“Giochiamo con i robot”: laboratori per bambini e ragazzi

“Giochiamo con i robot”: laboratori per bambini e ragazzi

In occasione della mostra “La trottola e il robot. Tra Balla, Casorati e Capogrossi”, in corso al PALP Palazzo Pretorio di Pontedera sino al 22 aprile 2018, la Fondazione per la Cultura Pontedera, in collaborazione con Great Robotics della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, a partire da domenica 7 gennaio proporrà i laboratori per bambini e ragazzi “Giochiamo con i robot”.

La mostra, curata da Daniela Fonti e da Filippo Bacci di Capaci, presenta circa 110 opere di artisti italiani attivi tra il 1860 e il 1980, tutte in qualche modo legate al mondo del gioco e dell’infanzia, esposte lungo il percorso del Palp al fianco dei giocattoli d’epoca di una prestigiosa collezione. Giocattoli che nell’ultima sala della mostra, con un notevole salto temporale, diventano dei fantastici robot prestati dall’Istituto di Biorobotica dellaScuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

E sarà proprio Great Robotics, spin-off della Scuola Sant’Anna creata da un gruppo di giovani ricercatori dell’Istituto di BioRobotica per offrire servizi nei settori dell’educazione, dell’intrattenimento e dell’arte attraverso tecnologie avanzate, a proporre i laboratori. Gli incontri si terranno la domenica e il mercoledì, sempre alle ore 16, avranno la durata di un’ora circa e saranno rivolti a bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni. Interagendo con i robot in mostra, i partecipanti ai gruppi impareranno tante cose su di loro e, soprattutto, attraverso di loro.

I laboratori si terranno solo al raggiungimento dei 10 partecipanti. Occorre dunque prenotarsi specificando il giorno desiderato. Il costo è di 10 euro a persona, compensivo dell’ingresso alla mostra. Per informazioni e prenotazioni chiamare lo 0587 468487, il 331 1542017 o scrivere all’indirizzo: info@pontederaperlacultura.it.

L'articolo “Giochiamo con i robot”: laboratori per bambini e ragazzi proviene da www.controradio.it.

Ricettavano e riciclavano oro e gioielli: sei arresti in Toscana

Ricettavano e riciclavano oro e gioielli: sei arresti in Toscana

Quattro tra gioiellieri e orafi e due pregiudicati finiti in manette nell’ambito dell’operazione ‘Golden Daytona’ condotta dai Carabinieri. Oro e preziosi erano il bottino di 78 furti

Quattro gioiellieri e orafi e due pregiudicati sono i destinatari di sei ordinanze di custodie cautelari nell’ambito dell’operazione denominata ‘Golden Daytona’ condotta dai carabinieri di Pontedera (Pisa) e coordinata dalla procura pisana. L’accusa è di ricettazione e riciclaggio di oro e preziosi provento di 78 furti in abitazione e rapine e in villa compiute in Toscana. Ai domiciliari sono finiti i fratelli Rubio e Giuseppe Cerri, di 53 e 48 anni, soci di due gioielleria a Lucca, Pietro Spinella, 58 anni, titolare di un laboratorio orafo a Cecina (Livorno), Vincenzo Celentano, 56 anni, titolare di un laboratorio orafo a Pontedera (Pisa). Custodia cautelare in carcere invece per Agim Zuka, 35 anni (che però è tuttora irreperibile), e Advus Haliti, 22 anni.

L'articolo Ricettavano e riciclavano oro e gioielli: sei arresti in Toscana proviene da www.controradio.it.