Nardella incontra la nuova sopraintendente Ranaldi

Nardella incontra la nuova sopraintendente Ranaldi

Firenze, ha preso servizio ieri, lunedì 7 novembre, la nuova soprintendente ai beni archeologici, belle arti e paesaggio della Città metropolitana di Firenze e le province di Prato e Pistoia Antonella Ranaldi.

“Benvenuta a Firenze e buon lavoro alla soprintendente Antonella Ranaldi. Abbiamo tanti progetti da seguire. Lavoreremo insieme con entusiasmo e concretezza nell’interesse di Firenze e di tutta la Città metropolitana“. Queste le parole del primo cittadino fiorentino, Dario Nardella, scritte su Twitter per accoglierla.

Nella mattinata di martedì 8 novembre, il sindaco di Firenze ha incontrato a Palazzo Vecchio la nuova soprintendente ai Beni archeologici, belle arti e paesaggio della Città metropolitana di Firenze e le province di Prato e Pistoia, che è succeduta ad Andrea Pessina. La sua nomina è stata uno degli ultimi atti dell’ex ministro Franceschini e, a dette delle sue dichiarazioni, sembra in linea con chi la ha preceduta.

Come si apprende da Palazzo Vecchio il primo cittadino fiorentino e la nuova sopraintendente, che ha già svolto lo stesso ruolo a Milano, hanno avuto un primo confronto iniziale, nel corso del quale hanno toccato i progetti più importanti per la città. L’incontro, si sottolinea dal Comune, “è stato positivo e fattivo”. Dario Nardella ha inoltre presentato la giunta alla Ranaldi.

L'articolo Nardella incontra la nuova sopraintendente Ranaldi da www.controradio.it.

Corte dei Conti: 3,7 milioni di disavanzo del Comune di Prato

Corte dei Conti: 3,7 milioni di disavanzo del Comune di Prato

Errori nel bilancio per tre anni, questo quanto la Corte dei Conti contesta al Comune di Prato.

Infatti, durante un controllo ordinario della Corte dei Conti della Toscana sono state individuate e contestate alcune imprecisioni nei rendiconti degli esercizi 2017, 2018, e 2019 del bilancio del Comune di Prato. A renderlo noto è la stessa Amministrazione comunale pratese, spiegando come la sentenza intervenga sottolineando “la definizione di un disavanzo di amministrazione pari a 18.946.585,88 euro, e non di un avanzo pari a 12.496.835,95 euro accertato con il rendiconto di gestione 2019”.

Il disavanzo emerso al termine del controllo sull’esercizio 2019 è stato qualificato per 3.776.828,73 e come quota residuale dell’extradeficit per 15.169.757,15 euro. È la somma di queste due voci, circa 19 milioni di euro, che gli uffici amministrativi del Comune di Prato si occuperanno di ricollocare nei bilanci nelle prossime settimane. È stata già convocata per lunedì una commissione consiliare bilancio per discutere del tema.

“Si tratta ora di valutare in che modo e forma adeguarsi alle indicazioni fornite con la suddetta pronuncia – sottolinea il Comune in una nota -, tenendo conto che nella contabilità dell’ente sono presenti specifici accantonamenti a cui poter ricorrere”. L’amministrazione pratese dovrà adottare le misure correttive entro 60 giorni dalla comunicazione di avvenuto deposito della pronuncia di accertamento.

L'articolo Corte dei Conti: 3,7 milioni di disavanzo del Comune di Prato da www.controradio.it.

Asl Toscana Centro: in arrivo 27.500 avvisi ticket non pagati

Asl Toscana Centro: in arrivo 27.500 avvisi ticket non pagati

Dall’Asl Toscana Centro prosegue l’attività di richiesta di pagamento del cosiddetto “malum”, sospesa durante il periodo di emergenza Covid e ripartita la scorsa primavera dalle contestazioni degli anni pregressi. In arrivo 27.500 contestazioni, avvisi bonari, per prestazioni sanitarie non disdette nel 2018 per i territori di Firenze, Prato e Pistoia.

In una nota si spiega che si tratta di una sanzione di importo pari al ticket della prestazione diagnostica o della visita specialistica non effettuate senza applicazione della fascia aggiuntiva modulata sul reddito, che viene richiesta anche agli esenti.

Dopo avere concluso l’invio di analoghe contestazioni in ambito empolese per gli anni 2018 e 2019, in questi giorni stanno arrivando nelle case dei cittadini fiorentini, pratesi e pistoiesi le contestazioni per i malum dell’anno 2018. Rispettivamente si tratta di circa 17.500 cittadini del territorio fiorentino, 6.400 del territorio pratese, e 3.600 del territorio pistoiese. In tutto sono 27.500 i cittadini che riceveranno la contestazione malum, per un totale di 31.600 posizioni non disdette nei tempi utili.

“Fermo restando che i nostri uffici rimangono disponibili a rivalutare eventuali errori che possono anche accadere vista la numerosità delle contestazioni – dichiara il direttore dei Servizi amministrativi alle strutture, dottor Ferdinando Milicia – è necessario sottolineare che una percentuale di cittadini riceverà più malum riferiti allo stesso anno, e pertanto emerge che la mancata disdetta riflette talvolta un’abitudine ad omettere la tempestiva disdetta in caso di impedimento“.

L’Asl Toscana Centro ricorda che per i malum di Firenze è possibile contattare il numero 055 6934000, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00, presidiato da operatori esperti dell’ufficio recupero crediti. Per i malum di Pistoia il numero è lo 055 6933898, e per Prato lo 0574 807043, attivi dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00.

L'articolo Asl Toscana Centro: in arrivo 27.500 avvisi ticket non pagati da www.controradio.it.

Centro Giovanile di Prato: caccia al tesoro, cultura e passerella per le società sportive

Centro Giovanile di Prato: caccia al tesoro, cultura e passerella per le società sportive

Si è conclusa la due giorni organizzata dal Centro Giovanile di Prato. Oltre duemila persone per le strade del centro città. Una passerella per i giovani atleti e per le società convenzionate al Centro Giovanile, la riscoperta di alcuni luoghi di Prato e soprattutto tanto divertimento e aggregazione.

Due giorni ricchi di emozioni e attività nel centro storico. Il primo appuntamento è stato con il ‘Prato Sinergy Sport Show’ che ha presentato alla città programmi e progetti futuri del Centro Giovanile. Inoltre, ha dato spazio ai protagonisti dello sport cittadino che hanno raccolto l’applauso di famiglie e tifosi. Nell’arco di un pomeriggio si sono alternati sul palco davanti al Castello dell’Imperatore Volley Pvp Pallavolo Prato, 29 Martiri, Volley Viaccia, Volley Prato, Vintage Volley, Volley Vernio per la pallavolo; Pallacanestro 2000 Dragons, Pallacanestro Femminile Prato e Montemurlo Basket per la pallacanestro; Arcobaleno Prato per la ginnastica e Scherma Prato per la scherma; Notapinna Prato e Azzurra Nuoto per le discipline acquatiche, la delegazione Fipsas per la pesca sportiva. Presenti anche le new-entry del progetto Sinergy Multisport: Opusdanza, Arca e Kyu Shin Ryu Prato per le arti marziali, Futsal Prato per il calcio a 5.

“Un modo per stare tutti assieme – spiegano dal Centro Giovanile -, per dare spazio ai protagonisti delle varie discipline e anche per creare un legame sempre più forte fra le società, le famiglie e il Cgfs”.

La due giorni targata Centro Giovanile è proseguita con l’edizione 2022 della ‘My Prato Urban Run’. Oltre 150 le squadre composte da bambini, famiglie e gruppi di amici che hanno preso parte alla caccia al tesoro alla scoperta di Prato. Quest’anno, con la diminuzione delle restrizioni covid, è stato possibile tornare all’interno di alcune strutture, come quelle del cinema Terminale e dell’Arci Prato. E in San Domenico è proseguita la sinergia con le associazioni di Scegli-Amo Prato: Avis, Pangea, Acat, Campo di Booz, Polisportiva Aurora, Cral Usl di Prato, Gruppo Storico San Domenico, Azione Cattolica, San Vincenzo De Paoli, Associazione Medici Cattolici, Cap Viaggi, Lilt, Associazione Italiana Persone Down e Rete Nuovi Stili di Vita.

Al mattino si è tenuta anche la giornata del ‘Prova lo Sport’ aperta a tutte le società e alle associazioni collegate al progetto Sinergy Sport. Fondamentale per l’organizzazione dell’evento del Centro Giovanile la presenza della Croce Rossa Italiana per l’assistenza sanitaria, dei volontari del Centro di Scienze Naturali per la gestione della parte logistica, e degli sponsor che hanno sostenuto la due giorni: Banca Mediolanum, Acqua Shop e Llyods Farmacia.

Particolarmente significativo, infine, il ricordo di Piero Sambrotta, vero ideatore dell’Urban Run e pilastro del Cgfs. L’edizione 2022 della manifestazione è stata dedicata con la realizzazione del primo memorial. Un modo per ricordare chi ha contribuito con idee, impegno e generosità alla crescita del Centro Giovanile e del movimento sportivo cittadino.

“Siamo felici della riuscita della manifestazione – commenta Massimo Bianchi, responsabile dell’ufficio eventi del Cgfs -, della partecipazione di tante famiglie e gruppi di amici che hanno trascorso una piacevole giornata alla riscoperta di Prato, e della nutrita partecipazione di squadre, atleti, dirigenti e genitori al Prato Sinergy Sport Show”.

L'articolo Centro Giovanile di Prato: caccia al tesoro, cultura e passerella per le società sportive da www.controradio.it.

🎧 Prato: dal 6/10 al via il Centro Pecci Books Festival

🎧 Prato: dal 6/10 al via il Centro Pecci Books Festival

Al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato, da giovedì 6 a sabato 8 ottobre, arriva il Centro Pecci Books Festival: un programma ricco di incontri, talk, lecture, reading e interviste per confrontarsi con gli autori e scoprire le novità del panorama editoriale italiano.

Nato nel 2019 sotto forma di rassegna dedicata alle narrazioni del contemporaneo, Centro Pecci Books diventa finalmente un Festival. Da giovedì 6 a sabato 8 ottobre, il Centro Pecci ospiterà alcune tra le voci del panorama editoriale italiano in un programma ampio, aperto a tutte le età e dedicato a chi ama la lettura e vuole confrontarsi su temi di attualità. L’inaugurazione di questa prima edizione è fissata per giovedì 29 Settembre alle h.18.00 con la presentazione de “Il quaderno”, esordio letterario di Sonia Bergamasco. Iniziative anche per i più piccoli: ogni giornata del festival verrà aperta da un incontro dedicato alla letteratura per bambini e ragazzi e avrà come protagoniste l’autrice Noemi Vola – Sulla vita sfortunata dei vermi (Corraini 2021) e le due vincitrici del Premio Andersen 2022, Sabrina Giarratana – Poesia di luce (Giunti 2021) – e Nadia Terranova – Il Segreto (Mondadori 2022).  Inoltre per le famiglie ci saranno i laboratori educativi di Bruno Munari, coordinati dallo staff del Centro Pecci.

Per sottolineare l’attività della Sala Cinema del Centro e lo stretto legame tra letteratura e settima arte, a conclusione delle giornate di giovedì 6 e sabato 8 ottobre verranno proiettate due anteprime cinematografiche nazionali: La Pantera delle Nevi di Marie Amiguet e Vincent Munier (voce narrante, Paolo Cognetti – musiche originali di Warren Ellis e Nick Cave–presentato in anteprima a Cannes 2022–Miglior documentario César 2022 e vincitore al Trento Film Festival2022) e Marcia su Roma di Mark Cousins, apertura della 19° edizione delle Giornate degli Autori–Festival del CinemaVenezia 2022. La giornata di venerdì 7 ottobre, invece, sarà conclusa dalla prima presentazione italiana del nuovo libro di Ezio Mauro, “L’anno del fascismo – 1922 Cronache della marcia su Roma” (in libreria dal 4 ottobre): l’autore dialogherà con il giornalista e scrittore Wlodek Goldkorn.

Nella formula del Festival si alterneranno vari format (incontro, talk, lecture, reading o intervista) per realizzare una manifestazione che sia vivace e innovativa per consolidare e ampliare il pubblico. La giornata di sabato 8 ottobre sarà dedicata ai temi della sostenibilità e del cambiamento climatico: alle h.18.00, il professor Alberto Grandi con il suo “L’incredibile storia della neve e della sua scomparsa” (Aboca Edizioni, 2021), partendo dall’invenzione del frigorifero domestico e dell’aria condizionata, arriva al paradosso che per avere le nostre case sempre fresche stiamo contribuendo a rendere la Terra un pianeta torrido; mentre alle h. 19.00, Gabriele Romagnoli presenterà “Sogno bianco” (Rizzoli, 2022), un romanzo che racconta, attraverso una famiglia e tre generazioni, la scomparsa del più importante ghiacciaio italiano. Raccontano il nostro Paese, due antologie atipiche e in parte liquide: Paolo Armelli – L’arte di essere Raffaella Carrà (Blackie Edizioni 2022) con scritti di Vladimir Luxuria, Vanessa Incontrada, Giovanni Benincasa, Daniela Collu e Italica –Il Novecento in trenta racconti (e tre profezie) di Giacomo Papi (Rizzoli 2022).

Uno squarcio sulla letteratura contemporanea con: Vincenzo Latronico – Le perfezioni (Bompiani2022) Vincitore Premio Opera Italiana – 48° Premio Mondello; il ritorno di Rossana Campo con Conversazioni amorose (Bompiani 2022) e Espérance Hakuzwimana con Tutta intera(Einaudi 2022). Infine, nelle giornate di venerdì e sabato, ci saranno tre incontri con altrettante giovani autrici, dedicati all’evoluzione dei formati di scrittura ed al rapporto tra podcast e letteratura queer e di genere: Silvia Pelizzari con Tiresia (Emons 2022), Valeria Montebello con Il sesso degli altri (Chora2022) e Giada Biaggi con Il bikini di Sylvia Plath (Nottetempo 2022). Al Centro Pecci Books Festival riflessione e dibattito si affiancheranno alla convivialità, usufruendo degli spazi del Teatro all’aperto, del Cinema/Auditorium, della Sala Bianca, della Sala Incontri, dell’Urban Center, dei Laboratori della Didattica e del Bar/Bistrot.
Il direttore Centro Pecci Stefano Collicelli Cagol e l’assessore alla cultura del comune di Prato Simone Mangani ai microfoni di Simona Gentili

L'articolo 🎧 Prato: dal 6/10 al via il Centro Pecci Books Festival da www.controradio.it.