Arezzo: scorribande in scuola, tra presunti autori 11 minori 

Arezzo: scorribande in scuola, tra presunti autori 11 minori 

Un neo maggiorenne e 11 minorenni, età tra gli 11 e i 17 anni, sono stati individuati dai carabinieri come i presunti autori di scorribande avvenute in una scuola di Terranuova Bracciolini (Arezzo). Tra i minori in 5 hanno un’età inferiore ai 14 anni e non sono pertanto imputabili, gli altri sono stati deferiti insieme al maggiorenne alla magistratura per danneggiamento e furto in concorso, con l’aggravante della continuazione per essersi introdotti in più circostanze nel plesso scolastico.

Le indagini, si spiega dall’Arma, sono partite dopo una segnalazione nei mesi scorsi del preside dell’istituto scolastico che aveva segnalato più incursioni all’interno della scuola dove erano state rubate casse audio di pc e alcuni flaconi di alcool a cui era stato poi dato fuoco in un seminterrato, e danneggiati arredi e suppellettili con colla e inchiostro. Atti vandalici che si sarebbero ripetuti più volte a giugno e luglio scorsi. Le indagini hanno portato poi all’identificazione del gruppo di ragazzi, uno dei quali è stato anche trovato in possesso delle chiavi della scuola.

L'articolo Arezzo: scorribande in scuola, tra presunti autori 11 minori  proviene da www.controradio.it.

Minorenni danneggiano bus parcheggiati e si filmano, denunciati

Minorenni danneggiano bus parcheggiati e si filmano, denunciati

Avevano danneggiato alcuni autobus parcheggiati in un deposito e poi si erano filmati. Per questo sette minorenni, residenti in Valdarno, sono sono stati denunciati dai carabinieri con l’accusa di danneggiamento in concorso.

Secondo quanto ricostruito dai militari, i giovani, tutti studenti dei primi anni delle scuole superiori, nel pomeriggio del primo aprile scorso erano andati presso il deposito di Terranuova Bracciolini (Arezzo) dove erano parcheggiati i veicoli di una società di trasporto locale e, dopo averli messi in moto, li hanno fatti sbattere su altri mezzi posteggiati provocando danni rilevanti.

Fondamentale per le indagini è risultata la collaborazione della scuola, che si è fatta da tramite con le famiglie, le quali si sono mostrate disponibili a risarcire i danni provocati dai figli. I sette sono stati tutti identificati dai militari che hanno anche acquisito un filmato realizzato dai ragazzini mentre abusivamente entravano nel deposito.

L'articolo Minorenni danneggiano bus parcheggiati e si filmano, denunciati proviene da www.controradio.it.