Spiagge sicure: fondi per 12 comuni in Toscana

Spiagge sicure: fondi per 12 comuni in Toscana

Sono 12 i Comuni della Toscana che beneficeranno dei fondi Spiagge sicure 2019: ciascuno degli Enti locali interessati “riceverà 42mila euro che potranno essere investiti per l’assunzione a tempo determinato di agenti di polizia locale, per il pagamento degli straordinari, per l’acquisto di nuove attrezzature o per la promozione di campagne di sensibilizzazione”.

E’ quanto si spiega in una nota del ministero dell’Interno nella quale si specifica che “l’obiettivo è contrastare l’abusivismo commerciale e la contraffazione durante il periodo di massima affluenza turistica”.
“Il contrasto all’abusivismo è un doveroso impegno a tutela dei commercianti onesti, mentre la stretta sulla contraffazione serve anche per tutelare la salute dei cittadini – le parole del ministro dell’Interno Matteo Salvini che sta scrivendo a tutti i 100 sindaci coinvolti nel progetto Spiagge sicure -. Il finanziamento di Spiagge sicure è l’ennesimo segnale di attenzione alle comunità locali e alla loro sicurezza”.
Questi i 12 Comuni toscani che riceveranno i fondi: Orbetello e Scarlino in provincia di Grosseto; Campo nell’Erba, Castagneto Carducci, Cecina, Marciana, Piombino, Porto Azzurro, Porto Ferraio e Rosignano Marittimo in provincia di Livorno; Forte dei Marmi in provincia di Lucca; San Giuliano Terme in Provincia di Pisa.

L'articolo Spiagge sicure: fondi per 12 comuni in Toscana proviene da www.controradio.it.

Tar: da Ministeri relazione su rigassificatore Rosignano

Tar: da Ministeri relazione su rigassificatore Rosignano

Un mese di tempo è stato concesso dal Tar del Lazio ai Ministeri dell’Ambiente e dei Beni culturali per depositare una circostanziata e documentata relazione in merito al rigassificatore di Gnl all’interno dello stabilimento Solvay di Rosignano Marittimo (Livorno).

La decisione è contenuta in due ordinanze emesse nell’ambito di altrettanti ricorsi proposti dal Wwf e dal Comune di Rosignano Marittimo.

Con i ricorsi si chiede la sospensione e il successivo annullamento in sede di giudizio di merito del decreto del 18 novembre 2010 con il quali i Ministeri dell’Ambiente e dei Beni culturali hanno espresso giudizio favorevole di compatibilità ambientale, con condizioni e prescrizioni, del progetto denominato “variante progetto Rosignano”, relativo alla realizzazione di un rigassificatore di GNL all’interno dell’area industriale dello stabilimento Solvay di Rosignano Marittimo (solo nel ricorso del WWF), nonché dell’atto del 14 luglio 2017 del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare di esclusione, sotto condizione, dalla procedura di via del progetto denominato “revisione alla variante progetto Rosignano” e del presupposto parere della Commissione tecnica Via (entrambi i ricorsi).
Per il Tar, ai fini della sua decisione, ” è necessario in primo luogo acquisire una circostanziata e documentata relazione sui fatti di causa e le censure contenute nei motivi aggiunti, a completamento di quanto già depositato – si legge nelle ordinanze – L’Amministrazione deve poi evidenziare nello specifico l’entità e le caratteristiche dell’intervento denominato “revisione alla variante progetto Rosignano”, che si è ritenuto di non sottoporre a VIA, anche in rapporto all’originaria “variante progetto Rosignano””.
La prossima udienza per la trattazione del ricorso è stata fissata l’8 maggio 2019.

L'articolo Tar: da Ministeri relazione su rigassificatore Rosignano proviene da www.controradio.it.

La Rotta del Vino e dell’Olio: al via la 12esima edizione della regata enogastronomica

La Rotta del Vino e dell’Olio: al via la 12esima edizione della regata enogastronomica

Firenze, presentata la 12esima edizione de ‘La Rotta del Vino e dell’Olio’, l’unica regata enogastronomica in cui ‘Grandi Chef’ si sfideranno cucinando a bordo delle barche partecipanti alla regata che il 22 e 23 settembre si terrà al Porto turistico di Rosignano Marina Cala de’ Medici. L’evento ha ottenuto il patrocinio della Regione Toscana, nonché quello del Comune di Rosignano Marittimo.

La manifestazione “La Rotta del Vino e dell’Olio” è la più importante che ogni anno il Porto organizza, in collaborazione con lo YCCM. Si tratta di una manifestazione velica ed enogastronomica unica nel suo genere, in grado di fornire un’importante vetrina alle aziende che partecipano a vario titolo (gara enogastronomica, sponsor, stand, ecc.), nonché di fungere da altrettanto fondamentale elemento di raccordo fra il Porto ed il territorio, inteso anche come entroterra, proprio in virtù della partecipazione delle eccellenze che in esso sono presenti.

Fra le iniziative che si svolgeranno a terra nel corso della manifestazione sono previsti: stand di prodotti di eccellenza nella piazza del Borgo, una cena in piedi per tutti gli armatori ed equipaggi che regateranno e che si trasformerà, quest’anno, in una vera e propria festa del Porto, aperta a tutti i Soci di Marina Cala de’ Medici, spettacoli di danza organizzati dalla palestra Ego Anima e Corpo di Rosignano.

Infine, ultimo ma non meno importante, un concerto/spettacolo di lirica il sabato sera dopo la cena, un’ occasione di lancio di quello che sarà il progetto “In Opera” dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Rosignano M.mo che rappresenta il ritorno della lirica al Teatro Solvay con la direzione artistica di Alessio Pizzech.

L’ottica guida è quella di uno sviluppo del “brand Toscana” nell’ambito della politica del turismo tracciata dalla Regione Toscana (è già stato ottenuto infatti il patrocinio della Regione, nonché quello del Comune di Rosignano M.mo). Due gli obiettivi prioritari: valorizzare le eccellenze del territorio nel quale si inserisce la manifestazione ed incentivare lo sviluppo del turismo nautico di qualità.

L’edizione di quest’anno vede grandi nomi fra gli Chef che parteciperanno, oltre a una nuova partnership col Consorzio Bolgheri DOC per quanto riguarda la selezione delle cantine.

Confermata, invece, e consolidata la partnership con l’Oil Bar del Mercato Centrale di Livorno, partner e sponsor per la fornitura degli oli, fra i più rinomati sul territorio nazionale.

L'articolo La Rotta del Vino e dell’Olio: al via la 12esima edizione della regata enogastronomica proviene da www.controradio.it.

Le tartarughe Caretta nidificano per la seconda volta in Toscana

Le tartarughe Caretta nidificano per la seconda volta in Toscana

Un secondo nido di tartaruga lungo le coste toscane, nella piccola spiaggia di Santa Lucia, a Rosignano Marittimo (Livorno), dopo quello a San Vincenzo, a Rimigliano, sempre nel Livornese, dove tra domenica scorsa e ieri sono già nate nate 50 piccole Caretta caretta.

Lo rende noto la Regione Toscana spiegando che la notte del 28 luglio una studentessa ha segnalato la presenza di un grosso esemplare di Caretta caretta che si allontanava dalla spiaggia e stamattina, dopo approfondite ricerche, è stato possibile confermare la presenza delle uova, che in un primo sopralluogo non erano state rinvenute. Già oggi, l’Osservatorio toscano per la biodiversità (Otb) ha organizzato una riunione per il pomeriggio di venerdì 3 agosto, presso la sede del Comune, per organizzare i turni di sorveglianza del nido che si trova in un tratto molto frequentato e con difficoltà di accesso, a ridosso di un’area privata e con accesso libero dal mare.

A localizzare il punto preciso del nido oggi è stata l’associazione Tartamare, poi la conferma dai tecnici di Arpat, intervenuti rapidamente sul posto. E’ appunto la seconda nidificazione in Toscana quest’anno, la più a nord di tutto il Mediterraneo. Sono ancora in corso i giorni di schiusa del nido di Rimigliano: oltre alle 50 tartarughine già nate, che hanno raggiunto molto lentamente il mare, si aspetta la nascita di altri piccoli nei prossimi giorni. Sui tempi di nascita a Santa Lucia l’incubazione, ricorda la Regione, è variabile mediamente tra i 45 ed i 60 giorni: se tutto andrà bene potranno venire alla luce altre piccole tartarughe toscane (mediamente tra 70 e 100) tra il 10 e 25 settembre prossimo.

 

L'articolo Le tartarughe Caretta nidificano per la seconda volta in Toscana proviene da www.controradio.it.