Sabato torna la marcia di Barbiana

Sabato torna la marcia di Barbiana

Sabato 18 maggio torna l’appuntamento con la Marcia di Barbiana, giunta alla sua XVIII edizione. Centinaia di partecipanti provenienti da tutta Italia si ritroveranno anche quest’anno a Vicchio del Mugello (Firenze) fianco a fianco sulla strada che sale fino alla scuola che fu di don Lorenzo Milani, priore di Barbiana.

Un passo dopo l’altro, in un cammino lento e ricco di significato, la Marcia vuole ribadire anche quest’anno “l’importanza di una scuola per tutti, pubblica e modello di stimolo per trasmettere saperi critici e formare in primo luogo cittadini consapevoli dei loro diritti e dei loro doveri”, come ha spiegato nell’appello scritto anche quest’anno dal sindaco di Vicchio e dall’Istituzione Don Milani e firmato anche tra gli altri dal presidente della Regione Toscana. Il Comune di Vicchio insieme all’Istituzione Don Milani con la Fondazione Don Lorenzo Milani e il Centro Formazione e ricerca e Scuola di Barbiana, con il patrocinio della Camera dei Deputati, tornano così a promuovere un’iniziativa divenuta ormai appuntamento fisso, capace di attirare l’attenzione verso quell’esperienza educativa unica che dal dicembre 1954 vide protagonista Don Lorenzo Milani per quasi tredici anni. La Scuola di Barbiana divenne una realtà che sconcertò e stimolò il dibattito pedagogico ed educativo, anche nei decenni successivi, ed ancora oggi provoca riflessioni sul futuro della scuola italiana. Oggi ancora è significativo il tornarci insieme, facendo della marcia un momento di riaffermazione di un impegno civico e culturale. Per i partecipanti l’appuntamento è alle ore 10:30 presso la località ”Lago Viola” per la partenza a piedi in direzione di Barbiana. Al Lago Viola si potrà accedere sia con mezzi propri (fino ad esaurimento del parcheggio) oppure con le navette messe a disposizione del Comune di Vicchio che partiranno dalla Stazione ferroviaria (in concomitanza con l’arrivo dei treni da Borgo San Lorenzo e Firenze) o dal parcheggio per autobus in Via Costoli adiacente alle Piscine Comunali. All’arrivo, previsto intorno alle ore 12:00, saranno rivolti i saluti delle autorità presenti a tutti i partecipanti, prima di presentare i lavori e resi noti i vincitori del Concorso ”La Parola genera”, promosso dall’Istituzione Don Milani che ha visto la partecipazione di diversi istituti scolastici.

La Marcia di Barbiana vivrà anche un prologo venerdì 17 maggio. Alle ore 17,00 presso la Biblioteca Comunale di Vicchio si svolgerà infatti la presentazione del libro di Paolo Landi ”La Repubblica di Barbiana – La mia esperienza alla scuola di Don Lorenzo Milani” (edizioni Lef Firenze 2018). All’incontro parteciperà l’autore che sarà introdotto dal Sindaco di Vicchio e dagli interventi di Marco Bontempi dell’Istituzione Don Milani e dall’ex allievo di don Milani, Nevio Santini.

L'articolo Sabato torna la marcia di Barbiana proviene da www.controradio.it.

25 aprile: la Liberazione a Firenze e in provincia

25 aprile: la Liberazione a Firenze e in provincia

Numerosi gli eventi istituzionali e di piazza per celebrare il 74° Anniversario della Liberazione dal Nazifascismo a Firenze e provincia. Deposizione di corone ai caduti, orazioni, cortei, pranzi e camminate sul territorio per commemorare chi ha dato la vita per la nostra democrazia.

Le cerimonie per il 25 aprile a Firenze cominceranno in piazza Santa Croce con l’alzabandiera solenne, la deposizione di una corona d’alloro ai caduti e le preghiere dei rappresentanti di culto. Subito dopo, alle 10.30, partira’ un corteo diretto a Palazzo Vecchio. Alle 11, sull’arengario (o dentro il salone dei Cinquecento in caso di pioggia), sono previsti gli interventi del sindaco Dario Nardella, del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, del vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura David Ermini e della presidente dell’Anpi Firenze, Vania Bagni. Chiudera’ l’orazione ufficiale del presidente dell’Istituto storico toscano della Resistenza, Giuseppe Matulli.

Alle 12 tradizionale pranzo antifascista in Piazza Poggi, dalle ore 15,00 alle ore 24 – Piazza Santo Spirito sarà lo scenario della Festa popolare Antifascista, preceduta dal corteo che da piazza Poggi porterà in Santo Spirito dalle 16  al ritmo della musica popolare dei “Fiati Sprecati”. Alle 17,00 – deposizione  corona monumento Potente e Martiri di Piazza Tasso.

Al Centro Sociale Il Pozzo – Le Piagge, Firenze biciclettata Partigiana e alle ore 13,30 Pastasciutta rossa con la musica e le parole  dei FRATELLI ROSSI, MARIA TORRIGIANI  MARCO DEL GIUDICE.

L’amministrazione comunale di Vinci, ha organizzato insieme con la sezione locale dell’ANPI, una serie di iniziative fra cui alle 16.00 ritrovo alla chiesa di Santa Lucia da dove partirà la passeggiata fino al Cippo di Tribbio di Rio dove è prevista la commemorazione.

Camminate della memoria e della Resistenza tra le colline del Chianti con Associazioni, studenti e cittadini tra San Casciano, Barberino Tavarnelle e Greve.

A Vicchio il programma di eventi quest’anno vedrà anche  l’inaugurazione dell’opera “Life and Death” alla presenza dell’autore, lo scultore irlandese Paddy Campbell, che taglierà il nastro insieme al Sindaco durante la celebrazione ufficiale in Piazza della Vittoria.

Il pomeriggio del 25 Aprile (inizio alle 17), il Circolo Ricreativo Culturale di Antella ospita l’iniziativa “Indignatevi!”, organizzata da Anpi con il patrocinio del Comune. Si parlerà di “Libertà, uguaglianza e fraternità” con un viaggio di suoni, canzoni e parole attraverso i diritti sanciti dalla Costituzione Italiana e dalla Dichiarazione dei Diritti Umani.

La sera, al circolo Sms di Bagno a Ripoli, per ricordare i giovani Resistenti verrà proiettato il video “Ragazzi come noi”: un documentario di Alessandra Povia Valdimiros ulla fucilazione da parte dei fascisti di cinque giovani al Campo di Marte il 22 marzo del ’44.

L'articolo 25 aprile: la Liberazione a Firenze e in provincia proviene da www.controradio.it.

Marcia di Barbiana: una camminata di “princìpi” fino alla scuola di Don Milani

Marcia di Barbiana: una camminata di “princìpi” fino alla scuola di Don Milani

Domani, sabato 26 Maggio, torna la Marcia di Barbiana: per i partecipanti il ritrovo è previsto alle 10:30 al Lago Viola e all’arrivo verranno premiati anche i vincitori del Concorso “La parola genera”, che ha visto la partecipazione di 11 scuole da tutta Italia; nel pomeriggio poi seguirà un incontro di riflessione su scuola, famiglie e comunità.

Si terrà Sabato 26 maggio la XVII edizione della Marcia di Barbiana: torna così un appuntamento che ogni anno coinvolge centinaia di partecipanti provenienti da tutta Italia che salendo a piedi fino alla scuola che fu di Don Milani vogliono ribadire l’importanza di una scuola per tutti, pubblica, modello di stimolo per trasmettere saperi critici e di affermazione dei principi di equità e solidarietà.

Il Comune di Vicchio insieme all’Istituzione Don Milani con la Fondazione Don Lorenzo Milani e il Centro Formazione e ricerca e Scuola di Barbiana, tornano così a promuovere un’iniziativa divenuta ormai appuntamento fisso, capace di attirare l’attenzione verso quell’esperienza educativa unica che dal dicembre 1954 vide protagonista Don Lorenzo Milani per quasi tredici anni.

La Scuola di Barbiana divenne una realtà che sconcertò e stimolò il dibattito pedagogico ed educativo, anche nei decenni successivi, ed ancora oggi provoca riflessioni sul futuro della scuola italiana. Per questo, oggi più che mai, è significativo il tornarci insieme, facendo della marcia un momento di riaffermazione di un impegno civico e culturale.

Per i partecipanti l’appuntamento è alle ore 10:30 presso la località “Lago Viola” per la partenza a piedi in direzione di Barbiana. Al Lago Viola si potrà accedere sia con mezzi propri (fino ad esaurimento del parcheggio) oppure con le navette messe a disposizione del Comune di Vicchio che partiranno dalla Stazione ferroviaria (in concomitanza con l’arrivo dei treni da Borgo San Lorenzo e Firenze) o dal parcheggio per autobus in Via Costoli adiacente alle Piscine Comunali. All’arrivo, previsto intorno alle ore 12:00, saranno rivolti i saluti delle autorità presenti a tutti i partecipanti, prima di presentare i lavori e resi noti i vincitori del Concorso “La Parola genera”, promosso dall’Istituzione Don Milani che ha visto la partecipazione di 11 diversi istituti scolastici provenienti da varie zone d’Italia ed in particolare da Bergamo, Matera, Parma, Pescara, Vicenza oltre che dal Mugello e Firenze.

Nel pomeriggio, alle ore 14, sempre a Barbiana, si svolgerà infine un incontro di riflessione su “scuola, famiglie e comunità, alla luce del messaggio di don Milani”, promosso dall’Istituzione culturale don L. Milani e Scuola di Barbiana, dalla Rete di Coordinamento delle Consulte del Mugello e la Fondazione don Lorenzo Milani. L’incontro si aprirà con interventi di un allievo della Scuola di Barbiana, un amministratore locale, un dirigente scolastico e un genitore della Rete delle Consulte dei genitori del Mugello. Seguirà una discussione a gruppi e conclusioni condivise.

L'articolo Marcia di Barbiana: una camminata di “princìpi” fino alla scuola di Don Milani proviene da www.controradio.it.

“Barbiana ’65. La lezione di Don Milani”, al Teatro Giotto di Vicchio

“Barbiana ’65. La lezione di Don Milani”, al Teatro Giotto di Vicchio

 

Domenica 14 Gennaio, alle ore 16, verrà proiettato presso il Teatro Giotto di Vicchio il documentario “Barbiana ’65. La lezione di Don Milani”. Il regista Alessandro G.A. D’Alessandro, sarà presente alla proiezione.

Un eccezionale film-documentario su don Lorenzo e i suoi ragazzi di Barbiana (distribuito da Istituto Luce-Cinecittà), nato dal recupero del materiale girato da Angelo D’Alessandro nel dicembre 1965 a Barbiana, ritrovato dal figlio Alessandro dopo la morte del padre. È di fatto ad oggi l’unico documento esistente con don Milani in scena, in cui è lo stesso don Lorenzo che narra, che parla, che spiega.

La proiezione del film, che vedrà anche la partecipazione del regista Alessandro G.A. D’Alessandro, sarà così l’occasione per far riemergere con forza l’attualità del messaggio di Don Milani a cinquant’anni dalla morte e ricordare la grande lezione rappresentata dalla Scuola di Barbiana.

Il regista Angelo D’Alessandro fu l’unico a cui Don Milani concesse di effettuare delle riprese della vita nella sua scuola per lasciare un documento ai suoi ragazzi e salì a Barbiana per un’inchiesta sull’obiezione di coscienza a cui si aggiunse proprio la voce di Don Lorenzo. Il filmato originale dell’epoca mostra alcuni momenti e aspetti fondamentali della Scuola di Barbiana, dalla scrittura collettiva alla lettura dei giornali, così come il lavoro manuale svolto dai ragazzi nei laboratori e la partecipazione alla funzione religiosa.

 

Per Info e prenotazioni:

Associazione Jazz Club of Vicchio c/o Negozio Rocci Via Garibaldi, 2 Vicchio (FI) dal mar al sab 9.00/13.00 e 16.00/19.30, tel. 055 844017

L’articolo “Barbiana ’65. La lezione di Don Milani”, al Teatro Giotto di Vicchio proviene da www.controradio.it.