Con “Caleidoscopio” Cirk Fantastik racconta i sogni dei migranti

Con “Caleidoscopio” Cirk Fantastik racconta i sogni dei migranti

Oggi, nell’ambito di Cirk Fantastik Scandicci al Parco dell’Acciaiolo, andrà in scena “Caleidoscopio”, lo spettacolo di circo, musica e danza che racconta nuove storie e nuovi sogni dei popoli migranti.

Qualcuno di loro sogna di diventare un calciatore o un ballerino, mentre qualcun’altro spera semplicemente di trovare presto un lavoro. Sono i giovani protagonisti di “Caleidoscopio  – New histories, new dreams” ai quali, in questa prima nazionale prevista per oggi, giovedì 20 giugno, nell’ambito di Cirk Fantastik Scandicci al Parco dell’Acciaiolo, si aggregano in scena richiedenti asilo, adolescenti di seconda generazione e ragazzi prevenienti da contesti con conflitto sociale.

L’evento è frutto del progetto Caleidoscopio 2 realizzato da Albatros 1973, Aria Network Culturale e Fosca e  vincitore del Bando Nessuno Escluso promosso e sostenuto da Fondazione CR Firenze e Fondazione il Cuore si scioglie con il patrocinio del Comune di Firenze. Caleidoscopio 2 nasce per proporre laboratori multidisciplinari aperti a ragazzi italiani e stranieri, per lavorare sulle tematiche degli intrecci culturali, del valore dell’identità e della diversità, a cui si sono aggiunti percorsi di apprendimento di italiano e informatica al fine di favorire l’integrazione e i diritti di cittadinanza.

Il progetto parte dall’abbattimento di confini, sia territoriali, sia artistici per poi portare i suoi partecipanti a lavorare in un clima di fiducia e solidarietà per agevolarne l’espressività. Un percorso in cui ognuno si è sentito libero di raccontare momenti dolorosi, unendo il passato ad un futuro di possibilità, conoscendo uno spazio nuovo, quello del teatro e del circo contemporaneo, dove non esistono pregiudizi e dove le singole potenzialità espressive sono preziose.

L'articolo Con “Caleidoscopio” Cirk Fantastik racconta i sogni dei migranti proviene da www.controradio.it.

Al Parco dell’Acciaiolo di Scandicci arriva il Cirk Fantastik

Al Parco dell’Acciaiolo di Scandicci arriva il Cirk Fantastik

Da lunedì 17 fino a lunedì 24 giugno, al Parco dell’Acciaiolo di Scandicci, nel programma di Open City Scandicci Estate arriva il festival circense Cirk Fantastik: il tendone del Circo Krom ospiterà gli show di compagnie nazionali e internazionali quali Black Blues Brothers, Paolo Nani e The Greek Brothers insieme a spettacoli di compagnie e scuole di circo toscane come En Piste, VolaTutto e Caleidoscopio 2.

Per 8 giorni, grazie al progetto di Aria Network Culturale, realizzato con il contributo di Comune di Scandicci nell’ambito di Open City 2019, al Parco dell’Acciaiolo si terrà il festival circense Cirk Fantastik. Sarà lo chapiteau del Circo Krom, compagnia di spettacolo itinerante nata nel cuore dell’Appennino Tosco – Emiliano, ad ospitare gli spettacoli tra maestria comica, teatro, musica R’n’B, acrobazie, limbo col fuoco, piramidi umane e funamboli. A partire da mercoledì sera fino a sabato le serate saranno animate da concerti e ritmi afro, rock, jazz e swing, sul palco Ragazzi Scimmia, GIGUYWASSA, Space Jam e Redtree Groove. Nello spazio del festival sarà presente anche un servizio bar e un’area street food.

Con una forte componente musicale e comica, quello dei The Black Brothers è uno show dinamico, adatto a un pubblico di ogni età (giovedì 20 e venerdì 21 giugno ore 21:30).
In scena cinque acrobati, equilibristi, sbandieratori, saltatori e giocolieri col fuoco che, seguendo le bizze di una radio d’epoca che emette musica rhythm’n’blues, propongono in una chiave originale il cult dei Blues Brothers.

Black Blues Brothers

Precisione, dedizione, studio e serietà di un artista considerato a livello internazionale uno dei maestri del teatro fisico, sono gli ingredienti de La Lettera di Paolo Nani (sabato 22 ore 21:30). Questo spettacolo, in scena da ben 27 anni vede Paolo Nani solo sul palco con un tavolo e una valigia di oggetti, che riesce a dar vita a 15 micro storie, tutte contenenti la medesima trama ma interpretate ogni volta da una persona diversa.

Paolo Nani KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Uno spettacolo nuovo, invece, quello di The Greek Brothers, per un mix di circo contemporaneo e arti circensi tradizionali. Due clown provano ad essere sempre migliori, ma finiscono col non concludere niente. Appare però la Gioventù che lascia in dono la speranza delle nuove generazioni (sabato 22, domenica 23 e lunedì 24 ore 17:30).

Il Parco dell’Acciaiolo ospiterà inoltre la prima residenza artistica di Caleidoscopio 2, un progetto realizzato da Albatros 1973, Aria Network Culturale e Fosca vincitore del Bando Nessuno Escluso, promosso e sostenuto da Fondazione CR Firenze e Fondazione Il Cuore si scioglie onlus con il Patrocinio del Comune Di Firenze. Nel corso di questa residenza artistica, che negli scorsi mesi è stata anche laboratorio di formazione, verrà messo a punto lo spettacolo “Caleidoscopio  – New histories, new dreams”:  circo, parole, musica e danza per raccontare nuove storie e nuovi sogni dei popoli migranti (in prima nazionale – giovedì 20 giugno ore 17:30). A loro si aggregano in scena richiedenti asilo, adolescenti di seconda generazione e ragazzi prevenienti da contesti con conflitto sociale.

PROGRAMMA

Lunedì 17
Ore 16 Laboratori di circo gratuiti per bambini
Ore 17.30 Passione per il circo – Circo Krom

Martedì 18
Ore 16 Laboratori di circo gratuiti per bambini
Ore 17.30 Passione per il circo – Circo Krom

Mercoledì 19
Ore 16 Laboratori di circo gratuiti per bambini
Ore 17.30 Coming Moon – En Piste! Scuola di circo
Ore 21.30 CABARET VOLATUTTO SUMMER EDITION
Ore 22.30 Reed tree groove – concerto

Giovedì 20
Ore 16 Laboratori di circo gratuiti per bambini
Ore 17.30 Caleidoscopio. New histories, new dreams
Ore 21.30 THE BLACK BLUES BROTHERS – Circo e Dintorni*
Ore 22.30 Giguywassa con Apo Sumbò – concerto spettacolo danza

Venerdì 21
Ore 16 Laboratori di circo gratuiti per bambini
Ore 19 Spettacolo a cappello del DuoPadella
Ore 21.30 THE BLACK BLUES BROTHERS – Circo e Dintorni*
Ore 22.30 Space Jam – concerto

Sabato 22
Ore 16 Laboratori di circo gratuiti per bambini
Ore 17.30 The GREEK BROTHERS – Circo Krom & Circus Taradadan
Ore 19 Spettacolo a cappello del DuoPadella
Ore 21.30 La Lettera – PAOLO NANI TEATER – comedy
Ore 22.30 I Ragazzi Scimmia – concerto

Domenica 23
Ore 16 Laboratori di circo gratuiti per bambini
Ore 17.30 PASSIONE PER IL CIRCO – Circo Krom
Ore 17.30 The GREEK BROTHERS – Circo Krom & Circus Taradadan

Lunedì 24
Ore 16 Laboratori di circo gratuiti per bambini
Ore 17.30 The GREEK BROTHERS – Circo Krom & Circus Taradadan

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.cirkfantastik.com

L'articolo Al Parco dell’Acciaiolo di Scandicci arriva il Cirk Fantastik proviene da www.controradio.it.

Firenze: bocciato ricorso Viminale su caso anagrafe migrante

Firenze: bocciato ricorso Viminale su caso anagrafe migrante

Il Ministero dell’Interno aveva impugnato la decisione dello scorso marzo di un giudice che autorizzò un somalo richiedente asilo a presentare domanda di iscrizione all’anagrafe del Comune di Scandicci. Il Tribunale di Firenze ha respinto il reclamo, ora il “Viminale paghi spese”.

Il Comune che aveva rifiutato l’iscrizione basandosi sulle recenti norme del ‘Decreto sicurezza’. Era la prima sentenza di questo genere seguita, poi, da altre decisioni dei Tribunali di Bologna e Genova.

Lo scorso marzo, il giudice Carlo Carvisiglia aveva stabilito che “ogni richiedente asilo, una volta che abbia presentato la domanda di protezione internazionale, deve intendersi comunque regolarmente soggiornante, in quanto ha il diritto di soggiornare nel territorio dello Stato durante l’esame della domanda di asilo” e, quindi, è autorizzato a presentare domanda di iscrizione all’anagrafe.

Il Tribunale di Firenze, in composizione collegiale, ha di fatto confermato il primo verdetto, scaturito dal ricorso dell’avvocato Noris Morandi dell’Associazione studi giuridici sull’immigrazione, bocciando il reclamo del Ministero che, secondo i giudici, non aveva “legittimazione” ad impugnare perché non partecipò al primo grado. “Avrebbe potuto intervenire volontariamente nel processo di prima fase, e in tal caso sarebbe stato legittimato a proporre il reclamo”, hanno scritto i giudici, chiarendo che il Viminale dovrà versare 2767 euro di spese legali allo Stato per il gratuito patrocinio del somalo.

Il sindaco di Scandicci, nel primo grado, si era opposto al ricorso del richiedente asilo e lo aveva fatto, scrive ora il Tribunale di Firenze, come “Ufficiale del Governo” che ha “interpretato una normativa anche alla luce delle istruzioni del Ministero dell’Interno”, il quale, invece, non ha partecipato alla “prima fase” e, dunque, non aveva titolo per presentare il reclamo contro la prima sentenza.

I giudici (Luciana Breggia, Luca Minniti e Federica Samà) ricordano nella sentenza che sia il primo giudice di Firenze, che poi i Tribunali di Bologna e Genova nelle scorse settimane, hanno emesso “provvedimenti” che hanno “offerto una lettura delle modifiche apportate” dal ‘decreto sicurezza’ “coerente con il complessivo quadro costituzionale e eurounitario, esercitando il potere, ma anche il dovere, di interpretazione orientata al rispetto delle norme costituzionali” ed europee.

Del resto, aggiungono i giudici, “anche l’Associazione Nazionale Ufficiali di Stato civile e d’anagrafe ha evidenziato i problemi interpretativi della nuova norma auspicando un intervento della Corte costituzionale”. Per questi motivi, secondo i giudici, è stata “corretta” la decisione del Comune di Scandicci “di non proporre reclamo”.

L'articolo Firenze: bocciato ricorso Viminale su caso anagrafe migrante proviene da www.controradio.it.

Firenze: bocciato ricorso Viminale su caso anagrafe migrante

Firenze: bocciato ricorso Viminale su caso anagrafe migrante

Il Ministero dell’Interno aveva impugnato la decisione dello scorso marzo di un giudice che autorizzò un somalo richiedente asilo a presentare domanda di iscrizione all’anagrafe del Comune di Scandicci. Il Tribunale di Firenze ha respinto il reclamo, ora il “Viminale paghi spese”.

Il Comune che aveva rifiutato l’iscrizione basandosi sulle recenti norme del ‘Decreto sicurezza’. Era la prima sentenza di questo genere seguita, poi, da altre decisioni dei Tribunali di Bologna e Genova.

Lo scorso marzo, il giudice Carlo Carvisiglia aveva stabilito che “ogni richiedente asilo, una volta che abbia presentato la domanda di protezione internazionale, deve intendersi comunque regolarmente soggiornante, in quanto ha il diritto di soggiornare nel territorio dello Stato durante l’esame della domanda di asilo” e, quindi, è autorizzato a presentare domanda di iscrizione all’anagrafe.

Il Tribunale di Firenze, in composizione collegiale, ha di fatto confermato il primo verdetto, scaturito dal ricorso dell’avvocato Noris Morandi dell’Associazione studi giuridici sull’immigrazione, bocciando il reclamo del Ministero che, secondo i giudici, non aveva “legittimazione” ad impugnare perché non partecipò al primo grado. “Avrebbe potuto intervenire volontariamente nel processo di prima fase, e in tal caso sarebbe stato legittimato a proporre il reclamo”, hanno scritto i giudici, chiarendo che il Viminale dovrà versare 2767 euro di spese legali allo Stato per il gratuito patrocinio del somalo.

Il sindaco di Scandicci, nel primo grado, si era opposto al ricorso del richiedente asilo e lo aveva fatto, scrive ora il Tribunale di Firenze, come “Ufficiale del Governo” che ha “interpretato una normativa anche alla luce delle istruzioni del Ministero dell’Interno”, il quale, invece, non ha partecipato alla “prima fase” e, dunque, non aveva titolo per presentare il reclamo contro la prima sentenza.

I giudici (Luciana Breggia, Luca Minniti e Federica Samà) ricordano nella sentenza che sia il primo giudice di Firenze, che poi i Tribunali di Bologna e Genova nelle scorse settimane, hanno emesso “provvedimenti” che hanno “offerto una lettura delle modifiche apportate” dal ‘decreto sicurezza’ “coerente con il complessivo quadro costituzionale e eurounitario, esercitando il potere, ma anche il dovere, di interpretazione orientata al rispetto delle norme costituzionali” ed europee.

Del resto, aggiungono i giudici, “anche l’Associazione Nazionale Ufficiali di Stato civile e d’anagrafe ha evidenziato i problemi interpretativi della nuova norma auspicando un intervento della Corte costituzionale”. Per questi motivi, secondo i giudici, è stata “corretta” la decisione del Comune di Scandicci “di non proporre reclamo”.

L'articolo Firenze: bocciato ricorso Viminale su caso anagrafe migrante proviene da www.controradio.it.

Scandicci: Trovato incontra gli studenti del Russell-Newton

Scandicci: Trovato incontra gli studenti del Russell-Newton

Giovedì 23 maggio, presso l’Auditorium dell’Istituto Superiore Russell-Newton di Scandicci, durante l’incontro “Il Tribunale per i Minori e il comportamento responsabile degli adolescenti: un progetto di crescita e di consapevolezza”, gli studenti incontreranno il Presidente del Tribunale per i Minori della Toscana, il Dott. Luciano Trovato.

L’incontro con il Presidente rappresenta per gli studenti del Russel-Newton un momento di confronto importante per le testimonianze che emergeranno attraverso la relazione con il dott. Trovato, per la specificità di un Tribunale che si avvale di forze dell’ordine, ma anche di psicologi, psicoterapeuti, assistenti sociali, allo scopo di accompagnare gli adolescenti in percorsi di formazione, di rielaborazione, di riscatto e di crescita.

Il Presidente, occupandosi in particolare dell’analisi e della valutazione dei comportamenti degli adolescenti tra i 14 e i 18 anni, potrà confrontarsi con gli studenti di questa stessa fascia di età su alcuni atteggiamenti adottati, talvolta con scarsa consapevolezza e senza specifica intenzionalità, che risultano tuttavia dannosi  alla società e di pregiudizio alla crescita di cittadini responsabili e solidali.

Il Tribunale per i Minori della Toscana ha promosso quest’anno un progetto di avvicinamento ai giovani, che era già stato sperimentato in Calabria per volontà del Presidente Trovato allo scopo di condividere una cultura della legalità.

Una classe seconda del Liceo delle Scienze Umane, indirizzo Economico Sociale, del Russell Newton di Scandicci è infatti già entrata nelle aule del Tribunale per i Minori di Firenze, per ascoltare delle udienze dove sono stati incriminati dei minorenni a seguito di atti di bullismo e cyber bullismo.

L'articolo Scandicci: Trovato incontra gli studenti del Russell-Newton proviene da www.controradio.it.