in estate. In altri casi forzavano gli infissi dopo averli raggiunti arrampicandosi sulle grondaie. Per evitare che si potesse risalire a loro, arrivavano sui luoghi dei furti con mezzi pubblici (treni e autobus), col volto spesso parzialmente travisato e indossando sempre i guanti.
Prima di entrare in azione spengevano sempre i telefoni oppure, per depistare gli investigatori, li lasciavano accesi in un’abitazione di fortuna. Secondo quanto spiegato, gli agenti della mobile li hanno individuati grazie a un telefono cellulare, risultato rubato, scordato in carica in un’auto, anch’essa rubata in occasione di un furto in abitazione, abbandonata dai malviventi dopo il colpo.
I 29 furti contestati alla banda sono stati messi a segno in vari comuni nelle province di Firenze, Livorno, Pisa e Pistoia. Tra gli arrestati, finiti e in manette ieri a Firenze, Pontassieve (Firenze), Calenzano (Firenze) e Marina di Massa (Massa Carrara), anche il sospetto ricettatore seriale del gruppo e una donna che veniva contattata dai ladro per ‘recuperarli’ dopo i furti. I malviventi sono accusati anche di 14 episodi di ricettazione.

L'articolo Toscana: rubavano in appartamenti, 12 arresti proviene da www.controradio.it.

Pelago: fermo ad un incrocio per bucarsi, denunciato

Pelago: fermo ad un incrocio per bucarsi, denunciato

Nella serata di ieri i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Pontassieve hanno denunciato a Pelago un uomo che si era fermato a bordo strada per iniettarsi una dose di eroina.

Verso le 19.00 di ieri sera una pattuglia si è fermata in prossimità di un veicolo parcheggiato all’altezza di un incrocio ad alta densità di circolazione per prestare soccorso all’automobilista al suo interno: solo che lo stesso non era in difficoltà per avaria del mezzo bensì, in preda a crisi di astinenza, si era fermato per iniettarsi una dose di eroina.

Il suo maldestro tentativo di occultare la siringa già pronta per l’uso non è infatti sfuggito ai militari che, anzi, eseguita una rapida perquisizione, hanno sequestrato anche un involucro contenente un’altra dose di eroina. Per l’uomo, poi sottoposto ad esami per accertarne le condizioni psico-fisiche, apparse da subito alterate, è scattata la denuncia per guida sotto l’influenza di stupefacenti, la segnalazione amministrativa per possesso di stupefacenti, il ritiro della patente ed il sequestro dell’auto.

Gli incrementati controlli su strada, finalizzati non solo alla prevenzione dei comportamenti di guida rischiosi per alterazione da alcool o stupefacenti, sono stati pianificati anche in aderenza al recente Decreto sicurezza ed in particolare alle disposizioni dell’articolo 93 comma 1bis: in relazione a tale fattispecie, da inizio anno sono stati sequestrati ben 5 veicoli con targa straniera, di diverse nazionalità, risultati in uso a persone residenti da lungo tempo in Italia; per i loro possessori sono scattate sanzioni amministrative per alcune migliaia di euro visto che, nella maggior parte dei casi, detti veicoli sono risultati anche privi di copertura assicurativa o non sottoposti a revisione.

L'articolo Pelago: fermo ad un incrocio per bucarsi, denunciato proviene da www.controradio.it.

Pericolo neve a Firenze: fino a domani è allerta gialla

Pericolo neve a Firenze: fino a domani è allerta gialla

A Firenze è allerta neve fino a domani notte. A mezzanotte, per 13 ore, scatterà anche quella per il ghiaccio.

Prosegue fino a domani a Firenze l’allerta gialla per la neve. A questa, sempre domani, si aggiungerà quella per rischio ghiaccio. Lo stabilisce il nuovo bollettino del Cfr (Centro funzionale regionale) per la zona che comprende anche il Comune di Firenze (oltre a quelli di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa).

L’allerta per la neve, attualmente in vigore, si concluderà alla mezzanotte di giovedì 31 gennaio, ripartirà alle 6 per poi cessare alle 16. Quella per il ghiacchio scatterà a mezzanotte e terminerà 13 ore dopo.

 

Di seguito le previsioni fino a domani:

Oggi e domani debole perturbazione in transito sulla Toscana con possibili nevicate fino a bassa quota.

Temporali: Fino alla sera di oggi possibili isolati temporali su Arcipelago e costa centro meridionale; grandinate e colpi di vento solo occasionali.

Neve: oggi mercoledì, deboli nevicate a quote collinari possibili su tutte le zone interne della regione. Attenuazione dei fenomeni in serata e nottetempo con nevicate che risulteranno a carattere più isolato. Quota neve generalmente oltre 200-300 metri sul centro-nord della regione (localmente inferiori sulle zone appenniniche e sul fondovalle del Mugello, Casentino e Val Tiberina), attorno a 300-400 sulle zone centro meridionali, con neve in calo di quota in serata.

Si prevedono accumuli generalmente inferiori a 10 cm a quote collinari. Per domani, evoluzione molto incerta: in mattinata si prospetta la possibilità di deboli nevicate fino a quote di pianura sulle zone più interne. Dal pomeriggio quota neve in decisa risalita fino a quote di montagna, anche se sulle vallate più interne le nevicate potranno persistere a quote di fondovalle fino al pomeriggio; si prevedono accumuli generalmente fino a 2 cm a quote di pianura, e attorno a 5 cm oltre i 200 metri.

Ghiaccio: domani, nottetempo e al primo mattino possibile formazione di ghiaccio su tutta la regione; sulle zone più interne, e in particolare sulle vallate appenniniche, le temperature potrebbero mantenersi prossime o inferiori allo zero anche nel pomeriggio e in serata, favorendo la persistenza di ghiaccio al suolo o locali fenomeni di gelicidio. Questo scenario risulta tutt’ora molto incerto sia per quanto riguarda la valutazione delle temperature che per quanto riguarda la localizzazione di eventuali precipitazioni.

Per informazioni:

http://www.cfr.toscana.it/index.php?IDS=2&IDSS=71

http://www.regione.toscana.it/allertameteo

L'articolo Pericolo neve a Firenze: fino a domani è allerta gialla proviene da www.controradio.it.

Il parco delle Montagnole a Pontassieve diventa un giardino inclusivo

Il parco delle Montagnole a Pontassieve diventa un giardino inclusivo

Sono partiti i lavori al parco delle Montagnole di Piazza Mosca. L’area verde nella zona sud di Pontassieve che assumerà un rinnovato aspetto, più a misura di famiglie, con importanti novità. Nuovi giochi, nuovi servizi e un nuovo spazio per le attività sportive.

Sarà rinnovato il parco e ampliata l’offerta con giochi accessibili a tutti, pensati per accogliere anche le bambine e i bambini con disabilità, secondo i criteri con cui l’Amministrazione Comunale ha già realizzato il parco a Sieci. Nel dettaglio l’intervento prevede l’inserimento di nuovi giochi inclusivi, lo spostamento e la ricollocazione di quelli esistenti e la realizzazione di una pavimentazione in gomma colorata, dove troveranno spazio 4 nuovi giochi: una altalena con un sedile adatto a tutti i bambini, una gru da cantiere in legno, un’altalena con cestone ergonomico e una casetta in legno, tutti progettati per essere accessibili a bambini con disabilità.

Nella area rinnovata sarà anche realizzato un nuovo bagno pubblico, un servizio importante, più volte richiesto dai cittadini, per una zona molto frequentata e che accoglie numerose attività, tra le quali il mercato settimanale del mercoledì.

“Dopo la realizzazione del Parco inclusivo di Sieci questa amministrazione intende proseguire, un passo alla volta, nell’impegno di rendere accessibili e inclusivi tutti i parchi del nostro Comune. – dichiara il Sindaco Monica Marini – Il progetto di ampliamento e riqualificazione del parco giochi delle Montagnole è stato possibile anche grazie ad un importante contributo messo a disposizione dal Lions Club Pontassieve Valle del Sieve che ringrazio di cuore per aver scelto di investire sul tema dei parchi inclusivi, aiutandoci nella realizzazione di questo ulteriore e importante progetto.” Il progetto di rinnovamento è reso possibile grazie al contributo del Lions Club Pontassieve Valle del Sieve.

Insieme a questo intervento è prevista anche l’installazione di un tendone per attività sportive. Il tendone sarà realizzato e gestito dall’Associazione Sportiva Dilettantistica “Circo Tascabile” specializzata nel settore della circomotricità. Si tratta di un’associazione che da molti anni svolge attività e laboratori, a Pontassieve e nel territorio fiorentino, realizzando progetti e percorsi sportivi inclusivi e di sostegno a tutti i bambini, con particolare attenzione alle disabilità, in collaborazione con le scuole e con la ASL.

Il tendone da circo avrà un diametro di circa 18 metri e sorgerà in prossimità dell’accesso al Parco Fluviale De Andrè. Sarà una struttura dove si svolgeranno le attività sportive dell’Associazione “Circo Tascabile” ma potrà ospitare anche attività diverse da quelle circensi. Uno spazio, dunque, che sarà a disposizione della comunità e che potrà contribuire a rispondere alla forte richiesta di spazio per le iniziative delle associazioni del territorio impegnate in ambito sportivo, artistico, culturale e sociale, un luogo dove sarà possibile svolgere corsi, attività e spettacoli di vario genere.

“La scelta da parte dell’Associazione Sportiva Dilettantistica “Circo Tascabile” di installare in prossimità del parco giochi una propria struttura è un ulteriore passo nella direzione dell’inclusività. – dichiara l’Assessore allo sport Carlo Boni – L’associazione, molto conosciuta ed apprezzata, è impegnata sul queste tematiche da molti anni. Oltre ad essere una realtà sportiva consolidata e radicata, rappresenta un valore aggiunto importantissimo per l’intero territorio.”

L'articolo Il parco delle Montagnole a Pontassieve diventa un giardino inclusivo proviene da www.controradio.it.

Rapina armata in ufficio postale: bottino 500 euro

Rapina armata in ufficio postale: bottino 500 euro

Rapina a mano armata in ufficio postale nel Fiorentino, Pontassieve, ad agire due malviventi a volto coperto, indagano i carabinieri.

Rapina armata ad opera di due uomini che col volto coperto da passamontagna, probabilmente italiani di circa 35-40 anni, si sono presentati questa mattina in un ufficio postale di Santa Brigida, nel comune di Pontassieve,  minacciando il personale con una pistola, si sono fatti consegnare il denaro disponibile allo sportello.

Sono fuggiti portando via meno di 500 euro. L’auto usata per la fuga, una Bmw grigia che è risultata rubata, è stata trovata bruciata lungo la strada che collega i comuni di Vaglia e Fiesole. Indagano i carabinieri.

L'articolo Rapina armata in ufficio postale: bottino 500 euro proviene da www.controradio.it.