A Vaglia (Fi) la prima scuola di calcio intitolata a Mondonico

A Vaglia (Fi) la prima scuola di calcio intitolata a Mondonico

“Nasce a Vaglia, piccolo comune del Mugello, la prima scuola calcio in Italia intitolata a Emiliano Mondonico, il tecnico scomparso nel 2018, uomo e allenatore che ha fatto dei valori umani e sportivi la prima grande leva sulla quale costruire tutta la propria carriera”. Lo rende noto la Regione Toscana.

Sugli stessi valori vuol improntare il proprio lavoro anche l’Associazione Sportiva Dilettantistica Vaglia. Nata appena due anni e mezzo fa, la giovanissima polisportiva sta tracciando la sua strada, guidata dal presidente Andrea Cialdai che – assieme ai propri collaboratori e alla dirigenza – crede fortemente in un calcio che educa, unisce, insegna e fa crescere. E’ venuto naturale, dunque, prendere contatti con l’Associazione Emiliano Mondonico, fondata e presieduta da Clara Mondonico, figlia dell’ex allenatore della Fiorentina, e avviare insieme questo progetto.

Oggi a Palazzo Strozzi Sacrati la presentazione dell’iniziativa, alla quale sono intervenuti l’assessora regionale al Diritto alla salute, al Sociale e allo Sport, Stefania Saccardi, il presidente dell’ASD Vaglia, Andrea Cialdai, il sindaco di Vaglia, Leonardo Borchi, la figlia e presidente dell’Associazione, Clara Mondonico. Ospiti d’onore l’ex allenatore della Fiorentina Cesare Prandelli e il coordinatore dell’attivita’ agonistica del Settore Giovanile dell’Atalanta, Giancarlo Finardi. “Un’iniziativa che non poteva che nascere alle porte di Firenze – ha commentato Stefania Saccardi – perche’ il legame tra Emiliano e
questa citta’ e’ sempre stato molto forte e particolare. Mondonico sara’ sempre ricordato non soltanto per l’affetto che lo legava alla Fiorentina, della quale era grande tifoso e che ha anche allenato riportandola dalla B alla A, ma per il suo modo di intendere il calcio e lo sport, per la sua capacita’ di saper insegnare ai piu’ giovani e per la sua combattivita’ dentro e fuori dal campo. Siamo onorati che l’Associazione abbia scelto proprio la Toscana per dar vita alla prima scuola calcio a lui intitolata”.

Prandelli e Antognoni ai microfoni di Chiara Brilli

L'articolo A Vaglia (Fi) la prima scuola di calcio intitolata a Mondonico proviene da www.controradio.it.

Firenze: cercatori funghi irregolari, multe e porcini distrutti

Firenze: cercatori funghi irregolari, multe e porcini distrutti

Più violazioni amministrative per un importo complessivo di oltre mille euro e sequestro di circa 30 chili di funghi, in particolare porcini, poi distrutti. E’ l’esito di controlli effettuali dai carabinieri forestali nel Fiorentino, nei comuni di Vaglia e Calenzano, dove nei giorni scorsi c’è stato un grande afflusso nel bosco di raccoglitori di funghi.

I militari della stazione di Ceppeto hanno eseguito controlli nei confronti di una cinquantina di cercatori a Tassaia e Croci riguardo al rispetto della normativa sulle modalità di raccolta, rilevando appunto più violazioni: dalla raccolta in assenza di autorizzazione a quella di esemplari di porcini non conformi per dimensioni, dalla detenzione dei funghi in contenitori non idonei alla raccolta di ovoli ancora chiusi.

In questi giorni si sono verificati alcuni casi di cercatori di funghi che si erano persi durante la loro attività. Ieri nel comune di Pescaglia, in Lucchesia, un cercatore di funghi che si era perso è stato ritrovato poco prima di mezzanotte dal Soccorso alpino e speleologico toscano. Le ricerche erano iniziate intorno alle 18 e l’uomo, originario di Camaiore (Lucca), è stato raggiunto dai tecnici della squadra della Stazione di Lucca che l’hanno riaccompagnato alla vettura.

Intervento del Sast anche nella provincia di Massa Carrara dove un fungaiolo di 69 anni si era perso. Le ricerche hanno impegnato i tecnici della stazione di Carrara e Lunigiana del soccorso che non hanno potuto contare per la localizzazione sul telefono cellulare dell’uomo che era scarico. Dopo una notte di ricerche nei boschi alle quali hanno partecipato anche i vigili del fuoco il 69enne è stato localizzato stamani da altri due fungaioli che si trovavano in zona e quindi è stato recuperato.

L'articolo Firenze: cercatori funghi irregolari, multe e porcini distrutti proviene da www.controradio.it.

Ex sanatorio Banti, Idra: ‘deserta anche la 4/a asta’

Ex sanatorio Banti, Idra: ‘deserta anche la 4/a asta’

E’ andata deserta la quarta asta pubblica per la vendita dell’ex sanatorio Guido Banti a Pratolino, sulle colline di Firenze, di proprietà dell’Asl Toscana centro e in vendita dal 2005. Ne dà notizia l’associazione Idra, oggi presente all’asta, ricordando che anche le precedenti tre vendite all’incanto, nel 2005, 2010 e 2018, erano andate deserte. Da tempo il grande complesso versa in stato di abbandono.

“Continua così l’agonia di un manufatto prestigioso, simbolo della grande architettura razionalista degli anni Trenta del secolo scorso – sottolinea l’associazione in una nota – e restano aperte tutte le problematiche che da tempo, ed anche di recente, l’associazione Idra ha evidenziato ai soggetti pubblici coinvolti nella vicenda”. Tra queste: “le modifiche nelle destinazioni d’uso del Banti, già previste nel regolamento urbanistico 2004 del Comune di Vaglia (Firenze) e in fase di ulteriore estensione nell’attuale iter della variante al piano strutturale, appaiono in palese conflitto con la destinazione pubblica e sanitaria prevista dalla donazione della principessa Maria Demidoff del 15 luglio 1935″.

L’associazione fa sapere inoltre che “permane l’incertezza sui tempi e sull’esito del procedimento amministrativo di variazione del piano strutturale del Comune di Vaglia, la cui approvazione finale, ad oggi, non risulta ancora intervenuta, subordinata alla valutazione delle competenti commissioni della Regione Toscana e del ii, e alla definitiva espressione di voto da parte del consiglio comunale di Vaglia. Restano poi aperte – conclude l’associazione Idra – tutte le questioni relative allo smaltimento delle coperture in eternit, ormai ampiamente deteriorate”.

L'articolo Ex sanatorio Banti, Idra: ‘deserta anche la 4/a asta’ proviene da www.controradio.it.

Ex sanatorio Banti, Idra: ‘deserta anche la 4/a asta’

Ex sanatorio Banti, Idra: ‘deserta anche la 4/a asta’

E’ andata deserta la quarta asta pubblica per la vendita dell’ex sanatorio Guido Banti a Pratolino, sulle colline di Firenze, di proprietà dell’Asl Toscana centro e in vendita dal 2005. Ne dà notizia l’associazione Idra, oggi presente all’asta, ricordando che anche le precedenti tre vendite all’incanto, nel 2005, 2010 e 2018, erano andate deserte. Da tempo il grande complesso versa in stato di abbandono.

“Continua così l’agonia di un manufatto prestigioso, simbolo della grande architettura razionalista degli anni Trenta del secolo scorso – sottolinea l’associazione in una nota – e restano aperte tutte le problematiche che da tempo, ed anche di recente, l’associazione Idra ha evidenziato ai soggetti pubblici coinvolti nella vicenda”. Tra queste: “le modifiche nelle destinazioni d’uso del Banti, già previste nel regolamento urbanistico 2004 del Comune di Vaglia (Firenze) e in fase di ulteriore estensione nell’attuale iter della variante al piano strutturale, appaiono in palese conflitto con la destinazione pubblica e sanitaria prevista dalla donazione della principessa Maria Demidoff del 15 luglio 1935″.

L’associazione fa sapere inoltre che “permane l’incertezza sui tempi e sull’esito del procedimento amministrativo di variazione del piano strutturale del Comune di Vaglia, la cui approvazione finale, ad oggi, non risulta ancora intervenuta, subordinata alla valutazione delle competenti commissioni della Regione Toscana e del ii, e alla definitiva espressione di voto da parte del consiglio comunale di Vaglia. Restano poi aperte – conclude l’associazione Idra – tutte le questioni relative allo smaltimento delle coperture in eternit, ormai ampiamente deteriorate”.

L'articolo Ex sanatorio Banti, Idra: ‘deserta anche la 4/a asta’ proviene da www.controradio.it.

Parco di Pratolino, a luglio visite gratuite con i Medici

Parco di Pratolino, a luglio visite gratuite con i Medici

Anche per il mese di luglio prosegue il programma di visite guidate gratuite con la prenotazione obbligatoria offerte dal Parco Mediceo di Pratolino e Città Metropolitana di Firenze e organizzate da Pro Loco Vaglia – Mugello che all’interno del Parco gestisce l’Ufficio Turistico del Comune di Vaglia.

Il Parco Mediceo di Pratolino sarà visitabile gratuitamente durante tutto il mese di luglio. Delle trentasei proprietà medicee ad oggi censite, dodici ville e due giardini sono stati riconosciuti Patrimonio dell’Umanità e dal 2013 inseriti nel Sito seriale Unesco, uno di questi è il Giardino di Pratolino situato lungo la Via Fiorentina, 276 a Pratolino ( Vaglia),  di proprietà della Città Metropolitana di Firenze.

Il ritrovo è presso la Portineria del Parco agli orari indicati. Le iniziative sono riservate ai visitatori individuali per ciascuna iniziativa, fino ad esaurimento posti (max 25). In relazione alle prenotazioni ricevute, il programma potrà subire modifiche. Le visite potranno essere annullate in caso di condizioni meteo avverse.

Avranno luogo anche in caso di pioggia invece le visite drammatizzate (comunque al chiuso presso le Scuderie) e le visite favolistiche per bambini (presso la Locanda) a cura di Compagnia Catalyst

Domenica 7 luglio
Ore 10,30 Il Gigante di Pratolino, custode di piante e monumenti naturali ( trekking)
ore 10,30 L’Eco di antichi splendori: alla scoperta dei messaggi nascosti nel giardino voluto dal Principe Francesco I ( storico artistiche)
ore 15,30 La scena dei Medici. Teatro e feste rinascimentali – Visita drammatizzata ai modelli lignei ( drammatizzate)
ore 17, 30 C’era una volta. due Principesse, un Gigante e una Babajaga.( (favolistica)
ore 17,30 La casata dei Medici, molto più che Signori di Firenze: il Parco di Pratolino appartiene al Sito Seriale UNESCO delle Ville e Giardini Medicei a testimonianza della potenza che nei secoli  ( storico artistiche)

Domenica 14 luglio
ore 10,30 Un parco in tutti i sensi: visita sensoriale ( trekking)
ore 10,30 I personaggi storici del parco: un percorso attraverso la storia del parco vista dai personaggi che qui hanno dimorato o che hanno avuto un ruolo importante. Dal suo primo abitante Francesco I dei Medici al suo ultimo abitante la principessa Maria Demidoff ( storico artistica)
ore 17,30 L’Eco di antichi splendori: alla scoperta dei messaggi nascosti nel giardino voluto dal Principe Francesco I ( storico artistica)

Domenica 21 luglio
ore 10,30 Vie d’acqua: natura e artificio nel Parco di Pratolino ( trekking)
ore 10,30 La casata dei Medici, molto più che Signori di Firenze: il Parco di Pratolino appartiene al Sito Seriale UNESCO delle Ville e Giardini Medicei a testimonianza della potenza che nei secoli questa famiglia ha sviluppato ( storico artistica)
ore 17,30 L’Eco di antichi splendori: alla scoperta dei messaggi nascosti nel giardino voluto dal Principe Francesco I ( storico artistica)

Domenica 28 luglio
ore 17,30 I personaggi storici del parco: un percorso attraverso la storia del parco vista dai personaggi che qui hanno dimorato o che hanno avuto un ruolo importante. Dal suo primo abitante Francesco I dei Medici al suo ultimo abitante la principessa Maria Demidoff (storico artistica).

Per ulteriori informazioni scrivere a: info@prolocovagliamugello.com

L'articolo Parco di Pratolino, a luglio visite gratuite con i Medici proviene da www.controradio.it.