Arrestato nel Senese esponente clan camorra, Rione Traiano

Arrestato nel Senese esponente clan camorra, Rione Traiano

Sinalunga in provincia di Siena, i carabinieri di Bettolle hanno dato esecuzione ad un’ordinanza del tribunale del riesame di Napoli, esecutiva da mercoledì, nei confronti di un esponente della camorra, Ciro Puccinelli, 29 anni, residente a Napoli ma domiciliato nel comune di Sinalunga.

Gli investigatori lo rendono appartenente all’omonimo clan, riconducibile alla camorra ed operante nel quartiere napoletano di Rione Traiano.

Il riesame di Napoli ha così ripristinato la custodia in carcere a carico del 29enne il quale, riferiscono i carabinieri, deve espiare la pena di 17 anni e 9 mesi di reclusione per associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti con l’aggravante dell’art. 7 legge 203/91.

L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato portato nella casa circondariale di Siena.

L'articolo Arrestato nel Senese esponente clan camorra, Rione Traiano proviene da www.controradio.it.

Omicidio a Sinalunga: ucciso a colpi di pistola

Omicidio a Sinalunga:  ucciso a colpi di pistola

Sarebbe riuscito a rientrare nell’abitazione dove era ospite, prima di perdere la vita nella stessa casa, il 22enne di origine albanese morto per omicidio a Sinalunga dopo essere stato ferito, a colpi di pistola.

A sparare, secondo quanto ricostruito dai carabinieri che lo hanno fermato per omicidio, un italiano 45enne: l’uomo, sottoposto poi a fermo, su provvedimento del pm Nicola Marini che ha effettuato anche un sopralluogo, è di origine sarda, e si trova attualmente in ospedale, piantonato dai carabinieri.

Nella fuga, spiega sempre l’Arma, si è procurato una frattura ad una gamba, a circa un chilometro dal luogo dell’omicidio “a seguito di una rovinosa caduta in un burrone”.

Proprio in quest’area è stata inoltre rinvenuta la pistola con cui l’uomo avrebbe sparato: il fermato avrebbe fornito sommarie indicazioni circa il luogo dove si sarebbe dovuta trovare l’arma.

Riguardo al movente gli investigatori stanno “cercando di ricostruire le ragioni del dissidio che avrebbe condotto all’evento delittuoso”.

L’udienza di convalida del fermo è stata programmata per la mattinata di domani.

Le indagini effettuate dai carabinieri hanno chiarito le prime dinamiche dell’omicidio:  il tutto è accaduto intorno alle 22 di ieri, all’ingresso di un appartamento abitato da una famiglia di origine albanese e il colpo di pistola avrebbe raggiounto la nuca del 22enne, che, da quanto appreso, viveva a Castelfiorentino (Firenze) ed era arrivato a Sinalunga ieri mattina.

Il sindaco di Sinalunga Riccardo Agnoletti si è espresso così dopo aver preso nota dell’ accaduto:
“La comunità di Sinalunga è molto scossa dall’evento della scorsa notte che ha causato la morte di un ragazzo. E io in qualità di primo cittadino esprimo tutta la preoccupazione e il disagio di una comunità che si vede rimbalzare agli onori della cronaca per fatti tanto gravi”.
“Il nostro è sempre stato un territorio tranquillo ma episodi come questi ci fanno capire che evidentemente ci sono dei problemi; Per questo, anche alla luce di quanto accaduto mercoledì sera, chiederò al prefetto di rafforzare la presenza delle forze dell’ordine sul territorio anche trasformando l’attuale stazione dei carabinieri in una tenenza.
“Da parte nostra, come amministrazione comunale, stiamo da tempo implementando il sistema di videosorveglianza e presto avremo una sala operativa a disposizione dei carabinieri di Sinalunga ma anche di Montepulciano. Il mio plauso va alle forze dell’ordine che in breve tempo hanno assicurato alla giustizia il colpevole”

 

 

L'articolo Omicidio a Sinalunga: ucciso a colpi di pistola proviene da www.controradio.it.

Maltempo, Sinalunga: sindaco “Situazione sta tornando alla normalità”

Maltempo, Sinalunga: sindaco “Situazione sta tornando alla normalità”

“La situazione è risolta e sta tornando alla normalità”. Così il sindaco di Sinalunga (Siena), Riccardo Agnoletti, in merito al maltempo che nella giornata di ieri si è abbattuto sul territorio causando l’esondazione di due torrenti.

“Fino alle ore 14 la tratta ferroviaria Chiusi-Siena sarà interrotta – spiega il sindaco – I tecnici sono al lavoro ed è pertanto attivo un servizio sostitutivo di autobus nel tratto tra Chiusi e Sinalunga. In generale, il sistema reticolo idraulico di seconda categoria ha retto, allagamenti e esondazioni sono stati provocati dall’enorme quantità di acqua piovuta, quindi questo significa che la manutenzione ha funzionato. Il mio ringraziamento va a tutte le forze che da ieri sono al lavoro per far tornare la situazione alla normalità; Vigili Urbani, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, tecnici del Comune, Unione dei Comuni e volontari”.

“Se, come sembra, il governatore della Toscana Rossi chiederà lo stato di calamità, il Comune si attiverà immediatamente per le richieste di danni, che sono da quantificare – aggiunge Agnoletti – Anche per questo oggi proseguiremo i sopralluoghi su tutto il territorio”.

L'articolo Maltempo, Sinalunga: sindaco “Situazione sta tornando alla normalità” proviene da www.controradio.it.