Giornata mondiale del rifugiato, a San Casciano due giornate dedicate all’accoglienza

Giornata mondiale del rifugiato, a San Casciano due giornate dedicate all’accoglienza

Il 19 musica e teatro dalle ore 17 nell’arena entro le mura, il 20 dalle ore 10 porte aperte del Centro di accoglienza di S. Casciano e alle ore 17 partita di calcio al campo sportivo.

San Casciano dedica all’integrazione e all’accoglienza un evento che suona le lingue del mondo, degusta la cultura e si racconta sotto l’albero, insieme ai cittadini italiani e stranieri, ospiti del comune chiantigiano. Dalla musica al teatro, dal calcio all’arte, dall’incontro narrativo allo scambio di conoscenze e tradizioni culturali.

E’ variegato il programma del doppio appuntamento organizzato nell’ambito del progetto Sprar, gestito dal Comune di San Casciano e Oxfam in collaborazione con Limo, Cittadini Insieme, Arca Azzurra e U.S. Sancascianese in occasione della Giornata mondiale del Rifugiato.

Martedì 19 e mercoledì 20 giugno l’arena entro le mura ospiterà dalle ore 17 un ricco programma di iniziative volte alla conoscenza e alla scoperta delle origini, linguistiche e culturali, dei cittadini stranieri residenti a San Casciano. Il 19 dalle ore 17 si terranno due laboratori linguistici e teatrali.

Il primo metterà in primo piano i profughi, ‘maestri per un giorno’, che insegneranno al pubblico le loro lingue di origine, il secondo vede in scena i migranti, già coinvolti nel progetto teatrale Migrarti, condotto da Patrick Duquesne, che si esibiranno in una serie di performances. Seguirà la presentazione del quaderno “Racconti sotto l’albero”, siglata da un aperitivo multiculturale.

Evento di spicco della serata, in programma alle ore 21.30, il concerto di Sandro Joyeux, musicista italo francese che con la sua chitarra sempre in viaggio porta in musica la propria vita, fatta di contaminazioni ed esperienze. Per ricordare la Giornata mondiale del rifugiato l’iniziativa va avanti fino a mercoledì 20 giugno con la giornata di porte aperte del progetto Sprar.

 

 

L'articolo Giornata mondiale del rifugiato, a San Casciano due giornate dedicate all’accoglienza proviene da www.controradio.it.

Povertà sanitaria: accordo tra Misericordia di San Casciano e Unione comunale

Povertà sanitaria: accordo tra Misericordia di San Casciano e Unione comunale

Unione comunale e Misericordia di San Casciano sigleranno una convenzione per contrastare la povertà sanitaria: un’ottantina le prestazioni erogate senza il pagamento del ticket per le famiglie in difficoltà economica e fragilità sociale, individuate dai servizi sociali e residenti nel Comune di San Casciano.

Curarsi è un diritto di tutti, e non solo delle famiglie benestanti. E’ il principio da cui prende le mosse il complesso di azioni, gestite in rete dall’Unione comunale del Chianti fiorentino, di cui governatore è Marco Poli, in collaborazione con le realtà associative del territorio, tra cui l’Arciconfraternita della Misericordia di San Casciano, nel campo dei servizi socio-sanitari.

Il pagamento del ticket sulle prestazioni sanitarie e diagnostiche è la richiesta che ricorre maggiormente tra quelle che le famiglie più indigenti rivolgono agli assistenti sociali dell’Unione: un’esigenza diffusa, emersa dall’attenta analisi delle criticità della fascia debole della popolazione, che insieme al numero in graduale aumento delle famiglie bisognose di essere supportate sul fronte sanitario, motiva la scelta dell’Unione di impegnarsi con tutti gli strumenti e le risorse a disposizione per arginare il fenomeno della povertà sanitaria.

Il numero degli interventi è elevato. Sono circa un’ottantina complessivamente le prestazioni gratuite relative a ecografia, radiologia, prelievi del sangue, prestazioni di oculistica, prestazioni di visita cardiologica + ECG. Altre prestazioni saranno possibili per ciascuna delle branche specialistiche: angiologia, visita cardiologica, visita chirurgica, dermatologia, gastroenterologia, ginecologia, visita in gravidanza, geriatria, campo visivo, visita nutrizionistica, ortopedia, podologia.

L’assessore alle Politiche sociali Elisabetta Masti sostiene che “la formula chiave che si rinnova, anno dopo anno, nell’ambito della sinergia tra istituzioni e associazioni, è la collaborazione con interventi mirati e puntuali. L’obiettivo è quello di combattere la povertà e supportare le famiglie costrette a ridurre le cure perché in situazione di difficoltà economica; la convenzione punta al raggiungimento di una forma di autonomia da parte della famiglia bisognosa. Un cittadino che non può permettersi una visita ortopedica, necessaria a conoscere l’eziologia della malattia e intervenire sulla base di un’eventuale diagnosi precoce, un anziano disagiato che deve fare a meno di una cura riabilitativa sarà sempre dipendente da altre persone e richiederà ulteriori servizi che comportano costi e sforzi da parte dei familiari e dall’ente che lo sta seguendo e ne ha preso in carico le problematiche”.

 

L'articolo Povertà sanitaria: accordo tra Misericordia di San Casciano e Unione comunale proviene da www.controradio.it.

Tumori in Toscana, Asl centro: 11mila nuove diagnosi in un anno

Tumori in Toscana, Asl centro: 11mila nuove diagnosi in un anno

Complessivamente, sono più di 90mila le persone con pregressa diagnosi di tumore che richiedono assistenza, in termini di terapia o controllo, alle strutture dell’Asl Toscana centro.

Oltre 11mila nuove diagnosi di tumore effettuate nel 2016 nei presidi dell’Asl Toscana centro, 5.900 riguardanti pazienti uomini e 5.500 donne. I dati sono stati illustrati nel corso della conferenza del dipartimento oncologico dell’azienda sanitaria, in corso presso l’auditorium ChiantiBanca a San Casciano (Firenze). Obiettivo della conferenza, precisa la Asl, “quello di favorire un sostanziale processo di integrazione con una riflessione sulle caratteristiche distintive, le ‘best practices’ e le prospettive del dipartimento oncologico”.
“Il dipartimento oncologico dell’Asl – viene precisato in una nota diffusa dall’azienda – si compone di 15 strutture organizzative, con 80 medici, articolate su 9 dei 13 ospedali del territorio, e di tutti quei servizi funzionali previsti dalla rete oncologica regionale (9 centri oncologici di riferimento dipartimentali, 9 accoglienze e aiuto point, 29 gruppi oncologici multidisciplinari per patologia e, ad oggi 7 percorsi diagnostici terapeutici assistenziali)”. Circa 300 gli operatori che formano “una rete professionale fortemente interdisciplinare”, “che muove un budget di oltre 23 milioni di euro finalizzato alla cura dei pazienti con patologia oncologica”.

L'articolo Tumori in Toscana, Asl centro: 11mila nuove diagnosi in un anno proviene da www.controradio.it.

Firenze, allerta ghiaccio dalla mezzanotte alle 13 di domani

Firenze, allerta ghiaccio dalla mezzanotte alle 13 di domani

Allerta con codice giallo emessa dal Centro funzionale regionale. Possibili i fenomeni pericolosi per il trasporto e i problemi per la distribuzione di servizi

Allerta ghiaccio domani a Firenze. Il Centro funzionale regionale (Cfr) ha emesso, per la zona che riguarda anche la nostra città, il bollettino di valutazione delle criticità con cui stabilisce, dalla mezzanotte alle 13 di domani, venerdì 29 dicembre, codice giallo per il rischio ghiaccio. Oltre Firenze sono interessati anche i Comuni di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa.

Nel bollettino del Cfr si sottolinea che sono possibili fenomeni occasionalmente pericolosi per l’incolumità delle persone, in grado di causare disagi e danni a carattere locale ma anche problemi negli spostamenti, temporanei o localizzati problemi alla circolazione stradale, localizzati ritardi nei collegamenti terrestri, ferroviari ed aerei. Possibili anche problemi alla reti di distribuzione di servizi (acqua, luce, gas, telefonia) con localizzate interruzioni.

L'articolo Firenze, allerta ghiaccio dalla mezzanotte alle 13 di domani proviene da www.controradio.it.

Firenze, allerta ghiaccio dalla mezzanotte alle 13 di domani

Firenze, allerta ghiaccio dalla mezzanotte alle 13 di domani

Allerta con codice giallo emessa dal Centro funzionale regionale. Possibili i fenomeni pericolosi per il trasporto e i problemi per la distribuzione di servizi

Allerta ghiaccio domani a Firenze. Il Centro funzionale regionale (Cfr) ha emesso, per la zona che riguarda anche la nostra città, il bollettino di valutazione delle criticità con cui stabilisce, dalla mezzanotte alle 13 di domani, venerdì 29 dicembre, codice giallo per il rischio ghiaccio. Oltre Firenze sono interessati anche i Comuni di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa.

Nel bollettino del Cfr si sottolinea che sono possibili fenomeni occasionalmente pericolosi per l’incolumità delle persone, in grado di causare disagi e danni a carattere locale ma anche problemi negli spostamenti, temporanei o localizzati problemi alla circolazione stradale, localizzati ritardi nei collegamenti terrestri, ferroviari ed aerei. Possibili anche problemi alla reti di distribuzione di servizi (acqua, luce, gas, telefonia) con localizzate interruzioni.

L'articolo Firenze, allerta ghiaccio dalla mezzanotte alle 13 di domani proviene da www.controradio.it.