Piaggio e Foton Motor: accordo produzione a Pontedera

Piaggio e Foton Motor: accordo produzione a Pontedera

Si è chiuso l’accordo fra il Gruppo Piaggio e il cinese Foton Motor per la realizzazione di una gamma di veicoli commerciali a quattro ruote, “Tutte le operazioni saranno concentrate negli stabilimenti di Pontedera”.

Si è chiuso l’ultimo passaggio dell’accordo fra il Gruppo Piaggio e quello cinese Foton Motor Group per lo sviluppo e la realizzazione di una nuova gamma di veicoli commerciali leggeri a quattro ruote. Il contratto definitivo era stato firmato il 16 maggio.

“Tutte le operazioni”, viene spiegato in una nota “saranno concentrate negli stabilimenti di Pontedera del Gruppo Piaggio e i relativi prodotti saranno lanciati sul mercato a partire dal 2020”.

Gli allegati tecnici del contratto sono stati firmati a Pechino dal presidente e amministratore delegato di Piaggio, Roberto Colaninno, e dal vicepresidente di Foton Motor Group e presidente di Foton International, Chang Rui.

Fra gli obiettivi dell’accordo c’è il rafforzamento dei rapporti commerciali e industriali tra Italia e Cina. L’auspicio dell’amministratore delegato di Foton Motor Group, Gong Yueqiongè, è che “si possano sviluppare ulteriori rapporti di collaborazione, con particolare riguardo ai mercati del continente africano”.

L'articolo Piaggio e Foton Motor: accordo produzione a Pontedera proviene da www.controradio.it.

Piaggio e Foton Motor: accordo produzione a Pontedera

Piaggio e Foton Motor: accordo produzione a Pontedera

Si è chiuso l’accordo fra il Gruppo Piaggio e il cinese Foton Motor per la realizzazione di una gamma di veicoli commerciali a quattro ruote, “Tutte le operazioni saranno concentrate negli stabilimenti di Pontedera”.

Si è chiuso l’ultimo passaggio dell’accordo fra il Gruppo Piaggio e quello cinese Foton Motor Group per lo sviluppo e la realizzazione di una nuova gamma di veicoli commerciali leggeri a quattro ruote. Il contratto definitivo era stato firmato il 16 maggio.

“Tutte le operazioni”, viene spiegato in una nota “saranno concentrate negli stabilimenti di Pontedera del Gruppo Piaggio e i relativi prodotti saranno lanciati sul mercato a partire dal 2020”.

Gli allegati tecnici del contratto sono stati firmati a Pechino dal presidente e amministratore delegato di Piaggio, Roberto Colaninno, e dal vicepresidente di Foton Motor Group e presidente di Foton International, Chang Rui.

Fra gli obiettivi dell’accordo c’è il rafforzamento dei rapporti commerciali e industriali tra Italia e Cina. L’auspicio dell’amministratore delegato di Foton Motor Group, Gong Yueqiongè, è che “si possano sviluppare ulteriori rapporti di collaborazione, con particolare riguardo ai mercati del continente africano”.

L'articolo Piaggio e Foton Motor: accordo produzione a Pontedera proviene da www.controradio.it.

Industria 4.0: nasce centro di competenza Artes a Pontedera 

Industria 4.0: nasce centro di competenza Artes a Pontedera 

La Scuola superiore Sant’Anna di Pisa, in qualità di coordinatrice, ha convocato al museo Piaggio di Pontedera (Pisa), i rappresentanti del partenariato di cui fanno parte 13 tra università e centri di ricerca e 146 tra imprese, fondazioni e altri soggetti pubblici e privati.

Si avvicina la stipula del contratto con il ministero dello Sviluppo economico per dare inizio alle attività del Centro di competenza Artes 4.0 (Advanced robotics and enabling digital technologies & systems 4.0) a Pontedera, nell’ambito del Piano nazionale impresa 4.0.
“L’obiettivo – sottolinea Pierdomenico Perata, rettore della Scuola superiore Sant’Anna – è fornire nuove opportunità di lavoro ai partner, rendendoli esecutori di soluzioni innovative abili a soddisfare le esigenze di competitività del mercato imprenditoriale globale e proiettandoli nel futuro armati di tutti gli strumenti per vincere le sfide del progresso”.
“Abbiamo sostenuto il progetto e candidato la città – spiega il sindaco di Pontedera, Simone Millozzi – a essere sede principale del Centro di competenza. Siamo sicuri che darà una risposta altamente qualificata alla richiesta di innovazione delle imprese del territorio finalizzati a valorizzare l’area come incubatore di iniziative a elevato contenuto tecnologico, di ricerca e innovazione”.

L'articolo Industria 4.0: nasce centro di competenza Artes a Pontedera  proviene da www.controradio.it.

Tmm Pontedera: Fiom, richiesta danni inaudita

Tmm Pontedera: Fiom, richiesta danni inaudita

La richiesta danni per un milione di euro da parte dell’azienda agli operai Tmm “è un fatto inaudito e non degno di una società civile”: vicinanza e solidarietà ai lavoratori da Fiom.

Il comitato centrale della Fiom, riunito ieri a Roma, ha approvato un ordine del giorno affermando di sostenere “il presidio permanente dei lavoratori Tmm di Pontedera che prosegue da oltre 10 mesi, a seguito della chiusura aziendale nel pieno rispetto della democrazia, delle leggi e delle regoli civili”.

Il comitato centrale della Fiom, si legge nel testo, “preso atto che in questi giorni a 26 lavoratori Tmm ed al segretario Fiom di Pisa è arrivata una richiesta di risarcimento danni da parte del liquidatore, condanna fermamente tale pretesa, ritenendolo un fatto inaudito”.
Il comitato centrale ritiene altresì che “attacchi di questa natura e intimidazioni verso lavoratori licenziati, segnano un comportamento spudorato di chi lo ha messo in atto e una condizione di regressione profonda, non degno di una società civile fondata sul lavoro”.
“Alla gravità della chiusura dell’azienda – si afferma ancora – i lavoratori Tmm hanno reagito con la democrazia, portando avanti una lotta a testa alta, non rassegnandosi alla mortificazione delle perdita del posto di lavoro”.

Il comitato centrale della Fiom “metterà a disposizione, se necessario, un pool di legali per dare piena assistenza ai lavoratori Tmm ed esprime piena solidarietà e sostegno all’azione della Fiom di Pisa e regionale Toscana nel tentativo di costituire una cooperativa per cercare di costruire una nuova condizione lavorativa”.

L’ordine del giorno è stato presentato al Comitato Centrale della Fiom dal segretario generale Fiom Toscana, Massimo Braccini.

L'articolo Tmm Pontedera: Fiom, richiesta danni inaudita proviene da www.controradio.it.

Pontedera: aggredisce e picchia ex convivente in strada, denunciato 

Pontedera: aggredisce e picchia ex convivente in strada, denunciato 

Gli agenti del commissariato di Pontedera (Pisa) hanno rintracciato e denunciato l’uomo che ieri mattina ha picchiato davanti a decine di passanti una donna di 29 anni, sua ex convivente, a Pontedera.

La vicenda ha avuto luogo nel bel mezzo di una strada a Pontedera, e ha visto protagonisti un uomo che, davanti agli occhi di molti cittadini, prima si è avventato contro la ex convivente, aggredendola e picchiandola, e subito dopo è fuggito grazie all’intervento di un anziano aiutato da un ragazzo, che hanno soccorso la donna: si tratta di un uomo di origine albanese di 33 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, che ieri sera è stato trovato a Pisa, dopo l’inserimento dei suoi dati in banca dati, da una pattuglia della guardia di finanza e siccome era ormai trascorsa la flagranza del reato per lui è scattata solo la denuncia a piede libero.

La polizia ha anche ricostruito i fatti: l’uomo non ha mai accettato che l’ex compagna avesse deciso di troncare la relazione e ieri si è introdotto con forza nell’abitazione di lei, impiegando un giravite per aprire la porta, e ha iniziato a picchiare la donna che è riuscita a scappare in strada per chiedere aiuto. “Tra le tante persone presenti – spiega la polizia in una nota – solo un anziano si è attivato per difenderla, aiutato poi da un ragazzo e l’uomo, che era armato con un giravite (probabilmente lo stesso usato per aprire il portone del condominio e la porta d’ingresso dell’abitazione) che però non ha mai usato sulla donna, dopo aver sottratto con la forza la carta d’identità che la donna aveva con sé si è allontanato. Lo straniero è stato quindi denunciato per rapina aggravata, lesioni aggravate e violazione di domicilio”.

L'articolo Pontedera: aggredisce e picchia ex convivente in strada, denunciato  proviene da www.controradio.it.