Teatro Studio: ‘offresi’ residenza per 4 progetti artistici

Teatro Studio: ‘offresi’ residenza per 4 progetti artistici

La Fondazione Teatro della Toscana propone un programma di residenza al Teatro Studio “Mila Pieralli” di Scandicci, finalizzato alla realizzazione di uno spettacolo rivolto al pubblico, per 4 Compagnie Teatrali o per 4 artisti per l’anno 2019, previa valutazione e selezione dei progetti artistici che perverranno entro le ore 24 del 1° settembre. Il lavoro sarà portato in scena al Teatro Studio all’interno della programmazione della Fondazione nell’annualità 2019.

Il Teatro sarà concesso per un periodo da un minimo di 2 a un massimo di 3 settimane, e sarà previsto un contributo economico variabile da un minimo di 2.000 a un massimo di 9.000 euro, in base alla tipologia e alle caratteristiche del progetto artistico presentato, come il grado di coinvolgimento della Fondazione in un’eventuale attività di coproduzione.

La residenza è aperta ad attori, performer, danzatori, registi, compagnie attive e nuovi gruppi, purché professionisti, che lavorino, anche attraverso l’attivazione di percorsi partecipativi all’interno del territorio dell’area metropolitana fiorentina, alla creazione e allo sviluppo della propria identità, con nuovi modi di produrre, di comunicare, e con un creativo e costruttivo approccio all’internazionalismo. Non sono previsti limiti di età, né un numero minimo o massimo dei soggetti facenti parte di ciascuna Compagnia Teatrale o artista.

Saranno individualmente esaminati i singoli progetti e ne saranno selezionati un numero massimo di 4.

Tutte le info su www.teatrodellatoscana.it/programma-residenza-teatro-studio-scandicci/

  1. Caratteristiche del programma di residenza

Il programma di residenza avrà le seguenti caratteristiche:

–        Concessione della disponibilità del Teatro Studio di Scandicci, negli spazi e negli orari che saranno meglio definiti al termine delle selezioni, per un periodo di lavoro variabile da un minimo di 2 a un massimo di 3 settimane in base alla tipologia del progetto artistico presentato, oltre al debutto in scena dello spettacolo e alle relative rappresentazioni. Saranno valutati periodi di residenza più lunghi, riservati ai progetti che prevedano anche un percorso partecipativo all’interno del territorio dell’area metropolitana fiorentina;

–        Concessione degli spazi annessi (piccolo laboratorio di attrezzeria, laboratorio di costumi, ufficio e sala lettura);

–        Utilizzo dei materiali tecnici audio, video e luci (residenti in Teatro) ed eventuale utilizzo dei materiali scenografici presenti nei magazzini del teatro;

–        Erogazione di un contributo economico per la realizzazione e la messa in scena dello spettacolo, finalizzato ad agevolare il sostentamento degli artisti e a finanziare i costi dell’Agibilità ENPALS a carico di questi ultimi. L’importo di detto contributo è variabile da un minimo di € 2.000 a un massimo di € 9.000 e sarà specificatamente quantificato dalla Fondazione in base alla tipologia e alle caratteristiche del progetto artistico presentato (quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, quantità dei soggetti coinvolti, diffusione del progetto sul territorio dell’area metropolitana fiorentina, tipologia delle tematiche trattate, grado di coinvolgimento della Fondazione Teatro della Toscana in un’eventuale attività di coproduzione dello spettacolo).

–        Tutoraggio organizzativo e tecnico con i coordinatori delle attività della Fondazione Teatro della Toscana.

  1. Requisiti di partecipazione

La residenza è aperta ad attori, performer, danzatori, registi, compagnie attive e nuovi gruppi, che lavorino, anche attraverso l’attivazione di percorsi partecipativi all’interno del territorio dell’area metropolitana fiorentina, alla creazione e allo sviluppo della propria identità, con nuovi modi di produrre, di comunicare e con un creativo e costruttivo approccio all’internazionalismo.

A tale scopo, si richiede, quale requisito essenziale di partecipazione alla selezione, che la Compagnia Teatrale e/o l’artista siano professionisti iscritti, muniti di matricola e agibilità ENPALS durante l’intero periodo di durata della residenza e dello spettacolo.

La durata massima del progetto è fissata dal 01/01/2019 al 31/12/2019.

La selezione è rivolta a ogni forma e categoria di espressione artistica, senza limitazione alcuna, a candidati/e italiani/e e/o stranieri/e, purché in possesso di regolare documento di identità e dei diritti civili e politici.

Non sono previsti limiti di età, né un numero minimo o massimo dei soggetti facenti parte di ciascuna Compagnia Teatrale o artista.

Le categorie destinatarie del programma di residenza sono, a titolo esemplificativo e non esaustivo: teatro classico; teatro contemporaneo; teatro per ragazzi e/o per l’infanzia, teatro danza, teatro musicale, teatro canzone. La Fondazione Teatro della Toscana si riserva, comunque, il diritto di non procedere ad alcuna assegnazione del programma di residenza anche in presenza di una sola domanda valida.

  1. Modalità di partecipazione

La domanda di partecipazione dovrà essere redatta attraverso la compilazione del modello allegato (Modello A).

Gli interessati dovranno inviare tutta la documentazione richiesta (Modello A e relativi allegati) unicamente in formato elettronico a mezzo e-mail all’indirizzo di posta elettronica produzione@teatrodellatoscana.it entro e non oltre le ore 24 del 1° settembre 2018.

La Fondazione si riserva il diritto di non prendere in esame domande di partecipazione pervenute oltre il suddetto termine, o prive dei documenti e/o allegati richiesti.

  1. Procedura e criteri di selezione

 

La selezione dei progetti è affidata ad un Collegio di valutazione composto da riconosciuti esperti del settore.

Saranno individualmente esaminati i singoli progetti e ne saranno selezionati un numero massimo di 4. I criteri di valutazione che guideranno la selezione riguarderanno la qualità artistica del progetto e la sua fattibilità organizzativa, nonché la progettualità complessiva della Compagnia Teatrale e/o dell’artista.

La selezione avverrà ad insindacabile giudizio del Collegio ed il relativo esito finale sarà pubblicato sul sito on line della Fondazione Teatro della Toscana (www.teatrodellatoscana.it). Le compagnie selezionate riceveranno, inoltre, apposita comunicazione diretta all’indirizzo e-mail indicato nel form di partecipazione.

  1. Informazioni aggiuntive

 Al termine delle selezioni, le Compagnie Teatrali e/o gli artisti aggiudicatari della residenza sottoscriveranno con la Fondazione Teatro della Toscana apposita convenzione per la regolamentazione del relativo programma, disciplinante, fra le altre, le modalità e gli orari di accesso al Teatro Studio, nonché i termini di realizzazione e di messa in scena al pubblico della spettacolo successivamente al completamento del periodo di residenza, oltre all’eventuale attività di coproduzione da parte della Fondazione.

Il contributo di cui al precedente articolo 1 della presente call sarà erogato al termine del programma di residenza e all’esito e messa in scena al pubblico dello spettacolo, nonché previa verifica positiva della sussistenza e permanenza dei requisiti richiesti in sede di partecipazione.

Il contributo non sarà dovuto in caso di anticipata interruzione del programma di residenza per causa imputabile alla Compagnia Teatrale e/o all’artista, ovvero in caso di mancata messa in scena al pubblico dello spettacolo.

  1. Richiesta informazioni e chiarimenti

 

Gli interessati potranno richiedere eventuali chiarimenti fino a 5 giorni lavorativi anteriori alla scadenza del termine per l’invio delle richieste di partecipazione, ovvero entro la data del 31 luglio, esclusivamente via e-mail all’indirizzo di posta elettronica produzione@teatrodellatoscana.it.Successivamente a tale termine, sarà facoltà della Fondazione dare riscontro alle richieste di chiarimento pervenute.

La Fondazione si riserva a suo insindacabile parere la facoltà di prorogare o modificare i termini per l’invio delle domande di partecipazione, nonché di non dare corso al programma di residenza anche in presenza di una sola domanda di partecipazione pervenuta.

Con la sottoscrizione del modello A, i partecipanti alla selezione dichiarano di accettare senza riserva alcuna tutte le condizioni di cui al presente avviso.

  1. Trattamento dei dati personali

 

I dati personali e sensibili forniti dai candidati saranno trattati a norma di legge e utilizzati per le finalità di pubblicità, di gestione delle procedure di selezione e del programma di selezione, ai sensi del Regolamento UE 2016/679 e del D.lgs. n. 196/2003 e ss.mm.ii. – Codice in materia di protezione dei dati personali, in quanto compatibile.

I candidati prendono atto e autorizzano espressamente che durante il programma di residenza e la messa in scena dello spettacolo possano essere fatte fotografie e filmati dal personale della Fondazione o da soggetti da questa incaricati. La Fondazione potrà utilizzare tale materiale per promuovere e divulgare lo spettacolo sui propri canali tematici, in brochure o pubblicazioni e durante eventi pubblici. I partecipanti al programma sottoscriveranno una liberatoria per autorizzare la Fondazione all’acquisizione e utilizzo di tale materiale.

L'articolo Teatro Studio: ‘offresi’ residenza per 4 progetti artistici proviene da www.controradio.it.

Parco dell’Acciaiolo: aggredita coppia

Parco dell’Acciaiolo: aggredita coppia

Intervento dei carabinieri ieri sera al parco dell’Acciaiolo: aggressione di una coppia moldava in via Pantin.

Nella serata di ieri, verso le ore 20, i Carabinieri della Compagnia di Scandicci sono intervenuti in via Pantin, all’interno del parco dell’Acciaiolo, poiché due sconosciuti stavano aggredendo con calci e pugni una coppia di moldavi.

La coppia, che si trovava nel parco per un pic-nic serale, dopo aver consumato cibo ed alcool, senza apparente motivo è stato aggredita. La donna ha riportato alcuni graffi sul braccio destro, mentre il marito è stato trasportato all’ospedale San Giovanni di Dio, per emorragia celebrale. L’uomo non è in pericolo di vita, ma è trattenuto in ospedale per accertamenti.

Le indagini sono in corso da parte dei Carabinieri della Compagnia di Scandicci, che si sforzano di comprendere la dinamica dell’accaduto. Ancora nessuna notizia riguardo agli aggressori.

L'articolo Parco dell’Acciaiolo: aggredita coppia proviene da www.controradio.it.

Cirk Fantastik arriva al parco dell’Acciaolo di Scandicci

Cirk Fantastik arriva al parco dell’Acciaolo di Scandicci

Da mercoledì 27 giugno fino a domenica 8 luglio. Nel programma di Open City Scandicci Estate dodici giorni di spettacoli di circo contemporaneo, laboratori gratuiti per bambini, concerti e dj set.

Cirk Fantastik! Festival di circo contemporaneo, teatro e musica insieme al Circo El Grito, una delle compagnie internazionali più riconosciute dal panorama europeo, arrivano a Scandicci al Parco dell’Acciaiolo da mercoledì 27 giugno fino a domenica 8 luglio.
Il Parco dell’Acciaiolo si trasformerà in uno spazio di spettacoli, musica, laboratori e incontri, uno spazio sociale, aperto a tutti, dove tra uno spettacolo e l’altro, tra  musica, food trucks con merende, aperitivi e chill out, potranno vivere a pieno l’atmosfera del circo per tutto il pomeriggio e la notte. Vi saranno spettacoli dentro la tenda con prezzi accessibili a tutti, spettacoli e concerti ad offerta libera, laboratori di circo gratuiti.
Due settimane intere dei tre migliori spettacoli della compagnia El Grito, che porta con sé “un esempio di straordinaria originalità e qualità che rappresenta sicuramente una tappa luminosa nel percorso di teatro-circo contemporaneo”.
Cirk Fantastik: Attivo dal 2010, con il progetto Le Vie del Circo vuole portare spettacoli e contenuti di rilevante bellezza, intensità e una particolare lettura del mondo nei parchi, piazze, luoghi pubblici e festival in modo da portare il teatro più vicino alla gente.
EL GRITO: Dalla Biennale Internazionale del Circo di Bruxelles all’Auditorium Parco della Musica di Roma, El Grito ha diffuso i propri spettacoli in tutta Europa declinando il circo contemporaneo nei suoi tre luoghi simbolo: la strada, il teatro, lo chapiteau. Con oltre mille repliche delle otto differenti produzioni, quello di El Grito è l’unico esempio di compagnia di circo contemporaneo che entra in maniera sistematica nei più prestigiosi centri culturali del Paese.

L'articolo Cirk Fantastik arriva al parco dell’Acciaolo di Scandicci proviene da www.controradio.it.

Giornata Antifascista al Circolo Arci di San Giusto: insieme contro la paura e l’isolamento

Giornata Antifascista al Circolo Arci di San Giusto: insieme contro la paura e l’isolamento

Giornata Antifascista organizzata dai giovani del Comitato di Scandicci per domani, venerdì 22 giugno, al Circolo Arci di San Giusto.

Dopo il bellissimo corteo di sabato 9 giugno, che ha visto sfilare per le vie di San Giusto 500 antifascisti provenienti dal quartiere e non solo, le iniziative del Comitato Antifascista di Scandicci non si fermano di certo!
Pensiamo che, contro la presenza di Casapound nelle nostre strade, sia importante una presenza nel quartiere che vada contro alla paura e all’isolamento: è importante che tutti e tutte, senza discrimine di età, sesso o provenienza contribuiscano a una vita di quartiere basata sulla solidarietà e sull’aggregazione. Per questo i ragazzi e le ragazze dell’Assemblea hanno preparato per voi una meravigliosa Giornata Antifascista al Circolo Arci di San Giusto.

Line up della giornata:
*DALLE 16:00:
-“CONTEST DI GRAFFITI A TEMA ANTIFA”
Saranno a disposizione degli artisti tavole e bombolette nere/rosse, portate i vostri colori e tanta presabene tutto da condividere! Il vincitore del contest vedrà la sua opera esposta…sarà presente un misterioso giudice d’onore d’eccezione.
-“WORKSHOP DI BREAKDANCE PER BAMBINI E RAGAZZI”
-“MICROFONO APERTO E BASI PER TUTTI I FREESTYLERS CHE VOGLIONO UNIRSI A NOI”

*DALLE 18:00:
-“PRESENTAZIONE DI “CASAPOUND ITALIA – fascisti del terzo millennio” CON L’AUTORE ELIA ROSATI”
Quando nel 2003, a Roma, CasaPound Italia mise radici nel palazzo occupato di via Napoleone III, nessuno avrebbe potuto prevedere la sua rapidissima ascesa. Dalle piazze alle scuole, dai media ai consigli comunali, dalle periferie alle sottoculture musicali, fino ad arrivare alle elezioni politiche del marzo 2018. Elia Rosati svolge attività didattica e di ricerca presso la Facoltà di Scienze Politiche e il Dipartimento di Studi Storici dell’Università degli Studi di Milano. Da diversi anni si occupa di neofascismo italiano e tedesco e, più recentemente, del nazional-populismo europeo occidentale, collaborando con giornali, riviste scientifiche e media indipendenti.

*DALLE 20:00:
-“PREMIAZIONE DEL CONTEST E APERICENA BENEFIT PER IL COMITATO ANTIFASCISTA”

*DALLE 21:00:
-“INIZIO DEI CONCERTI”:
Saranno con noi, rigorosamente targati “Scandicci”:
-STRONCAPETTINI A PILE- (Hard Rock)
-SLYCE KIMBO- (Rock)
-THE HOODIES- (Rock)

Durante la giornata saranno presenti stand dell’ A.N.P.I. con materiale  informativo dove sarà possibile firmare contro la presenza della sede
Casapound di Via Chianesi, stand con libri a tema e per tutta la giornata saranno disponibili spazi per attività ludiche e sportive adatte a tutte le età!

“SCEGLI GIUSTO: SCEGLI ANTIFA!”

L'articolo Giornata Antifascista al Circolo Arci di San Giusto: insieme contro la paura e l’isolamento proviene da www.controradio.it.

Bomba d’acqua a Scandicci (FI), allagata zona residenziale

Bomba d’acqua a Scandicci (FI), allagata zona residenziale

Sul posto stanno intervenendo polizia municipale e protezione civile. Rallentato, per lo stesso motivo, il transito dei veicoli sull’autostrada A1 che si trova nelle vicinanze di Scandicci.

Una ‘bomba d’acqua’ ha causato l’allagamento di una ampia zona residenziale vicino a Firenze, a Vingone di Scandicci, verso le 17, dove è andato in piena il fosso Ghindossoli.
Sempre in Toscana, ma nella zona dell’Amiata, c’è stata una grandinata ad Arcidosso (Grosseto). Si temono danni alle colture, inoltre il forte temporale ha causato allagamenti di cantine e seminterrati.

L'articolo Bomba d’acqua a Scandicci (FI), allagata zona residenziale proviene da www.controradio.it.