Stazzema (Lucca), il sindaco chiede condanna per croce celtica in comune calabrese

Stazzema (Lucca), il sindaco chiede condanna per croce celtica in comune calabrese

Maurizio Verona, sindaco di Stazzema, si scaglia contro quello di Condofuri. Il calabrese teneva appeso al muro del suo ufficio il manifesto delle ‘Waffen Ss’, responsabili di alcune stragi contro civili tra cui quella di Sant’Anna di Stazzema.

Auspica dalle istituzioni una parola di “ferma condanna” mentre al suo collega calabrese scrive: “Se non fosse stato per la distanza avrei istintivamente preso un pullman e condotto i nostri superstiti a Condofuri: sarei stato curioso di capire con quali parole avrebbe spiegato loro l’onore di quei reparti a Sant’Anna di Stazzema nell’uccidere” degli innocenti. Così Maurizio Verona, sindaco di Stazzema, in merito all’esposizione nella sala del sindaco di Condofuri del giuramento del battaglione italiano delle Waffen Ss, responsabili di alcune stragi contro civili, tra cui quella di Sant’Anna di Stazzema: oltre 500 le vittime.

Sul caso il sindaco di Stazzema, si spiega, ha scritto al Capo dello Stato Sergio Mattarella, ai presidenti di Senato e Camera, Maria Elisabetta Alberti Casellati e Roberto Fico e al premier Giuseppe Conte, auspicando una parola di ferma condanna e invitandoli a Sant’Anna per dare un segnale forte: “Non saprei davvero cosa possa legare quegli enunciati ai valori della nostra Costituzione che ogni primo cittadino si impegna a portare avanti. Abbiamo bisogno di tornare a parlare dei valori della nostra democrazia messi in pericolo dal ripetersi e dalla sottovalutazione di questi episodi che sono gravissimi”.

Verona ha poi scritto al collega di Condofuri e a tutti i consiglieri comunali della cittadina in provincia di Reggio Calabria, spiegando di “fare fatica a commentare”. “Nel nostro paese – si legge nella lettera – sta succedendo qualcosa di strano se un rappresentante delle Istituzioni democratiche sostituisce i simboli della nostra Repubblica con un documento tanto aberrante”: le Waffen SS “si resero colpevoli di alcuni dei peggiori crimini della Seconda guerra mondiale”.

L'articolo Stazzema (Lucca), il sindaco chiede condanna per croce celtica in comune calabrese proviene da www.controradio.it.

Ancora incendi in Garfagnana e Monti Pisani

Ancora incendi in Garfagnana e Monti Pisani

Cinque roghi attivi nel nord della Toscana e ancora tanto lavoro per il servizio regionale antincendi boschivi. Attualmente i roghi più importanti stanno interessando la località Soraggio, nel Comune di Sillano Giuncugnano (LU), in alta Garfagnana e la località Scassi, nel Comune di Vicopisano.

Nel primo caso le fiamme hanno per ora bruciato 20 ettari di bosco e stanno impegnando 2 elicotteri regionali e 3 Canadair (2 già al lavoro e 1 in arrivo). A terra, sebbene la zona sia molto impervia, ci sono circa una ventina di persone (enti competenti e volontariato). Nel secondo si tratta di un incendio appena partito e per il quale è già stato richiesto l’intervento di un Canadair.

L’incendio che già da sabato scorso sta interessando, nel Comune di Stazzema (Lu), le località di Acri e Serra dell’Aietta, è ancora attivo. La superficie percorsa dalle fiamme è salita a circa 140 ettari: 120 di prato-pascolo e 20 di bosco.

Anche un altro rogo, avviato ieri, è ancora attivo, in località località Selverella, nel Comune di Castelnuovo Garfagnana, dove la superficie di bosco d’alto fusto percorsa dalle fiamme è salita a circa 30 ettari.

Un altro incendio è divampato stamattina in località Penna di Lucchio, nel Comune di Bagni di Lucca (LU): finora sono circa 4 gli ettari di bosco bruciati. In bonifica invece l’incendio che ha interessato la località Prati di Logarghena, nel Comune di Filattiera, dove è bruciato circa un ettaro di bosco di alto fusto.

La Sala operativa unificata permanente ricorda che, come previsto dal regolamento forestale, in caso di vento è assolutamente vietato l’abbruciamento di residui forestali.

Il sindaco di Vicopisano Juri Taglioli ha disposto per precauzione l’evacuazione di una decina di famiglie in località Coli. Già operativi sul posto 3 Canadair.
Sull’incendio in Alta Garfagnana sono operativi un elicottero della flotta regionale e un Canadair, a sostegno delle squadre a terra.

Su Toscana Notizie i numeri del servizio pubblico e le norme da seguire: http://www.toscana-notizie.it/speciali/servizio-antincendi-boschivi

L'articolo Ancora incendi in Garfagnana e Monti Pisani proviene da www.controradio.it.

Incendio a Stazzema, bruciati 50 ettari di prati e pascolo

Incendio a Stazzema, bruciati 50 ettari di prati e pascolo

Dalle 20,30 di ieri sera è in corso un incendio nel comune di Stazzema (Lu), in località Arni. A comunicarlo è la Sala operativa unificata della protezione civile regionale, che coordina anche le operazioni del servizio regionale antincendi boschivi.

Ad ora a Stazzema le fiamme hanno consumato circa 50 ettari di prato e pascolo. Si sono avvicinate ad alcune abitazioni sparse presenti nella zona, ma per il momento non è stata necessaria alcuna evacuazione. Sul posto sono presenti circa 25 operatori del servizio antincendi boschivi, organizzati in 8 squadre. A loro supporto anche squadre di vigili del fuoco. A causa del forte vento gli elicotteri non possono alzarsi in volo per intervenire, per cui le operazioni di spegnimento vengono svolte esclusivamente via terra. La protezione civile sta valutando la richiesta di un mezzo aereo nazionale. Sul territorio regionale sono in corso altri 8 incendi di aree boscate di piccole dimensioni, sui quali stanno operando squadre del servizio regionale antincendi boschivi.

In caso di avvistamento di incendio, segnalare tempestivamente ai seguenti numeri: 800425425 – Numero verde Sala operativa antincendi boschivi regionale, 115 – Vigili del Fuoco

L'articolo Incendio a Stazzema, bruciati 50 ettari di prati e pascolo proviene da www.controradio.it.

Lucca: incendio nei boschi di Stazzema

Lucca: incendio nei boschi di Stazzema

Un incendio è divampato a metà mattinata nei boschi di Stazzema (LU), in località Mulina

Sul posto sono attivi inviati dalla Sala operativa regionale, due elicotteri della flotta AIB a sostegno delle squadre di volontari e operai forestali. Il direttore delle operazioni è dell’Unione dei Comuni della Versilia. Il vento che batte sulla zona complica le operazioni di spegnimento.

Si ricorda che fino al 10 ottobre compreso è fatto divieto di bruciare i residui vegetali e accensione fuochi in tutto il territorio regionale.

L'articolo Lucca: incendio nei boschi di Stazzema proviene da www.controradio.it.

25 aprile: iniziative Liberazione a Sant’Anna di Stazzema

25 aprile: iniziative Liberazione a Sant’Anna di Stazzema

Memoria, arte e cultura. Mercoledì 25 aprile, a Sant’Anna di Stazzema (Lucca), sarà celebrato il 73/o Anniversario della Liberazione con un pomeriggio intenso durante il quale si alterneranno momenti istituzionali e iniziative culturali.

“Il lavoro costante che ogni giorno portiamo avanti a Sant’Anna ha due obiettivi: trasmettere tra le generazioni la memoria della strage del 12 agosto 1944, rendendo così omaggio ai Martiri di Sant’Anna, e interpretare il messaggio di Sant’Anna di Stazzema nel contesto storico che stiamo attraversando”, spiega il sindaco di Stazzema, Maurizio Verona.

“Il nostro impegno è diretto soprattutto verso i giovani ed è fondamentale il supporto dei superstiti e dei familiari delle vittime, insieme all’Associazione Martiri di Sant’Anna”. “A dicembre lanciammo l’idea dell’Anagrafe nazionale antifascista – ricorda Verona- con la Carta di Stazzema a suo fondamento. L’Antifascismo è un valore positivo e propositivo, alla base della nostra Costituzione e il 25 aprile sarà un’occasione ulteriore per ribadirlo”.

L’iscrizione si effettua al sito www.anagrafeantifascista.it. Inoltre il 25 aprile a Sant’Anna di Stazzema sarà ricordato Moreno Costa, partigiano combattente e presidente Anpi di Pietrasanta, scomparso l’1 aprile scorso, sminatore dopo la guerra come documenta una bella immagine all’interno del Museo Storico. Le celebrazioni si apriranno la sera del 24 aprile con la fiaccolata della pace che partirà alle ore 19.30 dal Monumento Ossario per raggiungere Marignana.

La mattina del 25 aprile in ogni comune sarà ricordata la Liberazione, con cerimonie e deposizioni di corone di alloro. Due saranno gli appuntamenti culturali a Sant’Anna di Stazzema il 25 aprile. Alle ore 14.30 la posa in opera del primo chiodo dell’installazione ”Anna-Monumento all’attenzione” di Gianni Moretti, progetto sostenuto dalla Soprintendenza e dal Comune di Stazzema.

Alle 16.45 la proiezione della nuova edizione di ”Scalpiccii sotto i platani” di Elisabetta Salvatori alla presenza dell’artista. Interverranno il sindaco di Stazzema Maurizio Verona, il presidente dell’Associazione Martiri di Sant’Anna Enrico Pieri, il soprintendente di Lucca Luigi Ficacci e l’artista Gianni Moretti, il professor Paolo Pezzino. Orazione Ufficiale del presidente del Consiglio Regionale della Toscana, Eugenio Giani.

L'articolo 25 aprile: iniziative Liberazione a Sant’Anna di Stazzema proviene da www.controradio.it.