Livorno, sospeso dirigente comune Portoferraio, abuso d’ufficio e falso

Livorno, sospeso dirigente comune Portoferraio, abuso d’ufficio e falso

Misura interdittiva di un anno in inchiesta lavori stradali.

Il dirigente del settore urbanistica del Comune di Portoferraio (Livorno) Mauro Parigi è stato sospeso dal servizio per 1 anno in applicazione di una misura interdittiva dai pubblici uffici emessa dal gip di Livorno. In un’inchiesta della procura di Livorno il dirigente risulta indagato per abuso d’ufficio e falso.

Secondo quanto riferito dai carabinieri forestali di Portoferraio che hanno eseguito gli accertamenti sui lavori per la realizzazione di parcheggi in località Capobianco – lavori da cui scaturirono indagini sul vice prefetto vicario sull’Isola d’Elba, Giovanni Daveti – sarebbe emerso che il dirigente comunale, in concorso con un altro dipendente comunale, ha disposto l’asfaltatura di una strada in località Val Carene con procedura di somma urgenza senza che ne ricorressero i requisiti. Ciò, secondo l’accusa, per affidare i lavori senza ricorrere alle procedure di gara.

I fatti risalgono al 2017 quando, sempre secondo gli accertamenti dei militari forestali, il dirigente formava un verbale di somma urgenza che risulterebbe essere stato retrodatato e inserito al posto di quello redatto in data antecedente, al fine di attestare una circostanza di urgenza e indifferibilità di fatto non accertata. Con tale verbale l’architetto Parigi avrebbe indebitamente elevato l’importo dei lavori occorrenti per la sistemazione della strada da 35.000 a 60.000 euro, con un indebito esborso da parte del Comune nei confronti della ditta esecutrice. Inoltre lo stesso avrebbe sostituito una determinazione del 2016 con una nuova versione che avrebbe consentito di ordinare una fornitura di conglomerato bituminoso alla medesima ditta esecutrice.

L'articolo Livorno, sospeso dirigente comune Portoferraio, abuso d’ufficio e falso proviene da www.controradio.it.

Elba: anche a Capoliveri no plastica usa e getta

Elba: anche a Capoliveri no plastica usa e getta

Dopo Marciana Marina, Campo nell’Elba e Porto Azzurro anche il Comune di Capoliveri, con i suoi molti campeggi, alberghi e negozi, ha detto no alla vendita di prodotti di plastica monouso, aderendo così alla campagna Palagos Plastic Free lanciata da Legambiente e Parco Nazionale Arcipelago Toscano.

«L’adesione di Capoliveri, anche se si è preso un po’ più tempo (il divieto entrerà in vigore il primo novembre 2019) per consentire lo smaltimento delle scorte, è molto importante – dice Umberto Mazzantini, responsabile mare di Legambiente Toscana – perché è, insieme a Campo nell’Elba, il Comune con la maggiore quota di turismo e, messi insieme, i 4 comuni che hanno preso provvedimenti contro la plastica monouso rappresentano oltre l’80% dell’economia turistica elbana. L’Elba è davvero diventata un’isola “plastic free”, mettendosi alla testa di chi vuole fare da apripista alla direttiva europea che va in quella direzione e anticipando provvedimenti che comunque dovranno essere presi e implementati a partire dai prossimi anni e entro il 2025».

La seconda ordinanza del sindaco del Comune di Capoliveri vieta, a partire dal 15 maggio 2019,  l’utilizzo di sacchi di plastica neri o comunque non trasparenti, tali da impedire al Gestore della raccolta e/o alle squadre atte alla vigilanza la verifica del corretto conferimento.

Restano ancora fuori dal club dei comuni virtuosi Rio (che si appresterebbe a prendere un provvedimento anti-plastica monouso) e Marciana e il capoluogo elbano Portoferraio, dove una scelta coraggiosa in questo senso sembra ostacolata dalle prossime elezioni comunali e dalla contrarietà di alcuni dettaglianti con grosse scorte da smaltire.  Ma grosse novità sembrano venire proprio dal mondo della grande distribuzione organizzata e i troppo prudenti sindaci ritardatari potrebbero trovarsi scavalcati dai supermercati.

Capoliveri

L'articolo Elba: anche a Capoliveri no plastica usa e getta proviene da www.controradio.it.

Elba: cade albero per forte vento

Elba: cade albero per forte vento

Maltempo all’isola d’Elba: il forte vento ha abbattuto, questa mattina, un albero vicino a un giardino pubblico di Portoferraio (Livorno), non si registrano danni

Sul posto in via Cairoli presso i giardini pubblici denominati ‘Le ghiaie’ è dovuta intervenire la squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Portoferraio per liberare la carreggiata e mettere in sicurezza l’albero.

L'articolo Elba: cade albero per forte vento proviene da www.controradio.it.